giovedì 12 ottobre 2017

[La vedetta di KS] XXXVIII puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

VI-AVEVO-AVVISATI! Da questa settimana e per le prossime a seguire avremo da fare: mangiarci i gomiti, analisi paralisi su cosa finanziare, piangere alla vista dell'estratto conto, come nascondere le spese alla dolce metà, il tutto condito ovviamente con l'avvicinarsi di Lucca, Essen e poi senza rendercene conto il Natale!
  • 7th Continet
  • Resident Evil 2
  • Sunset Over Water
  • Tiny Epic Defenders: The Dark War
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge

7th Continent
Scadenza: 19/10
Descrizione: Cooperativo da 1 a 4 giocatori, 13+, durata fino a 1000 minuti
Ed eccoci al gioco più dibattuto del momento! Dopo 2 anni dalla prima campagna, che già aveva ottenuto un ottimo successo, e dopo che il gioco ha incominciato ad arrivare nelle case dei backer con conseguenti recensioni di ogni genere, la Serious Pulp ha deciso di lanciare una campagna per la ristampa del gioco, con piccole correzioni dalla prima edizione e due nuove espansioni. Il gioco vi mette nei panni di un esploratore che ha visitato appunto il settimo continente insieme ad altri esplorati. Alcuni di essi incominciano a morire in modo misterioso e in una notte tormentata in cui non riuscite a dormire a causa di incubi vi ritrovate catapultati di nuovo nel settimo continente. Scoprite di essere oggetto di una maledizione e di dover trovare rimedio prima che questa ponga fine al vostro viaggio. Il gioco è composto praticamente di sole carte (sì, ci sono gli standee, token o miniature dei personaggi, ma nulla più) con un conteggio per il solo gioco base che si avvicina al migliaio, fino a un massimo che arriva intorno a 1300 grazie ai nuovi stretch goal ed espansioni. Le carte si suddividono in carte abilità/idee/oggetti, carte "esplorazione" che raffigurano parte della mappa del continente, carte evento e carte status, nonché alcune carte che raffigurano delle note prese dagli esploratori nell'esplorazione precedente. A inizio partita, dopo aver scelto i personaggi e quale delle diverse maledizioni affrontare (ne potete scegliere anche più di una se vi piacciono le sfide), andrete a formare il vostro mazzo abilità/idee/oggetti, composto da carte standard e carte specifiche del personaggio, e la carta maledizione. Andrete a pescare la carta di partenza (tutte le carte hanno un numero identificativo) descritta nella maledizione scelta, dove troverete tra l'altro un indizio su come togliervi la maledizione. Il gioco "meccanicalmente" è molto semplice. Su ogni carta esplorazione sono presenti dei numeri sia per degli elementi del posto da visionare con relativa azione da compiere, sia dei numeri con delle frecce nel caso decidiate di esplorare in quella direzione e scoprire un'altra carta esplorazione, mentre in basso sono indicati il costo per spostarci fuori da questa zona ed eventuali risorse reperibili in loco. Ora il fulcro del gioco è appunto il mazzo che comporrete all'inizio. Questo mazzo oltre a contenere i vari oggetti creabili, idee e abilità funge anche da contatore di tempo e "forza vitale". Vicino ai numeri sopra indicati con la relativa azione ci sono sempre due icone con dei numeri all'interno, un quadratino azzurro e una stella. All'interno del quadratino azzurro è indicato il minimo di carte da rivelare dal mazzo mentre nella stella il numero di successi necessari per compiere quell'azione. Le carte che compongono il nostro mazzo difatti sulla sinistra hanno una banda verticale dove possono essere raffigurate un numero vario che va da 0 a più stelle, comprese delle mezze stelle sul bordo di sinistra e di destra. Quando riveleremo le carte, in ordine le poniamo una sopra l'altra con questa banda che combacia e, nel caso due mezze stelle combacino, valgono come un successo. Ma perché dici il numero minimo indicato? Perché prima di iniziare la pesca delle carte saremo noi a decidere quante carte pescare (rispettando ovviamente il minimo richiesto) che sta a simulare quanto tempo vogliamo spendere per effettuare quell'azione. FANTASTICO!!! Pesco quante carte voglio! Eh no caro lettore, perché come dicevo prima questo mazzo indica anche la tua forza vitale.
Ogni qual volta riveliamo delle carte dal nostro mazzo, indipendentemente dal risultato potremo tenere 1 carta come idea/oggetto e il resto va posto nella pila degli scarti. Se il nostro mazzo finisce la pila degli scarti va rimescolata, ma rimane comunque la pila degli scarti e per le successive azioni andremo a pescare da là. In questa fase se riveliamo la carta maledizione ahimè siamo morti e la partita termina. Nel gioco ovviamente ci sono dei meccanismi atti a farci recuperare carte dalla pila degli scarti e rimetterle nel proprio mazzo. Questo solitamente avviene mangiando (sì, ma prima dovremo cacciare il nostro cibo) o grazie a degli eventi. Le carte che invece avremo nella nostra mano ci consentiranno di costruire oggetti, potenziarli con altri oggetti o acquisire abilità. Questo si fa sempre tramite il consumo delle carte, ma nel caso degli oggetti se siamo in un luogo che ci fornisce risorse necessarie alla costruzione di essi potranno essere richieste meno carte o meno successi. Questi oggetti sono consumabili (si utilizza un D6 per tenere traccia) e ci possono agevolare nel conseguimento di determinati tipi di azioni, dandoci successi automatici o la possibilità di pescare meno carte. Ora, mi son letto e guardato diverse recensioni al riguardo e ci sono pareri contrastanti. Iniziamo con il dire che il gioco può essere descritto come un libro game sotto forma di gioco da tavolo. Il creatore lo descrive come un gioco
di esplorazione e sopravvivenza; Rahdo per esempio sottolinea come la parte di sopravvivenza sia preponderante rispetto all'esplorazione, grazie proprio alla necessità di cercare di recuperare carte dal mazzo degli scarti. No Pun Included sottolinea come il 90% del gioco sia composto da stimoli visivi, nei vari luoghi possono esserci numeri nascosti o elementi a noi sconosciuti, ma che successivamente possono essere utili. Per fare un esempio può essere trovata una nota di un esploratore dove spiega che un certo tipo di pianta può essere utilizzata per curarci, da quel momento in poi se ci troviamo in un luogo con quella pianta potremo curarci, ma la cosa bella è che magari ci eravate già passati e non ci avevate neanche fatto caso alla pianta.
Per alcuni uno dei difetti più grandi risiede proprio nel fatto di come potrebbe finire il gioco, ovvero pescare dal mazzo degli scarti e rivelare la maledizione, altri lo hanno descritto come una esperienza meravigliosa per le prime 7/8 ore, ma che poi diventa un po' ripetitiva, alcuni sottolineano la scarsa rigiocabilità di una maledizione una volta risolta o il doversi rifare tutto da capo se si muore prima di risolverla.
Le maledizioni variano dalle 5 alle 10 ore di gioco con la prima che può arrivare anche a 20, per ovviare a ciò è stato inserito un meccanismo di salvataggio che in pochi minuti ci consente di chiudere o ricominciare la sessione in qualsiasi momento. Per il discorso rigiocabilità c'è da considerare che ogni personaggio ha una sua peculiarità e quindi anche affrontando la stessa maledizione si può avere un approccio diverso, che alcuni luoghi hanno più di una carta ed ogni volta che si va in quel posto se ne pesca una a caso e che ogni volta che ci spostiamo tra un luogo e un altro prima di vedere dove arriviamo dovremo rivelare una delle tante carte evento presenti nel gioco. A questo si aggiunge il fatto che nel gioco ci sono una miriade di cose da poter fare, ma che ovviamente data la ristrettezza di "tempo" sorvoleremo per dare priorità ad altro.
Questo fa sì che i completisti magari rigiocheranno la stessa maledizione per esplorare ciò che avevano sorvolato. Personalmente credo che la maggior parte di questi difetti siano piuttosto oggettivi e quindi ognuno debba giudicare in base ai propri gusti, ma una cosa che è risaltata più o meno in tutte le recensioni è il fatto di essere di fronte a un prodotto unico nel suo genere, c'è chi lo descrive come un T.I.M.E Stories fatto bene all'ennesima potenza, che l'esperienza e l'immedesimazione che si prova non si trova in nessun altro gioco, per non parlare poi dell'ottima realizzazione. Che dire, io ci sono dentro e non vedo l'ora che arrivi e voi?


Resident Evil 2
Scadenza: 23/10
Descrizione: Cooperativo per 1-4 giocatori
Dagli autori di Dark Soul (forse era meglio se non lo dicevo XD) un altro gioco su licenza di uno dei più famosi giochi di orrore/sopravvivenza. Residente Evil 2 prende appunto ispirazione dal secondo capito del videogioco Capcom (a detta di molti il migliore del franchise) e attraverso una serie di missioni ricorreremo i vari luoghi presenti nel gioco. Se vi starete già domandando se siamo di fronte a un clone di Zombicide cercherò di darvi una risposta nelle prossime righe. Ovviamente a una prima occhiata le somiglianze sono molte, scenari fissi, zombie, boss, ecc...
Quello che dovrebbe contraddistinguerlo sono proprio le meccaniche. Ogni scenario viene descritto attraverso una plancia, che indica quali tessere utilizzare nella creazione dello scenario, l'obiettivo e suddivide le aree in verde, giallo e rosso con relative tabelle per l'apparizione dei vari zombie. La prima differenza sta nel fatto che il nostro equipaggiamento è limitato. Anche se inizierete la partita con un fucile a pompa sappiate che le munizione sono contate e quindi andranno usate con cautela. Un'altra differenza è che ogni volta che entreremo in una nuova stanza si tireranno due dadi e in base al risultato vedremo quanti nemici saranno lì presenti. Nel proprio turno ogni giocatore ha un numero limitato di azioni da effettuare come muoversi, aprire/chiudere una porta, attaccare, cercare oggetti ecc e qui siamo in un campo conosciuto.
L'utilizzo delle armi invece è interessante, visto che per ogni proiettile utilizzato tireremo un certo numero di dadi e in base al numero di successi l'arma infliggerà più o meno danni. Ma la cosa che secondo me distanzia maggiormente questo gioco da Zombicide è quello che loro chiamano Tension Deck. Questo è un mazzo che in fase di setup viene costruito su indicazione dello scenario con delle carte specifiche. La funzione principale di questo mazzo è quella di ricreare appunto l'atmosfera di tensione presente nel gioco, dove non sapevamo mai quando ci avrebbe fatto prendere un colpo con l'uscita improvvisa dei cani da una finestra, del boss che sfonda il muro, ecc... Difatti alla fine di ogni turno se ne pesca una. Ovviamente il mazzo è per due terzi composto dal "non succede nulla", mentre per il resto da carte di due difficoltà differenti in base allo scenario. Tutti gli oggetti del gioco sono stati ricreati sotto forma di equipaggiamento e oggetti vari (ah le nostre care erbette) e per i più naif è anche presente un add-on per le carte con le illustrazioni del videogioco originale. Per il resto siamo di fronte a quello che ormai è diventato uno standard su KS. Miniature per i personaggi, zombie, cani, i cari vecchi Lickers e ovviamente i vari boss. A guardarle sembrano di ottima fattura, ma leggendo in giro riferendosi alla realizzazione di Dark Soul ho raccolto più di una lamentela sulla qualità delle minia. Per gli amanti della serie sicuramente un acquisto quasi obbligato.

Sunset Over Water
Scadenza: 17/10
Descrizione: Competitivo da 1 a 4 giocatori, 8+, con una durata sui 20 minuti. 
Dallo stesso team di Herbaceous un nuovo progetto che invece di farci raccogliere erbette (o erbacce XD) ci farà vestire i panni di un artista girovago intento a riprendere panorami mozzafiato per poi rivenderli. Il gioco è composto da 60 carte panorama, ognuna delle quali può contenere da 1 a 3 simboli che descrivono gli elementi del panorama presenti, 4 mazzi di carte pianificazione (un mazzo per ogni giocatore) le carte commissione e le carte missioni giornaliere. In fase di setup si crea una griglia 5x5 con le carte panorama, si rivela la missione del giorno e si scoprono tante carte commissione quanti sono i giocatori +1, scoprendo quella in cima al mazzo che sarà disponibile il giorno successivo. Si piazza il proprio meeplartista al centro della griglia. Il gioco si svolge nell'arco di 6 giorni, all'inizio di ogni giorno i giocatori pescano 3 carte pianificazione e segretamente in modo simultaneo ne scelgono una. Le carte pianificazione indicano a che ora ci si alza, di quanti e quali spazi possiamo muoverci e quanti dipinti riusciamo a fare. Una volta scelta la carta pianificazione tutti la scoprono e i giocatori agiscono in base a chi si è alzato prima. Si esegue il movimento e si dipinge in base a quanto indicato sulla carta pianificazione acquisendo la carta panorama. Con questa carta panorama potremo soddisfare una carta commissione (scartando la carta panorama) e/o la missione del giorno. Una volta che tutti i giocatori hanno eseguito la propria azione si rimpiazzano le carta panorama, missione del giorno e commissione. Alla fine del sesto turno si sommano i punti delle carte commissione, delle missioni del giorno e per ogni due simboli presenti sui dipinti a noi rimasti si aggiunge un punto. Ovviamente chi ha fatto più punti è il vincitore. Gioco semplice, ma strategico al punto giusto, che può essere utilizzato come introduttivo o per giocatori più giovani, nonché una modalità "ranger" per giocatore singolo. Da rimarcare la qualità delle illustrazioni dei panorami, che sono veramente ispirati e mi han fatto venire voglia di sedermi al tramonto in riva a un lago con una bella birretta.

Tiny Epic Defenders: The Dark War
Scadenza: 19/10
Descrizione: Cooperativo da 1 a 4 giocatori sulla durata di 30 minuti.
Clicca qui per andare alla campagna
Ormai la serie Tiny Epic si è ritagliata il suo "piccolo" spazio su KS ed ora se ne sono usciti con la prima espansione per Tiny Epic Defenders e la relativa ristampa. Per chi non lo conoscesse QUI la recensione del nostro caro F/\B!O (ogni volta un colpo per scrivere il suo nome XD). La novità principale è quella di aver inserito i loro nuovi ITEMeeples® sia per il base che per l'espansione. Nel base hanno aggiunto anche nuovi nemici, artefatti, ecc.
Per quanto riguarda l'espansione invece troviamo i Generali per i nemici, nuovi artefatti, abilità imparabili dagli eroi, le carovane, una nuova modalità campagna e regioni avanzate. Le carovane presentano una nuova sfida, indicano i paesani che cercano di scappare dalle regioni attaccate e gli eroi dovranno scortarli nella capitale prima che la regione venga distrutta. Le abilità vengono assegnate agli eroi e utilizzano punti esperienza per essere attivate. I punti esperienza possono essere acquisiti tramite la capacità di compiere scelte che aiutano il team a raggiungere determinati obiettivi. La modalità campagna, come da nome, ci permetterà attraverso diverse partite di affrontare sfide diverse che dipendono dalle partite precedenti e di affrontare i generali prima di arrivare allo scontro finale con il boss. Le regioni avanzate invece sono una parte principale della campagna evolutiva. Hanno degli elementi 3D, come ad esempio l'albero degli eroi dove possono nascondersi, una Manticora da cavalcare o una tempesta di sabbia misteriosa. Le regioni avanzate hanno un lato oscuro e ostile e dall'altro un lato luminoso e pacifico. Uno dei ruoli degli eroi sarà appunto cercare di ripristinare il lato luminoso della regione che unite alle carovane impone di fare le giuste scelte per la riuscita della campagna. Inoltre sono state rivisitate le illustrazione del gioco originale. Per chi volesse con 46$ (+ 20 di spedizione) può portarsi a casa il base ed espansione con tutte le novità sopra descritte. Per chi invece si fosse persa la prima campagna e fosse interessato solo al base "potenziato" ne bastano 25.

I K(S)orti
Purtroppo a causa del fatto che mi riduco sempre all'ultimo a scrivere l'articolo (ma lo faccio solo per darvi le notizie più fresche possibili!!!) e qualche problema con il sito di KS (che non mi permette di scorrere le varie campagne e quindi doverle cercare per nome), oggi non sono in grado di segnalarvi altre campagne...

Try Before You Pledge
...ma grazie all'impagabile e organizzato lavoro di *Ele* la ti.bi.gl.pi non salta neanche una puntata!!!

Haunt the House (KS, PDF)
Porte che scricchiolano, libri che cascano improvvisamente dai ripiani, lamenti aleggiano nei corridoi, chi sarà? Siete voi! Fantasmi spaventosi all'interno della magione stregata. Progetto finanziato in 9 ore. Acquistando la versione su Kickstarter si può avere il box "glow in the dark".
PnP: molto curato e di ottimo livello grafico, la stampa prevede una ventina di pagine comprese le istruzioni e i vari token. La versione PnP ha un numero ridotto di stanze e di fantasmi.

Neon Knights (KS, PDF)
Gioco di corse cyberpunk con tracce modulari, auto personalizzabili e possibilità di migliorare l'abilità alla guida.
PnP: molto curato e di ottimo livello grafico, si tratta di una versione "prototipo". La stampa prevede una trentina di pagine e sono necessari dei token aggiuntivi.

Tiny Epic Defenders 2nd Edition (KS, PDF)
Tiny Epic Defenders, rivoluzionario gioco cooperativo fantasy, ritorna in questa seconda edizione, con nuove illustrazioni, nuove abilità, ITEMeeples® e gameplay super emozionante. Progetto stra-finanziato.
PnP: Versione di pre-produzione ridotta, in bianco e nero, non include tutte le caratteristiche ed è composta da una sola mappa. Occorre stampare 7 pagine. Testo in lingua sulle carte.

Cahoots (KS, APP)
È un gioco di carte a prese (3-4 giocatori, 12+, 20'-30') in cui per vincere siete costretti a cospirare (essere "in combutta") con ciascuno dei vostri avversari. Cooperate, negoziate, tradite e bluffate per vincere in questo mondo di spionaggio noir. Non potete fidarvi di nessuno, ma dovete lavorare insieme per segnare punti, perché anche se il vincitore è unico, non si può vincere da soli!

7 commenti:

  1. Visto che mancano i K(S)orti segnalo:

    - STEM: Epic Heroes: gioco di carte in tema scoperte scientifiche. Il gioco è composto da due mazzi: il mazzo degli eroi e il mazzo delle scoperte. Scopo del gioco è riuscire a compiere determinate scoperte con l'aiuto di vari scienziati, ricercatori, e menti illustri del passato. Eventualmente aumentando il valore delle scoperte aggiungendo oggetti di ricerca e luoghi significativi.

    Il gioco è veramente ben illustrato e con una grafica notevole.

    https://www.kickstarter.com/projects/hologrin/stem-epic-heroes?ref=profile_starred

    RispondiElimina
  2. Da 1 a 10 quanto è dipendente dalla lingua 7th Continent?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm, ci sono un bel po' di carte con testo, anche sulle abilita' dei personaggi.
      Pero' sono sempre visibili a tutti, basta uno che conosca un po' di inglese o francese.

      Elimina
    2. Il problema é che non senti l ambientazione, cala l immedesimazione.

      Elimina
  3. dipendenza della lingua su RE 2 ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che escluso il manuale ci sono alcune scritte sulle carte oggetti non troppo lunghe che comunque dovrebbero essere di un inglese non troppo difficile. Per il resto c'e' un ampia simbologia ma che ovviamente viene descritta nel manuale.

      Elimina