martedì 12 settembre 2017

[Anteprima] Flick 'em Up! - Dead of Winter

scritto da Chrys

Mi piace "Flick 'em Up!", non è un segreto... ho recensito e giocato il base ed ogni singola espansione (i miei vecchi articoli li trovate cliccando qui), oltre ad amare in generale la meccanica delle schicchere che negli ultimi anni è tornata di moda.

Non mi aspettavo una nuova espansione per questa Essen, principalmente perché oramai avevano spremuto tutto lo spremibile dal mondo western con le due espansioni uscite, e quindi sono rimasto piuttosto sorpreso dal vedere questo titolo e il mio primo pensiero è stato che si trattasse di uno scherzo o di una copertina giocosa creata da un fan. Non è così.

Ovviamente questo Flick 'em Up! - Dead of Winter (1-10 giocatori, 30-45 minuti) non è un'espansione per il classico Flick 'em Up!, ma allo stesso tempo (per fortuna) non è nemmeno un banale clone del gioco base con su un vestito diverso... anzi, le differenze sono davvero tante: basta dire che può essere giocato come un full coop, perché gli zombie sono mossi automaticamente!


Il gioco è sempre edito dalla Pretzel Games sotto la bandiera PlanB, che dopo il successo di Century torna subito a farsi notare (non a caso il cuore di PlanB è composto da elementi di spicco della Z-Man Games, inclusa la stessa titolare, uscitine al momento dell'acquisizione di Asmodee).

MATERIALI
I materiali sono davvero tanti... i pezzi non sono in legno come nella prima edizione, ma in plastica ad alta densità come per la seconda edizione della versione classica, credo anche allo scopo di contenere i costi: infatti il vecchio Flick 'em Up! in legno costava 69€ contro i 49€ di questo, nonostante la scatola contenga MOLTO più materiale. 

Basta dire che invece di 12 pedine tra cowboy e PNG, abbiamo qui 29 (!!!) pedine tra sopravvissuti e zombie, oppure che oltre ai 6 edifici abbiamo anche 4 vetture, 3 lampioni, una torre 3D, 4 pezzi a L in cartone che delimitano l'area di gioco e più pezzi tridimensionali (botti, casse, mazze, pugnali, 2 proiettili, ecc.) e altro ancora...

Nella scatola sono anche presenti degli sticker da attaccare ai 29 personaggi (conferendo una notevole espressività ai vari pezzi e un look cartoonesco davvero bello all'insieme) e ad alcuni elementi (zaini, casse, barili...).


DUE MODALITÀ
Anche qui avremo 10 scenari di difficoltà crescente che introdurranno via via nuove armi e meccaniche. Gli scenari potranno essere giocati sia singolarmente che collegati in due campagne da 5 scenari l'una. Le tematiche dei vari scenari saranno quelle classiche dei film/telefilm di zombie.

Una campagna sarà completamente cooperativa (giocabile anche in solitario), mentre l'altra sarà semi-cooperativa, perché i giocatori saranno divisi in 2 gruppi di sopravvissuti rivali. In entrambi i casi gli zombi sono gestiti dal sistema di gioco come spiegato sotto. 


IL GIOCO E LE NOVITÀ
Mentre lo scheletro essenziale del gioco resta lo stesso (alla sua attivazione un personaggio ha due azioni usabili per muoversi, attaccare o raccogliere oggetti) il feel del gioco dovrebbe risultare completamente diverso.

Infatti abbiamo una maggiore varietà di armi: pistole, fucili di precisione, fucile a pompa, pugnali e mazze da baseball), ciascuna con una sua diversa modalità. Ad esempio il fucile a pompa sparerà una rosa di dischetti, come la vecchia gatling gun, mentre la mazza da baseball viene usata per una sorta di carica (la mazza viene messa impiedi e schiccherata ferendo e mandando a terra un eventuale zombie colpito e spostandogli poi vicino la pedina giocatore), ecc. È astato aggiunto anche il corpo a corpo (se ci si ferma a poca distanza da un nemico).

È stata poi aggiunta l'importante regola del rumore... infatti, a differenza di pugnali e mazze, usare armi da fuoco, per comode e potenti che siano, tenderà a risvegliare zombie e a farli avvicinare a chi l'ha usata (il che potrebbe anche portare a risvolti tattici interessanti per allontanare/distrarre gli zombie apposta). Alcune armi avranno effetto anche senza buttare giù i nemici, ma in questo caso lo zombie non sarà morto, ma solo gettato a terra.

Parlando del movimento automatico degli zombie, ecco che entra in gioco quella torre tridimensionale che vedete nelle foto... infatti nel caso di forti rumori o di nuove orde in arrivo la torre verrà sollevata dal suo alloggiamento (che contiene il segnaturno e la riserva di zombie) e posizionata nel punto necessario. Poi sopra saranno posizionati lo zombie (o gli zombie) che devono muoversi o arrivare e verrà torlto il fermo in modo che questi possano rotolare lungo la torre, come nelle torri lancia dadi, per poi uscire dallo scivolo inferiore. Verranno quindi riposizionati in piedi dove si fermano... se in questo modo arrivano in contatto con un sopravvissuto lo feriscono.

Verranno anche ripresi in modo più pesante alcuni elementi di Dead of Winter: ad esempio ogni giocatore avrà, anche nel cooperativo, un obbiettivo nascosto che in alcuni casi potrebbe essere di ostacolo al gruppo (finire con 2 medikit) o addirittura opposto ad esso, introducendo anche qui (comunque opzionalmente) la figura del traditore. 
Alcuni scenari inoltre introdurranno delle carte "crossroads" che però da quanto ho letto più che scelte da fare, come erano nel boardgame di ispirazione, saranno invece degli eventi.

Se volete approfondire i singoli scenari è anche già disponibile il regolamento (clicca per scaricare).

IN CONCLUSIONE
Non so a voi, ma a me, da amante delle schicchere, questo titolo ha messo su una scimmia pazzesca... sembra riprendere il meglio di Flick 'em Up! e al contempo aggiungere una vera ondata di novità al punto da riuscire nel difficile compito di non renderli mutualmente esclusivi nella propria collezione.

Essendo uscito alla Gen Con se ne trova già in giro qualche copia di importazione dell'edizione inglese (naturalmente qualche copia potete già trovarla su Egyp.it) mentre in Europa verrà presentata durante Essen... già mi pregusto una partita alla versione gigante da fiera!!! *__*
Non ho dubbi che arriverà poi in italiano nel giro di qualche mese, se non prima visto il successo del gioco precedente.
È sicuramente uno dei titoli che torneranno con me dalla fiera quest'anno... il che mi garantirà ben due nuovi giochi di schicchere per questo inverno (non dimentichiamo che sta per arrivare Warstones del nostro Andrea Chiarvesio! :D)

E voi cosa ne pensate? Vi ispira? 
Siete a favore o contrari alla nuova ondata di giochi di schicchere?

--Le immagini sono tratte da dal manuale, da BGG o dal sito della/e casa/e produttrice/i (Pretzel/PlanB) alle quali appartengono tutti i diritti sui giochi di cui si parla. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco--

4 commenti:

  1. "Essere contrari" non ha senso. Io sono totalmente disinteressato. Anzi, per me, e con evidenza, questo non è un gioco da tavolo.

    RispondiElimina
  2. Di una eventuale versione italiana si sa nulla?

    RispondiElimina
  3. L'idea sembra essere molto interessante!

    RispondiElimina
  4. Io li trovo divertenti, per me è la cosa più importante, sia che possano rientrare o meno tra i "giochi da tavolo".
    Ho giocato al "primo" flick'em up, le altre espansioni, purtroppo, non ho avuto modo di provarle, da quello che ho letto riescono ad avere idee nuove per arricchire sempre il gioco.

    RispondiElimina