martedì 31 gennaio 2017

[Recensione] Pretense: a Game Night Social Metagame

scritto da Chrys

Tra 3 giorni sarò a Norimberga per lo Spielwarenmesse quindi anche questa settimana vi beccate una recensione piccina picciotta, dato che purtroppo ho a malapena il tempo di respirare. In compenso nel weekend vedrete arrivare sul nostro Canale Facebook una serie di gallerie fotografiche in diretta dall'evento (cercherò di postare una galleria un paio di volte al giorno, una dalla fiera e una dall'albergo, e varie foto sporadiche al volo) quindi se ancora non ci seguite mettete il "mi piace" al canale e iniziate a farlo. ^__^

Torniamo a noi con un titolo molto buffo che mi sono portato indietro da Essen, facente parte delle scatoline AEG da pochi euro (in fiera i vari giochi di questa linea erano in offerta 2 per 10 euro o uno per 8 euro) e cioè Pretense: a Game Night Social Metagame.

Si tratta di un meta-gioco per 2-12 giocatori della durata di 3-8 ore ideato da Jason Tagmire... starete pensando che abbia sbagliato a scrivere qualcosa, ma non è così.


Questo non è propriamente un boardgame, ma un meta-gioco a ruoli segreti che va giocato nell'arco di una serata di gioco intera, in parallelo a qualunque altro gioco venga fatto.

NELLA SCATOLA
Scatolina piccola e compatta in cartone molto solido (ci puoi costruire un solido muro ad averne qualche migliaio) che contiene due fustelle con 24 token ruolo e un mazzo di 24 carte. Tre token e tre carte sono stati volutamente lasciati vuoti per poterli persoanlizzare in base al vostro gruppo. Già inclusa la promo della prima edizione.


COME SI GIOCA
A inizio serata si estraggono a caso tante carte ruolo quanti i giocatori più 6 (quindi se si fosse in 7 se ne estraggono 13) e i relativi token che vanno messi da qualche parte dove rimarranno a promemoria consultabile dei ruoli di questa partita. Le carte estratte vengono quindi mescolate e ciascuno ne riceve una a faccia in giù.

Il proprio ruolo determina un obbiettivo segreto da raggiungere nell'arco della serata senza che gli altri lo capiscano... alcuni esempi di ruoli:
  • Bookworm: farsi passare il manuale da un altro
  • Crafter: convincere il gruppo ad adottare una houserule
  • Critic: far cambiare idea a un giocatore convincendolo a non giocare un titolo che almeno altri 2 vogliono giocare
  • Frat Boy: farsi dare il cinque da un altro
  • Klutz: far sì che un giocatore si lamenti del vostro lanciare i dadi male
  • Maid: mettere via i componenti del gioco tutto da solo senza l'aiuto di nessuno
  • Model: far sì che qualcuno vi scatti una foto
  • Muscle: appianeare una disputa tra due giocatori
  • Old Dog: convincere il gruppo a rigiocare una seconda volta lo stesso gioco
...e così via.

Se riuscite a svolgere il vostro compito lo dichiarate con baldanzosa esultanza, rivelate la carta (facendo un punto) e ricevete una nuova carta ruolo prendendola coperta da un altro giocatore... in alcuni casi a scelta, in altri quella della vittima che ci è cascata (ad esempio chi vi ha fotografato o criticato o chi ha cambiato idea). Quel giocatore viene eliminato.

Possono sembrare prove anche abbastanza facili, ma la fregatura è di doverle superare senza che gli altri capiscano cosa state cercando di fare. Infatti se un giocatore ritiene di aver capito il vostro ruolo e decide di accusarvi dovete rivelare la vostra carta: se ha ragione siete fuori gioco, ma se ha torto viene eliminato lui, voi tenete la vostra carta a faccia in su (facendo un punto) e ricevete come nuovo ruolo il suo.

A fine serata vince chi ha fatto più punti (anche se è stato eliminato a un certo punto).

CONCLUSIONI
Avrete capito che si tratta di un giochino scanzonato e scemotto da fare in parallelo... a tutto; nulla di strategico e nulla di troppo impegnativo e va preso per quello che è, ma può essere un prodotto interessante per la manciata di euro che costa, soprattutto se siete soliti giocare in gruppi numerosi o in piccole ludoteche.

Il limite di 12 giocatori dato dalla scatola in realtà è assolutamente superabile se siete di più ed è stato messo solo per garantire maggior rotazione dei ruoli per avere più varietà. Non vedo reali problemi a giocarlo in di più.

La strategia adottabile per fare punti è duplice... completare la propria missione o fingersi qualcun'altro per fregare gli altri. Naturalmente, per via del set-up, ad ogni partita 6 dei ruoli estratti non andranno a nessuno. Questo crea un buon equilibrio visto che si ha sempre il dubbio se una persona fa certe cose per l'obbiettivo o per ingannarvi e al tavolo si generano spesso dinamiche divertenti e un clima di profondo sospetto ("Mi passi le regole che devo vedere una cosa?" ... "Certo, come no..." oppure iniziare a riporre e tutti che si lanciano a darti una mano... XD).

L'atmosfera che si crea è il vero fine del gioco, più che il conto dei punti e il vincitore, che comunque rappresentano una simpatica chiusura di serata. 

Le tre carte vuote e i relativi token per aggiungere ruoli personalizzati.
Quello che non mi convince al 100% è il fatto che se completi l'obbiettivo un'altro viene eliminato (anche se funziona), perché quando la scelta non è automatica lascia un po' di amaro (una cosa è essere eliminati perché da scemi si è dato il cinque a uno, una cosa è essere eliminati perché qualcuno ha completato un obbiettivo generico... ad esempio convincere il gruppo a rigiocare lo stesso gioco). Se non si è in troppi è possibile mettere più carte extra e far pescare chi completa l'obbiettivo dal mazzo di quelle non date all'inizio.

Sul prezzo... diciamo che l'ho trovato correttissimo per il materiale (anzi devo dire di aver visto giochi con materiale peggiore venduti più cari) e ragionevole per il gioco che è. Se avete un gruppo numeroso o una ludoteca e lo trovate in qualche fiera a 5-8 euro fateci un pensiero... sopra questa cifra non so se ne varrebbe la pena. ^__^

PS: nel provarlo ho però rimosso una manciata di ruoli: il Camp ("vinci due partite di fila" che non permette nessun bluff) e il Sore Loser ("arriva ultimo due partite di fila" che non permette controllo oppure spinge a giocare male apposta, che non ha senso). Ho scoperto che questi non erano nemmeno parte della prima edizione, ma erano inizialmente due promo.


6 commenti:

  1. Che boiata.
    ...
    Lo voglio subito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accendi la stampante!
      Qui la campagna, quo le carte, qua le regole ^_^

      Elimina
  2. Per alcuni aspetti lo trovo geniale! L unica cosa non so quanto funzioni con meno di 6 perdono. Comunque molto originale!

    RispondiElimina
  3. L'AEG è brava nel fare i giochini scanzonati e scemotti, me lo segno!

    RispondiElimina
  4. Mah, data la penuria di tempo e la pletora di titoli interessanti... anche no.

    RispondiElimina
  5. Un gioco da fare mentre giochi ad altro
    Genialmente malvagio :)

    RispondiElimina