mercoledì 11 gennaio 2017

[Accessori] F3LIX 5C3N3RY

scritto da Simone M.


Chi mi segue, ormai da un po’, sulle pagine di questo blog conosce la mia passione per i giochi tridimensionali, per i titoli dal carattere forte e dall'ambientazione spudoratamente marcata. La mia continua e ossessiva ricerca dell’appagamento tattile. La mia incessante ricerca di armonia in una scultura di 28 millimetri. La mia fame chimica di ergonomia e funzionalità in una sessione di gioco da tavolo o di ruolo.
Componenti, materiali, scenari sono potenti strumenti che ci accompagnano mentre tentiamo di immergerci nella profondità che alcuni titoli meritano o richiedono.
Lo so, spesso una dotazione sontuosa costituisce una sorta di cortina fumogena volta a mascherare la bufala, la bruttura strutturale di gioco o la debolezza di una meccanica. Ma è anche vero il contrario.
Forse anche Giuseppe Ghiara è stato mosso dai miei stessi deliri quando ha progettato la prima tiratura dei suoi Felix Scenery
Di cosa stiamo parlando esattamente? 
Quest’oggi e per la prima volta – per quanto mi riguarda – non vi parlerò di un titolo, ma di un accessorio. Nello specifico di un sistema di scenari prestampati 3D, in cartone multistrato (accoppiato) di 1,2 mm di spessore e di buona grammatura (il sito dichiara un peso di 750 gr al mq), da assemblare all'occorrenza, seguendo semplicemente le linee di piega e pochi incastri. Finita la partita si possono smontare, con il procedimento inverso, ritornando così ad essere dei fogli da riporre via comodamente. Gli scenari sono dedicati a light wargame futuristici come ad esempio Infinity o Dust. Conosciamo meglio questo prodotto Made in Italy.

I – Una panoramica del prodotto

Gli scenari si presentano come dei fogli su cui sono letteralmente stampate pareti o dettagli di un edificio d’ambientazione Sci-fi e indicati per giochi che utilizzano miniature da 28mm.
I vari pezzi vanno defustellati.
Ciascuna confezione contiene materiale pre-tagliato e stampato su entrambi i lati, utilizzabile immediatamente. I pezzi sono modulari e si incastrano senza uso di colla (ad eccezione di alcuni dettagli della Serie “W”).
Gli elementi, possono essere riconfigurati in maniera diversa permettendo ai giocatori di ottenere edifici personalizzati. Il catalogo Felix Scenery è composto da tre tipologie di scenari:
  • Serie Sci-fi “K”: questa serie permette di allestire una zona di combattimento attorno a una Cattedrale Gotica. Piccoli edifici di copertura e bunker completano questa dotazione che richiama molto Mutant Chronicles.
  • Serie Sci-fi “TS”: questo secondo kit introduce torri aggiuntive per la Cattedrale, passerelle di collegamento e scale. Rende il percorso delle unità da battaglia più complesso e tortuoso. Fornisce inoltre spunti per strategie e tattiche da posizioni più elevate.
  • Serie Sci-fi “W”: il cartone di questo kit ha uno spessore di 1,4 mm, (per un peso 1050 gr al mq) grazie a un triplo strato di cartone. Una lunga serie di muri che opportunamente montati possono essere chiusi in edifici multiuso. Ciascun edificio inoltre può essere sovrapposto per caratterizzare ancora di più la combat-zone. La Serie “W” introduce inoltre porte e finestre scorrevoli per aumentare ancora di più il flavour dell'ambientazione e migliorare, notevolmente, l’esperienza di gioco. Questi dettagli, come mi aveva ragguagliato lo stesso Giuseppe, sono gli unici ad aver bisogno di un po’ di colla.

II – Quattro chiacchiere con il creatore

Ed ecco a voi la mente dietro gli scenari. Conosciamo insieme il simpaticissimo Giuseppe a cui ho posto qualche domanda per conoscere meglio lui ed il suo progetto.

1) Prima domanda, banale ma di rito, puoi presentarti ai lettori di GSNT?

Ciao a tutti sono Beppe alias Felix, dall'età di 24 anni lavoro nel campo della grafica e della comunicazione, sono un appassionato di giochi da tavolo e wargames e alla veneranda età di 52 anni… ancora gioco!

2) Com'è nato il tuo progetto? Cosa ti ha spinto a realizzarlo?

Mi sono accostato al wargames inizialmente come modellista, mi piace dipingere le miniature, e In occasione di una “gara” di pittura, mentre aspettavo il giudizio della giuria, ho avuto l’occasione di provare una demo di Infinity, gioco che necessita di molte coperture.
Il tavolo era allestito con del buon materiale auto costruito, anche se non sempre in scala appropriata. In quell'occasione si “insinuò” in me l’idea di realizzare uno scenico sfruttando il mio know-how maturato nei venti anni di lavoro nel settore della stampa. 
Ho cominciato con dei prototipi realizzati manualmente in cartone vegetale non stampati, testati a più riprese con i giocatori, apportando modifiche e migliorie seguendo anche i loro suggerimenti.
I risultati ottenuti erano incoraggianti e lo scenico apprezzato da tutti, così mi sono deciso a realizzare anche la parte grafica e a gettarmi in questa avventura.


3) Nel mondo dei Wargame, sia light che non, il modellismo e la creazione degli elementi scenici (strutture, edifici, campi di battaglia) è una componente fondamentale. La pittura, il montaggio sono elementi del "gioco" in sé. Fanno parte di quella foga, di quella passione maniacale che è ormai fusa a livello molecolare con chi si definisce un purista dei wargamer. Rivolgiti a loro, spiegandogli perché i prodotti della Felix Scenery possono costituire una valida alternativa (sia in termini di resa che di appagamento)...

Ciò che dici è vero, realizzare lo scenario così come il modificare le miniature per personalizzarle, incollare dipingere, sono tutte operazioni che fanno parte del gioco stesso, del divertimento, realizzare il proprio tavolo da gioco nel quale schierare il proprio esercito è una gran bella soddisfazione da condividere con gli amici.
Ciò richiede oltre ad una discreta manualità, anche del tempo che non sempre si ha a disposizione e la realizzazione di uno scenico per un tavolo ed un esercito completamente dipinto, spesso per molti si trasforma in un sogno che mai si realizza o si prolunga nel tempo, io stesso penso che tramanderò ai posteri le centinaia di miniature che non solo devo dipingere, ma che ancora devo montare!!!

Lo scenario che ho ideato è una reale alternativa a ciò che oggi possiamo trovare sul mercato, a partire dalla scelta del materiale: Cartone di alta qualità e grammatura accoppiato in 2 o 3 strati incollati tra loro; non il cartone dei “cornflakes” per intenderci! l’alta rigidità e la portanza che si ottengono, non hanno nulla da invidiare alla plastica e all’MDF usati dalle altre case.
Stampato da entrambi i lati, è subito pronto all'uso, i pezzi sono pre-tagliati si montano in poco tempo, con semplici incastri e senza l’uso di colla, una volta finito di giocare possono essere smontati e riposti in poco spazio, quindi all'occorrenza anche facilmente trasportabili… sono in cartone e se accidentalmente dovessero cadere non si rompono, al massimo si smontano! 
I vari pezzi sono modulari, per cui è possibile agganciarli tra loro in diverse configurazioni che di volta in volta rendono l’elemento diverso, “nuovo” sia dal punto di vista scenografico che da quello strategico, sui nostri canali Youtube e Facebook potrete trovare foto e filmati con suggerimenti, ma spesso sono gli utilizzatori stessi a trovare delle configurazioni a cui noi non avevamo pensato! 

Nell'ultima serie “W” (wall), realizzata in occasione della fiera di Essen Spiel 2015, a mio avviso la modularità ha fatto un bel passo in avanti, infatti non sono strutture predefinite ma sono muri lunghi 8 / 4 pollici, che tramite incastri a baionetta, possono essere configurati a vostro piacimento realizzando costruzioni multirooms collegate da corridoi, oppure  edifici a più piani  grazie ai pavimenti; porte e finestre possono essere aperte e richiuse scorrendo all’interno di guide che vanno incollate; sì nella serie W, a differenza delle prime due serie K e TS, va utilizzato “un filo” di colla per fissare appunto le guide ai muri e per realizzare alcuni elementi aggiuntivi ricavati dagli sfridi di porte e finestre, proprio con gli sfridi di quest’ultime è possibile realizzare delle casse!!! L’uso della colla chiaramente non va ad incidere sulla "smontabilità" e oltretutto l’aggancio a baionetta non è soggetto all’usura, conservandone immutata nel tempo questa opportunità. Nella serie W più ancora della K e della TS la modularità è in espansione esponenziale: una sorta di “lego” che crescerà nel tempo man mano che con i vostri amici aumenterete il numero dei muri a vostra disposizione.

La modularità lega anche le varie serie tra loro: la serie TS è un’espansione vera e propria della serie K con agganci prestabiliti tra i vari elementi; misure e proporzioni tra le serie sono rispettate, è perciò possibile abbinare i pezzi delle altre serie anche alla serie W. Se pur vero che non si ha la tridimensionalità della plastica scolpita, a questo la grafica stampata sopperisce bene, dando una bel colpo d’occhio sul tavolo allestito e ancor di più dando una coinvolgente esperienza di gioco specie quando con lo sguardo si scende a livello del tavolo per prendere la linea di vista rispetto alla miniatura schierata!  La filosofia degli elementi scenici Felix Scenery, a mio parere, offre un'interessante combinazione di qualità, prezzo e flessibilità che lo rendono interessante e unico, è un prodotto per quei giocatori che vogliono investire poco tempo in questa direzione e preferiscono dedicarsi maggiormente al gioco, per chi ha problemi di spazio, per chi vuole cambiare spesso e rendere le partite ogni volta diverse; per tutti… anche per chi è in attesa di realizzare il proprio tavolo auto-costruito ;-)

4) Altra domanda di rito: progetti e impegni futuri?

Certo. Ho due prodotti che ormai sono pronti a spiccare il “volo”; tavoli da gioco e Valige per le miniature e un terzo a ruota: la produzione della linea di scenario fantasy.
TAVOLI: In plastica con agganci tipo puzzle, 2 formati 120x120 cm (8 pezzi) e 120x180 cm (12 pezzi); 2 texture urbano e innevato al disgelo. Allo studio altre texture e a “regime” la possibilità da sito di richiedere la stampa anche fronte retro con texture a scelta tra quelle presenti sul sito. Per il tavolo volendo si può ordinare una valigia, per riporlo e trasportarlo agevolmente insieme allo scenico smontato. VALIGE RIGIDE STANDARD: Di colore nero in 2 misure: una piccola (capienza massima 180 minia 28 mm) e una grande (capienza massima 288 minia 28 mm). VALIGE RIGIDE CUSTOM: Per chi lo desidera possiamo realizzare valige su misura e con grafica stampata appositamente per il cliente, realizzazioni uniche ed esclusive. SCENICI FANTASY: Stiamo lavorando da qualche tempo anche alla serie fantasy, per la quale abbiamo richieste sempre crescenti; ci piacerebbe realizzarle con l’aiuto Vostro e di Kickstarter. La serie declinerà tecnicamente dalla serie W con texture adeguate e tetti spioventi removibili, come per la serie W sarà possibile giocare anche l’interno degli edifici. Il concetto dei muri farà sì che possano essere utilizzati anche dai giocatori di RPG che potranno realizzare dungeon provvisti anche di porte. La grafica secondo noi potrà anche incontrare i gusti dei giocatori di wargames con ambientazione 2° Guerra Mondiale.


Tanti altri progetti riempiono il “nostro cassetto”… che riusciamo a chiudere a malapena e sinceramente malvolentieri.

III – Saluti, baci e abbracci

Qui, per adesso lasciamo Giuseppe e i suoi scenari, ringraziandolo per essere stato ospite delle nostre pagine e per averci dato l'opportunità di testarli. Vi invito però a rimanere sintonizzati sulle nostre frequenze ludiche per nuovi aggiornamenti sul tema e una particolare prova su strada. Non vi anticipo nulla.


Felix Scenery si sono rivelati ottimi compagni d'avventura per partite casual a giochi in cui gli elementi tridimensionali ne esaltano l'approccio strategico e tattico.
Parliamo di titoli in cui (a volte), nella confezione base, non sono inclusi dettagli 3D.
Pur non essendo, ovviamente, equiparabili (per materiali, rifiniture ma anche prezzo) agli edifici prodotti da aziende come, ad esempio, la Games Warkshop, questi "componenti" presentano non pochi vantaggi: portabilità, ricombinabilità, versatilità (anche se questa serie resta dedicata a giochi sci-fi), prezzi contenuti, tempo di montaggio (e smontaggio) e un più che sufficiente grado di simulazione.
I puristi sicuramente storceranno il naso però, forse, molti altri no.
Alla prossima.

Per maggiori informazioni vi rimando, ovviamente, al sito www.felixscenery.com


9 commenti:

  1. Ottimo prodotto. Io ho, per fortuna, abbandonato il wargame, e devo dire che giacciono acquistati e non usati vari layer a colori in fogli A4, che andavano stampati a colori e piegati in modo certosino, senza avere alcuna consistenza. Questo prodotto invece mi pare ottimo. Certo non è materiale Forgeworld, che però costa un rene e va dipinto. E il tempo chi me lo da? Fategli pubblicità, se la merita.

    RispondiElimina
  2. Cavolo... Davvero davvero belli! Nom gioco ai wargame da molto, ma questi scenari mi fanno venire voglia di ricominciare!

    RispondiElimina
  3. utilissimo, me lo segno. ma in effetti, qualche post su wargame light non potrebbe essere in programma?

    gli articoli sul genere in italiano sono rarissimi

    davide nippo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se cerchi articoli dedicati ai wargames in italiano, li puoi trovare nella rivista gratuita on-line OrcoNero: www.orconero.com

      Belli questi accessori, li ho toccati con mano e li consiglio!

      Elimina
    2. Bella idea e bello l'articolo. Me lo segno.
      Non gioco più assiduamente nè a skirmish nè a wargame tridimensionali, ma il progetto è sicuramente valido.

      Elimina
  4. Io ho acquistato un buon numero di scenari della Felix e posso garantire che il prodotto è buono sia sul punto di vista della qualità che, soprattutto, dal punto di vista del concept. La cosa migliore in assoluto è che ad ogni partita si possono creare di volta in volta scenari sempre differenti partendo dagli stessi pezzi. E' come moltiplicare per 20 volte gli scenari che in realtà si possiedono e visto che li uso per Infinity, dove la varietà degli scenici ha un'importanza fondamentale, posso dire di aver trovato il prodotto ideale.

    RispondiElimina
  5. CAZZFIGATAAA! bellissima idea!

    RispondiElimina
  6. Ciao Simone e ciao Giuseppe! Complimenti come al solito per il blog. Non sono un wargamer ma qui in UK dove abito conosco 2 gruppi di gioco molto incentrati sui war game. Alcune domande:
    Fai spedizioni internazionali?
    Se si vorrei pubblicizzare i prodotti in questi gruppi, potresti linkarmi il sito dove possono comprarli?
    Se hai bisogno posso aiutarti a fare delle traduzioni.
    Hai in mente di fare scenari con altre ambientazioni?

    In bocca al lupo per tutto!

    Yuri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Yuri!
      Sono Felix.
      Grazie per i coplimenti, il tuo interesse per il mio prodotto, e grazie anche per l'opportunà di visibilità che mi offri.
      Si vendo anche all'estero, il sito è
      www.felixscenery.com
      qui trovi tutti gli scenici delle tre serie K, TS, W.
      Per le valige standard e custom, così come per i tavoli da gioco (non ancora present sul sito) o per qualsiasi altra necessità, contattatemi pure attraverco la sezione Contatti del sito.
      Come dicevo nell'articolo, sto preperando la serie fantasy che proverò a realizzare con un Kickstarter, se hai amici interessati e disposti a darmi la loro mail, li informerò per tempo qando partiò con il crowd fonding.
      Colgo loccasione anche per ringraziare
      Simone e lo staff di "Giochi sul nostro tavolo" per la bella vetrina offertami, e a tutti uno strepitoso 2017 !!!

      Elimina