domenica 20 agosto 2017

[Anteprima] Tenno

scritto da Bernapapà


Capita, spulciando in rete, di trovare qualche cosa che cattura l'attenzione ed a ben vedere non si capisce nemmeno il perché: si può essere attratti dall'immagine della scatola, o magari si fa la posta per rintracciare i lavori degli autori più affermati.
Nel mio caso, stavo semplicemente guadando cosa offre amazon.de, che solitamente porta sul mercato giochi che da noi vedremo con un po' di ritardo.
Mi sono quindi imbattuto n questo gioco di carte, Tenno, del duo (prolifico, ma poco conosciuto) Lukas Zach e Michael Palm, edito dalla Huch! & Friends, e assolutamente fresco di stampa.
La copertina colorata e l'ambientazione shogun-style mi ha invogliato a leggere le istruzioni, per cui vi propongo in anteprima questo gioco.
Stiamo parlando di un gioco di carte, senza testo nel gioco, per 2-7 giocatori, della durata di una trentina di minuti, dedicato al vasto pubblico (della serie Giochi da ombrellone, direi), che ci vede catapultati nel Giappone medievale, in una guerra senza esclusione di colpi, allo scopo di catturare il maggior numero possibile di avversari per ottenere il favore dell'imperatore e vincere il gioco.

sabato 19 agosto 2017

Recensioni Minute - Lumen fidei (T.I.M.E. stories, no spoiler)

scritto da TeOoh!

Abbiamo preso il ritmo: viene annunciata la nuova avventura di TIME stories sulla pagina Space Cowboys, tempo un paio di mesi e c'è la versione tradotta in inglese, tempo poche ore e l'ordine è completato, tempo di raggiungere il primo weekend utile dalla consegna e il primo gruppo si riunisce.

Stavolta questo giro è toccato a Lumen Fidei, ideato da Ulric Maes e sviluppato dal nostro Manuel Rozoy.

Ve lo dico subito: scrivo pochissimo, perché tutto può essere spoiler. Nel filmato qualcosa in più c'è, ma l'ho segnalato e diviso proprio per permettere a tutti di stoppare quando si sta per superare la propria soglia di spoiler. State comunque tranquilli: il "livello massimo" è semplicemente che vi mostro lo stile della grafica delle carte al termine del filmato.

venerdì 18 agosto 2017

[Party Game] Imagine

scritto da
Simarillon (Davide)

Oggi parlo di un party game che ha attirato la mia attenzione sin da subito, ovvero Imagine, ideato da quattro autori giapponesi: Fujita, Nakashima, Ohki, Oikawa ed edito originariamente da Cocktail Games, in Italia distribuito da Oliphante. Si può giocare da 3 a 8 giocatori a partire dai 12 anni, in partite di mezz’ora circa, ma sicuramente finirete per giocarci molto più a lungo (e vi dimenticherete dei punti). È un gioco dove dovrete far lavorare la fantasia e ha quel tocco minimal giapponese che lo rende davvero molto interessante.

giovedì 17 agosto 2017

[La vedetta di KS] XXX puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Siamo arrivati a Ferragosto, punto di svolta della stagione estiva, dove molti di voi saranno in vacanza e il pensiero dell'anno scolastico incomincia a riecheggiare in tanti altri. Dato il periodo, puntata leggera: ecco a voi i progetti di oggi:
  • Rolling Empires
  • Dawn of the Archmage
  • Polite Society
  • Gameception
  • KickFail

mercoledì 16 agosto 2017

[Giochi da ombrellone] The Ravens of Thri Sahashri

scritto da F/\B!O P.

Cooperativo da 2 totalmente asimmetrico. Già qui una rarità. Una spruzzata di spiritualità orientale e poesia giapponese. Con un pizzico di legacy che ora va molto. Difficile e impegnativo. Il gioco di per sé è un rompicapo astratto, ma il senso di urgenza e ineluttabilità si sente. Lei è in coma, lui ha dei poteri psichici con cui cerca di ricomporre i ricordi nel suo cuore e risvegliarla. Davvero una ventata di aria fresca: gira in modo completamente diverso da qualsiasi titolo abbiate mai provato o di cui abbiate letto.
Dati tecnici: 2 giocatori, durata 45', età 12+, autore Kuro, edizione orignale giapponese del 2013 della Manifest Destiny, edizione inglese del 2016 della Osprey Games (l'ho scoperto mentre scorrevo il loro catalogo in cerca di Agamemnon).
Le splendide illustrazioni sono opera di Hanbaagu, Rapan e Romannu: se vi piacciono le CLAMP, le carte potrebbero sembrarvi delle tavole di Cardcaptor Sakura.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

«Passeri, gavie e in particolare caprimulghi, sono psicopompi.»
«Hai detto psicopompi?»
«Viene dal greco e significa coloro che conducono. In questo caso si tratta di coloro che conducono le anime umane avanti e indietro fra la terra dei vivi e la terra dei morti. Secondo Barringer, gavie e caprimulghi sono gli accompagnatori dei vivi. Si dice che si radunino sul luogo in cui sta per avvenire un trapasso. Non sono uccelli di malaugurio. Il loro compito è di guidare le anime delle persone appena spirate alla loro destinazione nell'aldilà.»

martedì 15 agosto 2017

[Giochi da ombrellone] Vampire Queen

scritto da Bernapapà

Eccoci anche oggi a presentarvi un simpaticissimo Gioco da ombrellone: Vampire Queen, del mitico Wolfgang Kramer (vi dice niente El Grande?), edito dalla Schmidt Spiele, uscito lo scorso anno (in realtà riedizione di un vecchio gioco del lontanissimo '96). 
Trattasi di gioco di carte per pubblico numeroso (3-12) e vasto (8+), senza alcun testo nel gioco, che ci terrà impegnati per una mezz'oretta.
Come spesso accade in questi tipi di giochi, l'ambientazione è un mero pretesto: in teoria saremmo dei vampiri che devono riuscire a rientrare nella propria tomba prima del sorgere del sole, prestando attenzione alla comparsa dei cacciatori di vampiri che vorranno ostacolarci nel nostro obiettivo.
Il twist del gioco si riassume in questo modo: bisogna sbarazzarci delle carte il prima possibile, perché alla fine della mano si avranno punti negativi per le carte che ancora si possiedono.
In questo tipo di giochi la differenza la fa proprio la meccanica di gioco della mano, che, pur non ideando qualcosa di estremamente innovativo (richiama un po' The Great Dalmuti), rimane comunque godibile, leggero e divertente, soprattutto sei si è in tanti giocatori (fino a 12!).

lunedì 14 agosto 2017

[Recensione] Capital Lux

scritto da Fabio (Pinco11)

Una cosa della quale sono sempre alla ricerca e apprezzo particolarmente sono i filler di carte, giochi che propongo nelle nostre serate appena finito un bel giro a un titolo pesante, alla stregua di bicchiere della staffa o sorbetto al limone da gustare dopo un piatto pesante.
Capital Lux, della coppia Ostby-Svensson ed edito da Aporta (recentemente la rumena Ludicus ne ha realizzato una propria edizione, che è quella alla quale si riferiscono le foto a corredo dell'articolo), è uno di questi giochi, che ha attratto tutti per il suo gameplay fresco e stuzzicante (per 2-4 giocatori, età 10+, 20 minuti circa a partita, indipendente dalla lingua, salvo il manuale).
Vediamo di approfondire insieme ... :)

domenica 13 agosto 2017

[Recensione] Camel Up (o Camel Cup?) Il gioco di carte

scritto da Sergio

Fase 1: il gioco originale.
Fase 2: un immenso tot di espansioni.
Fase 3: il gioco non più originale versione carte.
Fase 4: il gioco ora vecchio versione dadi.
Fase 5: il gioco di anni e anni fa ambientato nello spazio, nella giungla amazzonica, nella realtà fantasy del Trono di spade o dove la fantasia porta gli autori.
Fase 6: il gioco vecchio di decenni completamente rinnovato con materiali più moderni, eleganti e un manuale che presenta qualche piccola e insignificante variazione delle regole.
Generalmente questo, lo sappiamo, è il cammino standard di un gioco di successo ed esperienza insegna che, fase più o fase meno, sia così per tutti. Ma dirò di più: se l'originale è già nato come gioco di carte, non preoccupatevi che ciò non impedisce agli autori di passare ugualmente alla fase successiva: pensate al bellissimo Race for the Galaxy (ma pensatelo senza espansioni) seguito da un pompatissimo Roll for the Galaxy che, dopo aver tenuto un annetto, ho venduto perché a fatica riuscivo a star sveglio durante una partita (a volte ci sono giochi, molto quotati, che proprio non ti prendono... capita!).

sabato 12 agosto 2017

Recensioni Minute - Luglio 2017 + Io Gioco + Report picnic ludico

scritto da TeOoh!


Ok, questo è un vlog come tutti gli altri vlog. Però secondo me è meglio degli altri vlog.
Perché ci sono delle robe di cui vado davvero orgoglioso e che mi hanno lasciato addosso, ancora oggi, un bel po' di hype.
In fondo sono due realtà che per me, quando ho iniziato questa scommessa del "parlare di giochi" non erano nemmeno sogni. Semplicemente non pensavo di arrivarci, forse avrei smesso prima.

Le due cose sono già spoilerate nel titolo: la rivista "Io Gioco" e il report del "Picnic ludico".

venerdì 11 agosto 2017

[nonsolograndi] Cappuccetto Rosso e il Lupo Cattivo

scritto da
Simarillon (Davide)

Nonna, che braccia grandi che hai!
Per abbracciarti meglio, piccola mia…
Nonna, che gambe grandi che hai!
Per correre meglio con te, piccola mia…
Nonna, che orecchie grandi che hai!
Per ascoltarti meglio, piccola mia…
Nonna, che occhi grandi che hai!
Per guardarti meglio, piccola mia…
Nonna, che bocca grandi che hai!
Per MANGIARTI meglio!
Di nuovo con Asmodee Italia oggi a nonsolograndi, in particolare il gioco odierno è Cappuccetto Rosso e il Lupo Cattivo. Non è una passeggiata nel parco! … eh sì con oggi battiamo tutti i titoli in lunghezza. Al gioco, che scorre via in partite di circa quindici minuti, si può giocare a partire dai sette anni, da due a cinque giocatori, con la variante anche per giocare in solitario. Le illustrazioni sono di Jeremie Fleury, mentre l’autore del gioco è Annick Lobet. Il gioco si basa sulla celeberrima fiaba Cappuccetto Rosso scritta da Charles Perrault nel XVII secolo ne “I racconti di Mamma Oca” e recuperata poi dai Fratelli Grimm. Fa parte della collana Fiabe e Giochi di cui è il quinto volume, l’hanno preceduto I Tre Piccoli Porcellini, Baba Yaga, La Lepre e La Tartaruga, La Cicala e la Formica.

giovedì 10 agosto 2017

[La vedetta di KS] XXIX Puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Questa settimana abbiamo qualche underdog, un paio di idee interessanti e una riedizione:
  • Epoch: The awakening
  • Master of Galaxy
  • Cthulhu Wars
  • Renegade
  • I K(S)orti


mercoledì 9 agosto 2017

[Recensione] Tavarua

scritto da F/\B!O P. 

If everybody had an ocean / Across the U. S. A. / Then everybody'd be surfin' / Like Californi-a...
Ed è invece dall'Oregon (giusto un po' più a nord) che arriva l'ideatore di questo gioco, Cody Miller, nonché editore tramite la sua one man company Far Off Games e Kickstarter. La campagna di fine 2015 non ha riscosso il successo clamoroso del suo primo titolo (Xia, in top200 BGG), probabilmente per l'ambientazione poco sentita in quasi tutto il mondo. Peccato, perché è divertente ^_^
Le illustrazioni sono a carico di John Ariosa (Mice and Mystics, Summoner Wars, Tail Feathers) e Mr. Cuddington (Steampunk Rally, Super Motherload).
Possono sedere al tavolo 1-6 giocatori di età 14+ per partite di 45 minuti. È leggermente dipendente dalla lingua, a causa di 6 carte (in più copie) con del testo in inglese.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

Siete pronti a surfare le onde in una competizione amichevole per vedere chi è il migliore? Scegliete una tavola da surf, remate e state attenti per catturare l'onda perfetta. Una volta in piedi dovete mantenere l'equilibrio, eseguendo manovre e controllando l'acqua per evitare di cadere. Alla fine solo un surfista vincerà il trofeo Grand Champion!

martedì 8 agosto 2017

[Recensione] King's Blood

scritto da Chrys

Faccio una dovuta premessa... sto per parlarvi di un gioco che trovo interessante per diversi motivi, ma che se vorrete comprarvi sputerete sangue, perché risale a un decennio fa abbondante e nonostante l'editore non certo piccolo (la Steve Jackson Games... l'editore di GURPS e dei mille Munchkin) è fuori produzione dal 2008.

Il fatto è che nel metterlo in valigia come ogni anno per portarmelo al mare, mi son reso conto che non era mai stato recensito e ci tenevo a farlo, per fargli lasciare una piccola impronta. ^^

Sto parlando di King's Blood (2-6 giocatori, 10-30 minuti) della coppia Tadaaki Kawahito e Hitoshi Yasuda (che ha una decina di giochi all'attivo... in gran parte rimasti però sul territorio giapponese)... sì, ormai lo sapete che ho un debole per i giochi giapponesi. XD

lunedì 7 agosto 2017

Essen 2017 e dintorni: non si parte più?

scritto da Fabio (Pinco11)

Sarà che quest'anno la fiera di Essen si terrà più tardi del solito (dal 26 al 29 ottobre).
Sarà che il mercato americano è in crescita, per cui molti editori sono concentrati sulla GEN CON (17-20 agosto), dove uscirà un mix tra novità (ad alto tasso american) e riedizioni inglesi di titoli da noi già visti.
Sarà che Kickstarter e i suoi fratelli stanno lentamente erodendo il mercato degli editori tradizionali.
Sta di fatto che quest'anno le informazioni sulle prossime uscite arrivano davvero centellinate e di titoli per i quali strapparsi i capelli dall'attesa per ora non se ne vedono all'orizzonte.
Per carità, la roba c'è, perché timidamente le copertine stanno facendo capolino, ma i regolamenti, quelli che vogliamo vedere per sapere se stiamo parlando di robba interessante o di fuffa, per ora se ne vedono davvero pochini ...
Vabbe', almeno c'è la Gen Con, per cui di qualcosa possiamo iniziare a parlare :)

domenica 6 agosto 2017

[Giochi da ombrellone] Cuckooo!

scritto da Bernapapà

Cosa c'è di meglio, in queste afose giornate estive, se non organizzare una partitina a Blackjack con gli uccelli? 
Be', direte voi, per il Blackjack non servono gli uccelli, eppure questo nuovo gioco, Cuckooo!, del poco conosciuto Jozsef Dorsonczky (autore del bellissimo Six Making), ci propone una variante da spiaggia, dove, senza il banco, possiamo giocare da 3 a 5 giocatori nel cercare di arrivare, ma senza sforare, alla famigerata quota 21. 
Con il Blackjack condivide solo l'obiettivo, ma la meccanica studiata è del tutto originale e degna di essere provata
Il gioco, edito dalla MindFitness Games, è orientato al vaso pubblico (10+), non contiene alcun testo, ad eccezione del manuale in inglese, e ci terrà al "tavolo" per una ventina di minuti, con la possibilità, ovviamente, di effettuare più partite di seguito. 
Essendo un gioco di carte, la parte aleatoria riveste un ruolo importante, eppure la meccanica introdotta per valutare quali carte utilizzare per "fare 21" introduce aspetti tattici di gran rilievo, per cui ogni giocatore potrà giocarsela nel migliore dei modi con le carte che gli saranno toccate. Non ci credete? Continuate a leggere...

sabato 5 agosto 2017

Recensioni Minute - Automobiles

scritto da TeOoh!

Non ho mai realmente creduto all'amore a prima vista. E... no, nemmeno in questo caso è stato così. Però l'innamoramento è arrivato dopo la prima partita e, giocata la seconda, avevo deciso che avrebbe avuto sempre un posticino nel mio cuore.
Il titolo in questione è Automobiles, di David Short per 2-5 giocatori, durata sui 60 minuti ed edito dalla AEG.
Gare di automobili gestite da un bag-building con possibilità di combinazioni di abilità decisamente alta: sia in funzione della pista, che degli avversari, che della durata gara.

venerdì 4 agosto 2017

[Giochi da ombrellone] Contrast

scritto da Simarillon (Davide)

Quest’anno ho la fortuna di far esordire un po’ di editori nel mio spazio del venerdì, oggi è il turno di ManCalamaro, la nuova realtà dell'editoria ludica che arriva da Nogara, in provincia di Verona, e nasce da uno spin-off di Proludis Giocattoli. Il gioco scelto per l’esordio sul nostro/vostro blog è Contrast (in origine pubblicato dalla francese Pink Monkey Games), gioco da tre (due?) a sei giocatori che si può giocare a partire dagli otto anni in partite di una quindicina di minuti circa (o modulabile secondo il numero di carte che metterete in gioco, se volete cambiare i numeri suggeriti dal regolamento). Le illustrazioni vedono un bel team alle matite con Cirodelia, Annamei, Jr Casas, Saphatthachat, Kpg Ivary, mentre l’autore del gioco è Julien Percot.

giovedì 3 agosto 2017

[La vedetta di KS] XXVIII puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Puntata impegnativa. Mi ci è voluto un po' per sviscerare la nuova fatica dell'autore di Gloomhaven (ancora qualche mese e anche la mia copia sarà qui MWHUAHUAHUHAUAHA)... ehm, scusate, mi son distratto. Dicevo, ho cercato di dargli l'attenzione che un titolo di quel peso merita, visto tutto quello che c'è dentro. Anche Crusader è un titolo molto interessante. Per il resto lascio a voi la scoperta:
  • Founders of Gloomhaven
  • Crusaders: Thy Will Be Done
  • Who Goes There?
  • Star Scrappers: Cave-In
  • I K(S)orti

mercoledì 2 agosto 2017

[NonsoloGDT] Omegha - il Fumetto di Enzo Troiano

scritto da Simone M.

Drift è un ragazzo coraggioso, sognatore e determinato, per il quale giunge il momento di lasciare le amorevoli cure dei nonni e un'oasi lussureggiante (l'ultima, forse, rimasta) ed esplorare quel che resta della nostra Terra.

In un futuro lontano, infatti, il nostro pianeta è assediato da una razza di umanoidi alieni, dalla pelle blu, che hanno come unico obiettivo sterminare gli umani e razziare le ormai esigue risorse che il sottosuolo terrestre ha da offrire.
Drift giunge, in maniera fortunosa, ad Agharta, ultima roccaforte dell’ormai decimata resistenza umana su cui si stanno concentrando gli attacchi del nemico, accolto da Guebesk il carismatico capo della comunità.

Drift si integra immediatamente: inizia a collaborare attivamente alla controffensiva ribelle e alla creazione di un equipaggiamento evoluto per respingere gli invasori.
Dall'inaspettata amicizia fra Drift e Omegha, l’unico prigioniero alieno catturato dagli uomini di Guebesk, nascerà la migliore opportunità di salvezza per la razza umana ancora ben lontana dall'essere spazzata via. Un mondo devastato e quasi desertificato farà da sfondo a una disperata ed epica battaglia per la sopravvivenza, una battaglia che pare avere un esito scontato.

martedì 1 agosto 2017

Cleopatra, Cottage Garden, Level 9, Metro, e Kreus

scritto da Chrys

Oggi ritorno con un articolo-carrellata in cui vi presento alcuni titoli che ho giocato durante questa settimana; alcuni sono recenti mentre molti sono giochi di un po' di tempo fa (con Metro risaliamo la corrente addirittura fino al 1997!), ma penso che non sia mai male ricordarci che i giochi non sono solo le ultime novità. ;)

Eccovi quindi l'esperienza mia e dei miei gruppi di gioco con 6 titoli diversi: Cleopatra, Cottage Garden (edizione italiana), Metro, Level 9 e Kreus.

Per ognuno troverete una breve descrizione di gioco e regole, il collegamento alla recensione completa (se presente nel nostro archivio) e ovviamente il racconto della mia esperienza di gioco. Intanto anche un grazie a Bonsy, Vale, Ivy, Laura, Bettina, Simone, Oma, Giamp, Luca, David e Matteo per averli giocati con me. :D

lunedì 31 luglio 2017

[Recensione] Armi e Acciaio

scritto da Fabio (Pinco11)

Jesse Li è un autore taiwanese il cui nome si sta rapidamente facendo strada nel cuore degli appassionati, grazie alle sue recenti e interessanti creazioni, tra le quali annoveriamo sia quel Ponzi Scheme che tanto ci aveva impressionato alla Essen di un paio di anni fa, che il titolo di oggi, ovvero Armi e Acciaio edizione italiana (ad opera di dV Giochi) dell'originale Guns and Steel (il pacchetto comprende sia il gioco base che la sua espansione standalone Renaissance).
Il titolo è un gioco di civilizzazione a base di deck-building ridotto ai (quasi) minimi termini, visto che i componenti consistono giusto in un mazzetto di carte e pochi cubetti segnapunti, e si resta stupiti a verificare come, nonostante il teorico modello base della meccanica, resti una certa profondità e complessità che lo rendono un titolo in tutto e per tutto per gamer.

domenica 30 luglio 2017

[I Classici] Amun-Re


scritto da Sergio

E giunto il tempo di rimediare!
Già perché quando mi è capitato fra le mani questo gioco e prima di metterlo sul tavolo sono subito corso a vedere chi sul nostro blog lo avesse recensito e cosa ne pensasse, notando che non ce n'è traccia. A ben vedere la cosa trova ampia giustificazione nel fatto che Amun-Re è un gioco del 2003 mentre il nostro blog è operativo solo dal 2009, per la precisione dall'11 aprile di quell'anno (tra 2 anni grande festa vero Pinco?).
Approfittando quindi della giustificata lacuna, del fatto che l'Autore è il prolifico Reiner Knizia (che a distanza di 14 anni e dopo tantissimi giochi era ancora in lizza per l'ennesimo Spiel des Jahres con la Corsa a El Dorado) e, non ultimo, del fatto che Amun-Re è stato recentemente riedito con nuova veste grafica in versione deluxe, andiamo a spiegare un po' di che si tratta.
Il lavoro di restyling è stato curato dai francesi della Super Meeple che si sono occupati anche di altri classici del passato, ridando loro nuovi "fasti", tra cui Tikal e Mexica, e che hanno scelto come partner editoriali per l'Italia gli amici della dV Giochi, che hanno curato la traduzione in italiano del regolamento e la distribuzione da noi.
Amun-Re è un gioco con meccaniche di asta e controllo territori per 3-5 giocatori da 12 anni in su per una durata di 90 minuti. Le illustrazioni sono di Kevin Le Moigne.

sabato 29 luglio 2017

Recensioni Minute - Guilds

scritto da TeOoh!

Anche stavolta, avendo sufficiente confidenza con l'Autore del gioco che sarei andato a recensire, ho deciso che poteva essere più interessante metterlo insieme a me di fronte alla telecamera per approfondire un po' di più i vari aspetti del design.
Il gioco di cui vi parleremo è Guilds, per 2-4 giocatori ideato da Christian Giove (il nostro Chrys!), durata 90 minuti ed edito dalla Giochi Uniti.
In sostanza è un gioco dalla doppia cattiveria: la prima è verso gli altri per via delle aste, la seconda verso le tessere stanza che acquisterete: non si incastrano mai come sperate.

venerdì 28 luglio 2017

[nonsolograndi] TOP per i nostri piccoli

scritto da
simarillon (Davide)

Versione 4.0 ultimo aggiornamento luglio 2017

Estate, c'è più tempo per leggere e quindi eccoci a scrivere questo piccolo-grande aggiornamento.
Quando ero piccolo io i giochi si ricevevano a Natale (tanti), al Compleanno (un po’ di meno) e al limite un piccolo pensierino per l’Onomastico. Oggi, invece, non c’è occasione che non veda entrare nuovi giochi in casa e così a Natale si ricevono giochi (tantissimi), così come al Compleanno (tanti), ma anche all’Onomastico, a Pasqua, per una meritata promozione scolastica e anche soltanto ad una cena tra amici in cui arrivi qualcuno che non vedi da un po’ di tempo. Con questo articolo spero di creare un punto di riferimento importante per chi vuole regalare un gioco in scatola (in una delle tante occasioni che si presenteranno). L’esperienza cresce, nuovi giochi entrano nella ludoteca di Lorenzo (e l'armadio dei giochi di Lorenzo, come si può vedere qui di fianco, si è riversato direttamente fuori appoggiato a una parete) e così i consigli si aggiornano in linea con le nuove esperienze ludiche (che diventano sempre un po' più mature).

giovedì 27 luglio 2017

[La vedetta di KS] XXVII Puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Ed eccoci al momento preannunciato dove qualche pezzo grosso incomincia a farsi vedere. Neanche le vacanze in santa pace ci lasciano fare, una settimana alle Maldive o la nuova fatica CMON? Campeggio con gli amici o la serie completa dei vichinghi? Mettere da parte i soldi per il vero carnevale o comprarsi lo skirmish? A voi l'ardua sentenza:
  • A Song of Ice and Fire
  • Explorers of the North Sea: Rocks of Ruin
  • Night Clan
  • Spookre
  • I K(S)orti

mercoledì 26 luglio 2017

[Recensione] Blood Bowl - nuova edizione - ovvero... botte da Orchi!

scritto da Simone M.

Voglio non ringraziare Marco P. e Giacomino “Traditeur” 
per avere ri-accesso in me la fiamma del Blood Bowl. 
Ero riuscito a superare indenne questa follia ma ahimè.

Bastardi, maledetti…


(Simone M.)



Alla fine del 2016, Games Workshop ritorna (incredibilmente) sui suoi passi e ripropone in una veste grafica rinnovata e con miniature spettacolari il re degli “Specialist”, ovvero Blood BowlTitolo partorito dalla mente di Jervis Johnson, Blood Bowl è il gioco di football fantasy, per 2 allenatori, in cui le razze di Warhammer Fantasy si fronteggiano sul campo da gioco fino all'ultima meta o meglio sino all'ultimo giocatore in piedi (…o fino all'ultimo arto attaccato al torso…).
Figlio ripudiato di Orco ignoto all'apice della sua diffusione, il titolo fu cassato dalla GW nel 2004 lasciando agli afficionados pochissime speranze di riapparire in futuro sugli scaffali dei negozi.
Questo atteggiamento da parte di GW produsse, nella comunità dei giocatori di BB, un effetto contrario rispetto alla sperata (almeno dalla casa madre) rassegnazione.
La community (mondiale) di Blood Bowl in maniera quasi “clandestina” ha continuato negli anni ad organizzare eventi, tornei e manifestazioni a tema permettendo (addirittura) ad alcune aziende specializzate in miniature di alimentare questa brace sempre accesa con nuovi modelli compatibili, rigorosamente non ufficiali. Questa passione cocente è sfociata con i mondiali di Lucca 2015 che hanno registrato oltre 1000 partecipanti provenienti un po’ da ogni parte del globo terracqueo. Il successo dell’evento e i mancati guadagni hanno rimesso in moto la macchina produttiva GW che fa giungere sui nostri tavoli una nuova sontuosa edizione di questo classico ormai nella leggenda dei giochi da tavolo e di miniature.

martedì 25 luglio 2017

[Vetust Games] "UNO", nessuno e centomila (edizioni)

scritto da MagoCharlie

Tempo di estate!
Il caldo torrido è arrivato, le scuole sono finite, un’orda di ragazzetti con in mano un fidget spinner si stanno per riversare nelle spiagge di tutta Italia (per il fidget spinner: tranquilli bimbi… la sabbia fa bene ai cuscinetti a sfera…).

Se per tutti il Monopoly è sinonimo di serate invernali davanti al camino, per l’estate il gioco è sempre e solo “UNO”.
Mille varianti casalinghe, centinaia di regole in stile “... mio cugino ci gioca con il carico +4 in ogni momento”, penitenze fisiche e verbali per chi non urla UNO con una sola carta in mano (i più istruiti riescono subito dopo “UNO” a ruttare).

lunedì 24 luglio 2017

[I Classici] Tikal

scritto da Fabio (Pinco11)

Ci sono titoli che non sembrano sentire il passare del tempo, grazie all'eleganza delle meccaniche o alla genialità delle regole, ma che alla fine un pelo di fatica sembrano accusarla, messi sul tavolo, apparendo, come materiali, un pochino spartani.
È quindi una gran bella idea recuperare, ogni tanto, qualcuno di questi classiconi e concedergli una seconda vita, adeguando i materiali agli standard di oggi: questo è accaduto anche per Tikal (2-4 giocatori, tempo a partita intorno ai 60-90 minuti), ideato nel lontano 1999 dal duo Kramer-Kiesling e soggetto a una riedizione moderna ad opera di Super Meeple (editore che ha sottoposto al medesimo lifting anche Mexica e Amun-Re), con distribuzione italica di dV Giochi.
Bello, bello, bello: un'occasione per rivivere esperienze passate, finalmente nei colori del grande schermo :)

domenica 23 luglio 2017

[podcast] Giochi per le vacanze


Come lo scorso anno, prima di chiudere qualche settimana per un po’ di riposo, vi consigliamo un certo numero di titoli da giocare in spiaggia, sotto l’ombrellone, in albergo, insomma nei migliori posti di villeggiatura. Filler, ma non solo… anche se il nostro animale guida, il cinghiale, merita anch’esso un po’ di riposo, cerchiamo di mantenerlo in allenamento costante.

I titoli di cui abbiamo parlato:
Mint Works, Justin Blaske [Five24 Games]
Micio Mao, Aza Chen [Raven Distribution]
Paku Paku, Antoine Bauza [Ravensburger]
No Thanks! , Thorsten Gimmler [Dal Negro]
Happy Salmon [dV Giochi]

I freebies di Reiner Knizia li trovate qui sul suo sito ufficiale.

Appuntamenti di agosto:
GiocAosta, dal 18 al 20 agosto ad Aosta, piazza Chanoux. Tutte le informazioni le trovate qui.

Se ti piace questo podcast, sostienilo su Patreon. Condividi questa puntata sui tuoi social network personali e, insomma, fallo ascoltare in giro.
Abbonati gratuitamente su iTunes oppure utilizzando il feed RSS su un qualsiasi aggregatore. Noi ti consigliamo Pocket Casts.
Seguici su Spreaker e ascoltaci in streaming.

[Astratti] Epigo

scritto da Valerio


Come secondo astratto della rubrica volevo parlare di un gioco che mi sta particolarmente a cuore. Si tratta di Epigo, un titolo del 2011 (del duo Gosselin-Kreuter, edito da Masquerade Games) da 2 a 4 giocatori della durata di 15-30 minuti per partita.
Epigo si basa su una meccanica di selezione simultanea delle azioni. Lo scopo è di catturare 3 delle tessere dell’avversario spingendole fuori dal tabellone. 
Il gioco include anche le regole per 21 varianti, con ulteriori disponibili online. Il libro delle varianti include anche le regole per giocare a Epigo a squadre in 4 giocatori.

sabato 22 luglio 2017

Recensioni Minute - Giugno 2017

scritto da TeOoh!

Eccoci qua per la seconda volta a metà mese. In effetti, un po' avevo sforato il mese scorso e un po' a inizio luglio ero mega intasato dal filmato che volevo far uscire per alleggerire la scaletta.
A questo punto, anche in questo vlog, inizio a parlare di qualche evento e qualche gioco provato in luglio.
Vlog direi particolare, perché ho riservato una parte bella corposa nella sezione prima della sigla: ovvero quella in cui mi soffermo sui vari eventi a cui ho partecipato. Ma stavolta ne vale la pena, perché ho girato un po' per l'Italia e... dovevo assolutamente parlare anche io della CON di Giochi sul nostro tavolo!!!

venerdì 21 luglio 2017

[Prova su strada] Perdition's Mouth: Abyssal Rift

scritto da F/\B!O P.

Ho deciso di etichettare questo post come Prova su strada, perché è figlio di una campagna giocata sempre in 4 e sempre con le stesse varianti. Ho altresì scelto di dare solamente una breve descrizione delle regole, per poi invece procedere più approfonditamente con le caratteristiche che distinguono questo titolo nel panorama ludico o con quegli aspetti che contribuiscono comunque in modo significativo a connotare la sua identità.
Perché questo dungeon crawler a tema horror ha un'anima euro che gli spunta dal costato come un alien che viene alla luce. I puristi lo snobberanno, quelli che non disdegnano le commistioni di genere troveranno rondelle alla Mac Gerdts e nessun dado.
Il gioco è stato ideato da Timo Multamäki (forse vi ricorderete di lui per Black Hat), Thomas Klausner e Kevin Wilson (Descent). La finnica Dragon Dawn Productions l'ha finanziato a fine 2015 tramite Kickstarter (in questi giorni è attiva la campagna della prima mini espansione). Le partite (puramente cooperative) durano dai 30 ai 180 minuti a seconda dello scenario e vi possono partecipare 1-6 giocatori di età 10+. Alcune Carte Eroe presentano del testo in lingua, ma con dei foglietti tradotti o qualcuno al tavolo che sa l'inglese si può ovviare al problema.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

Un gruppo di Eroi, guidati da visioni mistiche, scende nelle fauci di Perdition's Mouth, un sistema di caverne che serpeggia e si snoda sottoterra. Un culto corrotto si è raccolto all'interno di questi cunicoli, da dove spera di evocare in superficie un terribile demone. E sotto le caverne, nel grande Abisso, giace il demone stesso, dove sta aspettando da millenni la possibilità di tornare al suo antico splendore.

giovedì 20 luglio 2017

[La vedetta di KS] Ventiseiesima puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Mi devo scusare innanzitutto con voi lettori e poi con i miei colleghi scrittori, ma come noterete oggi sono stato piuttosto conciso. Purtroppo a causa di una settimana lavorativa abbastanza pesante, dove praticamente da giovedì a lunedì non sono mai tornato a casa prima delle 23:00 con punte fino all'una, anche se ieri ero di riposo tra famiglia e cena organizzata dalle mogli, mi sono ridotto ad oggi. Ahimè oggi pensavo di tornare a casa per un'ora decente e invece sono tornato a casa che era mezzanotte e mezza. Carico di passione sbrigo un paio di faccende e verso l'una accendo il computer. Apro il blog e vado per preparare l'articolo e scopro che la C della mia tastiera non funziona. Dopo qualche imprecazione mi decido a prendere il portatile di mia moglie. Avvio, KS, incomincio a cercare campagne interessanti ma il wifi fa i capricci, troppo tempo per caricare una pagina. Altre imprecazioni e nella disperazione torno al mio PC deciso a scrivere tutto l'articolo con le K e scusandomi per ciò XD ma... neanche la R funziona... che ve lo dico a fare? Niente alla fine prendo la tastiera del PC di mia figlia, configurazione UK, che è la metà della mia e non ha le vocali accentate... sfida accettata! E finalmente eccovi a voi il vostro articolo settimanale anche se un po' striminzito! P.S. Sono le 3:10, sveglia alle 7:00 e lavoro alle 12:00 Y_Y
  • The Stonebound Saga
  • Ducklings
  • Habitats 2nd Edition
  • Stone Daze
  • I K(S)orti

mercoledì 19 luglio 2017

[Riparliamone] Libertalia

scritto da Simone M.

Ispirato da un’istantanea del Dado Critico sul faccia-libro di qualche settimana fa ho ripescato, fra le bozze incompiute, un “riparliamone” che mi chiedeva però di essere pubblicato.
Un po’ perché guardarsi indietro serve anche a vedere la strada che si è percorsa e le esperienze, ludiche, fatte e un po’ per tenere le scartoffie del blog aggiornate. In questo caso Libertalia è stato un altro titolo (insieme ad esempio ad Eclipse e Fury of Dracula) che, a volo radente, mi ha riavvicinato a una piacevole parentesi abbandonata per seguire D&D e Magic: the Gathering (due titoli ad alta dipendenza).
Gioco di carte, edito da Asterion Press (adesso Asmodee Italia), del mitico Paolo Mori per 2-6 bucanieri impegnati, poco meno di un’oretta, a razziare bottini su bottini, diventare il più ricco Capitano Pirata e fondare l'altrettanto mitica (e immaginaria) isola colonia di tutti i bucanieri: Libertalia. Per fare questo dovranno giocare le proprie carte equipaggio nel momento giusto per riuscire, sfruttandone l’abilità speciale, a portare nei propri covi i pezzi di maggior valore lasciando agli avversari oggetti maledetti e chincaglierie da quattro soldi. Titolo assolutamente estivo, almeno per la tematica, dimensione "family" ma con un motore "combo" spinto, assemblato per soddisfare i palati più esigenti, ma che vogliono rimanere light.
Riscopriamolo insieme in questa estate caldissima e che non dà tregua, del resto l'ambientazione del titolo mi sembra piuttosto adatta al momento.

martedì 18 luglio 2017

[Recensione] Monopoly Gamer

scritto da MagoCharlie

...Quando meno te lo aspetti
Mettiamo subito in chiaro una cosa: sto per parlarvi della nuova edizione di Monopoly, non un Monopoly qualunque... ma pur sempre un Monopoly.
Ok.
Non scappate subito.
Immaginate il brand dei giochi più famoso al mondo (Monopoly) e il personaggio dei videogiochi più riconosciuto al mondo (Mario), metteteli sapientemente in scatola e avrete Monopoly Gamer.

lunedì 17 luglio 2017

[Recensione] Level 9

scritto da Fabio (Pinco11)

In questo periodo i titoli che si basano su meccaniche di incastro tra polimini di varia forma e dimensione sono particolarmente in voga: il genere è stato in un certo modo idealmente riaperto dal successone di Patchwork e nel recente abbiamo visto finire sui tavoli per esempio titoli come Cottage Garden, Odino (dove è stato abbinato alla gestionalità più spinta) e Bärenpark.
Il gioco di cui ci occupiamo oggi rappresenta, per certi versi, un approccio leggermente diverso al medesimo tema (Tetris), introducendo in elemento di tridimensionalità (light) alla miscela, pur rimanendo tutto adatto a un pubblico di riferimento assolutamente familiare.
Il suo nome è Level 9 di Peter Wichmann (in Germania uscito come NMBR9 per Abacus) ed è distribuito nella versione italiana da dV Giochi (1-4 giocatori, 8+, indipendente dalla lingua, salvo il manuale, tempo a partita intorno ai 10-25 minuti).

domenica 16 luglio 2017

[Party Game] Sherlook

scritto da Bernapapà

Oggi voglio proporvi un simpatico Party Game, Sherlook, ideato da Silvano Sorrentino e uscito quest'anno per la Kaleidos Games del mitico Spartaco Albertarelli, con il quale ho avuto il piacere di giocare, durante la nostra CON, ad un prototipo astratto (Desdemona), ideato da Hjalmar Hach, che quando uscirà (speriamo) troverà il suo giusto spazio anche nel nostro blog.
Ma torniamo al gioco di oggi, che ci vede coinvolti nella ricerca degli indizi manomessi da un distratto poliziotto alle prime armi, proprio sulla scena del crimine. 
Quello che dovremo fare è confrontare due "fotografie" della scena del crimine e individuare quali sono le differenze fra una e l'altra: chi avrà indovinato esattamente il numero di differenze prenderà il maggior numero di punti, seguito da chi gli si sarà avvicinato il più possibile sia per difetto che per eccesso. Gioco indipendente dalla lingua, da 2 a 6 giocatori, ma che non disdegna anche compagnie più allargate, dedicato al grande pubblico, che premierà le persone dotate del più spiccato spirito di osservazione. 

sabato 15 luglio 2017

Recensioni Minute - Crocevia del carbone: il grande gioco di carte

scritto da TeOoh!

È uno dei rari casi in cui provo il card game, prima di aver giocato il predecessore con la plancia. E devo dire che è una sensazione strana, perché di solito è come se ti trovassi a percepire i tagli che sono stati fatti o la semplice trasposizione di materiali vari in semplici carte. Qua almeno, mi son detto che avrei percepito l'ampliamento. La realtà è che le differenze tra i due titoli sono molte più delle somiglianze, specialmente nel target.
Andiamo al sodo: vi parlerò di Crocevia del carbone: il grande gioco di carte, per 2-4 giocatori, di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling, edito in Italia dalla Cranio Creations.

venerdì 14 luglio 2017

[nonsolograndi] Manolesta

scritto da
simarillon (Davide)

Ci sono giochi che ti regalano la prima idea di recensione soltanto sentendo le spiegazione. Così è stato per Manolesta gioco di Gianluca Daffi (psicologo che collabora con lo SPAEE, Servizio di Psicologia dell’Apprendimento in Età Evolutiva tra le altre attività) pubblicato da Erickson (eh sì, un nuovo esordio oggi a nonsolograndi). È il classico gioco di velocità, in cui i piccoli giocatori sono competitivi quasi come (se non più) degli adulti.

Si può giocare da due a sei giocatori, in partite di quindici minuti circa iniziando a giocare dai cinque anni.

giovedì 13 luglio 2017

[La vedetta di KS] Venticinquesima puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Sarà il caldo, sarà l'aria di vacanza, ma nelle scorse settimane KS non ha visto volti/nomi noti dell'industria internazionale apparire, mentre in casa nostra possiamo vantarci di Post Scriptum con Wendake. Ma... qualcosa incomincia ad apparire all'orizzonte e qualche nome conosciuto incomincia ad affacciarsi con altri in dirittura di arrivo. Il menù della settimana è il seguente:
  • Star Realms Frontiers
  • Beasts of Balance
  • Lucidity
  • Rabbit Island
  • I K(S)orti

mercoledì 12 luglio 2017

[Recensione] Carcassonne - Rio delle Amazzoni

scritto da Simone M.

Carcassonne, all'interno di un sistema 
ludico moderno fatto di titoli di piazzamento tessere, 
non si crea né si distrugge, ma si trasforma, 
passando da una forma a un'altra.

(Primo Principio della Termoludica) 



Carcassonne - Rio delle Amazzoni (2016) è una nuova versione stand-alone del piazzamento tessere per antonomasia (ovvero Carcassonne di Klaus-Jürgen Wrede edito nel 2000) che prosegue la serie di variazioni sul tema formata da Carcassonne - Mari del Sud, Carcassonne - Star Wars e Carcassonne - Corsa all'Oro.  Riambientazioni del gioco base a cui vengono innestate, come  protesi, alcune sostanziali varianti. Tali varianti rendono, questi titoli, assolutamente autonomi e non espansioni. Il gioco impegnerà da 2 a 5 indigeni per poco più di una mezz'oretta. 
La sfida consiste nello scoprire villaggi, piazzare avamposti per osservare le specie animali amazzoniche e percorrere il Rio delle Amazzoni con la propria canoa più velocemente degli avversari. 
Ciascuna di queste attività frutterà punti vittoria (PV) preziosi durante e a fine partita. 
La versione italiana, come le altre, è indipendente dalla lingua e distribuita nel nostro stivale da Giochi Uniti che ci ha fornito una copia demo in occasione della nostra Convention genovese del 1° luglio scorso (qui). Come di consueto, cominciamo con una sbirciatina nella scatola per poi volare alle conclusioni finali non prima, però, di aver visto il funzionamento del gioco.

martedì 11 luglio 2017

[Recensione] Il Primo Cavaliere

scritto da Chrys

Tra i titoli che Asmodee ci ha gentilmente messo a disposizione per la nostra CON della scorsa settimana (ancora un grazie a tutti i partecipanti!) c'era anche questo titolo, dalla scatolina compatta e dai disegni accattivanti. Essendo molto carino non ho resistito a provarlo in modo più approfondito per scriverne una recensione.

Ovviamente sto parlando de Il Primo Cavaliere (2-4 giocatori, 15-30 minuti), ideato da quel geniaccio di Bruno Cathala ed edito da FFG/Asmodee.

Inutile dire che il gioco è ambientato nel mondo de Il Trono di Spade (Game of Thrones per i puristi): i partecipanti si contenderanno l'appoggio dei membri delle varie casate grazie all'intervento di Varis (maestro delle spie, consigliere e conoscitore di segreti). Avere dalla propria la maggioranza dei membri di una casata equivale all'appoggio di quella casata e avere dalla propria la maggioranza delle casate significa guadagnarsi il titolo di Primo Cavaliere.

lunedì 10 luglio 2017

[Prime impressioni] Bärenpark

scritto da Fabio (Pinco11)

Phil Walker-Harding è un autore di giochi australiano. Tempo fa associare i due termini poteva sembrare ardito come parlare di uno sciatore delle Maldive, ma negli ultimi anni abbiamo ben capito che il concetto di villaggio globale ha reso il mondo molto più piccolo di una volta.
Il game designer in questione, così, ha avuto modo di rendersi già noto per titoli di un certo successo, come Cacao, Imhotep e Sushi Go!, per cui vedere il suo nome sulla scatola di una produzione Lookout-Mayfair ha attirato il mio interesse (pare che anche la Uplay.it lo abbia notato per una versione italiana ...).
Vi parlo quindi oggi di Bärenpark, titolo per 2-4 giocatori, con età 8+, indipendente dalla lingua (salvo il manuale, in inglese, che trovate qui), tempo a partita 30-45 minuti.
Meccaniche? Tetris ...

domenica 9 luglio 2017

[podcast] Interviste estive

Ascolta "Eric Lang - Giochi spaziali - Il Dado Incantato #30" su Spreaker.

Continua la serie di grandi ospiti al Dado Incantato. Questa settimana abbiamo l’onore di avere con noi:

Eric M. Lang – Statunitense, affermato autore di giochi che ha collaborato in passato con FFG e Wizard of the Coast, mentre oggi è autore e leader del game design di CoolMiniOrNot (CMON). Lo abbiamo intervistato in occasione della serata ludica organizzata a Parma dal negozio Orso Ludo.

Michele Bellone – Giornalista scientifico, scrive per diverse testate tra cui Wired. Cura la rubrica Stranimondi per OggiScienza ed è un appassionato giocatore e cultore della materia. Insieme a lui parliamo di giochi a tema spaziale e astronautico.

Se ti piace questo podcast, sostienilo su Patreon. Condividi questa puntata sui tuoi social network personali e, insomma, fallo ascoltare in giro.

[Recensione] Guilds

scritto da Sergio

L'autore: Christian Giove, ancora lui... il nostro Chrys che, scopertosi autore, ha dato vita a 2 giochi nell'ultimo periodo: Dragon Pets (recensioni di TeOoh! e Pinco qui e qui)  e Guilds di cui vi parlerò adesso.
Il gioco: Guilds. Edito dalla Giochi Uniti, collana Stratelibri. Durata media 90 minuti, ma dipende dal numero dei giocatori e dalla conoscenza delle carte: più lo si gioca più può essere breve. Non è un family, ma è un gestionale mediamente leggero e facile da imparare. È per 2- 4 giocatori da 12 anni in su.
Le meccaniche: un'asta particolare, con caratteristiche diverse dal solito, e piazzamento tessere.
Giudizio di BGG: onde evitare che si pensi a un giudizio di parte, su BGG Guilds gode di un 
lodevole 7,5.

sabato 8 luglio 2017

Recensioni Minute - Flamme Rouge

scritto da TeOoh!

Grazie al manga di Wataru Watanabe "Yowamushi Pedal", mi sono scoperto appassionato di ciclismo. Chiariamoci, non penso che guarderò mai il Giro d'Italia in televisione (come praticamente qualsiasi altro sport, proprio non mi riesce), ma ho iniziato ad essere molto meno restio ad avvicinarmi ai giochi con quel tema.
Ecco quindi che, sin da Essen, non vedevo l'ora di provare Flamme Rouge, gioco per 2-4 giocatori di Asger Harding Granerud per una durata di 30-45 minuti. Vedrà la sua edizione italiana a brevissimo per mano della Playagame edizioni.

venerdì 7 luglio 2017

[nonsolograndi] Bla Bla Bla

scritto da
Davide (simarillon)

Eccoci nuovamente ad affrontare qui a nonsolograndi un gioco Djeco, ma per la prima volta ci dimentichiamo dei giochi di carte (be', più o meno visto che anche qui le protagoniste assolute sono le carte): si parla di Bla Bla Bla, il cui autore è Eric Héliot ed è illustrato dal gruppo Babayaga. Si può giocare a partire dai 7 anni da tre a cinque giocatori in partite di una trentina di minuti massimo.

Si tratta di uno story telling per piccoli giocatori, che personalmente ho trovato interessante, se volete sapere il perché… ovvio, continuate a leggere!
  

giovedì 6 luglio 2017

[La vedetta di KS] Ventiquattresima puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Puntata leggera quella di questa settimana, sia a livello di complessità di giochi (Triplock un po' sopra le righe rispetto agli altri) sia per la felicità delle nostre carte di credito. Giochi per lo più a target familiare, quindi per coloro che giocano spesso con i nongrandi puntata quasi "dedicata" :):
  • Triplock
  • Killbots
  • Paws and Padlocks
  • Ephyran
  • K(S)orti


mercoledì 5 luglio 2017

[Prova su strada] Final Fantasy: Trading Card Game

scritto da Simone M.

Riedizione, riveduta e corretta, dell’omonimo gioco di carte collezionabili di qualche anno fa, Final Fantasy: Trading Card Game mette in scena sui tavoli uno scontro epico che ha come protagonisti gli eroi di una delle saghe videoludiche più iconiche di sempre: Final Fantasy. Creato dal giapponese Taro Kageyama, un campioncino di Magic di qualche anno fa, e distribuito in Italia per la Hobby Japan dalla Cosmic Group (che ringraziamo per i due Set Base a nostra disposizione per la Prova su strada).
Gioco di carte, collezionabili, molto veloce (le partite possono durare dai 15 ai 30 minuti) che cerca di spingere molto l’acceleratore sulla dimensione tattica piuttosto che su quella strategica, cercando di esaltare i capovolgimenti di fronte e il deck-building per sfruttare al meglio anche alcune abilità passive delle carte (EX Burst). Purtroppo il titolo non può sottrarsi a paragoni con i punti di riferimento del settore (Magic su tutti) o comunque con ciò che il mercato offre. Paragoni che necessariamente ne delineeranno pregi e difetti.
Infine, chiamerò in causa anche Ettore Bianco di Cosmic Group che mi aiuterà (rispondendo a una manciata di domande) a chiudere il cerchio su FFTCG almeno per questa prima esplorazione del gioco. Mi sembra di avervi detto tutto, o quasi, dunque cominciamo.

martedì 4 luglio 2017

Arriva IO GIOCO... e i boardgame conquistano l'edicola!!!

scritto da Chrys

Sono veramente felice, anzi entusiasta, di potervi finalmente dare la notizia di questa rivista... so della sua uscita già da un quindicina di giorni, ma era una di quelle informazioni assolutamente secretate e non divulgabili, di quelle che noi del settore anche solo a farcele venire in mente ci appaiono i pallini luminosi dei cecchini sul petto. ;)

E visto che sarebbe imperdonabile giustiziarmi sul portone [cit.] proprio a ridosso di questo evento epocale, ho dovuto aspettare che ne venisse fatto l'annuncio ufficiale. La cosa è avvenuta una manciata di giorni fa, proprio il giorno della nostra Convention (ps: grazie a tutti i partecipanti... è stato un evento fantastico!) e quindi eccomi qui ora. ^^

Per chi non sapesse di cosa parlo... tra pochissimi giorni (8 luglio) arriverà nelle edicole una rivista dedicata esclusivamente al gioco da tavolo a tiratura nazionale. Si chiamerà IO GIOCO. ^__^

lunedì 3 luglio 2017

[Report] Giochi CON il Nostro Tavolo

scritto da Fabio (Pinco11)

GRAZIE.
Davvero. 
A tutti.

Bella giornata quella che si è chiusa ieri, che ha segnato la prima edizione o il numero zero come scaramanticamente diversi di noi hanno continuato a chiamarla, della nostra convention di Giochi Sul Nostro Tavolo.
Genova si è rivelata una piazza molto accogliente, così come l'associazione che ci ha ospitato (S. Antonio a Pegli), con un piccolo bagno di pubblico di lettori al quale normalmente noi del blog, che lavoriamo scrivendo, non siamo abituati.
Vediamo insieme cosa è stata la giornata ... ;)