martedì 30 giugno 2015

Amore a cosa giochiamo stasera - Piccola guida ai giochi per 2. Seconda parte: Cominciamo a fare sul serio

Scritta da Sergio

Ed eccoci alla seconda parte della ns. piccola guida (qui trovate il link alla prima). Tratteremo i giochi che si contraddistinguono per il fatto di essere destinati ad un pubblico più ristretto composto da gamer (o card gamer) e da coloro che pur non essendo tali hanno già qualche esperienza di  gioco da tavolo.
Hanno una scatola di maggiori dimensioni, regolamenti un  po più articolati ma la loro durata è comunque abbastanza contenuta. Il prezzo sale rispetto ai giochi della prima fascia.
Pronti??? Si comincia

lunedì 29 giugno 2015

[Riscopriamoli] - Hive (e due ragionamenti sugli astratti moderni)

scritto da Fabio (Pinco11)

Un buon numero di giocatori da tavolo si è confrontato nel suo passato con i più classici titoli astratti da scacchiera, primi fra tutti la dama e gli scacchi
In genere, tuttavia, soprattutto per gli scacchi, la tendenza è quella o di appassionarti in modo quasi esclusivo o di spingerti, più o meno lentamente, a lasciarli. La natura astratta del gioco, infatti, consente di studiarlo in modo approfondito, acquisendo, grazie alla lettura di manuali, alla soluzione di quesiti ed alla replica di partite di giocatori importanti, una certa base grazie alla quale si può arrivare rapidamente a sovrastare in modo stabile i giocatori più occasionali.
E' così che l'appassionato si indirizza verso appositi circoli, dove finisce per 'autosegregarsi' (chiarisco che uso il termine qui dal punto di vista, sociale, della diffusione ludica, mentre questi centri sono eccellenti per la preparazione personale) e sia lui che i suoi compagni 'occasionali' finiscono per perdere il divertimento nel giocare insieme, in quanto il più forte finisce per vincere sempre, senza troppa fatica, non risultando quindi la partita alla fine pregevole per nessuno (chi vince lo ha fatto troppo facilmente e chi perde non ha stimoli, dato il divario troppo elevato).

domenica 28 giugno 2015

[Prova su strada] Provincia Romana

Scritto da Federico Latini

La giornata di martedì scorso era già tutta organizzata: da mattina a sera, appuntamenti di lavoro in zona Bologna e a fine giornata Circolo Evolution a suon di cubetti, gettoni e cartone.
Come ci sono finito a Milano alla Città del Gioco a giocare con l'autore di Provincia Romana (edito da Giochi Uniti) alla sua nuova opera non lo so proprio, la cosa bella è che non conto affatto di spiegarvelo, vi basti sapere che alle 21 in punto ho messo piede nella mecca milanese del gioco a 360 gradi e la prima persona che ho conosciuto è stato Pierluigi Frumusa, io mi presento e, come se ci conoscessimo da anni, con la mia migliore faccia da culo gli dico: "allora che si fa? Facciamo un tavolo?".

sabato 27 giugno 2015

Recensioni Minute - Auf den Spuren von Marco Polo

scritto da TeOoh!

Finalmente ce l'ho fatta a recensire questo titolo! Acquistato ormai parliamo di quasi 3 mesi fa, sono riuscito a metterlo in tavola pochissimo, per via del ridotto tempo di gioco che ho avuto ultimamente e dei vari slittamenti di scaletta.
Però era lì, che mi guardava e mi diceva "lo so che un giorno ce la farai" e... ta-daan! Grazie scatola dai bordi blu per aver avuto fiducia in me!
Sono quindi pronto a mettervi sullo schermo "Auf den Spuren von Marco Polo" ("The voyages of Marco Polo") di Simone Luciani e Daniele Tascini, per 2-4 giocatori, della durata di 25 minuti/giocatore; edito dalla Hans im Gluck.

venerdì 26 giugno 2015

[nonsolograndi] O Juogo dos Gansos

scritto da 
Simarillon (Davide)

Il Gioco dell’Oca? No, oggi a nonsolograndi si parla O Juogo dos Gansos (Il Gioco delle Oche) pubblicato da Clementoni, nella sola edizione portoghese, proprio quest’anno. Il creatore è l’amico Francesco Berardi, game designer della casa del mitico Sapientino.
Il gioco, racing game che ricorda per alcuni versi il classicissimo Non t’arrabbiare, si può giocare da due a quattro giocatori, a partire dai sei anni; nella scatola non sono presenti le regole in italiano (e d’altronde essendo l’edizione portoghese perché dovrebbero esserci le istruzioni in italiano!?!), comunque il gioco è totalmente indipendente dalla lingua, come la maggior parte dei giochi per i più piccoli. Tempo medio a partita quindici minuti circa. 
Pronti. Partenza. Via, che il gioco delle oche abbia inizio!!

giovedì 25 giugno 2015

[Recensione] Summoner Wars Alliances Master Set

 scritto da Agzaroth

Quando le possibili novità parevano armai esaurite con il rilascio dei Second Summoner, Colby Dauch torna a stupire con questo Master Set per le Alleanze. Sono mazzi costituiti dall'unione tematica di due eserciti: queste unità potranno essere utilizzate in entrambe le fazioni originarie e le carte delle azioni originarie possono essere sfruttate con summoner ed eventi di questi mazzi.
Personalizzazione che aumenta ancora una volta esponenzialmente per uno dei giochi leggeri di schermaglia tattica più famosi.

mercoledì 24 giugno 2015

[Eventi]…3, 2, 1…Asterion Gaming Days 2015!

di Simone M.

Ultimo Weekend di Giugno, terzo appuntamento con gli Asterion Gaming Days. 
Ebbene si, l’evento a porte aperte della casa editrice di Correggio giunge alla terza edizione. Sarà una due giorni di gioco libero, tornei ed eventi che avranno come protagonisti tutti i titoli del Catalogo Asterion . Catalogo che negli ultimi mesi sta diventando sempre più voluminoso grazie all’ingresso della francese Asmodee (e quindi anche di Fantasy Flight Games) nonché grazie anche alla partnership di distribuzione con Pendragon Game Studio.
L’appuntamento è fissato per il 27-28 giugno 2015 presso l'Admiral Park Hotel di Zola Predosa (BO).
Quest’anno, il sottoscritto (insieme a parte della cricca ludica fiorentina), con un colpo gobbo ,parteciperà ad entrambe le date alloggiando presso l’Hotel insieme alla mia signora… stregata dai giochi. No… catturata dalla SPA dell’Hotel. Un buon compromesso non vi pare?
Diamo un’occhiata al programma.

martedì 23 giugno 2015

Forbidden Stars - Anteprima

Scritto da Chrys.

Gli amanti dell'ambientazione di Warhammer 40K in questi ultimi anni non possono lamentarsi sia a livello di giochi di ruolo, dove la FFG ha fatto uscire prima lo splendido Dark Heresy e poi una serie di altre ambientazioni che ne esplorano il mondo da diversi punti di vista (Deathwatch, Rogue Traders, Only War, Black Crusade...), che a livello di giochi da tavolo con Relic (che riprende magistralmente la meccanica base di Talisman svecchiandola il giusto), Death Angels (ottimo cooperativo di carte), Conquest (un ottimo LCG) e infine, per ora, questo Fornbidden Stars. Per me che adoro l'ambientazione sono un regalo dopo l'altro. ;)

lunedì 22 giugno 2015

[Prime Impressioni] - Kanban

scritto da Fabio (Pinco11)

"AAA Amanti del cinghiale massiccio cercasi per serata di gioco intenso. Si offre spiegazione intensiva delle regole in un tempo contenuto (40'). Prima partita da svolgersi a seguire in non meno di tre ore. Si richiede serietà ed applicazione. Astenersi poco motivati e, soprattutto, affetti da paralisi da analisi!"

Quello che vedete sopra è un potenziale annuncio che potrebbe mettere in giro chi cercasse compagni di gioco per il titolo del quale ci occupiamo oggi, ossia Kanban, ideato da Vital Lacerda ed edito da Stronghold e Giochix (titolo per 2-4 giocatori, indipendente dalla lingua salvo il manuale, ottimisticamente catalogato sulla scatola come fruibile in 90-120 minuti).
Il titolo rientra infatti tra i giochi complessi, riservati sicuramente ad un pubblico di gamers e, tra essi, destinato ai più scafati ed appassionati amanti del cinghiale (ovvero, lo ripeto per chi non ci frequenta spesso, dei titoli pesanti, dal gusto profondo e di complessa digestione).

domenica 21 giugno 2015

[Kickstarter] Middara

 scritto da Mik


NOTA IMPORTANTE: il titolo in questione si trova al momento in fase di finanziamento su kickstartermancano pochissimi giorni (3) alla fine della campagna.
Grazie ad un team di traduttori volontari della Tana dei Goblin (link al topic) i pdf TRADOTTI IN ITALIANO di manuale e carte sarà reso disponibile dalla casa su layout originale. Inoltre, se si raggiungerà l'SG di 261K verranno tradotti direttamente dall’editore anche l’Adventure Book e verranno inseriti i sottotitoli in italiano nell’audiobook (vedere articolo per capire di cosa sto parlando). Quindi mai come per questo titolo, se siete interessati, conviene partecipare al ks di modo da rendere realtà la possibilità di una traduzione completa!

sabato 20 giugno 2015

Recensioni Minute - (Anteprima) Bomarzo

scritto da TeOoh!

Questo titolo era nelle mie orecchie da un sacco di tempo. Ogni volta che sapevo fosse uscita una riga in più trapelata, andavo avido a leggerla, ma, ad essere sincero, mi son ritrovato ad avere lo stesso numero di informazioni che ho per la festa di Capodanno 2018.
Poi, all'improvviso un semplice: "Se ti interessa, il prototipo è pronto". SE MI INTERESSA?? ¡Claro que sí!
Ecco quindi piombare sul tavolo Bomarzo, un gioco per 2-4 giocatori di Stefano Castelli, in campagna Giochistarter di prossimissima partenza da parte della Giochix.it che, chiaramente, ringrazio per avermi fatto mettere le mani su di esso in anteprima.

venerdì 19 giugno 2015

[nonsolograndi] Scopri chi è

scritto da
Simarillon 

Oggi a nonsolograndi arriva lui, il più famoso di tutti, sì proprio lui … avrete capito che stiamo parlando dell’immenso Reiner Knizia; ebbene sì anche lui si è confrontato con un gioco per i nostri bambini.

Eccoci a parlare di Scopri chi è (Wer war’s), un gioco della Ravensburger che si può giocare da due a cinque giocatori, a partire dai cinque anni. Il gioco è illustrato da Graham Howells e curato da Monika Gohl. Il gioco è totalmente indipendente dalla lingua e nel manuale è presenta anche il nostro ‘italico’ idioma. Arriviamo ora alla ‘solita tematizzazione’ tedesca: "nel regno di un re molto saggio, tutti vivono insieme in pace e felicemente perché il re possiede un anello magico che protegge il popolo dai malvagi stregoni. Una sera, il re si accorge con spavento che qualcuno ha rubato il suo anello! Chi è stato? Chiedetelo agli animali che vivono nei singoli campi. Se darete loro il cibo che prediligono, allora essi vi riveleranno chi hanno visto. Riuscirete a trovare l’anello trovando il ladro prima dell’ora dei fantasmi?"

Se volete saper e come si gioca … continuate a leggere.

giovedì 18 giugno 2015

[Prova su Strada] Heroes of Normandie

 scritto da Agzaroth


Mi arriva questa scatola attraverso due passaggi: da Sergio a Fabio e da Fabio a me. Già questo, penso, non depone a suo favore. Però mi ci metto lo stesso con un certo entusiasmo - diciamo l'entusiasmo del maiale quando gli buttano il trogolo con gli avanzi della settimana - anche perché di questo gioco se n'è parlato abbastanza, lo scorso anno.
Il fatto che questa sia una prova su strada e non una recensione, vi fa già capire che non è finita bene.

Wargame introduttivo basato principalmente su punti azione, scelte simultanee, tiro dadi, poteri variabili. HoN tenta di coniugare la profondità simulativa dei classici del genere con una certa semplicità di lettura iconografica e una certa semplificazione regolistica. Che poi ci riesca è tutta un'altra cosa.

mercoledì 17 giugno 2015

[Kickstarter]…superare il milione di dollari in 3 giorni? Si può fare con Zombicide: Black Plague

scritto da Simone M.

La saga ludica Zombicide non conosce crisi, non conosce confini ed adesso è pronta a superare anche le barriere del tempo. In Black Plague (Peste Nera) i giocatori vestiranno i panni di personaggi fantasy impegnati a combattere contro un morbo di natura misteriosa (magica) che trasforma tutti i popolani in zombi famelici.
Formato che vince non si cambia, al massimo si “infiocchetta” con nuove miniature e plance in plastica ultra stilose per contenere le carte personaggio, l’equipaggiamento e tracciare l’aumento di livello dei sopravvissuti.
Il motore del gioco è sostanzialmente lo stesso: ci troviamo davanti ad un collaborativo d’esplorazione con sistema di combattimento dice-driven a scenari su mappa modulare. 
Per ogni scenario sono previste condizioni di vittoria ed obiettivi particolari.
Zombicide: Black Plague a pochissimi giorni dall’apertura della campagna Kickstarter ha già superato il milione di dollari (su un budget obiettivo di 125.000 dollari).
Quindi ogni commento sulla soglia di gradimento del progetto è assolutamente superfluo, almeno per quanto mi riguarda. Diamo un’occhiata ai componenti ed alle meccaniche dell’ultimissima fatica targata CoolMiniOrNot.

martedì 16 giugno 2015

Coloni Imperiali - Recensione

Scritta da Chrys.

Ed eccomi di nuovo qui dopo una breve pausa... sul tavolo virtuale del vostro desktop oggi vi porto Coloni Imperiali (1-4 giocatori, Pendragon Games) di cui sicuramente avrete sentito già parlare col suo titolo originale (Imperial Settlers) anche perchè è stato uno dei giochi di media/alta pesatura più attesi e discussi tra quelli in programma per Essen. L'autore è Ignacy Trzewiczeck noto per aver prodotto diversi titoli di successo recenti come Stronghold, Pret-a-porter e Robinson Crusoe.

Il titolo è stato apprezzato moltissimo anche da noi in Italia, con ottime vendite (ne ho viste molte scatole sottobraccio a Modena) e con un ottimo riscontro di pubblico, al punto che è stato votato proprio da molti di voi come miglior gioco per esperti del 2014 piazzandosi al secondo posto subito sotto Aquasphere. :D

Scopriamo assieme se il successo è meritato, che ne dite? ;)

lunedì 15 giugno 2015

Migliori giochi sul nostro tavolo 2014 - I Vincitori

scritto da Fabio (Pinco11)

Eccoci giunti, anche quest'anno, alla proclamazione dei vincitori del nostro premio Miglior Gioco sul Nostro Tavolo, ovvero dei titoli che hanno maggiormente calamitato le attenzioni dei nostri lettori tra le numerose uscite del 2014.
Quest'anno abbiamo spostato questa nostra iniziativa di qualche mese, raccogliendo in questo modo i suggerimenti dei nostri lettori, i quali ci segnalavano che l'apertura dei sondaggi nel mese di gennaio - febbraio rendeva difficile esprimere per molti titoli un giudizio, visto che, per quanto la maggior parte delle uscite si concentri nel mese di ottobre con la fiera di Essen, in realtà molti di essi siano disponibili in distribuzione solo nei mesi successivi.
Come al solito un ringraziamento particolare va a tutti i nostri lettori, che si sono prodigati a votare settimanalmente nel nostro sondaggio, facendo acquisire alla votazione un buon valore statistico in senso assoluto.
Vabbè, bando alle ciance e passiamo ai risultati, che è quello che volete vedere ... ;)

domenica 14 giugno 2015

[Recensione] - 7 Kingdoms

scritto da Fabio (Pinco11)

Gun -He Kim è un game designer coreano, cosa che sino a poco tempo fa poteva anche stupirci, ma che la globalizzazione ha reso oramai naturale, per cui non sorprendetevi di vedere che nel giro di pochissimi anni sono usciti già una dozzina di suoi titoli, tra i quali La Lepre e la Tartaruga, Koryo e Abraca ... what.
   
Mi sono quindi accostato con interesse al gioco di oggi, ovvero 7 Kingdoms, edito dalla Deinko Games e fruibile per 2-4 giocatori, con tempo medio a partita di un quarto d'oretta (indipendente dalla lingua).
Si tratta di un simpatico gioco di carte, nel quale ad ogni giro ciascuno gioca una delle tre carte che ha in mano, ottenendone, grazie a quella giocata, da una a quattro delle sette presenti sul tavolo all'inizio della mano (una potrà essere trattenuta per giocarla in seguito, mentre le altre saranno immagazzinate per fare punti). Facile da imparare (molto di più avendolo davanti) ed interessante per le tattiche proposte, si è rivelato come molto apprezzato nel nostro gruppo.

sabato 13 giugno 2015

Recensioni Minute - St Petersburg

scritto da TeOoh!

Per questa introduzione, chiedo aiuto a Wikipedia, dalla quale copio&incollo:
Bernd Brunnhofer, noto anche come Michael Tummelhofer, è un autore di giochi tedesco.
Dal 1984 ha lasciato la cattedra per lavorare a tempo pieno con il suo editore di giochi Hans im Glück di cui attualmente è redattore oltre che autore. Come redattore il suo più grande successo è stato quello di credere nella pubblicazione del gioco Carcassonne che ricevette numerosi premi ed è tuttora uno dei giochi più venduti del mondo.

Non è però del tesserato Carcassonne che vi voglio parlare, bensì di Sankt Petersburg (o Saint Petersburg), un gioco per 2-4 giocatori, della durata di circa 60 minuti. Fresco fresco di Seconda edizione, e quindi nuovamente reperibile senza dover implorare in giro per la rete.

venerdì 12 giugno 2015

[nonsolograndi] - Rino Ercolino

scritto da Fabio (Pinco11)

La Haba è una casa editrice piuttosto nota e la sua scatola gialla spopola letteralmente tra i più piccoli, con una serie di titoli che hanno negli anni raccolto un grande successo, anche grazie ad una particolare attenzione ai componenti, spesso in legno.
Il titolo di oggi, però, Rino Ercolino (Rhino Hero), della coppia Frisco - Strumpf, è uno di quelli (per 2-5 giocatori dai cinque anni in su, privo di componenti in lingua, salvo il manuale, però in diversi idiomi, italiano compreso) nei quali l'idea è di quelle vincenti e non ci sono voluti in realtà molti materiali per supportarla adeguatamente, come hanno fatto, tanto da fargli conquistare la ottava posizione nella classifica dei giochi per bambini su BGG.
Si tratta, come vedremo, di un gioco di impilamento, che sollecita la destrezza dei giocatori, piccoli e grandi che siano.

giovedì 11 giugno 2015

[Riscopriamoli] MageStorm

 scritto da Agzaroth

A distanza di 5 anni un articolo su un gioco abbandonato per chiusura della casa editrice. Perché? Perché è giusto che lo conosciate, che conosciate la sua storia, la genialità delle sue idee, che prendiate contatto con quello che non esito a definire un capolavoro vero e che speriate con me possa rinascere dalle sue ceneri come una fenice.

Nel 2010 la Nexus Games e Piero Cioni, uno degli autori italiani con le idee più originali per i giochi da tavolo e probabilmente il mio preferito, nonostante l'esigua produzione, danno vita a questo gioco strategico-tattico di battaglie campali fantasy per due giocatori.

Nella scatola base, due eserciti (elfi dei boschi e umani guerrieri) e quattro maghi. Il libro delle regole è introdotto da un capitolo di background di quel mondo fantastico, così come ogni singolo scenario.

All'interno della scatola troviamo miniature, segnalini, carte, un tabellone esagonato e molte tessere esagonali con differenti elementi di terreno, per comporre ogni volta un diverso campo di battaglia.

Dato che questo è un “Riscopriamoli” e non una recensione, non perderò tempo con un riassunto e una disamina tecnica del gioco (per la recensione vi rimando qui), ma metterò in evidenza quelli che sono i veri tocchi di genio di questo, lo ripeto perché ne vale la pena, capolavoro.

mercoledì 10 giugno 2015

[Reportage] American Diner?...Un tavolo per 5!!!

di Simone M.

Firenze.
Venerdì sera.
L’acqua salata inizia a fumare e di li a poco raggiungerà il bollore.
Il soffritto sfrigola su una padella mentre sull’altra il pangrattato, insaporito con le acciughe, diventa bruno e croccante. In sala da pranzo è un via vai di piatti e bicchieri. Una catena umana per accelerare i tempi: “Prima ceniamo e più giochi possiamo fare…”.
Il ragionamento non fa una grinza.
Quindi accelero le operazioni ed afferro gli spaghetti con decisione in attesa di sacrificarli dentro la pentola. Spaghettata aglio e olio, un classico tricolore.
Ma in un angolo, non apparecchiato, i primi dadi iniziano a picchiare sul tavolo.
Non ci sarà spazio per gestire nessuna risorsa fuorché il peperoncino sulla pasta.
TeoOh potrebbe rispondermi..."Scoville?!"
Ed io: "Chi?!"
Comunque gli unici cubi di cui vi parlerò oggi saranno i dadi e forse qualche malattia dal nome improbabile.
Stasera noi giochiamo American fino a quando non saremo sazi.

martedì 9 giugno 2015

Amore a cosa giochiamo stasera? Piccola guida al gioco da 2 - Prima parte: Giochi da valigia


Scritto da Sergio

Tra i resti della città di Ur, in Mesopotamia, è stata rinvenuta una scacchiera corredata di dadi e pedine, risalente al 2500 a.C. circa.
Allo stesso modo anche giochi come gli Scacchi, la Dama, o il Backgammon risalgono a tempi molto antichi e, guarda caso sono tutti giochi per 2 persone.
Da sempre infatti così come si riunisce un gruppo, cosi’ si incontrano due anime che decidono di giocare a qualcosa: per passatempo, per sfida, per amore, per passione.
Personalmente ritengo “perfetta” l’emozione che regala il gioco in 2 persone: completa, essenziale, capace di regalare piu’ appagamento proprio per il rapporto diretto  che si crea tra i 2 avversari. Non ci si nasconde, ci si affronta con un solo scopo! Non ci sono toni grigi o intermedi: o vincitore  o vinto.

lunedì 8 giugno 2015

Miglior Gioco PER ESPERTI sul Nostro Tavolo 2014

scritto da Fabio (Pinco11)


Eccoci, finalmente, giunti alla categoria del nostro premio che catalizza maggiormente l'attenzione dei nostri lettori, ovvero la coccarda che viene attribuita al miglior gioco per esperti.
La premessa qui è che noi in realtà riterremmo 'per esperti' solo i nostri beneamati cinghiali, ossia i titoli davvero sodi e massicci ma abbiamo scelto alla fine di ampliare un attimo la classe, ricomprendendo al suo interno tutti i titoli che non rientrano nella categoria 'per tutti o quasi'.
Come al solito troverete alcuni titoli che, quindi, saranno sul limite di questa classe, ma tutti concorreranno, ne sono sicuro, con qualche probabilità alla vittoria della categoria che nel 2013 premiò, lo ricordo, Nations, con piazzati sugli altri gradini del podio Concordia e Russian Railroad.

domenica 7 giugno 2015

Kit di sopravvivenza ludico: elezione del Kit ideale

scritto da Bernapapà


Ciao a tutti. Voglio innanzitutto ringraziarvi calorosamente per il successo ottenuto da precedente articolo... sono commosso. Sull'onda di questo entusiasmo mi sono messo a raccogliere i dati che avete lasciato nei commenti, per eleggere il kit ideale di sopravvivenza ludica: è un campione di una cinquantina di votazioni, ma è comunque qualcosa su cui poter ragionare insieme...
Per chi ancora non avesse letto l'articolo precedente, trovate qui il link e tutti i vostri commenti, ma vi riassumo brevemente l'idea: se doveste trascorrere un tempo imprecisato in un'isola deserta, quali 7 giochi portereste con voi (incluse espansioni) per ammazzare la noia, considerando che nel kit di sopravvivenza sarebbero compresi anche i giocatori con cui giocare? Avevo proposto il mio kit personale, e voi avete proposto i vostri: ho raccolto questi dati e vi propongo ora il kit di sopravvivenza ideale, con anche qualche curiosità...

sabato 6 giugno 2015

Recensioni Minute Vlog - Maggio 2015

scritto da TeOoh!

E' stata dura, lo confesso. Sono arrivato pure a pensare di non farcela e quindi saltare direttamente a piè pari questo vlog.
E' che mi sono dato la regola ferrea di registrare il vlog solo al termine del mese in corso, perchè penso sempre che entro la mezzanotte dell'ultimo giorno potrei giocare a qualcosa di bellissimo e perderlo nell'elenco.
Di fatto, però, mi trovo a sottostare alla durissima "Legge del Ponte", che mi ha visto fare un mini salto a Londra... che mi ha fatto rientrare in patria solamente mercoledì sera.
Vabè, giovedì, in sole 6 ore (quasi) filate sono riuscito comunque nell'impresa titanica di registrare, convertire, montare e fare il render del filmato. E quindi... niente, sembra quasi che stia facendo lo splendido e quindi taglio qua.

venerdì 5 giugno 2015

[nonsolograndi] Nascondino

scritto da
Simarillon (Davide)

Oggi a nonsolograndi ritorna protagonista Red Glove, di cui avevamo parlato oramai tanto tempo fa (qui) e che arricchirà abbastanza spesso in futuro il panorama di nonsolograndi con la sua bella linea editoriale pensata per i più piccoli (Red Glove Junior). Si inizia oggi con NasconDino, gioco illustrato da Guido Favaro, l’illustratore di tutta la nuova linea editoriale della casa del guanto rosso e a cura di tutta la squadra Red Glove, Marco Valtriani, lead deigner della casa, in testa. Il gioco si può giocare da due a sei giocatori, a partire dai quattro anni in partite di poco meno di venti minuti.

NasconDino è sia un gioco di memoria, che richiama il papà di tutta questa tipologia, il glorioso Memory, sia un gioco di fast-catching, insomma una scatola per due giochi. Se ne volete sapere di più sul gioco … continuate a leggere.

giovedì 4 giugno 2015

[Recensione] Dead Man's Draw

 scritto da Agzaroth


A volte pledgi sull'onda dell'entusiasmo collettivo. Tanto la cifra non è alta e pensi che se tanti dicono sia un giochino simpatico, sarà effettivamente un giochino simpatico.

Mi trovo anche bene con Windows Phone, sul serio. É molto semplice da usare e non mi dà mai problemi. L'inconveniente principale è che molte app non vengono ancora fatte per questo sistema operativo, per cui non puoi provare molti di questi giochini che nascono prima digitali e poi trasposti in gioco da tavolo. Cederei a ios/android solo per poter giocare a Summoner Wars. Il secondo inconveniente – ma questo riguarda tutti – è che ciò che nasce digitale non sempre ha la stessa resa sul tavolo da gioco. Me ne sono ben reso conto con Star Realms.
Tutta questa introduzione per dire che Dead Man's Draw, 2-4 giocatori, 10 minuti di tempo, basato essenzialmente su una spintissima meccanica di press your luck, è stato uno di quei Kickstarter del quale mi sono pentito un secondo dopo la chiusura dello stesso.

mercoledì 3 giugno 2015

[Kickstarter] Mottainai: non si butta via niente!


Scritto da Federico Latini


Mottainai

Mottainai! ovvero una tipica espressione giapponese di risentimento per aver sprecato qualcosa, un po come dire: "che spreco!". 
Mi piace Carl Chudyk (conosciuto ai più per Glory to rome e Innovation), con questo gioco ripropone la sua meccanica preferita ovvero l'uso delle carte per molteplici scopi, avevo la possibilità di provarlo in anteprima grazie al Print and Play a disposizione sul Kickstarter in corso e l'ho testato per voi in anteprima.

[Recensione] The Witcher - Il Gioco d'Avventura

di Simone M.

Ignacy Trzewiczek, autore di Robinson Crusoe e Coloni Imperiali, confeziona nel 2014 per Fantasy Flight Games il gioco da tavolo basato sulle eroiche gesta (videoludiche e letterarie) del cacciatore di mostri Geralt di Rivia e dei suoi compagni d’arme
The Witcher, è un gioco competitivo per 2-4 giocatori, con partite della durata media di 120 minuti.
Lo scopo del gioco, che si ispira a classici come Talisman (ma di più al suo clone Relic), è realizzare il maggior numero di punti vittoria alla fine della partita.  I giocatori, alla guida di uno dei quattro personaggi disponibili, dovranno esplorare località remote dell’Impero di Nilfgaard, raccogliere indizi, affrontare mostri e superare le insidie del Fato Avverso. In alcuni casi saranno costretti a chiedere supporto ad un altro personaggio per superare un ostacolo ma il podio è destinato ad uno solo. Il gioco termina quando un giocatore ha completato 3 missioni primarie (5 nella modalità epica) esplicate nelle apposite carte. 
Titolo d’esplorazione e avventura a stelle e strisce, The Witcher è stato presentato sul suolo italico in anteprima alla scorsa Lucca C&G dallo stesso autore in qualità di dimostratore d'eccezione e giunge sui nostri tavoli, all’inizio del 2015, nella sua versione tutta italiana a cura di Giochi Uniti.
Esaminiamola più da vicino.

martedì 2 giugno 2015

Star Wars: Empire vs Rebellion

Scritto da Chrys.

Oggi occupo queste righe per parlarvi di un gioco nuovo con qualche anno sulle spalle (O__o)... si tratta di Star Wars: Empire vs Rebellion che è infatti la trasposizione in ambiente Star Wars (con qualche regola extra) di un gioco di 3 anni fa, e cioè Cold War: CIA vs KGB.

Star Wars Empire vs Rebellion è un titolo per 2 giocatori, della durata di una mezzoretta, edito dalla Fantsy Flight Games... devo dire che la riambientazione non è per nulla forzata e il gioco scorre come se fosse nato per questo (probabilmente le meccaniche si potrebbero facilmente adattare a qualsiasi tema in cui ci siano due schieramenti netti in conflitto), addirittura con alcune migliorie.

Premetto subito, per evitare equivoci, che NON si tratta di un LCG, di un deck building o di un gioco collezionabile di carte, ma di un gioco con una meccanica tutta sua che richiama (in parte) quella del black jack. ;)

lunedì 1 giugno 2015

Miglior Gioco ITALIANO sul Nostro Tavolo 2014

scritto da Fabio (Pinco11)

Eccoci quindi al secondo appuntamento con il nostro premio per il Miglior Gioco sul Nostro Tavolo del 2014, dedicato ai titoli di produzione italiana.
Come sempre ricordo che lo spirito di questa categoria non è quello di creare una sorta di 'riserva indiana' per poter attribuire almeno un premio ai prodotti di casa nostra, che anzi si difendono piuttosto bene da soli, senza bisogno di protezioni varie, ma solo quello di volerci soffermare un attimo sulla produzione di casa nostra, dando anche ad essa la giusta attenzione ed un adeguato risalto.
Per altro i titoli, come vedrete, compaiono senza distinzione di difficoltà, per cui il criterio di valutazione dovrebbe essere quello del valore in senso generale. Per gli editori che hanno prodotto più titoli abbiamo in genere scelto, tramite uno scambio di idee tra redattori, di limitare ad uno dei loro titoli le presenze tra i candidati e ciò nell'interesse dello stesso editore, che così può evitare di veder disperse le preferenze tra più giochi.