venerdì 4 dicembre 2015

[nonsolograndi] È quasi Natale ... cosa regalo ai miei bimbi

scritto da

simarillon (Davide) 

Versione 2.0 ultimo aggiornamento 02 marzo 2016
Quando ero piccolo io i giochi si ricevevano a Natale (tanti) al Compleanno (un po’ di meno) e al limite un piccolo pensierino per l’onomastico. Oggi, invece, non c’è occasione che non veda entrare nuovi giochi in casa e così a Natale si ricevono giochi (tantissimi) così come al Compleanno (tanti) ma anche all’Onomastico, a Pasqua e anche soltanto ad una cena tra amici in cui arrivi qualcuno che non vedi da un po’ di tempo. Con l’approssimarsi del Santo Natale, quindi, aggiorno questo articolo uscito qualche mese fa, che credo, e spero, rimanga punto di riferimento importante per chi vuole regalare un gioco in scatola. L’esperienza cresce, nuovi giochi entrano nella ludoteca di Lorenzo (e l'alrmadio dei giochi di Lorenzo, come si può vedere qui di fianco si riempe sempre di più) e così i consigli si aggiornano in linea con le nuove esperienze ludiche.

Ecco, quindi, un elenco, per fascia d'età, dei giochi recensiti sul sito (in ordine strettamente alfabetico): da papà spaesato (tanto tempo fa oramai) ho preso qualche abbaglio e scoperto qualche perla e così voglio trasferire, per quanto possibile, la mia esperienza. Sicuramente nel quadro complessivo del panorama ludico di giochi ne mancano e anche di significativi (al limite provate a chiedere la recensione e vedremo di provarlo per voi) questo è solo il tentativo di organizzare quanto già presente sul blog e provare a consigliare i lettori, conscio delle difficoltà che ho avuto io nel trovare il gioco giusto da giocare con il mio bimbo. Tento anche, per ogni anno del piccolo, di suggerire il 'gioco da acquistare' assolutamente, ed in aggiunta i giochi da avere, comunque non più di cinque per ogni anno e a motivare il perché di questa scelta (in ordine di preferenza personale). Tengo a precisare che è un parere personale, di un papà appassionato (da tanti, tantissimi anni) che ha vissuto questa esperienza in diretta, infatti tutti i giochi la cui recensione è firmata Simarillon (Davide) hanno tante (tantissime) partite giocate (e sono contrassegnate con un piccolo asterisco) nel tempo e quindi il consiglio si basa proprio sul vissuto personale.
Aggiungo anche i consigli arrivati dai lettori nel tempo, che completano il quadro per ogni anno di età, chiaramente, in questo caso mi esimo da ogni responsabilità sia per l’età sia per il valore del gioco, per tutti i giochi che non conosco.

Preparatevi a spendere un sacco di soldi, non bastavano quelli che già spendevate per voi ora dovete considerare anche quelli per i vostri figli! E per finire non stancatevi di consultare la pagina periodicamente, visto che conterrà le modifiche del vissuto di Lorenzo con suo papà e aggiornamenti puntuali per i giochi della categoria 'nonsolograndi'.


A tutti gli appassionati di giochi in scatola, che auspicherebbero che i propri figli si appassionassero quanto loro ...
A tutti quelli che vogliono far crescere i loro bambini nel migliore dei modi ...
A tutti quelli che a Natale vorrebbero fare un regalo diverso dal solito, ma non sanno che regalo comperare ...
A tutti quelli che vogliono insegnare ai propri bambini divertendo e divertendosi ...
A tutti quelli che i figli dei loro amici hanno già tutto e non sanno quale regalo comperare per il prossimo compleanno ...
A tutti quello che vogliono insegnare che nella vita si può imparare anche dalle sconfitte ...
A tutti quelli che hanno un amico papà a cui piacciono i giochi in scatola ...
A tutti quelli che hanno voglia di giocare con un gioco semplice, semplice ...
A tutti quelli che sanno che dopo una sconfitta c'è sempre una seconda possibilità ...
A tutti quelli che semplicemente si vogliono divertire e far divertire ...
________________________________________

Si parte dai 2 anni
Due giochi e due consigli, per primo Acchiappa la Polpetta [Asmodee] un perfetto connubio tra giocattolo e gioco in scatola, se si vuole iniziare presto è sicuramente consigliato, almeno per la mia esperienza.
Poi Prendi il Cucciolo, gioco molto semplice che strizza l'occhio in maniera super-semplificata a giochi come Fantascatti, con una meccanica molto intuitiva e divertente di fast-catching. 

Ecco ai 3 anni i primissimi giochi

In questa lista ‘il gioco da avere’ è sicuramente Il Frutteto [Haba], per il suo carattere cooperativo, per gli insegnamenti preliminari sul gioco in scatola e per i suoi materiali di assoluta eccellenza, da segnalare anche la versione gigante, che farebbe ottima figura in ludoteche e scuole per l'infanzia.

Tra gli altri consiglio per primo Belfiorella [Haba], un bel gioco che ha il merito di far divertire molto i bambini con un insieme di regole di una assoluta semplicità, sarete stupiti del successo che riscuoterete con questo gioco. Una citazione anche per Monster Bingo [OrchardToys] che essendo molto affine alla tombola è proponibile a tutti, ma proprio a tutti, così che potrete coinvolgere nonni, zii e chi vorrete nel gioco con il piccolo di casa. Ecco poi Scaccia i Mostri [Oliphante], un memory cooperativo, con un tema molto simpatico, che facilmente coinvolgerà i più piccoli, insegna a giocare con i mostri e può crescere nelle sue versioni con il crescere dell'età dei piccoli giocatori.

Consigliati dai lettori (in stretto ordine alfabetico):
Monza il Gioco di carte: gioco di corse automobilistiche con le carte.
Ruba Calzini

A 4 anni finalmente i primi veri giochi in scatola

Arrivati a questa età ‘il gioco da avere’ è Viva Topo [Selecta], il primo vero gioco in scatola regalabile a un bambino, materiali eccellenti, meccaniche intriganti e possibilità per gli adulti di indirizzare la partita verso la vittoria o verso la sconfitta, senza che i più piccoli possano sospettare nulla, con anche la possibilità di insegnamenti interessanti come le frazioni, tra di noi è stato amore a prima vista :D.

Da aggiungere ZickeZacke. Ricci e Bisticci [Zoch], qualità superlativa nei materiali, aspetto da non trascurare mai in un prodotto destinato ai bambini, e un gioco in cui i grandi non dovranno far finta di perdere, dal momento che è possibile che i piccoli li surclassinno, utile poi per tenere allenata anche la mente di ‘eventuali’ nonni baby-sitter. Aggiungo A Tutta Birra [Haba], un gioco che ha il merito di avere una scatola super-trasportabile, un prezzo contenuto e racchiudere delle meccaniche di gioco molto raffinate in un'ottica di 'gioco per bambini', con il tema corsa che ha sempre un certo fascino sia per i più grandi sia per i piccoli. È il turno di Questo e Quello. I colori degli animali [CreativaMente] ovvero come costruire un puzzle sempre diverso con una meccanica semplicissima, materiali più che adeguati e con qualche spunto di assoluta originalità (come l’incastro tra i diversi pezzi) non dimenticando che si possono tenere in considerazione i suoi fratelli con temi differenti, se gli animali proprio non vi piacciono. E per ultimo Mucca Pazza [ZochVerlag] una interessante re-implementazione di un meccanismo classico nei giochi per i più piccoli come quello dello spostamento delle tessere in un gioco che aiuterà la visione spaziale dei piccoli e la proiezioni del movimento andando oltre il semplice turno di gioco. 

Consigliati dai lettori (in stretto ordine alfabetico):
La Danza delle Uova (di cui trovate la recensione sul blog)
La Notte delle Magie
La Torre degli animali (di cui trovate la recensione sul blog)
Lotti Karotti, assomiglia al vecchio Trabocchetto ma a cadere nelle "tane" sono dei coniglietti che risalgono la collina secondo i passi/salti "pescati" sulle carte gioco
Mago Magino
Monster Factory bisogna costruire il proprio mostro, chi lo fa più grande vince!
Nichtzufassen un giocatore fa il lupo, gli altri devono nascondere gli agnellini dentro i mobili
The Amazing Spiderman Vs Dc.Octopus un giochetto con un brand ormai collaudatissimo ma molto apprezzato dai bimbi.
Tutti allo zoo 

Con i 5 anni tanto, tantissimo game-play e si entra a tutto tondo in questo mondo

Arrivati a questa età ‘il gioco da avere’ è La Torre degli Incantesimi [Clementoni] che coniuga un ottimo game-play a materiali che ricordano i giochi anni Ottanta e sono in grado di creare l’atmosfera. Ci sono delle vere raffinatezze sia dal punto di vista visivo (la Torre svetta su tutto) sia dal punto di vista del gioco, in cui la costruzione della pozione vi terrà occupati per un piacevole quarto d’ora.

Da aggiungere per primo Il Sonno Magico dei Giganti Fracassoni [DreiMagierSpiele] un bel gioco di due bravi autori italiani, materiali di qualità, gioco intrigante e che stimola diverse componenti ludiche nei piccoli, divertente da giocare! Da acquistare sicuramente anche Dobble [Asterion], scatola facilmente trasportabile, giocabile ovunque (forse siamo gli unici ad averlo giocato anche ad EuroDisney) e divertente per grandi e per piccoli, non può assolutamente mancare nella collezione di un futuro giocatore (in una delle sue molteplici varianti) le carte rotonde vi sapranno far compagnia in molti momenti ludici. Se volete un'altra scatola piccola con un gioco interessante e un po' diverso dal solito potete rivolgervi a Battaglia al Cocco [Haba] confusionario gioco di fast-catching che saprà sicuramente divertire nelle sue velocissime partita con una scatola davvero piccola ed un prezzo super contenuto. Ecco poi un bel gioco di percorso L'Isola del Tesoro [RedGlove] con le meccaniche di movimento molto semplici, intuitive e simpatiche; con un percorso componibile e modulabile nella sua lunghezza ad un prezzo contenuto e con l'immancabile tocco grafico di Favaro/Red Glove che non può non piacere, un gioco utile da avere e che sarà facile far giocare a tutti, ma proprio a tuttti.
Per finire Kakerlakak - La Cucaracha [Ravensburger], non per vissuto, ma mi sento di consigliarlo per quanto letto! Ed anche qui il gioco in scatola diventa quasi giocattolo.

Consigliati dai lettori (in stretto ordine alfabetico):
Caccia al fantasma (di cui trovate la recensione sul blog)
Qwirkle con tessere di legno laccato raffiguranti simboli di vari colori, la strategia assomiglia a Scarabeo ma molto semplificato (da autore dell’articolo mi permetto anche qui di esprimere qualche dubbio: ho visto ‘adulti’ giocarci piuttosto male, quindi vi lascio immaginare come possano giocarci i piccoli)
Robin Hund

6 anni, si diventa un po’ più grandi e si cresce con il gioco

Il gioco da avere è Micro Monster [Ares Games] dimostrazione di come la re-interpretazione di un super classico possa donare esperienze di gioco divertenti ed interessanti (e un po’ ci possa far arrabbiare) … per i nostalgici del gioco della pulce da non perdere!

Solo per quanto letto mi sento di consigliare I Tre Porcellini [Asterion] divertente ed originale, Pitch Car [Lautapelit] chi non ha mai sognato di correre su un circuito e Mahè [Franjos] un precursore dei tempi con materiali di assoluta eccellenza.

Consigliati dai lettori (in stretto ordine alfabetico):
Aruga la Tartaruga
Cross Boule
Das Magische Labyrint (Drei Magier)
Fotosafari
Formicopoli gioco di cooperazione dove le formiche devono costruire il loro formicaio prima che il formichiere arrivi a mangiarle!
Get bit! (Lo Squalo)
Il labirinto magico (Ravensburger)
Il castello dei 1000 specchi
Scopri chi sono (Indovina Chi) … e simili

Zebraschwein


L’età che sulla scatola non appare (appariva) mai ... o quasi mai: 7 anni

Il gioco da avere assolutamente, anzi assolutissimamente, è Rush & Bash [Red Glove] gioco di corse che ha tutto per piacere, pista componibile, meccanismi di gioco semplici e che tendono a far rimanere tutti i giocatori in gioco e potenziali vincitori sino alla fine della corsa, interazione diretta e qualche volta cattiva se non cattivissima.

Consiglio, anche senza averlo giocato, Monstre Toi [Captain Macaque] con l'interessante meccanismo degli adesivi speciali, privi di colla, che si attaccano con facilità alle superfici lisce e con una modalità di gioco sicuramente divertente per i piccoli fruitori del gioco. Citazione anche per Focus Junior–Sarà Vero? [Clementoni] che riesce a rendere il gioco stile ‘Trivial’ caciarone e ancora più divertente rispetto ai soliti giochi quiz e poi il punto interrogativo come strumento di gioco è da provare. Una ultima menzione per Why Fisrt [Pegasus Spiele] non ci ho mai giocato, ma, semplicemente, perché era la mia idea nel cassetto, perché bisogna per forza arrivare primi? Ora che non è più nel cassetto ed ora che non è più mia (come già successo per Imperial e per Automobile) non mi resta che consigliarlo.

8 anni siamo ancora nonsolograndi?

Il gioco da avere … troppo facile Riff Raff [ZochVerlag] è un gioco di abilità manuale, quindi anche i più piccoli possono essere competitivi, in cui però la componente delle carte aggiunge interazione forte, calcolo del rischio e anche una piccola componente di bluff; inoltre il gioco ha materiali di assoluta qualità e se si ha lo spazio fa pure bella figura come arredo!

Una menzione speciale anche per Dispettri [Giochi Uniti], confesso che noi ci giochiamo con mio figlio già da prima che compisse cinque anni. Il gioco ha un autore super affermato: Garfield (quello di Magic) è divertente e il formato delle carte permette di tenerle comodamente in mano anche ai più piccoli, insomma consigliato. Molto bello Ragnatela d'Autore [CreativaMente], da avere assolutamente per i fanatici di pittura e di Storia dell'Arte, e più in generale un gioco che catapulta i piccoli giocatori, a tutti gli effetti, nel mondo dei grandi con un mix ben riuscito di varie meccaniche e con l'immancabile sistema a puzzle tanto usato da CreativaMente per i suoi giochi. Ultimo, ma non ultimo, Zooloretto [Abacus Spiele] ovvero introdurre i nostri piccoli giocatori nel mondo del gestionale tedesco, con meccaniche di base molto semplici e con un tema che li saprà conquistare (a chi non piacciono gli animali) ... e poi la nascita dei cucciolotti nello zoo non può non appassionare!

Ha ancora senso: +X Age
Dai nove anni in su credo non abbia più senso proseguire con questo articolo, perché si innestano sempre più forti soggettività ed esperienza.
Rimando a questo articolo che può comunque fornire ulteriori indicazioni a chi cerca dei giochi per figli, nipoti, o in generale bimbi per farli entrare nel mondo dei giochi in scatola:
http://pinco11.blogspot.it/2016/04/nonsolograndi-dieci-giochi-per-iniziare.html


Per finire voglio segnalare alcuni giochi che sono assolutamente da avere al di là dell’età del bambino, da tenere con cura e da giocare sia con i bambini sia tra soli adulti. Il primo Ka-Woom [Asterion – Huch! & friends], un gioco che diverte grandi e piccoli allo stesso modo e che attiva abilità innate nei piccoli come il costruire e, soprattutto, il distruggere con materiali di assoluta eccellenza, tra i giochi di abilità manuale nettamente il mio preferito. 

Nella ludoteca non può mancare Il Prato dei Conigli
[CreativaMente] materiali di assoluta qualità e il miglior esempio che mi sia capitato di vedere come il gioco possa davvero essere divertente ed educativo contemporaneamente.

Se volete un gioco che si trova facilmente, anche nei canali della grande distribuzione, comprate Gino Pilotino/Picchiatello [MB - EditriceGiochi] un gioco di abilità che saprà coinvolgere tutti quanti e dalla longevità praticamente infinita.

Ultimo un consiglio su un mazzo di carte un po' diverso da quelli con cui si è abituati a giocare; per tirarlo fuori nelle partire con i più piccoli e dimenticare l'abusato Uno. Il consiglio è per Piou Piou [Djeco]: simpatico gioco di collezione set con partite veloci e divertenti, il tutto contenuto in una scatola di cartonato rigido facilmente trasportabile, ma attenzione che vi dovrete munire di un bell'elastico per non far scappare il tutto dalla scatola.


Per tutti quelli che hanno qualcosa da aggiungere ogni consiglio (o eventuale critica) è, naturalmente, ben accetto!



La maggior parte dei giochi elencati potete trovarli sul sito Egyp.

15 commenti:

  1. Anch'io ricevevo sempre un pensierino al mio onomastico! Che ricordi!

    RispondiElimina
  2. Da papà a papà, grazie!
    Permettimi di consigliare ai genitori gamers di non esitare a stimolare i bimbi anche con qualche gioco prettamente da grandi. A casa abbiamo provato a proporre a Silvia (7 anni) giochi come Concept e Kaleidos mettendo da parte il fattore punteggio-vincita e puntando prettamente sugli stimoli offerti da questi giochi e ovviamente sul divertimento. Inoltre, osando un po’ di più, ho scoperto che la mia ragazzina può tranquillamente battermi al Piccolo Principe o ai Coloni di Catan senza bisogno di vantaggi o aiuti concessi da un genitore benevolo!
    Altri giochi indirizzati ad età superiori possono poi avere un lato stimolante per i più piccoli se ci facciamo accompagnare da loro durante una partita. Ad esempio, giocando a Dixit (che i più piccoli non riescono a padroneggiare per via della difficoltà ad astrarre dei concetti dalle immagini che non siano parte delle immagini stesse, vanificando quindi gli intenti del gioco) può essere molto stimolante per un bambino seguire il gioco della mamma o del papà mentre essi si ispirano alle immagini che scelgono (per comprendere meglio, vedere le regole di Dixit).
    Inoltre: non lasciatevi condizionare troppo dai limiti di età riportati sulle confezioni. Prima di acquistare un gioco, fate una ricerca (in primis sui post di Simarillon!) sulle meccaniche, sull’ambientazione e sugli stimoli offerti dal gioco stesso. Se conoscete bene i vostri bambini, i loro interessi, i loro processi mentali potrete benissimo trascurare le indicazioni riportate sulla scatola e farli sentire, almeno nel gioco, un po’ più grandi!
    Ultimo consiglio: il gioco più bello da regalare a vostro figlio è quello che potrà giocare assieme a voi.
    Buone Feste!

    Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudio.
      Grazie a te. Bella l'idea di giocare sugli stimoli dei giochi trascurando il punteggio, ma con le figlie forse è un po' più facile, Lorenzo è sempre competitivo e fa gare per qualsiasi cosa!
      Concordo comunque di non fare troppo caso alle età poste sulle scatole, ma vedere cosa offre il gioco e come si approccerà il/i piccolo/i di casa. Faccio l'esempio di Caracssone, che personalmente amo molto, che ho provato a far giocare a Lorenzo ma proprio non gli piace, mentre fa delle partite ad un gioco come Dispettri stupendomi stupendomi sempre per le sue strategie di gioco e vincendo senza aiuti.
      E poi concordo anche sul fatto che si deve giocare con i propri figli, perché è il regalo più bello che gli si possa fare.

      Elimina
  3. Ottimo articolo. :-)
    Non ho ancora figli; ma mi sento di concordare anche col commento di Claudio Oliviero. La mia nipotina acquisita a sette anni gioca già a un gioco del tutto analogo a Dixit con notevole entusiasmo e fantasia.

    RispondiElimina
  4. Ambra va verso i 18 mesi e mi sa che a giugno le arriverà un titolo di questo post ^_^

    RispondiElimina
  5. Articolo bellissimo complimenti!!!
    Io per questo Natale ho optato per il piccolo scaccia I mostri perché mi ha colpito molto la grafica mentre per la grandicella (7 anni e mezzo) ho optato per why first,la lepre e la tartaruga,karnickel e sticky stickz..tutte scatole piccole ma mi hanno colpito gli articoli scritti..premetto che possiedo già molti giochi in scatola essendo più appassionata io dei figli...
    Consiglio a braccio i giochi Creativamente già menzionati illustramente da Simone, la linea Red glove sia per i più piccoli (nascondino,l'isola del tesoro..)che per i più grandicelli (vudu,kraby,rush&bush),asterion mi piacciono molto i giochi della serie ispirate alle favole (i tre porcellini è molto divertente,la lepre e la tartaruga lo devo provare),della zoch consiglio spinderella ( 6 anni piu) perché è molto innovativo,i bambini si innamorano di meccaniche semplici e divertenti e poi calare i ragnetti cercando di eliminare l'avversario ha il suo perché! !).
    Potrei andare avanti a scrivere ma mi fermo qui..ho dato dei consigli e spero di riceverne di nuovi..
    Naturalmente i "I must have" per più grandi saranno carcassonne, dixit,ticket to ride,i coloni di Catan. .
    Buon Natale a tutti e ancora complimenti per le vostre rubriche preziose..w il gioco!!!

    RispondiElimina
  6. Complimenti per l'articolo.
    Mia figlia Lucia compie due anni il 27 dicembre. Mi consigliate altri giochi oltre ad " acchiappa la polpetta" e lprendi il cucciolo"? Grazie. :-)
    Pierpaolo

    RispondiElimina
  7. Ciao, mio figlio ha 2 anni e mezzo e comincia ora a familiarizzare con i primi giochi in scatola ,molto valido è il mini frutteto della haba per il suo carattere cooperativo (si perde o si vince tutti insieme),inoltre i materiali sono di ottima qualità (ci sono tanti frutti in legno colorati e il bambino si diverte a familiarizzare con essi).altrimenti sono validi anche i primi memory (marche di qualità sono la djeco,goula).devo dire che x iniziare ,vista l'eta della bambina, sono validissimi i mattoncini in legno della eichorn il secchiello da 100 pezzi..ci si può sbizzarire con la fantasia!! Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la risposta. Con I mattoncini già ci gioca e le piacciono tantissimo. Vorrei prenderle bunny boo della smart games ( un 2+) e il mini frutteto.vediamo Babbo Natale cosa porterà :-).

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Ho inserito i giochi che ci sono sul blog, anche se MiniFrutteto lo ocnosco ed è un buon consiglio ... i giochi in scatola per due anni sono proprio pochi aspetta e poi avrai di che sbizzarirti

      Elimina
  8. Grazie di cuore!!

    Mik

    RispondiElimina
  9. Scusate, sono riuscito ad acquistare su amazon.de una copia di VIVA TOPO della "selecta" all'interno però ci sono solo le istruzioni in DE, pensavo fosse un'edizione multilingua, potreste mandarmi una scansione delle istruzioni in italiano a LTOMBINI@ALICE.it
    Grazie

    RispondiElimina
  10. Viva Topo, che differenze ci sono tra la vecchia Edizione Selecta con la nuova versione Pegasus Spiele ?

    RispondiElimina