domenica 13 settembre 2015

[Maratona estiva] - Considerazioni finali

scritto da F/\B!O P.

A una settimana dall'ultimo post della maratona pubblico ancora un articolo con alcune considerazioni finali e qualche suggerimento per chi volesse replicare l'impresa. In questa occasione la sezione MIA MOGLIE DICE COSE sarà molto più lunga del solito, dato che qui non ci sono regolamenti da spiegare e visto anche il grande apprezzamento espresso nei commenti per questo originale punto di vista. Immancabili ovviamente anche un po' di statistiche da ingegnere ^_^

CONSIDERAZIONI
L'impresa ha avuto delle conseguenze dirette che erano nelle aspettative iniziali. In particolare siamo riusciti a vivere un mese molto ludico; abbiamo giocato molte più partite di quelle che avremmo fatto senza esserci presi questo impegno; abbiamo rispolverato giochi che giacevano lì da tempo e ne abbiamo provati altri per la prima volta; abbiamo avuto la possibilità di scrivere i nostri resoconti su una vetrina con centinaia di lettori giornalieri. Queste sono state le cose belle che in qualche modo ci attendavamo razionalmente prima di iniziare.
Ma ci sono stati anche dei regali sorprendenti: in primis la partecipazione dei nostri amici. Quando abbiamo cominciato a parlarne e scriverne in giro in molti hanno dimostrato interesse nell'iniziativa, non solo all'interno del nostro gruppo di gioco, ma anche tra i babbani. Parecchi non-giocatori o giocatori occasionali ci hanno chiesto di poter prenderne parte. Per l'equilibrio familiare e per le caratteristiche dei giochi (molti erano astratti da 2) non abbiamo aperto le porte ogni giorno, ma per 13 volte è successo. Con la scusa di questa impresa abbiamo rivisto qualcuno dopo un certo tempo e qualcun altro ha avuto la possibilità di scoprire un mondo che va oltre Risiko e Monopoli. Gli aneddoti di guerra splendono come mostrine lucidate. Monica ha pure trovato l'ispirazione per un racconto breve sui GdT.
Poi lo spiegare i regolamenti a voce mi ha aiutato nello scrivere qui che mi ha aiutato nelle spiegazioni successive: sfrondare dalla prolissità, introdurre i concetti al momento giusto, cosa dire prima e cosa dopo, dove servono gli esempi, quando è meglio mostrare fisicamente una meccanica, ecc. La pubblicazione espone alle critiche, ma è molto incoraggiante vedere un nome che ha commentato un post tornare a scrivere la sua in calce ad un altro. Se poi tra i commentatori c'è anche l'autore del gioco... top!
Lati negativi?
A volte il "dobbiamo giocare perché stiamo facendo la maratona", soprattutto in alcune luuuuunghe giornate che normalmente avremmo concluso con un film o andando a letto prima, ha capovolto il senso dell'iniziativa, quando l'idea di partenza era "facciamo una maratona per stimolarci a giocare di più". Nel complesso un piccolo prezzo da pagare per l'abbondante messe raccolta.

SUGGERIMENTI
Noi ci eravamo imposti tre vincoli:
  1. ogni giorno almeno una partita;
  2. ogni giorno almeno un titolo non giocato nel mese;
  3. possibilmente giochi tra quelli non presenti nel blog.
Quello che posso dire a chi vuole replicare un mese con alcuni dei suddetti vincoli è questo: prendete l'agenda e controllate se avete fissato degli impegni (familiari, lavorativi, sociali, ...), perché queste saranno le date più impegnative. Noi ci siamo ritrovati a giocare tra una cerimonia di nozze e la festa serale, tra il lavoro e l'asta del fantacalcio, al telefono durante un addio al celibato, in un angolo alla festa per il 96° compleanno di mia nonna.
Togliendo il terzo (che non credo abbia molto senso al di fuori di questa collaborazione) le cose si semplificano decisamente, perché intanto trovare così tanti giochi non recensiti non è affatto facile, poi potete metterli in tavola senza curarvi dei generi (noi abbiamo cercato di alternare astratti, pesi medi, filler, print-and-play e carte per non tediare troppo i lettori).
Per soddisfare il secondo basta avere almeno una trentina di titoli in scaffale o amici sostenitori come i nostri ;-)
In ogni caso tenete quelli che durano di più per le giornate tranquille e quelli che rendono meglio in 3+ per quando avete ospiti. Noi a fine luglio avevamo messo giù il calendario fino alla terza settimana di agosto compresa, poi abbiamo riempito i giorni restanti in base a chi ci chiedeva di tornare e alle (mancate) consegne.

STATISTICHE
Ecco i numeri conclusivi dopo quelli di metà impresa! Ammetto immodestamente che le due immagini di questa sezione mi rendono molto fiero ^_^
In 31 giorni abbiamo giocato a 36 titoli diversi per un totale di 57 partite. I cinque già recensiti sono stati: Times'Up, Love Letter, La Boca, Samurai Sword, La Isla. Il tempo passato in questo divertente modo è stato di 1417 minuti (il 3,17% della nostra vita): i 3' di Cathedral restano la partita più breve, i 135' di First to Fight diventano la più lunga. Così la spartizione delle vittorie: 28 F/\B!O, 24 mOKa, 2 pareggi (Briganti Logici e DVONN), 4 per gli ospiti (Gourdo a Toledo, il Longhi a Wings of Glory, Benedetta e AndreaB a Samurai Sword). Da sottolineare la prestazione di Monica, che è staccata di sole quattro lunghezze, pur avendo giocato spesso su terreni a lei poco congeniali (astratti): se guardiamo il conteggio parziale nella seconda metà della maratona vince lei per 16-11. Abbiamo avuto il piacere di accogliere 20 amici (di cui 5 più volte). I post in media hanno avuto 655 letture e 4 commenti non nostri. La top4 è composta da:
  1. High Speed Rail (1785)
  2. Toledo (1250)
  3. The Empire Engine (1121)
  4. Meteor (1106)
I giochi sulla Seconda Guerra Mondiale sono stati quelli con più interazione: 17 commenti non nostri per First to Fight e 16 per Wings of Glory. In quelli di Pylos è nato un bel confronto su card gamer, board gamer e war gamer.
Grazie a Pinco11, che ha accolto con entusiasmo e fiducia la nostra pazza proposta.
Grazie agli altri autori del blog, che ci hanno incoraggiato anche semplicemente lasciando un commento.
Grazie a chi ci ha letto, a chi ci ha commentato (magari facendolo per la prima volta), a chi si è fidato delle nostre parole per spendere i suoi soldi, a chi ha speso qualche parola di sostegno e a chi ci ha chiesto di continuare.
Torneremo a farci vivi appena avremo qualche titolo nuovo e interessante...

giorno
della partita
titologiorno del post
sab 01GIPFdom 2 ago 2015
dom 02Pocket Imperiummer 5 ago 2015
lun 03Carte binariemar 4 ago 2015
mar 04Run Emily Run!gio 6 ago 2015
mer 05Amber Routeven 7 ago 2015
gio 06Cathedralsab 8 ago 2015
ven 07Tiny Epic Kingdomsdom 9 ago 2015
sab 08Yardmaster Expresslun 10 ago 2015
dom 09DVONNmar 11 ago 2015
lun 10Tiny Epic Defendersmer 12 ago 2015
mar 11Japanese: The Gamegio 13 ago 2015
mer 12Quixoven 14 ago 2015
gio 13High Speed Railsab 15 ago 2015
ven 14YINSHdom 16 ago 2015
sab 15Mine, All Mine!lun 17 ago 2015
dom 16Stockpilemar 18 ago 2015
lun 17The Empire Enginegio 20 ago 2015
mar 18Pylosven 21 ago 2015
mer 19First to Fightdom 23 ago 2015
gio 20One Zero Onesab 22 ago 2015
ven 21PÜNCTlun 24 ago 2015
sab 22Sword and Sailmar 25 ago 2015
dom 23Toledogio 27 ago 2015
lun 24Meteorven 28 ago 2015
mar 25Wings of Glorymer 2 set 2015
mer 26Coin Agelun 31 ago 2015
gio 27Fabulagio 3 set 2015
ven 28Micro Play-Break: Kingdomsven 4 set 2015
sab 29Micro Play-Break: Duelven 4 set 2015
dom 30Zoolorettosab 5 set 2015
lun 31TZAARdom 6 set 2015


MIA MOGLIE DICE COSE
«Ho accolto l'idea del mese di giochi con gioia. Mi è piaciuto subito il progetto di mio marito, mi è sembrato che fosse realizzabile, anche se forse un po' impegnativo. Un po' impegnativo, infatti, lo è stato. Non perché non mi piacciano i giochi in scatola o perché avevamo troppi impegni mondani, anzi, con una bimba piccola le serate a casa sono molto molto frequenti. Un mese, però, è lungo e non tutte le giornate sono uguali. Trovarsi a fare una partita al telefono, perché il marito è via per due giorni, non mi sembra l'ideale. Di certo è un'esperienza fuori dall'ordinario e nell'insieme ci sta anche averci provato, ma per piacere mai più. Diventa un obbligo e io ci sono vagamente allergica. Dover fare qualcosa perché bisogna, mi incastra la mente. C'è già il lavoro, non basta? A metà mese ho cominciato ad accusare la stanchezza. In realtà è probabilissimo che ci saremmo trovati lo stesso a giocare quasi tutte le sere ad agosto, non andando in ferie, ma la costrizione ha tolto un po' di splendore all'insieme. Anche perché era da metà mese che volevo fare una partita a Carcassonne, ma non si poteva, perché non era nell'elenco dei giochi selezionati da Fabio. O almeno, certo che si poteva, ma dopo un altro. E insomma, troppa fatica. Preciso che non mi sono mai lamentata, non era nei patti lagnarsi o abbandonare. Inoltre non è nel mio carattere lasciar cadere un progetto per una stupidaggine del genere. Ma stiamo facendo il punto e sono onesta, ammetto le mie debolezze. 
Le fatiche davvero grandi sono state: tutti i giochi astratti, First to Fight e Wings of Glory. L'ho già scritto che mi si spegneva il cervello, il divertimento e ogni tanto cercavo di escogitare piani per scappare. Tipo Ambra che non voleva dormire. Poi, però, ero troppo ligia al dovere, e dopo un tentativo di fuga (mentale o fisico), mi rassegnavo e mi impegnavo. Devo ammettere che è stato un bene non aver ceduto a quella sensazione molto simile al conato di vomito. Ho perseverato e mi ha fatto bene. Mi sono resa conto che il mio modo di pensare è cambiato. Riesco a capire prima le regole, riesco velocemente a farmi un'idea di quello che potrà accadere dopo un paio di mosse (a parte quando muoio di sonno) e ragiono in modo più efficace. Insomma, è stata una vera palestra. Non so se mi servirà mai nella vita, ma migliorare, apprendere, fa sempre piacere, anche se si tratta di giochi in scatola. Per cui questo è un lato positivo di questo mese trascorso tra pedine di ogni tipo, dadi, ecc...

Non è il solo: ho provato tanti titoli strani e divertenti. Ho scoperto il mio lato portato al suicidio nei giochi in cui bisogna ammazzare qualcuno. Ma soprattutto: abbiamo avuto un sacco di ospiti. La parte sociale di questo esperimento è stata fantastica! Chi l'avrebbe mai detto? Invece i nostri amici sono stati davvero una fonte di divertimento, di simpatia e di sostegno. Sono sicura che mi avrebbe pesato di più se fossimo stati sempre noi due, due noi e noi due. Oddio, che noia. Invece così è stato tutto più leggero.
Altra cosa positiva è stato Fabula. Lo so, non è un gioco per tutti. Ma dopo averci giocato, l'ho utilizzato per far creare una storia a una bambina. Un modo non traumatico per insegnare ai pupi come costruire un testo. 
Bene, allora, considerazione finale? Da rifare? Così anche no. Magari con cadenze meno serrate. 
Ho io una domanda per voi ora: mi posso ritenere abbastanza nerd? Io spero di sì, insomma, me lo sono meritato?
Adesso attendiamo che Ambra cresca...»

14 commenti:

  1. Bellissimo post conclusivo per un progetto che per me ha del titanico. Un bravi per l'impegno e per averci fatto scoprire tanti titoli curiosi

    RispondiElimina
  2. Complimenti per l'iniziativa, soprattutto a tua moglie: il suo trafiletto è onestamente quello che andavo a leggere quasi subito :).

    Ora però non credere di poter sparire: sei della squadra e ti aspettiamo con nuovi articoli al più presto (tranquillo, non uno al giorno... ;)

    RispondiElimina
  3. Rinnovo i complimenti e ammetto anch'io di essere andato a leggere per prima cosa il trafiletto "mia moglie dice cose" XD

    Davide Nippo

    RispondiElimina
  4. Complimenti e grazie di aver condiviso con noi l'impegno ludico
    Donato

    RispondiElimina
  5. Tranquilli, il ragazzo ha già firmato il nuovo contratto :)
    Stavolta però sarà un impegno più leggero, per cui non partirà subito con la nuova 'maratona annuale' :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche perchè... lo perdiamo per strada... che rifiati!!!! :)

      Elimina
  6. Progetto (titanico) fantastico in un periodo azzeccatissimo.
    Ammetto di aver fatto più di un giro sul blog a leggere i nuovi post durante i momenti morti delle vacanze.
    Fabio hai illustrato splendidamente i giochi, con rara capacità di sintesi sei stato in grado di farne capire il funzionamento.
    La ciliegina sulla torta è stata, ovviamente, la sezione "mia moglie dice cose". Un ottimo punto di vista...più emotivo (se mi posso permettere).

    Ecco, un unico appunto semmai: forse sono solo io ma mi è riuscito spesso difficile decifrare il tuo (di Fabio) giudizio complessivo ai giochi. Ma la sezione di tua moglie ha comunque rimediato alla grande! :)

    Complimenti ad entrambi!

    RispondiElimina
  7. [Pubblico in piedi. Lungo, lunghissimo applauso. Lancio di rose sul palco.] Degno finale! Bravi! Credo che questo splendido progetto, dall'ideazione alla realizzazione alla condivisione, rispecchi molto VOI come persone. Grazie per averci dato l'opportunità di accompagnarvi.

    RispondiElimina
  8. Ancora complimenti e speriamo di vedere presto vostre nuove recensioni (vostre sottolineo).

    Mi riaggancio a Azgaroth e Davide Nippo, pure io cominciavo l'articolo da "mia moglie dice..." per farmi un'idea di quale gioco mi aspettava.

    RispondiElimina
  9. Bravissimo, anzi, bravissimi per l'impegno e la costanza! Un ottimo acquisto per la ciurma!!
    Applausi sinceri!

    RispondiElimina
  10. Spero non vi offendiate se rispondo a tutti in una volta, ma chi mi cita ha scritto più o meno la stessa cosa e mi sentirei troppo ripetitiva. Grazie per l'apprezzamento delle mie quattro righe, circa, quotidiane. In realtà molto spesso mi sembrava di scrivere delle cavolate, tenendo conto dei tecnicismi che mi precedevano. Per cui mi fa piacere che il mio piccolo contributo sia stato utile, anche solo per entrare emotivamente nel post.

    RispondiElimina
  11. Grazie-grazie-grazie ancora e di nuovo!
    La nostra giocoteca ha già dato quel che poteva, per cui attualmente mancano frecce nella faretra... ma come avrete capito sono molto attivo sul fronte KS, per cui appena ci consegneranno i frutti delle ultime campagne torneremo a scrivere le nostre recensioni a due voci. Che la blogstar fosse Monica lo sapevamo già, infondo lei scrive sui blog dal 2007 ^_^

    [InizioSpotPubblicitario]
    Per chi volesse leggere altre sue parole, qui trovate il suo primo libro...
    [FineSpotPubblicitario]

    Raccolgo volentieri spunti e appunti, per cui in linea di massima nei prossimi articoli inserirò un giudizio/voto, un link diretto nell'introduzione alla sezione di Monica e il corrispondente "torna su". Se avete altri suggerimenti non fatevi problemi a scriverli, mi aiutano molto!

    RispondiElimina
  12. Complimenti anche da me, anche se non ho seguito assiduamente il progetto. Sono curioso riguardo la partita al telefono... ma come avete fatto?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, se hai letto le regole di MPB Duel ti sarai reso conto che sono molto semplici. Avevamo due copie del gioco, una con le illustrazioni standard (rimasta a casa con Monica) e una con quelle alternative (portata via con me). Ognuno ha disposto le due carte guerriero sul tavolo di fronte a sé, poi chi attaccava diceva tipo "metto la carta attacco nella sezione superiore" e l'altro poteva rispondere:
      1) "paro un attacco fisico nella stessa sezione" (pensando ad un pugno);
      2) "paro un attacco fisico nell'altra sezione" (pensando ad un calcio);
      3) "paro un attacco magico nella stessa sezione".
      Fatto questo, l'attacante comunicava la sua carta ed eventualmente si aggiornavano i contatori. Se del caso, si invertivano i ruoli.
      In pratica entrambi replicavamo sul nostro tavolo quello che l'altro diceva al telefono.
      Spero di esser stato abbastanza chiaro ^_^

      Elimina