sabato 27 giugno 2015

Recensioni Minute - Auf den Spuren von Marco Polo

scritto da TeOoh!

Finalmente ce l'ho fatta a recensire questo titolo! Acquistato ormai parliamo di quasi 3 mesi fa, sono riuscito a metterlo in tavola pochissimo, per via del ridotto tempo di gioco che ho avuto ultimamente e dei vari slittamenti di scaletta.
Però era lì, che mi guardava e mi diceva "lo so che un giorno ce la farai" e... ta-daan! Grazie scatola dai bordi blu per aver avuto fiducia in me!
Sono quindi pronto a mettervi sullo schermo "Auf den Spuren von Marco Polo" ("The voyages of Marco Polo") di Simone Luciani e Daniele Tascini, per 2-4 giocatori, della durata di 25 minuti/giocatore; edito dalla Hans im Gluck.

La minutissima è: ciascun giocatore, dopo aver lanciato i dadi a inizio round, li piazzerà a turno sulla plancia per effettuare le azioni, tra cui: raccogliere risorse, raccogliere contratti, spostarsi sulla mappa. Ogni giocatore collezionerà quindi PV completando contratti (che consumano risorse), raggiungendo città (secondo obiettivi segreti) e convertendo risorse. Chi ne ha di più dopo 5 round è il vincitore!

La forza del gioco sta sicuramente nella molteplicità degli scenari di fronte a cui ci si trova a inizio partita: si ha una mappa creata casualmente, personaggi assegnati ai giocatori con poteri speciali tutti differenti, obiettivi segreti da raggiungere. Questo porta a dover decidere accuratamente prima di iniziare il primo turno quali saranno le strade da intraprendere per collezionare i PV e poi adattarsi tatticamente per riuscire ad ottimizzare tali strade.

Per i materiali, hanno deciso di riempire la scatola a badilate tra cartoncino fustellato, legno sagomato e carte. Il tutto con una grafica curata e indipendente dal linguaggio.
Nel filmato trovate una visione più dettagliata di cosa intendo per "badilate".

Il titolo non è complesso da apprendere, rendendosi quindi giocabile anche da non-accaniti; allo stesso tempo, però nasconde abbastanza da esplorare e combinazioni da apprendere per impostare la partita, da soddisfare anche i palati degli esperti.

In termini di design, penso che le abilità asimmetriche dei personaggi siano fondamentali, sia nel consegnare la vittoria a chi le usa meglio, ma anche per "non affollare" troppo alcune azioni. Penso ad esempio al Merkator che permette di ricevere risorse gratis quando gli altri vanno al mercato. Sapere che ce n'è uno al tavolo presuppone che quel giocatore non dovrebbe frequentare eccessivamente tale zona; così come un Matteo Polo, guadagnandosi un contratto gratis a turno, non lo si dovrebbe trovare troppo spesso a recuperarne sullo spazio azione. Rileggendo il paragrafo, mi domando cosa c'entri con la recensione questa mia considerazione, ma ormai l'ho scritta...

Arrivo al "se proprio devo trovarci qualcosa": il fatto che nel gioco ci siano dei dadi e vadano lanciati ad inizio turno, potrà far storcere il naso a qualcuno, additando Marco Polo come preda della fortuna. A volte tale etichetta verrà applicata anche prima dell'inizio della partita. Beh, tale etichetta si rivelerà sbagliata.
Confesso, che mi è capitato di urlare "dadi del cacchio!" in un turno in cui, avendo un 3 da mettere sullo spazio azione del camminare, anzichè un 2 (o un 1, mi serviva 1 solo passo), mi avrebbe comportato lo spendere una moneta in più... per la quale non avrei potuto pagare il dazio del passo sulla tratta da 15 monete (lasciandomene infatti solo 14), ma l'evento è stato, appunto, unico.
Mi piace sottolineare, a tal proposito (così vi dò anche la risposta servita), che esiste un personaggio che NON LANCIA i dadi, ma seleziona le facce. Se non risulta sgravato rispetto a tutti gli altri, è perchè tutto sommato, il lavoro di eliminazione dell'alea è stato ben condotto. O no?

Vi lascio quindi al link Egyp e vi lascio al mio entusiastico filmato.
Buona visione!

 

8 commenti:

  1. Grande! Aspettavo la minuta di Marco Polo, me lo sto lumando questo gioco. Mitico TeOoh!
    Grazie
    Donato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di aver colmato la mancanza allora! :D

      Elimina
  2. Bella recensione e titolo molto interessante, c'è anche la versione italiana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. al momento non c'è versione italiana all'orizzonte. In ogni caso, indipendente dalla lingua.

      Elimina
    2. Tecnicamente è opzionato dala giochi uniti che stamperà accodandosi alla prossima ristampa internazionale.
      Fonte: uno degli autori sul forum della Tana.

      Elimina
  3. Ok vedrò se in Tana qualcuno la farà ;)

    RispondiElimina
  4. http://www.goblins.net/download/auf-den-spuren-von-marco-polo 👍

    RispondiElimina