venerdì 29 maggio 2015

[nonsolograndi] Karnickel


scritto da
Simarillon (Davide)


Oggi a nonsolograndi si para di Karnickel, gioco di Brett Gilbert, che si può giocare da due a quattro giocatori, a partire dai sei anni in partite di poco più di quindici minuti. Il gioco è edito dalla Lookout Spiele e ne approfitto per segnalare come i tedeschi siano bravi nel tematizzare i loro giochi. Tutti quanti sanno che i conigli amano la campagna e … le carote, ovviamente! Ma devono stare attenti, perché il treno potrebbe arrivare in qualsiasi momento facendoli fuggire spaventati dalla ricerca della conquista dei prelibati ortaggi lungo il percorso del treno.
Se ne volete sapere di più sul gioco … continuate a leggere.


I MATERIALI
Scatola piccola, ma ricca di materiali, quella del gioco di oggi. Si parte dalle otto tessere ferrovia che, unite, formeranno il percorso circolare del gioco; ci sono poi una locomotiva, trentasei carote, sei conigli tutti differenti e molto caratterizzati, quattro conigliere (il tutto in cartone di buono spessore), completano la dotazione cinque piedistalli in plastica di diverso colore (blu, giallo, rosso, verde, nero) e sette dadi customizzati a sei facce su ognuno di dadi compariranno le seguenti combinazioni:
  • cerchio diviso a metà giallo e blu
  • cerchio diviso a metà giallo e rosso
  • cerchio diviso a metà verde e blu
  • cerchio diviso a metà verde e rosso
  • cerchio nero con una freccia
  • cerchio nero con due frecce.
Le facce dei dadi vengono preparate appena acquistato il gioco attaccando correttamente gli adesivi; questo è l’unico aspetto che mi lascia dubbioso dal momento che con un uso assiduo (non a casa nostra considerando tutti i giochi che abbiamo) non so cosa possa succedere.
Direi che i materiali sono ampiamente promossi sia in qualità sia per i piccoli accorgimenti che sono stati presi e che il fatto che possano essere contenuti in una scatola di dimensioni ridotte è un ulteriore pregio.

IL GIOCO ... OVVERO ECCOVI LE REGOLE
Prima di iniziare si dispongono le tessere ferrovia in modo da creare un cerchio e si dispone la
materiali in gioco
locomotiva sulla tessera di partenza, si mettono poi tutte le carote in modo da formare una riserva comune da cui attingere. Si scelgono una conigliera ed un coniglio che si pone sopra un piedistallo, e da ultimo si posiziona il proprio coniglio su una delle tessere ferrovia a piacimento. Più conigli possono trovarsi sulla stessa tessera contemporaneamente e possono stare sulla tessera dove si trova la locomotiva.

Il giocatore di turno tira i sette dadi e, immediatamente pone quelli che rappresentano la locomotiva (cerchio nero) al centro del percorso, fra i dadi rimanenti sceglie uno dei colori e dovrà spostare il coniglio di quel colore di tante tessere ferrovia quanti sono i dadi dove è presente quel colore. Al temine del movimento i dadi che non presentano la tessera locomotiva verranno passati al giocatore successivo che tirerà i dadi rimasti e per il cui movimento varrà quanto scritto sino ad ora.
Nel momento in cui tutti i dadi mostrano la locomotiva il giocatore prenderà i sette dadi e li tirerà; quindi la locomotiva si muoverà del numero di tessere pari al numero di frecce presenti sui dadi tirati, con i seguenti effetti:
  • ogni coniglio che si trova su una tessera ferrovia che viene attraversata dal treno fugge via spaventato
  • i conigli che si trovano su una tessera con la galleria si nascondono e rimangono fermi sulla tessera stessa
  • i conigli che si trovano su una tessera che non viene attraversata dalla locomotiva rimangono dove sono
Se sulla tessera ferrovia si trovano uno o più conigli ognuno raccoglie una, due o tre carote, a seconda di quanto indicato dalla tessera ferrovia. Se il coniglio si trova sulla tessera galleria con la carota esplosa si restituisce una delle carote in proprio possesso. Se, invece, tutti i conigli sono fuggiti spaventati il giocatore che ha mosso il treno ottiene una carota da tutti gli altri giocatori (se la possiedono). Per ultimo i giocatori riposizionano sul percorso, a proprio piacimento, i conigli che sono scappati via spaventati, i conigli sul percorso rimangono, invece, fermi.
Vince il giocatore che, per primo, riesce a raccogliere otto carote. In caso di parità si può giocare un nuovo turno per dirimere la stessa.

CONSIDERAZIONI PERSONALI / IMPRESSIONI
Il gioco è nel complesso un buon gioco, trovo, per iniziare, molto interessante la possibilità di personalizzare il percorso rimescolando l’ordine delle otto tessere ferrovia con cui costruire lo spazio di gioco. Buona anche l’idea di fornire un percorso di gioco ‘equilibrato’ nel regolamento e il suggerimento di giocare con questo percorso standard. Interessante anche la possibilità di modulare la lunghezza della partita, essendo la condizione di vittoria un numero di carote da raccogliere se si decide per una partita più breve sarà sufficiente raccogliere, ad esempio, sei carote, mentre se si vuole una partita un po’ più lunga si passerà da otto a dieci carote. 
ciuff ciuff ....
Un plus di Karnickel, assolutamente inutile ai fini del flusso di gioco, ma comunque simpatico, consiste nell’avere sei conigli tra cui scegliere la propria pedina; inoltre i conigli sono tutti molto caratterizzati e si passa dal guerriero al ninja, dal coniglio rosa all’esploratore, questo da un pizzico di tematizzazione in più e aiuta a rendere il gioco più divertente.
Il regolamento è, in qualche caso, un po’ lacunoso e lascia spazio all’interpretazione almeno nella sua traduzione in italiano, lingua presente nel manuale di istruzioni insieme alle più tradizionali, per i giochi in scatola, tedesco, francese e inglese e l'inusuale giapponese.
Il gioco ha una scatola di piccole dimensioni ed è facilmente trasportabile, sebbene sia richiesto comunque un certo spazio per essere giocato (almeno lo spazio per costruire il percorso). Per finire sulla scatola appare un 6+ come età minima di accesso ad essere sincero, considerando anche il fatto che non c’è niente da leggere, ma basta saper contare, direi che il gioco si può considerare accessibile a partire dai cinque anni.

COSA SI IMAPARA IN QUESTO GIOCO

Personalmente aggiungo questo paragrafo perché ritengo importante ricordare il valore educativo del giocare, e che ‘a nessuno la fortuna pare tanto cieca quanto a coloro che non ne sono beneficati’ come scrive Francois de La Rochefoucauld nel suo Aforsmi.

Ecco quindi in elenco le cose che Lorenzo (o gli altri bambini che lo hanno provato) hanno imparato giocando al gioco Karnickel:
  • il gioco propone una primissima (ed interessante) gestione del lancio dei dadi, personalmente
    sceglierò il verde
    non sono molto amico del dado, ma questo gioco può essere un primo modo per avvicinarsi … come Peudo o I Castelli della Borgogna, due giochi classici molto belli in cui il dado, esattamente con Karnickel è padrone del flusso di gioco, ma i giocatori sono, invece, padroni del proprio destino nel gioco;
  • il dover tirare, potenzialmente, molti dadi, pone, i giocatori di fronte all’ ottimizzazione del risultato valutando sia quale sia il colore migliore da scegliere con attenzione;
  • c’è poi una forte interazione sia con la fortuna (e cin mancherebbe è pur sempre un gioco di dadi) sia con gli avversari, tanto che potrebbe essere conveniente scegliere un colore più per danneggiare (o non troppo avvantaggiare) un avversario piuttosto che ottimizzando la scelta solo sul proprio coniglio;

FINO A QUANDO CI POSSO GIOCARE
In questo capitolo, come ho già scritto, azzardo delle ipotesi sulla base delle mie limitate conoscenze su età future che sono tutte da esplorare con Lorenzo e su delle sensazioni che mi ha trasmesso il gioco ed, eventualmente sulle poche partite che ho potuto fare al gioco con bimbi di varie età un po’ più grandi di mio figlio e in questo caso specifico con qualche nonsolopiccolo.
piramide coniglia

Le meccanica, pur essendo davvero semplice, permette di divertirsi a qualsiasi età, Karnickel è, quindi, un gioco che potete giocare con vostro figlio, ma che si può tranquillamente giocare anche fra soli adulti e la cui longevità sarà, di sicuro, uno dei suoi punti di forza, insomma potrebbe, rimanere nella vostra ludoteca per sempre.

PERCHE' GIOCARE CON PAPA' MA SOPRATUTTO CON MAMMA
Tutti i giochi è bello giocarli con mamma e papà ecco qui i motivi in più per giocarli insieme.

Il tirare i dadi e tante volte farà piacere ai papà e ai piccoli giocatori, ma, allo stesso tempo, potrà far piacere anche alle mamme, in fondo chi non ha dovuto tirare i dadi nel propria infanzia. Il coniglio rosa poi, e un incentivo al gioco per tutte le mamme che si troveranno, quasi necessariamente a giocare con questo coniglietto. Per ultimo l’ambientazione, anche abbastanza sentita, può che essere piacevole per chiunque scelga di giocare una partita a Karnickel.


2 commenti:

  1. Ho acquistato questo gioco per natale e mia figlia ha gradito molto..purtroppo,però,gli adesivi da apporre sui dadi non sono molto resistenti (se ne è staccato uno subito e non l'abbiamo ritrovato!!)..anche i conigli dentro i piedistalli rischiano di sciuparsi presto se vengono tolti e rimessi spesso!comunque nel complesso il gioco è carino;mi rimane un dubbio che spero tu possa chiarirmi (il regolamento è un po lacunoso a tratti):quando lancio i dadi devo obbligatoriamente spostare un mio coniglio se è presente il colore corrispondente oppure posso spostare anche il Coniglio di un avversario? Dal regolamento sembra che posso spostare un coniglio avversario solo se nei dadi non compare il mio colore...grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena
      il regolamento è molto lacunoso in alcuni punti e non è il massimo in un gioco per bambini. Nel regolamento, comunque viene specificato chiaramente che si può muovere un qualsiasi coniglio sia proprio sia degli altri giocatori e questo è uno degli aspetti positivi del gioco.
      Per quanto riguarda i dadi che si rovinano Lorenzo è maniacale quasi se non quanto di più del papà quindi i suoi giochi anche se giocati sono sempre tutti praticamente perfetti.

      Elimina