martedì 20 gennaio 2015

[Riscopriamoli] Diamonds Club

[Fabio] Altro contributo, oggi, per uno dei nostri lettori intraprendenti il quale, amante del gioco Diamonds Club e dolente per la mancanza, in giro, di notizie approfondite su di esso, ci ha inviato la sua recensione del gioco (destinata a comparire anche, in forma più sintetica, sulla Tana dei Goblin). Un saluto ed un benvenuto anche a lui!

scritto da Danilo (Benga)

Diamonds Club è un gioco di Rüdiger Dorn per 2-4 giocatori della durata di 75 minuti da 10 anni o più, pubblicato dalla Ravensburger nel 2008.
L’autore negli anni precedenti si era già distinto per svariati giochi, fra cui i più importanti Genoa, Goa, Jambo e Louis XIV. Nella sua ultima produzione Istanbul (vincitore del Kennerspiel des Jahres nel 2014) ritroviamo delle pietre preziose i rubini, ma con meccaniche completamente differenti.
Il gioco non ha riscosso un grandissimo successo anche se nel 2009 ha ricevuto la nomination sia per lo Spiel des Jahres che per l’International Gamers Awards.


AMBIENTAZIONE

Inghilterra fine del 19mo secolo.
Nel Diamonds Club di Londra, dei ricchi commercianti di pietre preziose, discutono su chi di loro abbia più successo e quindi debba diventare presidente del Club.
Decidono di fare una sfida: chi di loro costruirà a Londra il parco più prestigioso grazie alla ricchezza accumulata con il commercio delle pietre preziose sarà il nuovo presidente del Diamonds Club.

COMPONENTI

4 schede parco dei giocatori in cartone 
1 tabellone (composto da 4 pezzi componibili) 
12 cartoncini mercato 
2 cartoncini "mercato chiuso" (per le partite a 2 e 3 giocatori)
56 monete di plastica belle grandi 
100 gemme in plastica nei 5 colori (rosso rubini, verdi smeraldi, giallo topazi, blu zaffiri, bianco diamanti) 
40 pedine dei giocatori in plastica (10 x 4 colori) 
84 tessere costruzioni (roseti, fontane ecc..)
 21 tessere animali, 
56 tessere equipaggiamento (miniere, diritti di estrazione, navi) 
8 carte punti bonus 
4 tessere di aiuto per i giocatori relative alla fasi di gioco e all’attribuzione dei punti vittoria.
regolamento.

IL GIOCO (REGOLE)

Al centro del tavolo viene posizionato il tabellone componibile nel quale possono essere individuate 3 aree. Nella parte inferiore la traccia con l’ordine di turno dei giocatori, che di volta in volta nel corso della partita cambia a seconda delle scelte dei giocatori stessi.
Al centro il mercato con le varie risorse in vendita che cambiano casualmente ad ogni round. In alto le costruzioni che ogni giocatore potrà effettuare durante la partita in cambio di gemme preziose e che servono ad abbellire il parco di ciascun giocatore. 
Ogni giocatore possiede poi una propria plancia personale raffigurante il parco in costruzione, dotato di 14 spazi verdi chiaro e 5 verdi scuro nei quali di volta in volta verranno collocate le costruzioni acquistate dai giocatori. Accanto al parco è presente una plancia sviluppo (simile a Goa) che rappresenta il grado di tecnologia del giocatore in 3 ambiti: Boschi, Tecnica di estrazione dei minerali e Denaro.

La partita si svolge in più round ognuno articolato su 5 fasi.
Creazione del mercato
Acquisto al mercato
Distribuzione Diamanti
Produzione pietre preziose
Costruzione

La partita termina quando uno dei giocatori ha completato tutti e 14 gli spazi verdi chiaro del suo parco. A quel punto si completa il round corrente nel quale è consentito costruire eventuali costruzioni in sovrannumero negli spazi verdi scuro del proprio parco. Al termine del round il giocatore con più punti vittoria (come vedremo in seguito ottenuti dal tipo e dalle combinazioni di costruzioni nel proprio parco) sarà il vincitore.

Delle cinque fasi in realtà solo alcune sono attive, cioè nelle quali il giocatore può effettuare delle scelte e compiere delle azioni, mentre altre come la fase 1 e 3 sono semplici fasi intermedie dove si verificano certe condizioni per tutti i giocatori.

Creazione del mercato
Molto semplicemente vengono mescolate da parte di un giocatore le strisce che compongono il mercato e vengono collocate al centro del tabellone, a formare una griglia di “beni” in vendita.
La dimensione del mercato scala in base al numero di giocatori, 48 caselle 6x8 nel caso di 4 giocatori, 36 caselle 6x6 nel caso di 3 giocatori e infine 24 caselle 6x4 nel caso di 2 giocatori.
All’inizio di ogni fase uno le tessere verranno rimescolate e ridisposte per avere sempre un mercato differente ad ogni round.

Acquisto al mercato
La fase di acquisto è la più importante del gioco perché è quella che condiziona le nostre giocate anche per tutte le fasi successive.
Ogni giocatore a inizio partita dispone di 10 monete e in senso orario a partire dal primo giocatore può collocare una delle sue monete su una delle caselle libere del mercato per acquisire il bene raffigurato oppure può se lo desidera passare il turno.
Un giocatore che passa il turno ha finito la sua fase di acquisizione e non può rientrare per effettuare acquisti.
Molto importante, è il fatto che il costo da pagare per i beni aumenta nel corso della stessa fase mano a mano che i giocatori posizionano monete nella griglia stessa del mercato.
Questo perché il costo di ogni casella è dato sempre da 1 moneta più 1 moneta per ogni casella ortogonalmente (non quelle in diagonale) adiacente già acquistata in precedenza da un qualunque giocatore. In questo modo una singola casella può arrivare a costare fino a 5 monete quando tutte e 4 le caselle adiacenti (quella a sinistra, quella a destra, quella superiore e quella inferiore) sono già state vendute in precedenza.
I beni che possono essere acquistati al mercato sono di vario tipo:
- possono essere upgrade di una delle proprie tecnologie nella plancia sviluppo
- schede animali, da collocare direttamente nel proprio parco in uno dei 14 spazi verdi e che daranno punti vittoria a fine partita
- “punti” giocatore iniziale, per cercare di diventare il primo giocatore a giocare nelle fasi successive e per il round successivo
- equipaggiamenti, di tre tipi miniera, diritti di estrazione e navi per il trasporto delle pietre preziose da utilizzare nella fase 4 in combinazione per ottenere pietre preziose.

Distribuzione Diamanti.
Nel gioco i giocatori riescono a produrre pietre preziose di 4 tipi, rubini, smeraldi, zaffiri e topazi. I diamanti sono le pietre più rare e difficili da ottenere e funziono da “Jolly” e possono essere usati al posto di una qualunque altra pietra.
In questa fase viene assegnato un diamante al giocatore che al termine della fase precedente è rimasto con più monete in mano (in caso di parità a entrambi).
Un altro diamante viene assegnato al giocatore che al termine della fase precedente è riuscito ad andare più avanti nella traccia del giocatore iniziale (in caso di parità a entrambi).

Produzione pietre preziose.
Tutti i giocatori producono pietre preziose grazie alle tessere equipaggiamento che hanno acquisito in fase due.
Per produrre gemme serve un set di 3 tessere: miniera (con raffigurato il tipo di pietra preziosa che si produce), diritto di estrazione e nave per il trasporto.
Negli ultimi due tipi di tessere è raffigurato un numero da 2 a 5 che indica il numero di pietre che il giocatore può estrarre e trasportare. Nel momento in cui il giocatore compone un set e lo rimette nella riserva generale usandolo, prende un numero di pietre preziose del tipo indicato nella tessera miniera, pari al numero più basso fra quelli di produzione e trasporto.
Se un giocatore ha più tessere può consegnare anche più set diversi per ottenere un numero maggiore di pietre. Al termine di questa fase i giocatori potranno conservare per il round successivo un massimo di due tessere equipaggiamento avanzate di tipo diverso (ad es. una miniera e una nave).

Costruzione
Procedendo nell’ordine stabilito dall’asta per diventare il giocatore iniziale in fase due, i giocatori possono comprare 5 tipi di costruzione differente da collocare nel proprio parco. 
Roseto, Arancera , Gazebo, Fontana e Bosco. Nella plancia è raffigurato il costo di ogni costruzione in termini di gemme. Un giocatore che acquista una tessera posiziona un segnalino del proprio colore nello plancia ad indicare che non potrà più comprare quella stessa costruzione in questo round. I giocatori che vorranno comprare costruzioni già comprate da altri giocatori dovranno aggiungere una gemma per ogni segnalino di altri giocatori presente.

Al termine delle 5 fasi tutti i soldi presenti sul mercato vengono tolti e ridati ai giocatori che torneranno ad avere 10 monete ciascuno indipendentemente da quante monete non avevano usato nella fase due. I segnalini di ciascun giocatore presenti nella tabella dei prezzi delle costruzioni vengono tolti e ridati a ogni giocatore.
Il primo giocatore rimarrà tale anche per il round successivo, mentre per la fase di acquisizione al mercato l’ordine dei restanti giocatori seguirà il senso orario.

La plancia sviluppo di ogni giocatore, in base al livello raggiunto in ogni campo permette ai giocatori di avere dei bonus.
Progredire nel percorso del denaro permette al giocatore di avere a disposizione nella fase due del mercato un numero maggiore di monete (fino a 14).
Progredire nel percorso della tecnica di estrazione permette al giocatore di ottenere gemme o diamanti bonus nella fase 4 del gioco, cioè quella di produzione delle pietre preziose.
Progredire nel percorso dei Boschi, permette al giocatore di far valere più punti vittoria le tessere bosco costruite nel proprio parco, che altrimenti inizialmente risultano essere meno vantaggiose rispetto alle altre costruzioni, facendole diventare invece più redditizie. 

Punti vittoria: 
Ogni tessere costruzione (Gazebo, Roseto, Aranciera, Fontana) presente nel proprio parco vale 4 punti vittoria. Esistono dei bonus per chi costruisce per primo 3 o 5 costruzioni dello stesso tipo, oppure tutte e quattro le costruzioni differenti.
Ogni tessera Bosco vale inizialmente 2 punti vittoria, ma grazie alla plancia sviluppo può valere fino a 6 punti vittoria.
Ogni tessera animale (stagno, voliera, riserva) vale un punto ma ogni combinazioni di tutte e 3 le tessere diverse vale 10 punti.
Viene inoltre attribuito un  punto a chi ha progredito fino in fondo la propria tecnica di estrazione nella plancia sviluppo, e da 1 a 3 punti a chi ha progredito il denaro nella plancia sviluppo alle ultime posizioni.

CONSIDERAZIONI

Materiali:
La scatola risulta essere di una certa dimensione, ma ricca di materiali.
Spiccano ovviamente le pietre preziose colorate di 5 tipi (100 in tutto).
Le monete sono di plastica e belle grosse, piacevoli e pratiche da maneggiare.
Sono presenti poi molti tasselli di cartone per le varie costruzioni e equipaggiamenti. 
Ogni giocatore ha inoltre 10 segnalini in plastica che forse sono il pezzo meno pregiato nella scatola ma svolgono egregiamente il proprio lavoro.

Regole: 
Il gioco è stato prodotto solamente in lingua tedesca. Sul sito della Ravensburger è presente però la traduzione ufficiale delle stesse anche in italiano. 
Le regole sono chiare e con diversi esempi. Non lasciano spazio a dubbi o ad interpretazioni. 
Nonostante a un primo impatto e ad una prima spiegazione queste possano sembrare numerose e articolate, si rivelano invece molto snelle e di rapido apprendimento già dalla prima partita. Al termine del primo round di gioco sarà già tutto decisamente chiaro per ogni giocatore.
Il gioco ha vinto nel 2009 il premio “Essener Feder”,  assegnato al gioco dotato del regolamento più chiaro e ben scritto dell’anno.

Giocabilità: 
Come già detto il gioco è di rapidissimo apprendimento. 
Risulta essere adatto a giocatori non particolarmente esperti che vogliano cimentarsi in qualcosa di più complesso dei soliti giochi introduttivi, senza però andare a catapultarsi in giochi troppo complicati dove finirebbero per trovarsi spaesati e a disagio.
Allo stesso tempo i giocatori più esperti possono apprezzare questo gioco perché dietro una meccanica molto semplice nasconde comunque diverse scelte delicate (soprattutto nella fase di acquisto al mercato) e differenti strategie. 
Lo considererei un buon gateway fra i giochi introduttivi come ticket to ride/catan/carcassonne e giochi più complessi come puerto rico/goa.
La durata della partita risulta essere contenuta. Nella scatola è indicato 75 minuti, se avete qualche pensatore nel gruppo il tempo potrebbe crescere un pochino nella fase di piazzamento monete, ma non in maniera eclatante. Una partita in 90 minuti riesce a concludersi tranquillamente.
Risulta esserci qualche piccolo tempo morto (ma decisamente trascurabile), quando bisogna contare e riprendere in mano le proprie monete lasciate sul mercato e ridisporre il mercato.
I punti vittoria sono facilmente calcolabili durante la partita poiché il parco e le costruzioni effettuate sono visibili a tutti i giocatori. 
L’interazione seppur in maniera indiretta è presente in vari momenti.
Nella fase di acquisto al mercato acquistando beni che potrebbero interessare ad altri giocatori e facendo alzare il prezzo delle merci. Sempre in questa fase, nella corsa a diventare il primo giocatore e ad acquisire i diamanti bonus per il maggior numero di monete risparmiate, e per il primo giocatore.
Inoltre nella fase di costruzione, far aumentare il prezzo di costruzione agli altri giocatori può risultare determinante.
Altro aspetto non trascurabile sono le carte bonus che assegnano punti ai giocatori che per primi raggiungono certi obbiettivi di costruzione (3 o 5 costruzioni uguali, o tutte e 4 diverse). Queste tessere determineranno una corsa fra i vari giocatori per ottenerle. 

Scalabilità:
Il gioco, giocabile da 2 a 4 giocatori, rende sicuramente al meglio con tutti e quattro i giocatori presenti ma è perfettamente giocabile e godibile anche con meno giocatori.
La scalabilità è garantita con meno giocatori grazie al fatto che la dimensione del mercato diminuisce in funzione dei giocatori stessi, in questo modo, rimane l’affollamento e l’aumentare dei prezzi tipico della fase di acquisto.
Quello che rimane invariata invece è la tabella dei prezzi delle costruzioni, con meno giocatori sarà quindi più difficile che due giocatori vogliano comprare la stessa costruzione causando un aumento del prezzo della stessa in termini di gemme.

Longevità:
Ogni round e ogni partita risulta essere differente per la differente disposizione del mercato.
Certamente questo non stravolge il gioco stesso e le strategie che uno decide di adottare che risultano essere varie ma non numerosissime. Data la semplicità e la durata contenuta della partita queste risultano sempre piacevoli anche se magari alla lunga i giocatori più esperti potrebbero desiderare di cimentarsi in qualcosa di più profondo.

Lingua:
Il gioco è stato prodotto solamente in lingua tedesca ma risulta essere totalmente indipendente dalla lingua. Non è presente alcun testo nel gioco, e aggiungerei che in questo caso non ci troviamo di fronte a un tabellone o tessere piene di simbologie strane, appositamente introdotte per rendere il gioco multilingua. Il gioco è perfettamente indipendentemente dalla lingua proprio per sua natura senza particolari accorgimenti. 
L’unico elemento in lingua presente nella scatola oltre al regolamento (scaricabile in italiano dal sito ufficiale Ravensburger) sono le 4 tessere con gli aiuti per i giocatori che ricordano le 5 fasi di giochi e la tabella di assegnazione punti. 
Anche queste 4 tessere possono essere scaricate in italiano dal sito Ravensburger, ma risultano essere del tutto inutili data la semplicità del gioco stesso.

Conclusioni:
Il gioco risulta piacevole, veloce con la giusta dose di scelte da compiere.
Sicuramente non risulta essere un titolo memorabile o indimenticabile, ma lo consiglierei a chiunque si trovi di fronte giocatori meno esperti ai quali vuol far giocare un gioco più impegnativo senza terrorizzarli.
Le meccaniche utilizzate nel gioco sono ben conosciute e presenti in altri giochi, in questo caso quindi Dorn non si inventa nulla. Risulta però molto ben ideata la fase di acquisto dei beni al mercato.

-- Le immagini possono essere tratte dal manuale e/o dal sito della casa editrice (Ravensburger), alla quale spettano tutti i diritti sul gioco. Alcune immagini sono tratte dal sito BGG, dove sono state postate da Johan, Fermin Uribetxebarria, Felipe Cunha --

1 commento:

  1. Molto interessante, lo inserisco nella (ahimè sempre più lunga) wishlist!
    Grazie per la recensione

    RispondiElimina