lunedì 19 gennaio 2015

Norimberga 2015 e dintorni - I

scritto da Fabio (pinco11)

Stavo giusto giusto vedendo la luce in fondo al lungo tunnel dei giochi di Essen ancora da aprire e provare, che ci avviciniamo già alla tornata di uscite di febbraio e seguenti e quindi riprendo le mie carrellate di titoli.
Il primo titolo del quale mi occupo è Auf den Spuren von Marco Polo, perché sarà prodotto dalla Hans im Gluck, uno dei miei editori preferiti, che non mi ha colpito troppo con il suo ultimo Die Staufer, per cui vado quasi sul sicuro pensando che questo mi piacerà, e perché è opera della coppia Luciani e Tascini.
Per ora di esso nulla si sa, salvo il fatto che un paio di negozi online tedeschi ne ha pubblicato l'immagine di copertina, stampigliandoci sopra un 'in arrivo a fine marzo o giù di lì', ma io mi sono messo a cercare in giro ed alla fine ho scoperto che nel 2012 un gioco della coppia di autori di Tzolkin vinceva il Premio Archimede (nella giuria del quale c'era, non a caso, pure Bernd Brunnhofer della HiG), per cui posso dirvi in più che si tratta di un gioco nel quale Nelle tracce del grande esploratore, bisogna riuscire a portare a termine i contratti più vantaggiosi, utilizzando al meglio i dadi per scegliere le proprie azioni e posso anche postare una immagine addizionale, tratta dal sito della Studiogiochi.



Grazie al gentile Simone Luciani ho inoltre appreso che Marco Polo è il "figlio" del vincitore dell'Archimede, arrivato alla forma attuale dopo oltre due anni di sviluppo.
Lui stesso mi ha riferito qualche informazione in più e ve la comunico nella convinzione di poter con questo aumentare la vostra salivazione, preannunciandovi che siamo di fronte ad un altro titolo che imbriglia il potere dei dadi ;)
E' un gioco di piazzamento dadi, abbastanza corposo come spessore e complessità, ma che da al giocatore un gran numero di scelte e di variabilità. 
Ogni giocatore ha i propri dadi che lancia ogni turno, poi i dadi vengono piazzati per fare le azioni. Ogni azione "costa" un certo numero di dadi e il valore del dado minore tra quelli che piazzi determina la "forza" dell'azione. Attraverso questo motore, il giocatore completa contratti, muove la propria carovana sulla mappa dell'asia, toccando città e attivando poteri. 
Oltre a questo ogni giocatore ha un personaggio che gli garantisce un potere che influisce sulla partita. La combinazione dei personaggi uniti ai poteri sulla mappa, estratti casualmente ogni partita, garantisce una grande variabilità. Dovrebbe essere presentato a Norimberga.



RAVENSBURGER

Il noto editore ha ottenuto lo scorso anno un enorme successo, nel mercato dei più piccoli, per un titolo che è una specie di uovo di Colombo, in quanto inseriva uno degli scarafaggetti robot tanto diffusi all'interno di una scatola di gioco da tavolo. Il risultato era Kakerlakak, ovvero, in italiano, La Cucaracha. 
Ora l'editore sta tornando sul tema in questione e sempre con medesima etichetta del primo o poi arriva, intanto preparate i soldi, è stato preannunciato in uscita Kakerlaloop, titoli nel quale come autori si sono scomodati Inka e Markus Brand e come materiali compaiono anche dei simpatici scivoli a loop che sembrano presi pari pari dalla componentistica di accessorio dei robottini nano contenuti nelle scatole del gioco.
Visto il successo avuto dal predecessore in casa, credo non mi potrò sottrarre alla prova, per cui se siete curiosi di saperne di più dovrete solo attendere che divenga disponibile e prima o poi la recensione ve la proporrò ...
ah, dimenticavo, per non farci mancare niente è prevista anche l'uscita del gioco di carte di Kakerlakak ... :)



HUCH

Il nostro magocharlie proporrà un suo gioco di carte, dal nome Bermuda, per 3-6 giocatori (15 minuti a partita, età 10+), sotto il marchio di questo editore. Non ne so altro, ma vista la presenza 'in casa' dell'autore, ho indagato, apprendendo da lui stesso che : E' forse il gioco più "pazzo che ho creato"...un giochillo di carte dove i giocatori collaborano e tutti assieme senza turni mettono giù carte per creare delle scale di carte numerate (numeri da 1 a 9) sotto le carte tesoro disponibili sul tavolo ( le carte sono il numero di giocatori + 1); le carte tesoro hanno 2 valori: il numero di carte necessarie per conquistare il tesoro (ovvero quante carte in scala sono state giocate sotto la carta e l'altro valore è il valore fantasma, ovvero se il tesoro non viene conquistato dai giocatori (quindi ha il numero esatto di carte del valore della carta), il tesoro è perduto ed è conquistato dal fantasma (nella nuova edizione la sirena).
Alla fine di 4 manche il gioco finisce: se il numero di carte conquistate è MAGGIORE della somma dei valori fantasma delle carte perse, i giocatori vincono.

Lo so...sembra banale...ma adesso da buon osservatore ti starai chiedendo: ma come si fa a stabilire quando una manche finisce? quando e fino a quando i giocatori possono giocare le carte?
Semplice: all'inizio della manche tutti trattengono il respiro (siamo sott'acqua o no?!?) e giocano freneticamente le carte....il primo del gruppo che respira fa finire la manche e si contano i tesori conquistati!
Ovviamente la parte più innovativa è quella che il tempo del round è dato da quanto tempo i giocatori riescono a tenere il respiro!

SCHMIDT

Ancora in tema 'a volte ritornano' ho letto dell'uscita del gioco di carte di Qwirkle. 108 carte, regole che ricordano rummikub, ma soprattutto, grafica e nome tratte dal famoso bestseller astratto. 20 minuti a partita, 8+ di età ... mi sa che venderà ...

Proseguiamo oltre e vediamo poi un titolo che vi interesserà se siete del genere papà che coltiva i figli sperando che giochino in futuro con lui a giochi seri, ossia Schnell, Prinzessin Sissi, titolo che propone una meccanica che ricorda abbastanza un Ricochet Robot. Abbiamo infatti una griglia e dei dadi, che determinano il tipo di movimenti che la nostra principessa può compiere in quel turno e quale oggetto deve raggiungere: i giocatori dovranno identificare al volo il percorso che risponda ai requisiti in questione. Facile, età 6+, ma forse gli amanti del citato padre putativo potranno gradire ;)

FUNFORGE

Qui vi dò una notizia a sorpresa, ossia un progetto kickstarter che aveva avuto buon esito, ma che è stato ugualmente cancellato. Parlo di ZNA, gioco a base di zombie, anzi, no, scusate, a base di miniature che raffigurano anche mostruose creature frutto di una devastante apocalisse nucleare. E' un cooperativo che vi mette nei panni dei pochi buoni rimasti (poi per i risvolti filosofici del concetto di chi è buono o cattivo li potete coltivare leggendovi I am legend di Richard Matheson), i quali devono sopravvivere alla 'nebbia' che pervade il tabellone (e qui potete guardarvi The Fog di Carpenter, perché oggi sono in vena di citazioni varie).
I ragazzi della Funforge avevano raggiunto la bella sommetta di 120.000 dollari, a fronte di una richiesta iniziale di 80.000, ma all'improvviso hanno deciso di cancellare il progetto.
Perchè?
Vado a tentoni, ma sulla base di quello che leggo nel loro comunicato capisco che avevano scritto 80.000 dollari per fare i modesti, ma pensavano di prenderne dieci volte tanti ma poi, vedendo che non ne arrivavano abbastanza per fare tutto quello che avevano promesso, siccome sono dei professionisti (hanno già prodotto giochi), hanno deciso, piuttosto che fare una porcata, di cancellare tutto, magari con la segreta speranza di riprovare più tardi ... ;)


 KICKSTARTER

La Gamelyn Games,
già editrice della serie Tiny Epic, propone stavolta sulla popolare piattaforma di finanziamento collettivo il suo nuovo Tiny Epic Galaxies. Resta il mini formato, mentre il tema si sposta dal medievale di kingdoms: resta anche il tempo di gioco ridotto (30 minuti).
A lato vedete una 'esplosione' di parte dei materiali, ma la sostanza è che trattasi di un mazzo di carte utilizzate in varie funzioni ed un set di segnalini in legno per ciascun giocatore.
Il prezzo in se non spaventa troppo (16$), ma poi le spese di spedizione incidono (12$). Se vi interessasse eccovi il link alla pagina del progetto. Quello che è certo è che la casa ha scoperto un bel filone, visto che ha incassato già 450.000 dollari con le prime due uscite e nei primi giorni di apertura di questo progetto ha raccolto agevolmente altri 200.000 dollarozzi ... Tutto fuorché tiny ...


ASTERION

In uscita per l'editore con la stella ci sono diversi titoli che sono annunciati sulla loro pagina web come in arrivo nel giro del prossimo mese. Dopo Colt Express (dovrebbe essere già in vendita) e Korrigans (che è indicato per gennaio), per febbraio compare la nutrita schiera di titoli composta da due espansioni per Sherlock Holmes, una per Room 25, l'edizione italiana di Imperial Settlers (che uscirà contemporaneamente alla prima espansione, Perchè non possiamo essere amici), l'atteso feldiano Aquasphere, Labirinth, Looney Quest e Pandemia: in laboratorio.

-- Le immagini sono tratte dai siti delle rispettive case editrici citate, alle quali appartengono tutti i diritti sui prodotti di cui si è parlato. Le immagini, riprodotte ritenendo la cosa gradita forma di diffusione, saranno rimosse su semplice richiesta --

8 commenti:

  1. Ecco il tabellone finale di Marco Polo
    http://i59.tinypic.com/2euq328.jpg (Fabio se vuoi puoi aggiornare il post)

    RispondiElimina
  2. Marco Polo ecco un altro gioco che finisce in wishlist

    RispondiElimina
  3. mi piace... :D
    PS: Pinco mi mancano le tue "videopresentazioni"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... tocchi un tasto dolente ...
      Il tempo è tiranno e mentre sto giusto giusto 'tirando il fiato' con le recensioni (ne ho qualcuna già scritta) e mi accorgo che siamo indietro con il podcast.
      Alla fine i tempi richiesti per girare i video mi fanno sempre mettere da parte l'idea di riprendere a girarli e poi la presenza di Teo garantisce al blog comunque una presenza di video ;)
      Mah, vediamo se una volta o l'altra mi riesce di fare una nuova videopresentazione .. ;)

      Elimina
  4. Eh no! Ma allora non puoi spiattellarmi un gioco dadoso così, quando avevo già detto che avrei risparmiato questo inizio anno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, risparmia ora che Marco Polo esce a marzo ;)

      Elimina