mercoledì 21 gennaio 2015

[Non solo Cinghiali] Movie Trailer - Seconda Edizione: Chiarvesio e Zizzi candidati pure all'Oscar!

di Simone M.

 “Sabato sera a casa mia? Faccio le polpette con le patate…”.
Con queste poche ma chiare istruzioni parte il tam tam degli sms, dei whatsup e dei messaggi su Faccia – Libro. Tutti approvano.
Il pomeriggio procede tranquillo con i preparativi. Impasto il tritato di carne e faccio delle pallozze abbastanza importanti, pelo le patate e le taglio a cubetti. Assemblo il piatto con olio buono, aromi vari e metto tutto in forno. La serata è davvero piacevole. Mangiamo le polpette, facciamo due chiacchiere ed annaffiamo tutto con birra belga che fa scendere giù la carne che è un piacere.

Mia moglie esegue una super combo: sformato di broccoli e besciamelle per contorno e chiude con una tarte tatin di mele e cannella da urlo.
Sembriamo tutti soddisfatti e pieni zeppi come zampogne.
Dopo il caffettino di rito si leva una richiesta: “Ma…un ruzzino?” (giochino in toscano). Do un’occhiata alle scatole ed inizio a sondare il terreno: la maggior parte non sono gamer quindi la mia idea di intraprendere una colonizzazione galattica ad Eclipse sfuma prima di prender forma. Quindi opto per qualcosa di veramente leggero: Movie Trailer – Seconda Edizione. Si può giocare da 3 sino a 8 giocatori, la partita è veloce, sul libretto delle istruzioni ci sono scritti i nomi dell’ hyperboreo duo  Andrea Chiarvesio e Pierluca Zizzi e si parla di film… insomma sembra l’ideale.


I – COMPONENTI

Dentro l’evocativa scatola in metallo (che l'editore Oliphante ci ha inviato in preview) , a forma di pizza porta-pellicolai trovano spazio una plancia circolare con il tracciato segnapunti e diviso in settori per alloggiare le carte indizio.
Quattro mazzi di carte indizio illustrate suddivise in Carte Ciack (bordo blu) che rappresentano il genere del film, Personaggi&Azioni (bordo verde), Luoghi&Eventi (bordo rosso), Oggetti&Simboli (bordo giallo).
Tre mazzetti di biglietti per il cinema conta punti ce ne sono da 1, 5 e 10 punti.
Infine una riproduzione in plastica di un Oscar.

II – COME SI GIOCA

Il Regista di turno sceglie il titolo di un film e lo scrive in un foglio tenendolo segreto agli altri giocatori, gli Spettatori. Poi sceglie una carta “Ciack”, ovvero quelle bordate di blu e con il simbolo Ciack nell’angolo in basso a destra, con la quale indicherà agli Spettatori il genere del film e la porrà sulla prima parte del tracciato punti posto sulla plancia. A questo punto il primo giocatore alla sua sinistra riceve il testimone, ovvero un piccolo Oscar, e tenterà di indovinare il film.


(il titolo "impossible" della serata)

Lo Spettatore ha diritto a chiedere un indizio e poi tentare di scoprire il film scelto dal regista. L’indizio non è altro che una carta scelta dal Regista da uno dei tre mazzi di gioco indicato dallo Spettatore di mano.
Il Regista sceglie dunque la carta che più è pertinente al titolo del film e la pone sul secondo spazio del tracciato. Se lo Spettatore indovinerà il titolo verranno assegnati i punti indicati sia al Regista che allo Spettatore proprio sulla plancia. I punti vengono indicati con un pari ammontare di biglietti del cinema. Se lo Spettatore sbaglia o passa, poiché non è in grado di indovinare il titolo del film, cede il testimone al giocatore alla sua sinistra che potrà chiedere un nuovo indizio ed avrà a disposizione un tentativo. Se alla fine del giro, ovvero quando tutte le posizioni del tracciato sono state occupate da una carta indizio, nessuno ha indovinato non si ricevono punti vittoria.
Vince chi alla fine della partita ha totalizzato più punti.


III – IMPRESSIONI FINALI

Titolo per non-gamers molto leggero, di cui Giochi sul Nostro Tavolo aveva già parlato (qui).
Lo possiamo tranquillamente affiancare ai giochi di narrazione e deduzione.
Si rivolge ad un pubblico molto vasto e di giocatori occasionali quindi va benissimo per concludere una cena a base di polpette.
Le illustrazioni sulle carte sono elementari e spesso purtroppo sono molto specifiche per adattarsi a tutti i titoli cinematografici. Per questo non è possibile sfruttarle appieno con titoli magari più di nicchia. Bisogna puntare ai campioni d'incasso. Capito questo, e dopo un secondo caffettino, il gioco procede abbastanza liscio fino alla fine. Tempi contenutissimi, poche regole e poco ingombro sul tavolo, in sostanza gioco per tutta la famiglia.


IV – SCHEDA 

Titolo: Movie Trailer – Seconda Edizione
Autore: Andrea Chiervesio – Pierluca Zizzi
Anno: 2014
Editore: Oliphante
Giocatori: 3-8
Durata: 45 min.

Componenti: la maggior parte dello sforzo produttivo è stato relegato sulla confezione che è un’esatta replica di una pizza porta-pellicola. Il resto dei componenti ovvero le carte, i biglietti, la plancia e il testimone a forma di Oscar sono di materiale poco pregiato. Il biglietti ricordano i soldi del Monopoli ed il cartoncino ha  una grammatura non sufficiente a sopportare l’usura. Occorre fare attenzione quando vengono rimosse le fustelle. Anche le illustrazioni sono elementari. In generale, però, è tutto molto funzionale al tipo di gioco.

Meccanica: come già detto è un gioco di narrazione e deduzione con un comparto regole molto semplice. Ci sono poche linee guida. E’ il giocatore attivo, il Regista, a dettare i tempi del turno. Se il gruppo non è quello giusto e non è molto affiatato potrebbero crearsi dei tempi morti. Se giocato con leggerezza è indubbiamente gradevole.

Qualità/Prezzo: Movie Trailer –Seconda Edizione non è a buon mercato. Il gioco si aggira intorno ai 30€. Si paga sicuramente il packaging accattivante forse un po’ troppo per un family-game.

Longevità: le illustrazioni delle carte spesso sono troppo specifiche e non consentono di spaziare però, tutto sommato, non si può porre limite alla fantasia ed alla cinematografia.

Consigliato: titolo ultraleggero come un brodino mangiato dopo una settimana di bagordi. Consigliato a chi vuole rifiatare da titoli mastodontici e vuole coinvolgere zii e parenti in una serata ludica tutta in famiglia.

Sconsigliato: agli amanti dei “cinghiali”, dei regolamenti complessi, della gestione risorse, delle schermaglie. Sconsigliato a chi tira i dadi a secchiate, a chi è ancora in porto,  a coloro che vogliono smascherare il traditore ad ogni costo e che fanno le polpette si ma a base di zombi.

Il gioco è, come sempre, disponibile su egyp.it

4 commenti:

  1. sembrerebbe intrigante specie con un mio gruppetto di gioco che sono anche cinefili, ma oltre 30 euro.... passo.
    GG

    RispondiElimina
  2. Lo prendo!
    Questo mi fa passare le serate con chi non ama i giochi da tavolo.

    RispondiElimina
  3. Bella recensione! Di preciso che differenza c'è rispetto alla prima edizione?

    RispondiElimina
  4. Ciao, la meccanica di gioco è la medesima con le medesime dinamiche. Sono state eliminate le Tessere punteggio ed è la plancia stessa a determinare i punti del turno in corso rendendo questo aspetto un po' più snello. Inoltre sono state inserite carte nuove.

    RispondiElimina