venerdì 2 gennaio 2015

Espansioni: Star Realms, la galassia è piena di roba


scritto da Federico Latini

Ve lo avevo promesso (qui) ed eccola qua la recensione dell'espansione del tanto declamato ed apprezzato Star Realms, o le recensioni dovrei dire.

Quelli della white wizard si vede proprio che vengono dal mondo di magic perchè non hanno resistito al potere della bustina, hanno dunque fatto uscire ben 4 espansioni tutte in un'unica volta ed hanno scelto il formato della bustina di Magic:tg, ergo sono dei gran paraculi del marketing, si perchè la bustina è una forma di fischio pavloviano per il commerciante, quando sente o vede la bustina egli comincia a salivare, la possibilità che ordini il gioco sale notevolmente perchè oramai in quel formato echeggia il rumore dei soldi, tra le bustine dei tanti CCG che gli fanno pagare l'affitto a fine mese non può perdersi Star Realms.


Le espansioni sono tutte pensate per essere mischiate nel mazzo base, ampliano così la varietà di quello che può arrivarti nel tuo turno, a discapito della strategia che vedeva i più sperti contare le carte e capire se ha senso aspettare di vedere una certa nave o base.

Il colore bianco del mago (white wizard è il nome della casa editrice) ci fa comunque ben sperare ed infatti le bustine contengono le espansioni complete per il gioco, non dovrete comprarne mille per averle tutte, passiamo al dunque ed andiamo per ordine.


Il titolo già racconta tutto, più navi spaziali e più basi, le 20 carte di questa espansione si aggiungono al mazzo base e il gioco tende a diventare più randomicoma le astronavi a cui vi siete abituati ora hanno delle rivali tutte nuove. Con questa espansione il gioco rimane pressochè lo stesso ma più vario.


Anche quest'espansione si focalizza su nuove navi e nuove basi, nulla di nuovo ma ora se aggiungete anche questa espansione il livello di randomicità si alza molto, può piacere o meno ma secondo me un gioco così veloce accetta tranquillamente che ci sia più casualità a favore della variabilità delle partite, il giocatore avvantaggiato dalla pescata fortunata sarà quello che non vede carte buone la partita dopo.








Con questa espansione le cose si fanno serie, arrivano gli eroi, essi possono essere acquistati normalmente ma appena presi vanno subito in gioco e non escono mai dal gioco finchè non si decide di attivarli, una volta attivati si rimuovono dal gioco, nel turno di attivazione contano come simbolo del loro colore e hanno un potere, non troppo forte ma utile. Meccanica nuova che ti consente di decidere quando avere un colore attivo, con questa espansione hanno ridato un po di strategia ad un gioco che con tante carte differenti stava prendendo una piega un po caotica.





Qui la stanchezza del designer si fa un po sentire, gli eventi si risolvono subito appena escono dal mazzo e sono fondamentalmente caotici nei loro effetti, non stravolgono la partita a favore di uno o l'altro ma di certo non contribuiscono a tenere le cose sotto controllo, soprattutto perchè possono essere eventi molto penalizzanti per un giocatore e non per l'altro. Fortunatamente non sono solo eventi negativi ma anche positivi.


Le espansioni me le sono sempre vissute male in generale, tendo a pensare che un gioco che ha bisogno di espansioni per continuare a piacere non sia degno nemmeno nella sua versione base, queste espansioni non vanno male ma non mi fanno gridare al miracolo, mi sa che sono uscite un po troppo presto, se ancora non siete proprio stufissimi di veder uscire sempre le stesse navi non cedete alla tentazione dell'espansione, se invece sapete già a memoria tutta la lista del mazzo base e le probabilità di uscita di ogni singola carta allora è ora di comprarvi un'espansione, ma una e non 4 come ho fatto io. Centellinatevi questo gioco un'espansione alla volta.




Buoni giochi
Fede


p.s.: ad Essen ho preso il secondo mazzo base per giocare le partite a quattro, l'ho provato ed è lento, le regole per 4 giocatori non reggono e si vede proprio che è un gioco per due raffazzonato per farci giocare 4 persone. Non vale proprio la pena provarlo in 4, in compenso in due resta sempre molto piacevole.

1 commento:

  1. La dipendenza dalla lingua non è bassa. Qualche editore italiano disposto a una localizzazione?

    RispondiElimina