martedì 30 settembre 2014

Kingsport Festival - Anteprima & Intervista

Scritto da Chrys.

Dopo le due parole spese nella carrellata delle novità più interessanti uscite alla Gen Con, eccomi a riparlare di una delle ultime fatiche di Andrea Chiarvesio, che assieme a Gianluca Santopietro ha migrato la meccanica di fondo di Kingsburg in ambientazione Lovecraftiana.

Si tratta di Kingsport Festival che accomoda al tavolo 2-5 simpatici cultisti.

Infatti in questo gioco ognuno guiderà una setta di adoratori dei Grandi Antichi, cercando di espanderne il potere e l'influenza sulla cittadina di Kingsport... il tutto sopravvivendo ai periodici assalti degli investigatori (che in questa versione di fatto ricoprono il ruolo delle invasioni invernali di Kingsburg).

lunedì 29 settembre 2014

GSNPodcast S02E01: il Ritorno dei fantastici 4

.. e si riparte alla grande con le nuove puntate del podcast, è praticamente la nostra seconda stagione (la dizione s02e01, per i non appassionati di telefilm, sta per stagione seconda, episodio 1), non voglio anticipare nulla ma anche voi lettori avrete la vostra parte.

buon ascolto


Federico

.

Essen 2014 e dintorni - parte IX

scritto da Fabio (Pinco11)


La Eggertspiele è un editore tedesco di dimensione medio piccola, che annualmente propone 3-4 titoli e che in passato si era conquistato notorietà grazie alla serie di titoli ambientati a Cuba, tra i quali Havana e Cuba.
Nelle ultime stagioni però l'editore ha azzeccato diversi titoli di successo, a partire da Village, passando per Rokoko e Gluck Auf, per arrivare al recente Camel Up, mietendo, da vero underdog, diversi premi e riconoscimenti.
A questo punto guardare alle uscite della casa della volpe è d'obbligo e quindi andiamo a scoprire, per prima cosa nell'articolo - carrellata di oggi, la accoppiata di news che propone, partendo con Grog Island, di Michael Rieneck (per 2-4 giocatori, tempo medio a partita un'oretta, età consigliata 10+, indipendente dalla lingua).

domenica 28 settembre 2014

[Kickstarter] Musha Shugyō

scritto da Simone M.

“Hai dedicato tutta la tua giovinezza ad addestrarti. Sei giunto a perfezionare le tue tecniche di lotta al punto che non ti è rimasto più nulla da imparare dal tuo maestro. Ora è il momento di intraprendere il tuo pellegrinaggio, il cammino che ti porterà ad affinare le tue arti marziali e a forgiare le tue tecniche personali. Per trovare la tua Via del combattimento potrai contare sulle tue sole forze…”


Questa l’accattivante intro che presenta Musha Shugyō, Gioco di Ruolo tutto italiano con un’anima profondamente orientale, ancora per qualche giorno in  crowdfunding su ulule.com (http://it.ulule.com/musha-shugyo/)

Musha Shugyō è stato sviluppato dal gruppo l’Acchiappasogni, (http://www.acchiappasogni.org/) ovvero la triade Luca De Marini, Davide Quaroni e Mattia Cappelli, (gli stessi di Destino Oscuro).

[Diari d'autore] - The Golden Ages

scritto da Fabio (Pinco11)


Luigi Ferrini è un nostro fedele lettore ed è anche autore di uno dei titoli in uscita alla prossima fiera di Essen, ovvero The Golden Ages. L’editore del gioco è la neonata Ergo Ludo, che ha ceduto i diritti per una versione internazionale alla Quined Games (in uscita appunto a Essen nella collana Master Print). Il gioco verrà anche presentato in versione italiana a Lucca, allo stand Ghenos, che ne è anche il distributore ufficiale per l’Italia.
Ci siamo sentiti con lui non appena avevo appreso della notizia e lui mi ha dato la sua piena disponibilità per darci qualche informazione in più legata al classico 'dietro le quinte', ovvero a come è arrivato alla pubblicazione del gioco. 
Nel leggere ne sapremo anche di più su come si è arrivati al prodotto finito, partendo dall'idea originaria.

sabato 27 settembre 2014

Recensioni Minute - (Anteprima) Machi Koro

scritto da TeOoh!

Forse penserete che sono un po' monotematico a parlare sempre di Giappone, ma, la realtà è che a volte ci sono combinazioni più uniche che rare. Il fatto quindi che Machi Koro sia un gioco giapponese, dal titolo giapponese è solo uno degli esiti possibili di questo mondo.
Esito che però mi piace assai.

Tornando a noi: Machi Koro è un gioco per 2-4 giocatori della durata di mezz'ora circa di Masao Suganuma, in uscita (edito in italico idioma) per Lucca 2014 tramite la uplay.it Edizioni. Chiaramente, è grazie a loro se ho potuto mettere su le mani in anteprima al titolo!
[La cosa particolare di questo titolo è che la sezione regole del filmato, stavolta è di fatto un vero e proprio videotutorial data la semplicità del regolamento.]

venerdì 26 settembre 2014

[nonsolograndi] Mangia Hyppo

scritto da
simarillon (Davide)

Nonsolograndi o VetustGames eccoci oggi arrivati a parlare di Mangia Hyppo o Ippo Pippo! …  ClemToys (alias Clementoni) o Hasbro, come avrete capito vi parlo di un gioco della Hasbro (oggi) con una lunga storia alle spalle, ideato da Fred Kroll e Masatoshi Todokoro due dei tanti designer che ci hanno saputo regalare giochi che hanno resistito (per fortuna o per sfortuna) al tempo. A chi leggeva Topolino negli anni Ottanta, questo gioco potrà ricordare qualcosa, visto che non mancava la pubblicità su Topolino stesso che prometteva un gioco di azione con cui divertirsi. Prepariamo, quindi, un massimo di quattro giocatori e impegniamoli nel saziare i famelici ippopotami!


giovedì 25 settembre 2014

Mago Charlie vince il KinderspielePreises 2014

Scritto da Chrys.

Chi ci segue su Facebook lo saprà già ma vista l'importanza della notizia, soprattutto per noi redattori del blog, non posso non sprecare qualche parola anche qui. 

Forse saprete che il KinderspielePreises è un riconoscimento molto importante, ma quest'anno ci rende particolarmente fieri non solo il fatto che sia andato ad un italiano, ma che questo autore italiano sia il nostro (ed anche il "vostro" dato che ci leggete) Mago Charlie, che voi conoscete per la rubrica Vetust Games che tiene da noi. ^__^

Charlie (al secolo Carlo Emanuele Lanzavecchia) si è aggiudicato il premio con un titolo per la HABA dal teutonicissimo nome "FEUERDRACHEN"... un simpatico gioco di corse di draghi per 2-4 giovani cavalieri dai 5 anni in su. Il titolo è traducibile come "La Valle dei Draghi di Fuoco" e presto lo troveremo anche nei negozi italiani.

[Anteprima] Yashima: Legend of the Kami Masters

scritto da Agzaroth


Questo gioco di combattimenti per miniature, da sapore orientale, è attualmente su Kickstarter e sta ottenendo un buon successo.
Per 2-4 giocatori (ma con le nuove miniature anche di più), 60-120 minuti, si basa su un deckbuilding veloce ed essenziale ma molto caratterizzante (è sul modello di Smash Up) ed ha una meccanica essenzialmente card-driven.
C'è un tabellone esagonato con diversi tipi di terreno, sul quale si muovono le miniature dei combattenti, stando attenti anche all'orientamento del proprio fronte, che influisce sul range degli attacchi fatti e subiti.

mercoledì 24 settembre 2014

[Recensione] Venerdì (Friday)

scritto da Agzaroth

Il di verde tricotizzato Fredemann Friese, dopo Alta Tensione, pare non essere stato più in grado di sfornare capolavori di ugual spessore. Tuttavia c'è un giochino che, nella sua categoria, è davvero una piccola perla: semplice, veloce, coinvolgente, ben fatto.
Sto parlando di Friday, Venerdì nell'edizione italiana a cura di Uplay. Per 20-30 minuti di gioco in solitario, Venerdì ti trasporta su un'isola deserta, nei panni del suddetto selvaggio. Dopo che Robinson si è ribaltato con la sua nave naufragando sulla spiaggia, la tua serenità è compromessa. Per insegnare a Robinson come fuggire, inizierai a insegnagli come sopravvivere alle numerose sfide che l'isola pone. Se, alla fine della partita, Robinson avrà sconfitto due pirati, potrà finalmente evadere e permetterti di tornare alla tua tanto amata esistenza solitaria.

martedì 23 settembre 2014

[Prova su strada] Pastiche

scritta da Bernapapà

Qualche anno fa è uscito questo gioco e sul blog troviamo qui l'articolo di Preview, con una bella intervista al suo autore. Sto parlando di Pastiche, creato dall'esordiente Sean D. MacDonald, edito dalla Griphon Games, gioco per 2-4 giocatori, ambientato nel mondo della pittura. L'ambientazione richiama Fresco, ma la meccanica è molto differente, più semplice e lineare, ma comunque abbastanza intrigante. I materiali sono probabilmente il fiore all'occhiello di questo prodotto, che vanta 34 bellissime opere pittoriche (2 per ogni artista) dei più noti pittori dalla metà del '400 agli inizi del secolo scorso, rappresentate su cartoncini molto robusti e di pregiata fattura. Il target del gioco è decisamente famigliare e quello che voglio proporvi è la mia esperienza di gioco, appunto, in famiglia. Vi anticipo che il gioco è stato molto apprezzato....

lunedì 22 settembre 2014

Essen 2014 e dintorni - parte VIII

scritto da Fabio (Pinco11)


Dedico la "copertina" dell'articolo di oggi ad un titolo un poco particolare, ossia CliniC, di Alban Viard. 
Lo scorso anno dedicai un'anteprima al titolo che l'autore francese aveva ideato, un gioco di carte / tessere a tema 'costruisci la tua città', che ottenne, per la sua piccola nicchia, una buona attenzione, per cui quest'anno, quando ho scoperto che era in programma l'uscita di un nuovo titolo nella sua ideale 'serie Sim City' mi sono avvicinato con interesse al gioco sopra citato.
Nel farlo ho scoperto che ne è stata annunciata una edizione in tiratura ultraridotta, tanto da renderlo una sorta di semi - autoproduzione e nel contempo ho notato una grafica un pochetto 'spartana', per cui mi sono allontanato per 'cinque minuti' dalla consultazione della scheda di BGG ed ora che mi ci sono riaccostato ho scoperto che nel frattempo il gioco è diventato un piccolo 'caso' editoriale.
Pare infatti che le originarie 200 copie del gioco siano state già tutte prenotate e che l'autore si sia messo a raccattare il materiale necessario per confezionarne altre 50, che ragionevolmente andranno esaurite nella prima mattinata della fiera, stanti le prenotazioni.

domenica 21 settembre 2014

[Boardgames World] - Un nuovo editore: La Mongolfiera !

scritto da Fabio (Pinco11)


Alla scorsa fiera Play di Modena avevo notato uno stand che proponeva un gioco di guerra ossia Alarm U-Boot, della ungherese Best T.A.G. Games, e ne avevo dato atto nel mio report della fiera, ripromettendomi di indagare più a fondo sull'editore che aveva localizzato in italiano quel titolo, ossia La Mongolfiera.
Sempre nelle mie navigazioni su internet ho poi scoperto che lo stesso editore ha ora in programma l'uscita di una versione nella lingua di Dante di World of Tanks, della russa Hobbyworld, per cui ho pensato di cogliere l'occasione per approfondire la conoscenza con i ragazzi che stanno dietro a questo progetto.
Con me, per parlare della loro idea editoriale, che nasce nel 2012 a Roma, c'è Stefano.

sabato 20 settembre 2014

Recensioni Minute - Viaggio in Giappone

scritto da TeOoh!

Sono tornato! No, vabè, non che me ne sia mai andato realmente dal web, ma queste due ultime settimane vi avevo anticipato sarebbero stati post "automatizzati" visto il mio viaggio imminente nella terra del Sol Levante. Che poi non ho capito perchè non possano lasciare tutto per terra invece di star lì a sol-levare tutto creandosi la nomea del paese sol-levante...

Bom, battuta brutta fatta, sono pronto a partire in quarta.
In questo vlogghettino, girato sotto gli influssi di un jet lag paura a valle di quasi 20 ore di viaggio per rientrare in Italia, vado un po' a toccare 3 punti che potrebbero interessare un ludico:
1) Come si fa a trovare il negozio X di giochi?
2) Manga e giochi da tavolo, connubio impossibile?
3) Giochi giocati e acquistati in Giappone. Qua trovate anche 3 Minutine di ciò che ho acquistato.

venerdì 19 settembre 2014

[nonsolograndi] Angry Birds


scritto da
Simarillon (Davide)

C’erano una volta i videogiochi ed il loro adattamento a Gioco in Scatola (o meglio Gioco di Società come si chiamava allora), chi come me era piccolo negli anni Ottanta non potrà facilmente dimenticare quel periodo, ci sono oggi le app sugli smartphone ed ecco l’adattamento a Gioco in Scatola della app di maggior successo. Oggi quindi a nonsolograndi si parla di , Angry Birds. Knock on Wood, gioco che sicuramente tutti avranno sentito almeno una volta. Mattel ha deciso di comperare la licenza e produrre diversi giochi sul tema, uno di questi è entrato a far parte della nostra ricca collezione. La trama del gioco è semplice e ricalca perfettamente quella del videogioco: si tratta di un gruppo di uccelli arrabbiati (appunto gli "Angry Birds") che vogliono vendicarsi con dei maialini verdi (i "Piggies") colpevoli di aver rubato loro le uova per cibarsene. Si armano così di fionda e si lanciano contro i loro nemici per eliminarli.

Il gioco è totalmente indipendente dalla lingua e può essere giocato da due a quattro giocatori in partite che dureranno poco di più di un quarto d’ora ... in media.


giovedì 18 settembre 2014

[essen e dintorni] Mood X, questo gioco scalzerà Dixit?

scritto da Federico Latini

Si fa un tanto parlare delle nuove uscite ad Essen e c'è da perderci il sonno a controllare tutta la lista dei nuovi giochi, spesso si guarda agli editori francesi e tedeschi in quanto più prolifici e conosciuti. Il rischio è dimenticare che anche noi italiani abbiamo delle eccellenze sia sul fronte degli autori di giochi sia sul fronte delle case editrici, come la Planplay che quest'anno ad Essen porta Mood X.

Pochi sanno che la Planplay, pur avendo sede in Cina, è dell'italianissmo Daniele Pompetti e si è occupata fino ad oggi di nazionalizzazioni di giochi italiani in Cina (Letters from Whitechapel, War of the Ring, Inkognito...), quest'anno ha però voluto rilanciare la sua posizione nel mercato internazionale proponendo un gioco proprio che distribuirà in Inglese e in Cinese, e siamo tutti contenti che abbia scelto due autori italiani esordienti, Martino Chiacchiera (del quale potete leggere molti commenti negli articoli di giochi sul nostro tavolo) e Benedetto degli Innocenti, anche lui scrive su un blog di giochi ma non il nostro purtroppo. Due figure molto giovani le quali però hanno subito saputo farsi valere nel piccolo (ma cazzuto) panorama degli inventori di giochi. Io in quanto amante del game design li ho conosciuti alle varie fiere e soprattutto ad IdeaG (dove è stato selezionato) che è la fiera di riferimento per autori e editori.

L'Essenziale

scritto da Faustoxx

L'Essen...ziale, ovvero i deliri di un acquirente compulsivo che va ad Essen per la prima volta.
Dopo anni di tentennamenti questa volta è quella buona: io ed i miei compagni di gioco partiamo alla volta di Essen. Quattro giorni senza pensare a mogli, figli, tasse da pagare...solo gioco allo stato puro.

Con questa predisposizione mentale, ho fatto ricerche, mi sono informato, ho letto regolamenti, visto presentazioni su Youtube...insomma non ho lasciato nulla al caso. E dopo tanta ricerca ho stilato una corposa lista di titoli da vedere, provare, acquistare (budget permettendo) e che vorrei condividere con voi.
Premetto che sono fortemente orientato verso i German specialmente quelli tosti, ed ho omesso tutte le espansioni in uscita quest'anno (Terra Mystica e molto altro).
Ed ora, permettetemi di parafrasare Mozart (veramente il librettista è Lorenzo Daponte)...Madamina il catalogo è questo (in rigoroso ordine sparso).
Buona lettura

mercoledì 17 settembre 2014

[Meccaniche] Asta

scritto da Agzaroth

L'asta è una delle pratiche più antiche, diffuse e comuni di compravendita. I giochi da tavolo non fanno eccezione.
Piuttosto che fare una carrellata storica di giochi contenenti questa meccanica, preferisco illustrarne le varianti, citando di volta in volta i titoli più comuni e rappresentativi per tale variante.

Partiamo dall'asta classica, ovvero quella libera. Semplicemente i giocatori sono liberi di offrire la cifra che vogliono, in ordine sparso, a volte anche parlandosi addosso e rilanciando immediatamente. Generalmente c'è un battitore (che può partecipare o meno all'asta) che batte il tempo quando ne passa troppo tra una puntata e l'altra, sancendo la chiusura dei rilanci e l'assegnazione della posta in gioco. Usualmente, in questo tipo di asta, paga solo il vincitore.

martedì 16 settembre 2014

[Eventi] – XIX° Edizione Firenzegioca

di Simone M.

Ludomaniaci toscani, e non, state in campana torna Firenzegioca.
Edizione forse fra le più sofferte ed incerta perché, la “crisi” (questa creatura lovecraftiana di non precisa forma e consistenza) , stava per spegnere anche il fuoco di questa straordinaria manifestazione per appassionati che, da quasi vent’anni, anima l’autunno fiorentino.
La passione, si sa, è dura a spegnersi e quindi il 20 ed il 21 Settembre (Sabato e Domenica) presso l’Obihall… Firenzegioca: e noi la facciamo giocare!
L’evento di quest’anno propone, come di consueto, un programma ricco ed intenso: espositori di settore, aree gioco, tornei e demo per tutti i gusti (http://www.firenzegioca.it/programma2014/).

Recensione: Nuns on the run

scritto da Bernapapà

Nei pomeriggi poco assolati di questa estate, mi è capitato di riscoprire questo gioco, comparso nel 2010, edito dalla  Mayfair Games, ad opera di Frederic Moyersoen, noto per essere l'autore di Saboteur. Sto parlando di Nuns on the run, gioco ambientato in un fantomatico convento di suore, dove abbiamo da una parte delle novizie biricchine che cercheranno di aggirarsi di notte per il convento in cerca dei loro desideri proibiti (dolci, alcolici, lettere d'amore ecc..), e dall'altra avremo la priora e la badessa che daranno loro la caccia. E' un gioco sui generis, adatto ad un pubblico familiare, a obiettivi differenziati, in quanto un giocatore (o due) prenderanno le parti delle due suore guardiane, mentre ogni altro giocatore impersonerà una novizia con il suo obiettivo da raggiungere. Il gioco si svolge su un tabellone con percorsi definiti che sarà possibile percorrere tramite l'utilizzo di carte movimento. Il gioco è da 2 a 8 giocatori, per una durata che varia dalla mezzora all'oretta e mezza, e non è completamente indipendente dalla lingua, in quanto, alcune carte, contengono poco testo. Vi anticipo che il gioco è piaciuto molto sia a me che alla mia famigliola, e che è risultato una graditissima sorpresa di questa estate ludica.

lunedì 15 settembre 2014

Essen e dintorni VII

scritto da Fabio (Pinco11)

Proseguiamo con le nostre carrellate di giochi, occupandoci stavolta di 2F Spiele, Queen, Quined, Pearl, Artipia e Mattel. 
Noto che quest'anno parecchi editori hanno rinviato al mese prima della fiera la diffusione dei manuali, per cui ci troveremo ad avere un enorme affollamento di dettagli sui giochi tutti da vedere in poco tempo. Sarà facile, mi sa, che possibili perle rimangano nascoste proprio sino all'ultimo ... ;)
Nel frattempo continuiamo a farci incuriosire e ad arricchire le nostre wishlist, oppure a resistere felici, depennando i titoli che sappiamo non ci interesseranno ;)

domenica 14 settembre 2014

[Anteprima] King of New York

[Anteprima] King of New York di Nero79

Gen Con
Ad agosto mentre noi europei già pregustiamo le uscite della prossima Spiel Essen, in America e più precisamente ad Indianapolis, si tiene la Gen Con, manifestazione tutta stelle e strisce dedicata al mondo dei giochi da tavolo.
Ormai per dimensioni la Gen Con può rivaleggiare con Essen (c'è qualcuno che dice che sia diventata addirittura una manifestazione più grande), fatto sta che Gen Con è per l'America quello che Spiel Essen è per l'Europa.
Tra le varie uscite c'era un po' di tutto ma tra i titoli su cui circolava più hype c'era questo King of New York, seguito dell'apprezzatissimo King of Tokyo realizzato sempre dal Magic(o) Richard Garfield per Iello.
Fino all'ultimo l'editore ha mantenuto uno stretto riserbo sul gioco e non si riuscivano a trovare notizie...
Ora che è tutto alla luce del sole facciamo un po' di chiarezza.

sabato 13 settembre 2014

Recensioni Minute - Unboxing Tzolk'in

scritto da TeOoh!

Questo titolo immagino che un po' tutti ce l'abbiano negli occhi: gli ingranaggioni che reggono tutta la partita e trasformano dinamicamente il piano di gioco ad ogni turno hanno fatto furore un paio di anni fa e, ad oggi, con l'uscita di espansioni, continuano a regalare partite molto combattute.

Il messaggio Telegram di "Vuoi unboxare?" stavolta è arrivato da Tambu, peraltro autore della siglettina dei vlog, al quale ho fatto seguire un "Stasera quando esco da lavoro?".
Tzolk'in (per 2-4 giocatori di Simone Luciani e Daniele Tascini)  è sicuramente uno di quei titoli sui quali val la pena di spendere qualche minuto ad osservare solamente i materiali.

venerdì 12 settembre 2014

[nonsolograndi] La Torre dei Cavalieri


scritto da
Simarillon (Davide)

Oh no! Oh no! Oh no! Haba ancora lei la protagonista della rubrica nonsolograndi oggi infatti si parla di La Torre dei Cavalieri un gioco creato da Benjamin e Gunter Burkhard, illustrato da Thies Schwarz, la particolarità di questo gioco, almeno a detta dei seri tedeschi della Haba, che il primo dei suoi creatori abbia solo setta anni! Precoci i giovani tedeschi! L’abitudine al gioco aiuta!

Il giocosi può giocare da due a quattro giocatori, a partire dai quattro anni e nella scatola sono presenti le regole in italiano, anche se, come la maggior parte dei giochi della Haba, è totalmente indipendente dalla lingua. Tempo medio a partita dieci minuti circa.
Ecco qui la solita tematizzazione Haba: “corre voce ovunque nel regno: i cavalieri più coraggiosi e valorosi partecipano al più grande torneo di tutti i tempi al castello di re Benjamin. Oggi dovranno trovare la porta segreta della torre labirintica: già si ode un fracasso turbolento perché i cavalieri corrono lì dentro gridando e accalcandosi e ognuno vuole essere il primo a precipitarsi nel cortile del castello.

giovedì 11 settembre 2014

[Anteprima] Mythotopia

scritto da Agzaroth

Mythotopia (di Martin Wallace) è ormai in sviluppo da diverso tempo. Il gioco è ambientato in un mondo fantasy-medievale e le meccaniche sono le stesse di Pochi Acri di Neve. La differenza maggiore sta nel fatto che può essere giocato anche in 3 o 4 partecipanti.

Il motore del gioco sono le carte e la mappa con i territori da conquistare.
In teoria ogni partita dovrebbe essere diversa dall'altra. Il tabellone è diviso in 40 province, ciascuna con la propria carta. All'inizio del gioco, ciascun giocatore possiede un certo numero di territori casuali, marcati con le proprie pedine e dei quali prende la carta corrispondente.
Ci sono poi 27 carte Miglioramento, delle quali 16 vengono rese disponibili per la partita. Ogni partecipante ha poi un set iniziale personalizzato di 5 carte. Queste vengono mescolate con le carte delle province possedute e viene pescata una mano iniziale di 5 carte.

mercoledì 10 settembre 2014

Recensione: Mondo senza fine

scritta da Bernapapà

A tre anni di distanza dalla pubblicazione del gioco I Pilastri della Terra (qui la recensione), ecco che la prolifica coppia Rieneck - Stadler ci propone la versione in gioco da tavolo di Mondo Senza Fine, tratto anch'esso dal romanzo di Ken Follet che altro non è che la "continuazione", duecento anni dopo, delle vicende legate alla cattedrale di Kingsbridge, che si intrecciano con gli eventi storici della grande peste del 1300 e la guerra dei cent'anni. Il successo di entrambi i romanzi ha portato alla produzione di due miniserie televisive di grande successo, prodotte da Ridley Scott. Ma torniamo al gioco, gestionale per 2-4 giocatori, pubblicato nel  2009 dalla Kosmos, ed uscito in Italia l'anno successivo per la GiochiUniti. La localizzazione è resa necessaria dalla presenza di molto testo nel gioco. Le meccaniche proposte si discostano abbastanza da quelle del "fratello maggiore", in quanto non è previsto il piazzamento lavoratori, ma abbiamo più la gestione risorse per contribuire alla costruzione di varie strutture ed alla cura dei malati di peste, utilizzando carte azione da scegliere all'interno di 4 fasi, suddivise in 6 turni, che scandiscono il gioco, e dove ad ogni turno viene pescato un evento che condiziona il turno in corso o tutta la fase di gioco. Il gioco è rivolto ad un pubblico già svezzato sulla gestione delle risorse, ma non lo vedo un titolo per hard gamers.

martedì 9 settembre 2014

Novità dalla GEN-CON

Scritto da Chrys.

Come saprete ad agosto si tiene ogni anno la Gen Con ad Indianapolis... si tratta della più importante fiera americana aperta al pubblico dedicata ai giochi*, pur essendo più piccola di quella di Essen (che non a caso è la più importante a livello internazionale)... le case sono meno e quesi tutte americane ma per quest'ultime si tratta della più importante occasione dell'anno, anche perchè molte non sono presenti poi ad Essen.

* In realtà in USA esiste anche la Toy Fair di New York, che è molto più grande (credo anche più di quella di Essen) ma è dedicata genericamente al giocattolo, mentre questa è specificamente rivolta a giochi da tavolo, di carte e di ruolo.

Molte case hanno quindi approfittato per presentare le loro novità... vi riporto a seguire in ordine sparso quelle che ritengo essere le più interessanti. Alcuni li abbiamo già trattati (va che bravi siamo!!) mentre altri li tratteremo a breve. ^__^

lunedì 8 settembre 2014

Essen 2014 e dintorni - Parte VI

scritto da Fabio (Pinco11)

Altra puntata delle nostre carrellate ed altra serie di titoli da proporvi.
Come sempre cerco di ondeggiare tra cose più note ed attese e piccole case, sempre alla ricerca di qualche cosa di cui altri non vi abbiano già parlato ... ;)


Tra gli altri oggi parleremo di 2F Spiele, Aporta, TMG, di un designer italiano, degli amanti della birra e di agenti segreti ... ;)

domenica 7 settembre 2014

7 giochi in 7 giorni, storie di ordinaria ludomania

Scritto da Federico Latini

[Federico] E dopo le esperienze di Lampadina con il mondo dei giochi da tavolo e la sua famiglia ecco che un altro nostro lettore ci condivide una sua esperienza in famiglia, mi prendo la briga di commentare passo passo così possiamo discutere un po su questo scorcio di realtà. Sta diventando piacevole, questa abitudine delle 'lettere alla redazione' :-)


Una settimana fantastica

[Antonello] Mi chiamo Antonello ed ho 50 anni. Vivo a Mirandola (Mo), citta’ in passato famosa per aver dato i natali a Pico della Mirandola ora, invece, tristemente nota per un terremoto che ci ha tolto la serenita’ a tempo indeterminato. Ma lasciamo perdere e parliamo di cose piu’ gradevoli.
Ho piacevolmente riscoperto il mondo dei giochi da tavolo da alcuni anni (anche e soprattutto grazie al vostro blog molto ben curato che consulto quasi quotidianamente) e mi sono permesso di scriverVi per raccontare e condividere una piacevole esperienza che si e’ concretizzata durante le mie recenti ferie.

sabato 6 settembre 2014

Recensioni Minute - Unboxing Keythedral

scritto da TeOoh!

Un titolo di cui avevo spesso sentito parlare, ma che non ero mai riuscito a provare. Trovando quindi un'occasione ghiotta in lingua francofona (ed essendo pochissime le carte da tradurre tramite comodo download dalla Tana dei Goblin) ho pensato di avanzare l'acquisto ed aggiungerlo alla mia collezione.
Keythedral, di Richard Breese, è un gioco per 2-5 giocatori della durata di un'oretta abbondante.

venerdì 5 settembre 2014

Recensione - La Lepre e la Tartaruga / La Lievre et la Tortue / The Hare and the Tortoise

Recensione - La Lepre e la Tartaruga / La Lievre et la Tortue / The Hare and the Tortoise di Nero79 

Oggi vi parlerò di La Lievre et la Tortue gioco per 2-5 giocatori ideato del coreano Gun-Hee Kim, terzo "volume" della serie Tales&Games lanciata dall'editore francese Purple Brain.
L'idea della serie è quella di ispirarsi a fiabe e favole famose per produrre dei simpatici giochi per tutta la famiglia includendo nella scatola a forma di libro e a chiusura magnetica (ricordate Biblios?) anche un breve racconto che potrete leggere ai vostri bambini (per questo gioco ne avremo ben tre... la versione della favola di Esopo, la fiaba di La Fontaine e una versione ideata appositamente per il gioco). L'idea mi è piaciuta subito e (vi spoilero subito) questo "La Lepre e la Tartaruga" (titolo italiano della versione che sarà pubblicata da Asterion Press) è secondo me il migliore della serie.

giovedì 4 settembre 2014

[Anteprima] Imperial Settlers

scritto da Agzaroth

Ignacy Trzewiczek non si ferma. Dopo il successo planetario ottenuto con Robinson Crusoe pare che con la sua Portal abbia puntato decisamente su se stesso ed ecco quindi la sua ultima fatica, in uscita a Essen 2014.
E' un gioco di carte (che reimplementa, con una ambientazione più adatta a tutti il precedente postapocalittico 51st State), sebbene accompagnato da una plancia segna punti, basato sul drafting, gestione mano e poteri variabili. Per 1-4 giocatori, il tempo stimato è 60 minuti, media difficoltà.
Vediamo più da vicino di che si tratta.

MATERIALI E SETUP
La fumettosa e pucciosa grafica non deve ingannare. Come però ho trovato scritto in rete “il simpatico e grassottello omino in copertina non sta venendo verso di voi per aiutarvi a colonizzare una landa desolata, ma per sfasciarvi sul muso la sua vanga”. Le immagini sono simpatiche e curate, dando l'idea di un gioco di un tranquillo gioco di colonizzazione in cui ognuno si a simpaticamente gli affari propri. Leggendo le regole, invece, si capisce che non solo per edificare i tuoi edifici più forti ne dovrai distruggere altri, ma che anche gli amabili vicini di casa potranno radere al suolo alcune delle tue costruzioni.

mercoledì 3 settembre 2014

[Riscopriamoli] Alhambra

scritto da Simone M.

Nel 1238 il sultano Muhammad ibn Yūsuf ibn Nāzar, detto al-Hamar (il Rosso) per il colore della sua barba occupò la città spagnola di Granada e vi stabilì la sua dinastia. Come simbolo della sua magnificenza edificò il primo nucleo della cittadella fortificata nota con il nome di Alhambra (Qalʿat al-ḥamrāʾ ovvero la Cittadella Rossa, dal colore delle pietre con cui fu edificata).
Nel corso dei secoli la sua discendenza ampliò la fortezza con torri, appartamenti privati, serragli, giardini e fontane  trasformandola in una delle sette meraviglie del mondo moderno. Meraviglia che l’UNESCO, nel 1984, ha reso patrimonio dell’Umanità.
Queste le altisonanti premesse di un classico dei giochi da tavolo: Alhambra di Dirk Henn.
In Alhambra, edito nel 2003 dalla Queen Games e vincitore dello Spiel il medesimo anno, i giocatori (da 2 a 6) dovranno calarsi nei panni di ambiziosi architetti dell’epoca impegnati nella costruzione della fortezza più stupefacente.

martedì 2 settembre 2014

[Anteprima] Terra Mystica: Fire & Ice

scritto da Agzaroth

Uno dei giochi di maggior successo del 2012 e di sempre, vista la sua posizione in classifica e i premi e gli apprezzamenti che continua a ricevere, quest'anno vede nascere la sua prima espansione "seria" (ci sono state un paio di promo).

Sei nuove razze, due nuovi terreni (lava e ghiaccio), due nuovi colori (arancione e bianco), tabella per l'ordine di turno, nuovo tabellone alternativo, nuovi conteggi dei punti finali, successivi a quello classico per l'insediamento più sviluppato.

Vediamo dunque tutte le novità introdotte.

lunedì 1 settembre 2014

X-Com: The Boardgame

scritto da Fabio (Pinco11)

La Fantasy Flight ha rappresentato uno dei primi editori nei quali mi sono imbattuto nel periodo della mia 'riscoperta' dei giochi da tavolo e per diverso tempo una delle mie fonti preferite di approvvigionamento.
Cambiata nel tempo la costituzione del mio gruppo di gioco, mi sono gradualmente  allontanato da essa, passando ad altri dei nostri redattori gli articoli dedicati alle sue uscite, ma quando ho avuto notizia della prossima pubblicazione del gioco da tavolo di XCOM non ho potuto sottrarmi dallo scrivere un articolo dedicato ad esso.
Circa venti anni fa usciva, infatti, il primo titolo della omonima serie di videogiochi per PC ed io ne rimanevo all'epoca assolutamente affascinato. Si trattava di uno strategico a turni, che conteneva al suo interno elementi propri di due categorie di titoli, ossia dei giochi di combattimento e dei ... udite udite .. gestionali.