sabato 31 maggio 2014

Recensioni Minute - Carcassonne

scritto da TeOoh!

Carcassonne (in catalano e in occitano Carcassona) è una città francese situata nel dipartimento dell'Aude, del quale è capoluogo, nella regione della Linguadoca-Rossiglione.

Queste sono le prime righe di Wikipedia che ci danno le informazioni geografiche riguardo questa città francese. Ma forse, non sono queste le informazioni che stavate cercando quando avete cliccato su un super blog riguardante i giochi da tavolo!

Immagino quindi siate approdati qua, durante la vostra navigazione, per leggere di Carcassonne: il gioco da tavolo per 2-5 giocatori di Klaus-Jürgen Wrede e pubblicato dalla Hans im Glück, poi in Italia dalla Venice Connection.

Probabilmente ne sapete già un sacco di questo gioco, ma, nel caso non fosse così, è il momento di recuperare!

venerdì 30 maggio 2014

[nonsolograndi] La Lince

scritto da Simarillon 
(Davide)

La Lince Disney un gioco per allenare i propri riflessi, migliorare la capacità visiva e imparare a distinguere più in fretta le immagini. Il gioco può essere giocato da due a quattro giocatori (ma eventualmente anche di più) ed è completamente indipendente dalla lingua non essendoci materiali con testo. Le illustrazioni sono quelle, belle, della Disney e una partita si conclude nell’arco di tempo di una decina di minuti. Il gioco è pubblicato dalla spagnola Educa ed importato e distribuito in Italia Giochi Preziosi.

giovedì 29 maggio 2014

[Meccaniche] Maggioranze

scritto da Agzaroth

I giochi di maggioranze non sono stati per me amore a prima vista. Tuttavia, nell'ultimo periodo, ne ho scoperti e fatti sempre di più, lasciando che il meccanismo mi conquistasse definitivamente. Tra l'altro, scorrendo la classifica di BGG, ho notato che non sono molti quelli in alto e non sono molti in generale. Qui ho scelto 14 titoli che ho giocato e che mi sono piaciuti, anche se in misura differente. Non mi soffermerò tanto sulla meccanica di maggioranza quanto su due aspetti che poi la caratterizzano titolo per titolo, ovvero: come è integrata e veicolata dal resto del gioco e come vengono risolti gli spareggi. Vedremo come da un piccolo particolare come possono essere appunto gli spareggi, cambi parecchio l'interazione e l'approccio.

mercoledì 28 maggio 2014

Recensione: Radio Londra

scritta da Bernapapà


Ciao a tutti. Oggi vi voglio parlare di questo simpaticissimo filler - party game, Radio Londra, di Charles Chevallier, distribuito in Italia da Oliphante, che ne ha curato l'edizione italiana.

 Un giochino niente male, che si presta, date le dimensioni, ad essere anche portato in borsetta e tirato fuori nei ritagli di tempo, o fra un gioco impegnativo e l'altro. E' proposto come fruibile da 3 a 6 giocatori, ma niente vieta in realtà di giocarlo anche in gruppi più numerosi.
Le dinamiche proposte strizzano l'occhio a Dixit, in quanto si tratta di indovinare l'associazione di idee parola-disegno, ma il tempo di gioco ed il meccanismo a risposta a giro lo rendono molto veloce e proponibile ad un pubblico veramente vasto.

martedì 27 maggio 2014

Innovation: Echoes - Recensione

Scritto da Chrys.

Son passati quasi due anni da quando io e Fabio vi parlammo per la prima volta di Innovation... si trattava della seconda edizione inglese e da allora abbiamo visto arrivare un ottima edizione italiana a cura di Asterion Press e successivamente anche l'edizione italiana della sua espansione... Echoes.

Proprio di quest'ultima vi parlo oggi... inutile dire che se non conoscete questo gioco nella sua versione base potete rinfrescarvi la memoria con i nostri vecchi articoli. ;)

Questa espansione permette di giocare in 5 (ma a mio parere questa non è la solita manovra commerciale del "tolgo un giocatore per vendervelo a parte" in quanto nel gioco base non vi erano sufficenti carte e probabilmente nemmeno potenziali obiettivi per giocare in più di quattro) e tante nuove carte con relativi effetti e potenziali combo.

lunedì 26 maggio 2014

Essen 2014 e dintorni (I): si paaarte!!!

scritto da Fabio (Pinco11)

Inizio presto quest'anno a tenere traccia delle uscite preannunciate per il prossimo ottobre, visto che butto giù le prime righe della rubrica Essen e dintorni già a maggio!

Quasi tutti i titoli di cui vi parlo (tranne uno...) sono infatti già programmati per uscite autunnali e forse forse quest'anno le case editrici si sono decise a programmare il marketing con un attimo più di calma rispetto al solito: ne riparliamo ad agosto, quando sarò in attesa dell'uscita del manuali che mai arrivano .. :)

domenica 25 maggio 2014

[nonsolograndi] I tre piccoli porcellini


scritto da
I Giullari  (Alberto e Valentina)


Introduzione
I tre piccoli porcellini è un gioco di Laurent Pouchain edito in Italia dalla Asterion Press che prende spunto dalla fiaba "I Tre Porcellini" di James Orchard Halliwell-Phillipps “I tre porcellini”.
Nel gioco dobbiamo costruire una casa “forte e bella in cui trascorrere le lunghe sere d’inverno” e proprio come nella fiaba potremo costruirle di paglia, legno o mattoni e dovremo fare attenzione al lupo che, in agguato, aspetta il momento migliore per abbattercele con un soffio!



sabato 24 maggio 2014

Recensioni Minute - Unboxing Splendor

scritto da TeOoh!

Il "gioco del momento" sembra essere Splendor, di Marc Andrè (2-4 giocatori), edito dalla Space Cowboys. Un po' tutti ne stanno parlando, è finito tra i titoli nominati dello Spiel des Jahres 2014, pare avere un regolamento super scorrevole, insomma se non lo conosci, non puoi decidere se è un mito o tutta realtà.
Quindi l'ho preso.
E l'ho aperto davanti alla videocamera.

Recensioni Minute - Unboxing Ticket to Ride 10th Anniversary

scritto da TeOoh!

Ticket to Ride immagino non abbia bisogno di presentazioni: è uno tra i titoli più diffusi e utilizzati come introduttivo. E si lascia piacevolmente giocare anche da chi è già introdotto da un po'. In più ha dalla sua parte una varietà di mappe addizionali che lo rende quasi immortale ai nostri occhi.
E un po' lo è, visto che compie 10 anni! Il gioco di Alan R. Moon (2-5 giocatori) edito da Days of Wonder subisce quindi una trasformazione radicale dal punto di vista estetico per riempire gli occhi dei giocatori con un nuovo abito.


venerdì 23 maggio 2014

[giochi da zaino] - Vampir Mau Mau

Vampir Mau Mau - recensione di Nero79


Chi l'avrebbe mai detto che nel mio gruppo di gioco tedesco prima o poi avrei finito col giocare a UNO... Sembra l'inizio di uno dei miei peggiori incubi!


E invece è proprio quello che è successo... ma non smettete di leggere.
Vampir Mau Mau, gioco per 2-4 giocatori di Peter Neugebauer pubblicato da Pegasus Spiele.
Prendete il classico Mau Mau (qui in Germania popolarissimo gioco tradizionale di carte che ha ispirato UNO, in Italia forse conosciuto nella variante francese Dernier) e aggiungeteci due ingredienti fondamentali per fare breccia nel cuore degli hardcore gamer più sfegatati...

giovedì 22 maggio 2014

[Recensione] Lewis & Clark

Scritto da Agzaroth

Ci sono giochi che ti lasciano perplesso dalla lettura delle regole. Poi li giochi la prima volta e quasi quasi ti penti dell'acquisto. Poi, per qualche motivo, li riprovi, magari in solitario, e capisci che ti eri sbagliato. Li giochi, li rigiochi, li fai provare, ti appassioni e capisci che hai tra le mani un piccolo (ma neanche tanto piccolo) capolavoro.
Lewis and Clark (edito da Ludonaute ed ideato da Cedric Chaboussit) è uno di questi.

Andato esaurito a Essen 2013 e prontamente ristampato in diverse lingue (anche in italiano da Asterion), è un gioco di corsa che sfrutta le meccaniche di deck-building, gestione carte, gestione risorse e piazzamento lavoratori. Destinato esclusivamente a un pubblico di abituali, vista la complessità e la durata.

mercoledì 21 maggio 2014

Primi Impressioni: Rockwell

scritto da Bernapapà

Oggi vi parlo di questo nuovo gestionale basato su meccaniche di piazzamento lavoratori, Rockwell , del neo-autore Bruno Crépault, edito dalla Sit Down!, per 2-4 giocatori, indipendente dalla lingua. Mi è capitato di provarlo alla recente Play di Modena, proprio allo stand della Uplay Edizioni, che curerà la pubblicazione del gioco in italiano. Ci troviamo nella già utilizzata ambientazione dell'estrazione mineraria,  dove saremo chiamati, per conto della società Rockwell, appunto, a dimostrare la nostra abilità di società estrattiva, inviando spedizioni fino al centro della terra (!) costruendo pozzi, commerciando i minerali estratti e cercando di raggiungere obiettivi di "presenza" nella miniera e simili. La cosa interessante/innovativa del gioco è che per scavare un nuovo tunnel, avremo bisogno della collaborazione delle squadre degli avversari, con le quali dovremo poi condividere il bottino, in un gioco dai risvolti strategici profondi, ma che premia le capacità tattiche: gioco dedicato comunque al mondo dei gamers.

martedì 20 maggio 2014

Sherlock Holmes (Fumetto-Gioco) - Recensione

Scritto da Chrys.

Chi ci segue con regolarità saprà già che un paio di settimane fa ho fatto una recensione dettagliata di Sherlock Holmes Consulente Investigativo uscito in italiano a cura della Asterion... a scanso di equivoci per gli occasionali oggi vi parlo invece del fumetto-gioco ispirato al famosissimo investigatore, edito in italiano dalla Cranio Creations. che si chiama semplicemente Sherlock Holmes. Spero apprezzerete la recensione quanto le due precedenti, anche se ci distacchiamo dal classico concetto di gioco di cui parliamo solitamente. :)

PS: In reltà questo articolo doveva uscire già parecchio tempo fa (il volume è uscito a Lucca Games) ma tra una cosa e l'altra e rimasto nel cassetto... ci tenevo comunque a parlarvene in quanto si tratta di un prodotto davvero molto valido. *__*

Nell'ultimo anno vi ho già parlato di fumetti-gioco in occasione delle altri due Fumetti-Gioco pubblicati da Cranio Creations (Pirati: Diario di un Eroe e Cavalieri)... questo volume ha alcuni elementi in comune con i due precedenti, ma premetto da subito che ha un approccio più "maturo" e punta chiaramente (per tematiche e meccaniche) ad un target decisamente più adulto. Non che gli altri non fossero apprezzabili da un adulto (credo anzi che molti degli acquirenti siano stati over 30 cresciuti a pane, fumetti e Lupo Solitario) ma erano volumi adatti anche a bambini e ragazzi... questa volta diciamo che sarà più difficile usare vostro figlio per giustificare l'acquisto alla moglie. ;)

lunedì 19 maggio 2014

Spiel des Jahres - ecco i nominati

scritto da Fabio (Pinco11)

Sono usciti poco fa i nominati ed i consigliati per il premio Spiel del Jahres ed eccomi subito a proporveli.
Parto con la categoria dei giochi 'per tutti', ovvero quella base, per dire che la terna dei titoli che si giocheranno la vittoria è composta, udite udite, da tre sorprese.  Non lo dico per giustificarmi dall'aver, come al solito, scannato le previsioni, ma non avevo idea della eleggibilità di un paio dei titoli (non sapevo neppure fosse uscita una loro versione tedesca).
Vabbè, i nominati per la categoria generalista sono:

[Opinioni a Confronto] Nations

scritto da Fabio (Pinco11) 


Eccoci qui con un nuovo tag a fianco del titolo, ovvero all'inaugurazione di una nuova categoria di articoli, dedicata ad approfondimenti su titoli dei quali già sul blog in passato si è parlato.
La formula scelta, come suggeriscono le parole, è quella di coinvolgere più dei nostri autori nell'esprimere una opinione d'insieme sul titolo del quale si sarà scelto volta per volta di parlare.
Lo scopo è quello di mettere in luce le diverse idee, ma anche le diverse sensazioni che lo stesso gioco può suscitare in capo a diversi giocatori. Inoltre nel seguirci nel corso del tempo molti lettori hanno imparato a conoscere lo stile ed i gusti di ogni singolo recensore, comprendendo chi gli sia più affine e di chi condivida in genere le impressioni ed il dare voce a più persone amplia, a mio avviso, la possibilità di far emergere i pro ed i contro di ogni titolo.
Infine vi è la possibilità per più di noi di esprimere il proprio parere su titoli 'di punta', quando invece, una volta uscita una (a al massimo due) recensioni, di solito si preferisce dedicarsi a titoli ancora 'scoperti'.
Bene: spero che l'iniziativa vi risulti gradita e resto a disposizione per suggerimenti (vi segnalo che in fondo all'articolo troverete anche un invito ...).

domenica 18 maggio 2014

[strategia e tattica] The Great Zimbabwe

Scritto da Agzaroth, apparso originariamente come articolo sulla Tana dei Goblin, qui nella sua versione ultima, corretta e aggiornata.

The Great Zimbabwe (TGZ d'ora in poi, della Splotter Spellen, per 2-5 giocatori, durata 90') è un gioco logistico-economico.
Come tale è incentrato su due aspetti: fare soldi e usarli per trasportare beni rituali. Entrambe le azioni concorrono ad ottenere punti vittoria (PV), che sono quindi lo scopo ultimo del gioco.
Come ho già detto in recensione, l'impostazione logica del sistema mi ricorda parzialmente Puerto Rico: dotarsi di un piccolo motore economico per sfruttarlo ai fini del punteggio. In TGZ la cosa è forse ancora più evidente.
Per questo una trattazione analitica delle parti di gioco (dei, specialisti, artigiani...) mi pare meno feconda rispetto a una di tipo funzionale, che tenta di considerare i vari elementi per quello che fanno e per come sinergizzano.
Manterrò quindi questo tipo di approccio per la trattazione che segue, procedendo dai motori economici agli aspetti logistici fino alla via per la vittoria.

Dato che questa vuole essere una infarinatura di tattica e strategia, non starò a spiegare le regole, dando per scontato che chi legge l'articolo le abbia già lette o quantomeno se ne sia fatto un'idea tramite la mia recensione presente in Tana o qui con le prime impressioni di Polloviparo

sabato 17 maggio 2014

Recensioni Minute - Augustus

scritto da TeOoh!

So che vorreste essere il top dei top, e so anche che invidiate tantissimo quelle geniali menti della comicità che riescono a creare battute fresche e divertenti sul momento.
Penso ad esempio a quando si gioca a tombola: il tizio con il sacchetto estrae il primo numero e... BAM! Arriva qualcuno che urla subito "AMBO!". Poi, al numero successivo, qualcuno tenta un timido "tombola", ma ormai l'assemblea ha già decretato che non fa ridere.

Avete quindi una nuova chance: invitate qualcuno a giocare ad Augustus! Un gioco per 2-6 giocatori, di Paolo Mori, della durata di una mezz'oretta circa.
Ora, nel momento in cui l'uomo con il sacchetto estrarrà il primo simbolo, sarete pronti a gridare "Ave Cesare!" suscitando ilarità e guadagnandovi il dominio supremo della ludoteca.

venerdì 16 maggio 2014

[nonsolograndi] giochiamo con i bambini!

scritto da 
Simarillon (Davide)

Se siete capitati qui per la prima volta accedete a questo link che ha una lista più complete: cosa regalo a mio figlio.

A tutti gli appassionati di giochi in scatola, che auspicherebbero che i propri figli si appassionassero quanto loro ... 
A tutti quelli che vogliono far crescere i loro bambini nel migliore dei modi...
A tutti quelli che a Natale vorrebbero fare un regalo diverso dal solito, ma non sanno che regalo comperare...
A tutti quelli che vogliono insegnare ai propri bambini divertendo e divertendosi...
A tutti quelli che i figli dei loro amici hanno già tutto e non sanno quale regalo comperare per il prossimo compleanno...
A tutti quello che vogliono insegnare che nella vita si può imparare anche dalle sconfitte ...

giovedì 15 maggio 2014

Recensione: Splendor

scritta da Bernapapà

Fra le uscite di quest'anno troviamo questo nuovo filler: Splendor, di Marc André, edito dalla Space Cowboys, che verrà distribuito in Italia dalla Asterion (si parla di Giugno). Si tratta di un gioco dalle regole molto semplici, della durata contenuta (una ventina di minuti), ma dotato di una componentistica sontuosa, per 2-4 giocatori, completamente indipendente dalla lingua (ad eccezione del manuale, ovviamente)
L'ambientazione, un po' appiccicaticcia, ci vorrebbe mercanti di pietre preziose del Rinascimento, intenti commerciare le pietre grezze, acquisendo carte sviluppo per trasformarle poi in gioielli che ci permetteranno di guadagnare il favore dei nobili o di venderli acquisendo prestigio. Le pietre preziose sono rappresentate da dischi di plastica dura molto pesanti, simili alle fish del poker, che raffigurano 5 tipi di pietre: diamante, rubino, smeraldo topazio ed onice, cui si aggiungono i dischetti jolly dell'oro. Il gioco fa della semplicità e della velocità il suo punto di forza: un po' dominato dalla fortuna, necessità comunque di un minimo di capacità tattiche e strategiche. Se vi va di continuare, vi spiego come si gioca e qual è la mia opinione al riguardo.

mercoledì 14 maggio 2014

[Riscopriamoli] - Il Signore degli Anelli LCG

scritto da Maxell

C'è stato un magico periodo, tra il '94 e il '95, in cui impazzava il gioco delle Magic .
Parlo di magico perché quando si ha un età sufficientemente giovane (12 anni nel mio caso) si hanno ricordi dettati decisamente più dalle emozioni che dalle immagini e, non avendo un'ottima memoria, mi riesce più facile trasmettere le sensazioni più che altro.
Era un periodo in cui tutti si radunavano davanti al negozio di fiducia ad acquistare frettolosamente, a scambiare furiosamente e a giocare avidamente; ci sentivamo tutti quanti al centro dell'attenzione ma, come quasi tutto, le belle cose non son destinate a durare per sempre e, facendo quadrato, si scopre che tutto ha un costo - tante migliaia di lire in pratica.

martedì 13 maggio 2014

Origin - Recensione

Scritto da Chrys.

Avevo intravisto Origin (2-4 giocatori, Matagot) sul web ma ha veramente solleticato la mia attenzione quando ho incontrato Andrea Mainini (l'autore) all'ultima edizione di IDeAG, dove ho anche avuto modo di ascoltare l'interessantissima "conferenza" sulle mille traversie editoriali di questo titolo che ha comportato circa 8 anni di modifiche e messe a punto a partire tra quando firmò con la casa editrice e quando ha visto gli scaffali!! 

Decisamente uno dei parti editoriali più lunghi e travagliati che io conosca, ma devo dire che ne è valsa la pena anche perchè non solo il risultato finale è eccellente, ma anche per via del fatto che potremmo dire che Andrea abbia vinto una scommessa: qando presentò l'idea tutti gli dissero che "nessuna casa editrice ti produrrà mai un gioco con così tanti pezzi unici differenti"... alla fine ha vinto lui! ^__^


lunedì 12 maggio 2014

Toto Spiel 2014

scritto da Fabio (Pinco11)

Uno degli appuntamento annuali più attesi nel calendario ludico è quello del premio Spiel des Jahres, ovvero il gioco dell'anno tedesco, premio che viene attribuito ai tre titoli che si sono maggiormente distinti nelle categorie previste dal concorso, ossia quella 'base', quella 'per bambini' e quella 'per esperti'.

La coccarda con il pedone stilizzato è importante perché il mercato tedesco è tradizionalmente uno di quelli più ricchi e perché uscire con essa sulla propria scatola continua a garantire grosse vendite, nell'ordine almeno delle decine di migliaia di copie (se non di più), visto che i vincitori normalmente sono distribuiti nel paese di Goethe anche nei centri commerciali.
Ogni anno, più o meno (ed un nostro lettore me lo ha di recente ricordato in un commento), mi diletto nel cercare di indovinare quali saranno le preferenze della giuria e ad ogni scadenza riscontro come le mie previsioni emergano, a posteriori, poco accurate ;)

domenica 11 maggio 2014

[giochi da zaino] Abluxxen! / Linko!

Abluxxen / Linko! di Nero79

Oggi vi parlo di un ennesimo gioco di carte Abluxxen (nel resto del mondo si chiamerà Linko!) gioco per 2-5 persone pubblicato da Ravensburger. Ma questa volta non sarà il solito giochino che dimenticherete presto ma un gioco destinato a fare il botto... almeno qui in Germania, lì da voi non so. Questo non tanto perché sia un gran gioco, di quelli di cui non potete fare a meno (anzi), ma piuttosto perché è stato realizzato con maestria da una coppia di autori che i giochi li sa inventare proprio bene... autori da cui prendere appunti se casomai foste interessati al game design. Sto parlando del dinamico duo formato da Michael Kiesling e Wolfgang Kramer (se non sbaglio il nostro Fabio è tra i loro estimatori). I due in coppia hanno realizzato un sacco di titoli (tra i più recenti Asara, Die Paläste von Carrara, Glück Auf e Nauticus). Kramer è anche l'autore di parecchi altri titoli pluripremiati e anche di un certo 6 nimmt! (in Italia 6... prendi e perdi! distribuito da Dal Negro) giochino di carte che ha venduto in Germania e nel mondo più di 2 milioni di copie.

sabato 10 maggio 2014

Recensioni Minute - Aprile 2014

scritto da TeOoh!

Aprile.
Aprile!
Basta un punto esclamativo per trasformare il nome di un mese in un imperativo categorico, l'avevate mai notato? Io, ad esser sincero, ci ho fatto caso solo adesso che l'ho scritto.

Come introduzione mi sembra sufficientemente profonda e densa di giochi linguistici dei quali non sono assolutamente capace. Completo con snellezza i cruciverba (compresi i cattivissimi di Ghilardi o Bartezzaghi della Settimana Enigmistica) e amo l'antologia di Edipo. Ma dire che sia mai riuscito a terminare una cornice concentrica, sarebbe mentire. Posso aggiungere di essere bravissimo nell' "Unisci i puntini", al massimo faccio solo 2 o 3 errori per pista numerata!

Dopo avervi annoiato su cosa mi piace di più a livello enigmistico, passo ad elencarvi i giochi da tavolo che sono riuscito a mettere sotto ai miei polpastrelli nel quarto mese dell'anno!

Luchador! prime impressioni


Scritto da Federicolatini.

Vi è mai capitato da piccoli di vedere pubblicizzati gli occhiali a raggi X che guardano attraverso i vestiti (che poi non si capisce come mai la donna in pubblicità ha le mutande e il reggiseno se guardano attraverso i vestiti, intimo plumbeo), quella pubblicità è il simbolo per antonomasia di una aspettativa infranta, di un entusiasmo stroncato. Io non ho mai avuto l'ardire di acquistare gli occhiali a raggi X delle pubblicità, ma in un certo modo mi sono rifatto con Luciador!

venerdì 9 maggio 2014

[nonsolograndi] Squalo matto


scritto da 
Simarillon (Davide)

Squalo Matto o Skualo Attacca! … 

Mb o Hasbro, come avrete capito vi parlo di un gioco della Hasbro (oggi) con una bella storia alle spalle, ideato da uno dei tanti designer (in incognito) della Mb per 2- 4 giocatori. In mezzo al mare c’è uno squalo molto affamato, che nella sua ricerca di cibo nuota veloce nel vasto oceano fra le correnti marine alla caccia di succulenti pesciolini da inghiottire per saziare la sua folle voracità.



giovedì 8 maggio 2014

Espansioni: Samurai Sword: Rising Sun

scritta da Bernapapà

A poco più di un anno dall'uscita di Samurai Sword, la dvGiochi esce con questa espansione, Rising Sun, opera dello stesso autore Emiliano Sciarra, forse nell'intento di replicare la fortunatissima serie di espansioni del predecessore (come tempo e come meccaniche) Bang, che gode di una numero molto elevato di espansioni. Vediamo quindi oggi cosa aggiunge questa espansione al già collaudatissimo e riuscito gioco (qui le prime impressioni di Fabio), oltre all'incremento di 1 dei possibili giocatori (si passa a 8), cosa sempre molto gradita in questo tipo di giochi. Se quindi avete già o siete in procinto di acquistare Samurai Sword, questo articolo ha lo scopo di darvi un'idea se è il caso di ampliare le possibilità di gioco tramite questa nuova espansione.

mercoledì 7 maggio 2014

[Recensione] Tammany Hall

scritto da Agzaroth

E' un periodo che i giochi di maggioranze vanno alla grande nel mio gruppo. Sarà che siamo spesso 5-6, sarà che ci piacciono come dinamica in generale, sarà che dobbiamo sfogare frustrazioni represse disintegrando i cubetti avversari.  Sempre in amicizia però, eh.

Di Tammany Hall (2007, di Doug Eckhart, 3-5 giocatori, 90 minuti, 12+ anni) avevamo sempre sentito parlare, ma un po' complice la scarsa reperibilità, un po' il prezzo (dagli USA pagavo salato), i giochi accumulati post Essen (quest'anno davvero una maratona), i componenti che, si rumoreggia, non all'altezza, lo avevamo sempre scansato.
Poi trovo su BGG un tizio che, siccome la mappa originale gli faceva ohibò, l'ha rielaborata al pc più chiara e leggibile e resa disponibile in alta risoluzione. E siccome io il regolamento già lo conoscevo e mi pareva proprio valesse la pena, mi sono stampato la suddetta su un foglio rigido di un qualcosa tipo forex (il nome preciso me l'han detto in tipografia, subito dimenticato) e comprato le pedine necessarie e sufficienti, dato che il gioco è tutto lì: mappa, pedine, regolamento. E giocatori, chiaro, ma quelli non ci mancano.

martedì 6 maggio 2014

Recensione - Yunnan

scritto da Fabio (Pinco11)

Certe volte alcuni titoli passano via senza entrare nel tuo personale radar e li riscopri solo per caso, grazie al passaparola di qualche amico sommellier che te ne parla, entusiasta del fatto di aver provato qualcosa di cui nessuno ancora ha scritto nulla. 
E' questo il caso di Yunnan, del quale parlai parecchio tempo da in una anteprima (ecco il link), ma che ad Essen passò da me completamente inosservato, giacendo nella lista dei titoli "che si possono anche provare" ma che alla fine, tra le centinaia di uscite, fatalmente perdi di vista.
Alla fine l'ho preso e devo dire che il titolo (per 2-5 giocatori, indipendente dalla lingua, edito da Argentum Verlag ed ideato da Aaron Haag) merita e di seguito cercherò di spiegarvi perché ;)
Vi dico subito che è un titolino di difficoltà media (le regole sono in linea di principio facilissime, salvo però diversi particolari che entrano in testa con la prima partita), che verte su di un mix di meccaniche (aste, piazzamento lavoratori, costruzione reti).

lunedì 5 maggio 2014

[NEWS] Nations - The Dice Game

scritto da polloviparo.

Bene molti di voi staranno probabilmente ancora discutendo sul fatto che Nations sia un clone o meno di Through the ages e qualcuno sembra voler buttare altra benzina sul fuoco... ;)
Se non vi bastavano discussioni del tipo: "Meglio Nations o meglio Through the ages?", sappiate che da oggi potrete scontrarvi su nuovi fronti!
E' stato recentemenet annunciato il gioco di dadi di Nations, ossia: "Nations the dice game".
Alla scheda di Bgg, come autore figura Rustan Håkansson (co-autore di Nations insieme a Nina Håkansson, Einar Rosén, Robert Rosén).
Così anche Nations avrà il suo gioco di dadi, seguendo un po' le orme del suo antenato o se preferite della sua "musa ispiratrice".
Sto parlando ovviamente di "Roll through the ages", anche se a questo punto è doverosa una precisazione.
Roll Through the ages, contrariamente a quanto potrebbe far pensare il titolo, il tema e l'illustrazione sulla scatola, ben poco centra con Through the ages.
L'autore è Matt Leacock e non Vlaada Chvátil e i due giochi hanno veramente poco in comune.
Vi basti pensare che il termine più vicino e simile a Roll through the ages è "Ra the dice game" di Knizia e già questo dovrebbe dirvela lunga!

domenica 4 maggio 2014

GSNP, speciale kickstarter: intervista a Lorenzo Gaggiotti di requiem Deck

scritto da Federico Latini.


Lorenzo è un mio amico che ha fatto una campagna kickstarter per un mazzo di carte da poker disegnato da lui e ha ottenuto un grande successo. 

Come ha fatto? scoprilo ascoltando il podcast.

Qui i link alla campagna e alle statistiche del progetto: 
Link 2

sabato 3 maggio 2014

Recensioni Minute - Tobago

scritto da TeOoh!

Vi è mai capitato di vedere un gioco da un amico sullo scaffale e dire "dai, dopo questa partita me lo fai provare!" solo per scoprire che siete andati troppo lunghi e non riuscirete a provarlo? A quel punto l'unica cosa che si può fare è aprire un po' la scatola, sbirciare i materiali e farsi dare un'impressione di massima delle meccaniche.
Per me è quasi la procedura standard, ma per il titolo che vi racconto oggi, non sono nemmeno arrivato a farmi spiegare le meccaniche: il fatto che ci fosse un tesoro sepolto da trovare e degli indizi da mettere in intersezione tra loro era già sufficiente a promuoverlo nella mia testa.
Vi parlo di Tobago, gioco di Bruce Allen per 2-4 giocatori. In Italia, grazie a Stupor Mundi.

venerdì 2 maggio 2014

[nonsolograndi] Belfiorella


scritto da
Simarillon (Davide)

Belfiorella, una simpatica pecora che passeggia nella verde erba, un bel prato fiorito con diverse varietà di fiori e Belfiorella che, al momento opportuno, raccoglie i fiori più belli. Belfiorella è un gioco della Haba, creatao da Alain Rivollet illustrato da Stephanie Roehe, completamente indipendente dalla lingua in cui si può giocare da due a sei giocatori, e ogni partita dura una decina di minuti.

giovedì 1 maggio 2014

[Report] - Torneo X-Wing Modena Play '14


scritto da Simone M.

Mentre il nostro Maxell serpeggiava fra gli stand del Modena Play, armato di mirrorless, zaino e maglietta con “Giochi sul Nostro Tavolo” stampato sul petto, ai piani alti della Fiera si consumava una battaglia epica ovvero: il primo torneo italiano ufficiale, targato Giochi Uniti, di  X-Wing il Gioco di Miniature.

Nato dalla collaborazione fra la casa editrice e la comunity italiana, di cui faccio orgogliosamente parte, l’evento ha visto un discreto numero di partecipanti (parliamo di 18 “starfighters”) affrontarsi in memorabili dogfight al comando di letali squadriglie di caccia interstellari.
L’Alleanza Ribelle e l’Impero Galattico proseguono la loro eterna battaglia fuori dagli schermi cinematografici ed approdano (ancora una volta) sul tavolo da gioco.