mercoledì 30 aprile 2014

Sherlock Holmes: Consulente Investigativo - Recensione

Scritto da Chrys.

Benvenuti al 221b di Baker Street, aspiranti investigatori... vi sentite pronti a risolvere insieme ai vostri più fidati amici 10 intricati casi nella Londra Vittoriana? ^__^

Oggi parliamo infatti si Sherlock Homes Consulente Investigativo, uno degli ultimi arrivati in casa Asterion che è stato accolto con grande entusiasmo alla sua presentazione (al Play di Modena) dove ha fatto il tutto esaurito già il primo giorno della fiera, e che permette a 1-6 giocatori di indagare su 10 misteri per conto di Sherlock Holmes.

Questo gioco, che premetto da subito di aver trovato bellissimo e con una meccanica interessantissima, è di fatto un gioco che si pone in bilico sulla linea di confine tra boardgame e murder party, con anche una spruzzata di GdR (non tanto per l'interpretazione di ruoli in sè, non richiesta, quanto per il suo sembrare un gioco di ruolo investigativo senza master) e un pizzico di libro-game. :D


martedì 29 aprile 2014

[Meccaniche] Piazzamento Tessere

scritto da Agzaroth

Tra tutte, questa è una di quelle che meno apprezzo. Fin da quando mia madre mi costringeva a giocare a Domino (circa 1200 D.C., 2-10 giocatori, 30 minuti) con quelle odiose tessere nere plasticose e numerate. Ma non era colpa sua, del resto i nostri orizzonti ludici familiari si limitavano a Forza 4 e Scarabeo.
Non so se il Domino possa essere il più antico esempio di piazzamento tessere, ma di sicuro è quello che meglio si presta a spiegare brevemente la meccanica: piazzare un pezzo (di solito un tessera) dalla propria mano/riserva a una zona/plancia comune/personale con uno scopo e dei vincoli ben precisi. Nel Domino devi calare un pezzo in modo tale da poterlo attaccare a quelli già in tavola, collegandolo per una estremità numerata identica (= stesso numero) a quella del pezzo destinatario. Se non puoi effettuare questo collegamento, devi passare e attendere il turno degli altri. Lo scopo, in questo caso, è terminare per primo la propria riserva di tessere. Ce ne sono innumerevoli variante ed edizioni.

lunedì 28 aprile 2014

Asterion in rampa di lancio

scritto da Fabio (Pinco11)


Ho detto più volte che la stagione ludica nel periodo primaverile comincia ad andare in letargo, per fermarsi definitivamente nell'estate, quando si lavora dietro le quinte per arrivare ad Essen con le ultime novità ed accordi commerciali.

Scorro però la pagina del sito della Asterion dedicata ai titoli in arrivo e ne trovo circa una dozzina in uscita prevista per i prossimi mesi e rimango stranito dalla cosa, per cui il mio primo pensiero è stato quello di chiamare gli amici Massimo Bianchini (socio) e Mario Brunelli (grafico e ufficio stampa) della casa della stella e parlare un pochetto con loro di come stanno andando le cose e dei loro progetti a medio termine, andando, nel farlo, a vedere cosa ci aspetta.

domenica 27 aprile 2014

GSNP, speciale kickstarter 02: intervista a Roberto Di Meglio di Ares Games

In questa intervista chiediamo al direttore di produzione di Ares Games tutti i segreti della campagna Kickstarter di "Sails of Glory", dalla preparazione al lancio fino alla sua chiusura con successo.

Un'altra puntata dedicata a chi vuole sapere come funziona il mondo di Kickstarter e quali sono le strade da percorrere per avere successo grazie ad esso!!

Qui trovate il link alla pagina Kickstarter della iniziativa, conclusasi con la raccolta di 276.000 dollarozzi, finanziando appieno (quasi al 1000%!!) il progetto.

Qui trovate il link per il download e di seguito la barra per l'ascolto diretto ..
[edit provate questo link se questo qassopra non parte: https://ia600801.us.archive.org/19/items/02AresGames/02%20AresGames.mp3 ]

sabato 26 aprile 2014

Considerazioni Minute - Come spiegare un gioco da tavolo in 10 passi

scritto da TeOoh!

Lo so, avete cliccato tutti sul vostro link bell'è che salvato, per arrivare sul blog e trovarvi una bella recensione succosa da cui prendere spunto come cibo della vostra scimmia.
Il fatto però che si chiami "Giochi sul nostro tavolo" ho pensato potesse non andare in contrasto sulla sproloquiata che ho limato e messo a punto negli ultimi 10 giorni.
Ovverosia: avete comprato il gioco, avete invitato gli amici, vi siete seduti attorno al tavolo e... ora vi stanno tutti fissando per ascoltare dalle vostre labbra uscire le agognate parole che formeranno IL REGOLAMENTO!

Benissimo: dopo un po' di scarabocchi, appunti, riordini e un po' di cassate, sono riuscito a trovare le 10 cose che, secondo me, vanno tenute a mente quando si spiega un gioco agli altri.

venerdì 25 aprile 2014

[Recensione] Basari - das Kartenspiel

Basari - Das Kartenspiel - Recensione di Nero79
Oggi vi parlo di un altro gioco di carte dei miei (quelli così così insomma). Si tratta di Basari - das Kartenspiel una riduzione a gioco di carte di un vecchio gioco di Reinhard Staupert (che si chiamava Basari e basta).
Il gioco è pubblicato dalla Nürnberger Spielkarten Verlag, editore quasi anonimo ma diventato famoso (e sicuramente un po' più ricco) grazie al piazzamento del suo gioco Qwixx tra i finalisti dello Spiel des Jahres dello scorso anno.

giovedì 24 aprile 2014

[Prime impressioni] Tajemnicze Domostwo (Dixit Polacco)

scritto da polloviparo

In occasione di PLAY 2014, ho avuto modo di provare questo gioco allo stand della UPLAY, che si occuperà della sua edizione e distribuzione italiana (sotto marchio uplay.it edizioni).
Si tratta di Tajemnicze Domostwo, gioco dal nome impronunciabile (che non ricordo come verrà tradotto), per 2-7 giocatori dagli otto anni in su, ideato da Oleksandr Nevskiy, Oleg Sidorenko ed illustrato da Igor Burlakov, Mariusz Gandzel, Karolina Węcka (ho fatto dei copia e incolla altrimenti avrei impiegato giorni a scrivere questi nomi).
Premetto che quando mi sono seduto al tavolo non sapevo assolutamente nulla del gioco in questione.

[nota di Fabio: preavviso che l'articolo è una divertita esposizione delle impressioni della prima partita tratte da persona che NON gradisce il genere al quale appartiene il gioco. Potete quindi immaginarvi quali saranno le conclusioni. Reader discretion is advised ;)]

mercoledì 23 aprile 2014

[Riscopriamoli] Raja (Maharaja)...e un po' di Edo

scritto da Agzaroth

Nel 2004, Wolfgang Kramer (El Grande, The Princes of Florence) e Michael Kiesling danno vita a Raja, gioco basato sulle meccaniche di poteri variabili, costruzione rete, scelta simultanea e maggioranze, per 2-5 giocatori, della durata di 90-120 minuti.
Sfruttando le tessere ruolo introdotte due anni prima dal classico dei classici Puerto Rico, i giocatori interpretano architetti che viaggiano per l’India di città in città per costruire palazzi e case. Ovviamente, costruire palazzi è molto costoso, quindi è necessario guadagnare abbastanza soldi quando si conta il “punteggio” nelle città. Il primo giocatore che riesce a costruire 7 palazzi vince.

martedì 22 aprile 2014

8 Minuti per un Impero - Recensione

Scritta da Chrys.

Oggi parliamo di 8 Minuti per un Impero (2-5 giocatori, dV Giochi) che è l'edizione italiana di 8 Minute Empire di cui abbiamo pubblicato una anteprima alcuni mesi or sono.

Questo strategico che si basa soprattutto su meccaniche di controllo del territorio e collezione di set è un gioco veramente molto interessante perchè racchiude nello spazio di un filler un gioco con una profondità strategica interessante... ma andiamo con ordine.



lunedì 21 aprile 2014

Recensione: Camel Cup

scritto da Bernapapà

All'ultima Play di Modena mi è capitato di giocare a questo nuovo gioco, e, affascinato dalla simpatia che sprigiona, non ho resistito e l'ho messo nel carrello... Sto parlando di Camel Cup (o Camel Up), ideato dal quasi sconosciuto Stefen Boggen, edito dalla eggertspiele e prodotto dalla Pegasus Spiele (presto sarà distribuito in Italia da UPlay Edizioni) , da 2 a 8 giocatori, completamente indipendente dalla lingua. Si tratta di un simpatico gioco per famiglie (forse definirlo party-game è eccessivo), ambientato in un fantomatico Egitto, e basato sulle scommesse legate alle corse dei cammelli. Il gioco è veramente molto carino, annovera addirittura un oggetto tridimensionale (una piramide) che serve come lancia-dadi, molto fumettoso, semplicissimo da spiegare, ma molto molto intrigante da giocare, con una trovata geniale per il procedere dei cammelli in corsa, che, in pratica, si "ingroppano" l'un sull'altro per sfruttare il passaggio.

domenica 20 aprile 2014

GSNP: stay away, il kickstarter di successo all'italiana

Scritto da Federico Latini.
In questa intervista con Antonio Ferrara ci parla di Stay Away, un gioco di carte stile party game che ha una campagna di finanziamento kickstarter in corso, Antonio è uno dei titolari della Escape Studios i quali hanno già portato a termine con successo altre campagne kickstarter. Nell'intervista si parla di quali sono gli errori tipici da evitare e come portare avanti molte campagne una dietro l'altra.
Buon ascolto

Fede

Auguri di Buona Pasqua 2014!!

Torna puntuale (ma un po' quando vuole lei, io non l'ho mai capito) la Pasqua, con i suoi pranzi col parentame ma soprattutto, almeno per me, con la più agognata pasquetta ludica in cui scofanare cibo e giocare con gli amici.

Quindi a nome mio (Chrys) e di tutta la redazione vi auguro una...
BUONA E GIOCOSA PASQUA !!



sabato 19 aprile 2014

Recensioni Minute - Forbidden Desert

scritto da TeOoh!

Ne avevo promesso la recensione, sub condicione che fossi riuscito a vincere almeno una volta contro di esso. Vi avviso già: se siete persone propense al ribaltamento dei tavolini se il "quasi vinto" non è sufficiente, se pensate di darvi al ricamo dopo aver perso numerose volte contro uno "stupido gioco" allora smettete subito di leggere, perchè questo gioco non fa per voi.

Parlo infatti del sabbioso Forbidden Desert, gioco di Matt Leacock per 2-6 giocatori, della durata di 45 minuti circa. Lo so cosa state pensando: "Ho già giocato a Forbidden Island ed era poco più che un passatempo". Ecco, l'avevo pensato anch'io.

venerdì 18 aprile 2014

Trip to Modena Play '14

scritto da Maxell

Non sono un grande amante della folla e anzi mi trovo abbastanza a disagio in mezzo a troppe persone; l'ultimo grande evento (Lucca) me lo sono perso causa incidente auto ma, a detta di molti, forse era meglio saltarlo e puntare a Modena - più organizzato e vivibile.
Non sono inoltre amante del cosplay ne del fumetto in generale (con qualche eccezione) per cui ho raccolto le forze e non vedevo l'ora di andare a Modena.

Quasi tutti i miei amici avevano in programma il torneo di X-Wing che, per quanto possa adorarlo, non è una cosa in cui mi sono mai buttato e quindi ero più incline a fare qualche acquisto e qualche giratina spensierata; mi sono organizzato quindi con un altro ragazzo (Iacopo) che essendo proprietario di un negozio del genere a Firenze, ha approfittato per fare un giro, fare due chiacchiere e, fondamentalmente, passare una bella giornata insieme.

giovedì 17 aprile 2014

[Anteprima] Attack Wing: Dungeons & Dragons

scritto da Agzaroth

La WizKids si lancia nei cieli, con il suo nuovo prodotto di punta sponsorizzato niente meno che da Dungeons & Dragons. Ma cosa può competere con aerei da guerra e astronavi?
Semplice: draghi.
E non solo, perché le anticipazioni parlano di truppe, maghi, giganti, arcieri, catapulte, magie e molto di più. Insomma, tutto un arsenale terrestre che interagirà con i protagonisti alati su nel cielo.
Estrapoliamo questa ateprima dalle parole stesse di Scott D'Agostino, Coordinatore del Marketing e dei Prodotti WizKids.

mercoledì 16 aprile 2014

[Parliamone] Boardgame DLC (espansioni e materiale promo)

scritto da polloviparo.

Scusate se nel titolo ho utilizzato degli acronimi, ma ho attinto a piene mani dal mondo dei videogames.
Per chi non ha familiarità con questo universo parallelo, i DLC sono i contenuti aggiuntivi scaricabili (downloadable content) che vanno ad arricchire o integrare un videogame.
In pratica sono delle aggiunte come side quest in gdr, capitoli extra in action game, oppure nuove autovetture in un gioco di corse.
Per carità, non che stiamo parlando di una novità in senso assoluto, anzi diciamo pure che hanno semplicemente cambiato nome, infatti fino a poco tempo fa le avremmo chiamate più semplicemente "patch".
I più smaliziati avranno già capito dove voglio andare a parare :)


martedì 15 aprile 2014

Recensione - Blue Max

scritto da Simone M.
Giochi Uniti, per la linea Stratelibri, alla fine dello scorso Febbraio propone al pubblico ludico la terza edizione di un classico: Blue Max di Phil Hall, pubblicato per la prima volta in Italia nel 1988.
In Blue Max i giocatori, da 2 a 6, potranno rivivere le gesta degli Assi del Volo della Prima Guerra Mondiale attraverso uno skirmish bidimensionale dal sapore scacchistico.
Fra il 1917 ed il 1918 i cieli europei del Fronte Occidentale sono stati il teatro di leggendari duelli aerei (in gergo dogfight) i cui protagonisti furono definiti, letteralmente,  “I Cavalieri dell’Aria”.
Spericolati, impavidi, avventati, spietati ma allo stesso tempo dominati da un profondissimo e distorto senso dell’onore (quasi cavalleresco, appunto) i piloti dei caccia da combattimento di quell’epoca furono le icone romantiche di un’intera generazione di uomini e di soldati. 
Blue Max è, infatti, il nome con cui convenzionalmente, all’epoca, veniva chiamata la più alta onorificenza civile e militare dell’Impero Prussiano ovvero la medaglia al merito (come riportava la frase a lettere d’oro che campeggiava proprio sulla medaglia stessa, Pour le Mérite).

lunedì 14 aprile 2014

Recensione - Helios

scritto da Fabio (Pinco11)

Un po' per colpa del Pollo, che ne aveva tessuto le lodi (qui l'anteprima) quando ancora questo titolo non era uscito, un po' per via della mia predilezione per i titoli della Hans im Gluck, un po' perché ogni tanto un pochetto di sana compulsione all'acquisto salva dallo stress, fatto sta che pochi giorni dopo la sua messa in vendita in terra di Germania Helios (per 2-4 giocatori, ideato dalla coppia Kallenborn - Prinz, indipendente dalla lingua, tempo a partita sotto all'oretta) era sul mio tavolo.
Il gioco, che propone dinamiche di piazzamento tessere, abbinate ad altre di gestionalità e selezione azioni, vi mette nei teorici panni di alti sacerdoti del culto del dio del sole Ahau, i quali, grazie al suo aiuto, modellano le proprie terre per sviluppare al massimo la propria fazione.
La bellezza principale del titolo sta nel fatto di proporre diverse meccaniche mescolate tra loro, essendo nel contempo facile da giocare, ma suscettibile di essere analizzato sotto il profilo strategico. Un gioco, quindi, dal peso medio, ma nel contempo suscettibile di riflessione, che dovrebbe essere gradito agli amanti dei rompicapo.

domenica 13 aprile 2014

[nonsolograndi] One banana, two bananas

scritto da Simarillon (Davide) e I Giullari 

[Davide] Ciao a tutti, vi presento i miei primi collaboratori, che mi sapranno aiutare nel far diventare l'appuntamento con nonsolograndi più interessante (due voci sono meglio che una) e con una cadenza che si spera possa essere realmente settimanale, superando gli evidenti problemi che ognuno di noi ha nella gestione del tempo. Lascio anche dire due parola a Fabio sui nuovi arrivati!
[Fabio] Beh, che dire di più se non augurare il benvenuto alle nuove penne virtuali che si aggiungono alla nostra batteria di allegri recensori? Il trasporto tipico dei nuovi arrivati si sente, così come la loro motivazione nella diffusione della cultura ludica, con un occhio di riguardo ai più piccoli, per cui non posso che sperare che questo sia il primo di una loro lunga serie di post ;)

One banana, two bananas è un gioco della casa editrice OrchardToys, può essere giocato da 2 a 4 giocatori e come età minima vengono indicati i 4 anni. Il gioco è indipendente dalla lingua ed il regolamento è tradotto in ben 12 lingue tra cui, naturalmente, l’italiano. In “One banana, two bananas” i giocatori impersonano delle simpatiche scimmiette che devono percorrere il tragitto che le condurrà al tanto sospirato “tesoro” centrale: una palma ricca di banane! Per vincere dovranno correre il più velocemente possibile, ma farlo sarà tutt’altro che semplice: insidiose paludi e pericolose bucce di banana renderanno difficile raggiungere la giusta ricompensa per il faticoso viaggio intrapreso.

sabato 12 aprile 2014

Recensioni Minute Vlog - Unboxing Sherlock Holmes consulente investigativo

scritto da TeOoh!

Avevate chiesto più unboxing.
Avevate chiesto un solo titolo alla volta.
Richieste esaudite!

Peraltro totalmente inaspettato questo unboxing, ma ieri sera si sono presentati questi tre loschi figuri con la scatola ancora incellophanata dicendo "Volevamo aprirla noi, ma poi abbiamo pensato che era fico fare l'unboxing in video!".

Non avevano ancora terminata la frase, che già avevo piazzato camera e luci, render nella notte e montaggio appena sveglio! Adoro queste improvvisate!


Recensioni Minute - Play 2014 (+7 titoli)

scritto da TeOoh!

Vi dico una cosa segreta: sono andato a Play! Non l'avreste mai detto, eh? Lo so, l'alternativa era una rassegna cinematografica di film di animazione disegnati da opossum addestrati, doppiati in uzbeko e con degli ottimi sottotitoli in gaelico. Poi il proiezionista ha avuto un inspiegabile incidente. Quindi va beh, la Play ci poteva anche stare, ma ho dovuto raccontare agli altri che non stavo tanto bene, quindi non fatevelo scappare.

Se volete una reportistica dettagliata dell'evento, vi rimando sicuramente all'articolo del Capo: tantissime foto e approfondimenti su tutti gli stand presenti. Nel mio filmato, c'è solo un minuto di panoramica della fiera, e poi si va a testa bassa su Recensioni Minute fatte al volissimo dopo la partita giocata mentre i giocatori del turno successivo aspettavano spazientiti (ma comunque affascinati dalla mia bellezza).
Ah, e in quel minuto di panoramica, potrete ascoltarvi una fantastica canzone dei Pop James che hanno accettato entusiasti di partecipare!
Giù il gettone e dai che si parte!

venerdì 11 aprile 2014

[Riscopriamoli] Tigris & Euphrates

Scritto da Agzaroth


Nel 1997, tre anni prima di quello che sarebbe diventato il gioco di piazzamento tessere probabilmente più famoso del mondo a parte Domino, ovvero Carcassonne, Reiner Knizia tira fuori dal cilindro quello che è destinato a diventare un super-classico di questa meccanica: Tigris & Euphrates. 
Il piazzamento tessere si spiega da solo: hai delle tessere in mano, di solito pescate a caso da un sacchetto, e ne devi piazzare una o più su un tabellone o comunque sul tavolo. Le tessere hanno poteri/funzioni diverse che influenzeranno lo schema generale costruito da te e dai tuoi compagni di gioco.
Tigris & Euphrates è pensato per 2-4 giocatori, 90 minuti di partita, giocatori abituali (ma le regole sono talmente semplici da poter essere accessibile anche gli occasionali, con un po' di impegno).

giovedì 10 aprile 2014

Two Rooms and a Boom - Anteprima

Scritto da Chrys.

Dopo una lunga assenza dovuta a impegni personali personali che mi hanno impedito di scrivere articoli lunghi, limitandomi alle news su Facebook (ps: se non l'avete ancora fatto dateci il vostro mi piace) eccomi di nuovo tra voi!

Oggi parliamo di Two Rooms and a Boom (6-30 giocatori), un gioco che ricade nella categoria dei party game, e più in particolare nella sottocategoria dei giochi di bluff/deduzione come Lupus in Tabula e Wherewolf, ma presenta meccaniche e dinamiche stremamente interessanti e innovative rispetto ai suoi "competiors"... in particolare questo gioco mantiene tutti in partita fino alla fine e soprattutto resta contenuto nella durata (circa 20 minuti) anche in tantissimi.

mercoledì 9 aprile 2014

Riscopriamoli: Metro

scritto da Bernapapà


Era il lontano 1997, quando la Queen Games lanciò questo gioco a tema ferroviario: Metro, ideato da Dirk Henn (vi dice nulla Alhambra?). Il gioco, ambientato nella Parigi di fine ottocento, intenta a costruire i cunicoli delle tratte delle linee metropolitane, è basato sull'unica meccanica di piazzamento tessere, ed è segnalato come raccomandato dell'edizione 2000 dello Spiel de Jares. E' stato probabilmente il primo gioco a ideare la meccanica dei multi-percorsi su tessera, ripresa poi nel gioco Tsuro; le tessere, infatti, rappresentano dei percorsi, ed ogni lato della tessera contiene 4 differenti percorsi, avendo, per lato, 2 binari. Il gioco è molto semplice da spiegare e da giocare (8+), indipendente dalla lingua, quindi espressamente dedicato ad un pubblico famigliare, ed ha la peculiarità di poter essere giocato fino a 6 giocatori. Malgrado la semplicità, lo ritengo un titolo estremamente piacevole da giocare, e se in tanti giocatori può essere considerato un po' caotico, in pochi giocatori risulta estremamente tattico, ed affatto banale. La pesca delle tessere è soggetta ai capricci della dea bendata, ma la possibilità di gestire più tessere nella propria mano, mitica decisamente la sua incidenza. Vediamo se riesco a convincervi della sua validità ancora oggi...

martedì 8 aprile 2014

[Meccaniche] Piazzamento Lavoratori

scritto da Agzaroth

Eccoci al secondo capitolo di “Meccaniche”. Per chi si fosse perso il primo sulla gestione dadi, eccolo qui
Il piazzamento lavoratori è probabilmente la meccanica più usata e abusata dei giochi german: piazzi una pedina ed esegui l'azione corrispondente al piazzamento. Facile, subito assimilabile, limita automaticamente il numero delle azioni alle pedine disponibile, introduce in automatico un fattore interattivo da esclusione: l'azione che scelgo io non la puoi scegliere tu.
Alcuni titoli la utilizzano pura e semplice, altri al associano ad altre meccaniche (es. le aste in Keyflower, pick-up&delivery in Bus) o dinamiche (es. le maggioranze in El Grande o Specie Dominanti o Age of Empires III).

Sarebbe quindi abbastanza inutile fare un elenco dei migliori giochi con tale meccanica: molti di voi hanno già i propri preferiti e le classifiche sono sotto gli occhi di tutti. Quello che vorrei fare qui è vedere quali giochi abbiano portato piccole seppur significative novità in questo campo, prendendo ad esempio i più famosi tra essi (o quantomeno quelli che conosco io). Sicuramente rimarrà fuori qualcosa, me ne scuserete e sono sicuro sarete pronti a segnalare doverose integrazioni.

lunedì 7 aprile 2014

Modena Play 2014 Report

scritto da Fabio (Pinco11)

Eccomi al rientro dalla Play di Modena, che per i pochi che non lo sapessero è una grande fiera dedicata al gioco (in particolare da tavolo) che si tiene con cadenza annuale nella città emiliana e che gradualmente si è affermata per essere la manifestazione centrale nel panorama ludico (da tavolo) di casa nostra.
Di conseguenza, per quanto il periodo di aprile rappresenti generalmente una fase 'calante' nel calendario produttivo internazionale, in casa nostra è proprio per la Play che i principali editori cercano di concentrare le uscite delle proprie localizzazioni o novità (fuori da Essen), così come di presentare i prototipi dei titoli in preparazione, per cui un giro in fiera rappresenta il miglior modo per verificare cosa ci sia di nuovo o in arrivo.
Proverò in questo articolo, come di consueto nei nostri report, ad accompagnarvi in un giro fotografico virtuale della fiera, soffermandomi, come ho fatto dal vivo, nell'osservare i titoli che maggiormente mi hanno colpito.

domenica 6 aprile 2014

Vetust Games: Splat!

scritto da MagoCharlie


Tu non sai di quale gioco parlo leggendo solo il titolo…poi guardi la foto e qualcosa ti viene in mente…ed in un’attimo ti ricordi del gioco, della plastilina dentro il gioco e della trasposizione TV con Marco Bellavia durante Bim Bum Bam!

Oggi vi parlo di SPLAT! un caro vestust game per bambini degli anni 80.
Uscito in Italia nel 1990 da MB e spinto da un battage pubblicitario abbastanza intenso e una trasposizione in Game Show nei pomeriggi di Italia 1, SPLAT! è un gioco da 2 a 4 giocatori che basa tutto sul cosiddetto “magic moment” e nulla più.
Gioco di sola fortuna tira e muovi che ha nel materiale utilizzato la vera novità.
Si utilizzano quindi come pedine dei pezzetti di plastilina modellati a forma di scarafaggio, cosa che è nuova nel mondo dei giochi da tavolo e che avrà poi un proseguo nel gioco “L’allegra Vendemmia” della Parker e i “Turbo Bruchi” della stessa MB. 

sabato 5 aprile 2014

Recensioni Minute - Marzo 2014

scritto da TeOoh!

Sapete che se tutte le persone si tenessero per mano attorno all'Equatore, un sacco tra esse affogherebbero certamente? Dicono che iniziare gli articoli con citazioni o comunque nozioni colte porti molto pubblico; forse la precedente non rientra nè nella prima categoria, nè nella seconda, ma a me, in fondo, piace comunque pensarla in maniera anche un po' paradossale e cioè che chi parla per aforismi, probabilmente non ha molto da dire di suo.

Dopo aver abilmente sperperato dei preziosi secondi del vostro tempo, sono ora pronto a lanciarmi nell'elenco giochi che troverete nel video! Ah, e c'è pure il contest!

venerdì 4 aprile 2014

Novità ludiche in pillole 2014

Scritto da Chrys.

Dopo una lunga pausa eccoci di nuovo ad un carrellata di news che ho pubblicato sul nostro canale Facebook negli ultimi mesi, fatta per non tagliare troppo fuori chi non ha Facebook. ^__^

Naturalmente se usate Facebook e ancora non ci avete dato il like (il che ci fa venire il lacrimoni tristi... ç__ç) fatelo ora... sia perchè è un modo come gli altri per darci la vostra approvazione e supportarci, sia perchè su FB pubblichiamo molte piccole news che non si prestano ad una ripubblicazione articoli lampo sulle uscite/traduzioni, sondaggi, manuali in pdf, unboxing, ecc.


giovedì 3 aprile 2014

Promozione PLAY DAYS (dal 4 al 7 aprile)

Scritto da Chrys.

Prima che qualcuno si inventi che facciamo pubblicità "occulta" (sebbene anche i sassi sanno che Egyp è il nostro sponsor e aiuta in più modi questo blog) premetto che sto per parlarvi di una promozione del sito di Egyp in occasione di Modena Play. Se non vi ineteressa passate oltre. ;)

Egyp ci ha infatti chiesto se potevamo mettere un articoletto in tarda serata in coda alla normale scaletta e lo facciamo volentieri (anche perchè l'ultima volta che ci ha chiesto un favore simile risale all'articolo di ottobre 2011, il che da un nuovo significato al termine "sponsor non invasivo" ^__^).

GSNP 25: insalata mista di giochi

scritto da Federico. Audio con Federico, Fabio, Alan e Stefano.

In questa puntata siamo stufi di parlare di un tema preciso e vaghiamo tra i mille giochi che abbiamo provato, molti dei quali trovate recensiti sul nostro sito.

mercoledì 2 aprile 2014

Play a Modena il 5 e 6 aprile 2014

E' programmata per il weekend a venire la nuova edizione della manifestazione Play di Modena, giunta alla quinta edizione. Negli anni scorsi abbiamo seguito con gioia lo sviluppo dell'evento, che ha registrato un numero di visitatori del tutto ragguardevole (si parla nella fascia tra i 10 e i 20 mila) e che presenta l'indubbio pregio, per gli appassionati del genere, di essere evento riservato e dedicato specificamente al gioco, con un grooooossso spazio (direi dominante) per quello da tavolo.

Reportage: PisaCON con famiglia

scritto da Bernapapà


Ciao a tutti. Oggi vi voglio parlare della recente esperienza fatta a PisaCON, manifestazione ludica a ingresso libero, che si tiene a cadenza annuale a Pisa, organizzata dalla locale Tana Dei Goblin, in collaborazione con altre realtà ad indirizzo ludico, e qualche negozio a fare da sponsor. Siamo andati nella giornata di sabato, insieme con parte della mia famigliola, ossia moglie e 4 figli dai 7 ai 16 anni. L'idea era quella di passare la giornata a provare solo giochi cui potessero giocare anche loro, quindi massimo dei 10+ (ma non troppo complicati). Certo, i miei bimbi sono abbastanza avvezzi, per cui anche il più piccolo si destreggia abbastanza bene anche con giochi tipo Yspahan, quindi sul 10+ dovremmo essere tranquilli.... L'obiettivo era quello di verificare se ci si poteva divertire anche senza giocare a cose complicate. La pretesa non era così semplice da soddisfare, perché siamo sostanzialmente andati in cerca di giochi dal target descritto, ma con la complicazione di essere in 6 giocatori.
Se vi va di proseguire, vi racconto come è andata....

martedì 1 aprile 2014

[Anteprima] Foresta (di Uwe Rosenberg)

Scritto da Azgaroth

Ad Essen 2014 dovrebbe essere presentato questo nuovo titolo di Uwe Rosenberg (Agricola, Le Havre, Caverna).
A quanto pare il prototipo è già in fase avanzata di sviluppo e l'autore sta ultimando i playtest per non incorrere nello stesso spiacevole inconveniente capitato con Caverna (il baco dei due edifici che davano risorse infinite).
E sempre a proposito di Caverna, questo nuovo capitolo abbandona le profondità dei regni nanici e sposta l'attenzione sui reami boscosi degli elfi.