domenica 14 dicembre 2014

[Espansioni]: Carcassonne: Pecore e colline

scritto da Bernapapà

Non si può certo dire che il titolo in questione, Carcassonne, non goda della cure del suo editore nel cercare di sfruttare il brand al massimo, ma dopo una seire di miniespansioni (le sei scatoline), ecco che il nostro Klaus Jurgen Wrede torna con una vera espansione, sempre della solita Hans im Gluck, edito in Italia da StuporMundi (Giochiuniti). Stiamo parlando di Carcassonne Pecore e colline, la nona espansione, come di consueto sena alcun testo nel gioco, per i soliti 2-6 giocatori. Nella scatola troveremo nuove tessere (obviously), ma anche un nuovo meeple, e altri nuovi elementi (le pecore ed i lupi). In pratica questa espansione contiene 3 espansioni al suo interno, che coabitano nelle tessere, che introducono nuovi elementi senza snaturare la natura del gioco come è avvenuto per altre espansioni passate. Se vi va di conoscerne il meccanismo e le mie impressioni a riguardo, seguitemi.
Trattandosi di espansione, do per scontato, nell'articolo, che le meccaniche del gioco base siano acquisite.





I materiali e le regole

Il bello del gioco di Carcassonne è che, in pratica, è tutto nelle tessere. Troviamo quindi nella scatola 18 nuove tessere (identificate da una piccola pecora nera per distinguerle dalle altre espansioni) sulle quali troveremo due elementi grafici nuovi: in alcune tessere, infatti, abbiamo il disegno di un vigneto posto in una zona di campi. In alcune altre (o in contemporanea) troviamo una piccola collinetta (un monticciolo, diciamo), con sopra una bandierina rossa. Ci sono inoltre forme strane di mura, con cuspidi non simmetriche, ma questo rimane nel solco della fantasia degli autori che aggiungono a piacimento effetti scenici nuovi nella costruzione delle città.
Abbiamo poi un nuovo meeple a forma di pastore (con il bastone in evidenza), uno per ogni colore di giocatore; le pecorelle, invece, sono rappresentate da dischetti cartonati: sono presenti 18 dischetti, due dei quali contengono un lupo, mentre gli altri hanno riportate 1, 2, 3 o 4 pecorelle. Tali talloncini andranno messi in un sacchetto di stoffa fornito in dotazione.
Iniziamo da quella che considero la novità più importante: si va di pascolo! Quando si mette una tessera con un campo, è possibile, in alternativa al piazzamento del solito meeple, piazzare il proprio pastore (se non lo si è già piazzato e se nel campo non c'è già il pastore di un avversario), e contemporaneamente pescare un dischetto pecora: se si pesca ovini, allora si posiziona il dischetto a fianco del pastore; se si pesca il lupo, il pastore torna in dotazione al proprietario. Quando successivamente il campo viene allargato dal proprietario del pastore con una nuova tessera, oltre al solito piazzamento, c'è la possibilità di vendere le pecore, ottenendo un PV per ogni pecora; dopodiché le pecore tornano nel sacchetto ed il pastore al proprietario. Oppure c'è la possibilità di allargare il gregge pescando un nuovo talloncino: al solito, se si pescano pecore, le si aggiungono all'ovile, ma se si pesca il lupo, le pecore si disperdono (tornano nel sacchetto) ed il pastore torna al proprietario. Nel caso di fusione di campi con più pastori, il gregge si unisce e i pastori si spartiranno, quando uno deciderà di monetizzare, il totale del bottino. Bisogna ricordarsi di monetizzare il gregge prima della fine del gioco, altrimenti tali punti andranno persi.
La seconda possibilità offerta dall'espansione è rappresentata dalla presenza dei vigneti: essi permettono, se posizionati in un intorno di un monastero, di fare guadagnare ulteriori 3 PV (per ogni vigneto) al monaco, ma solo se il monastero viene completato. Per sottolineare l'effetto, nelle tessere sono presenti ben 2 monasteri. Nelle regole non si fa alcun riferimento alla eventuale presenza delle tessere eretici (presenti nell'espansione Il Conte, il Re, l'eretico), ma suppongo che anch'esse possano godere dei favori di Bacco.
Le colline possono essere invece utilizzate come tie breakers. Quando si pesca una tessera con una collinetta, si prende una ulteriore tessera, senza guardarla, e la si posiziona sotto alla tessera con la collinetta. Qualsiasi meeple posizionato sulla collinetta (sia esso contadino, brigante o cavaliere) permette di vincere in caso di parità con i meeple degli avversari (attenzione: dirime solo le parità; ossia un meeple singolo su collinetta non vale come, ad esempio, il meeple grande).

Le impressioni

Se la domanda è: ma c'era proprio bisogno di questa nuova espansione, la risposta è no, non era necessaria. Ma se invece la domanda è: a te è piaciuta l'espansione? La risposta è sicuramente affermativa! Ok, io sono un patito di Carcassonne: dirò di più, sono un patito di Carcassonne nella sua forma più leggera, quasi fanciullesca, ossia quando si gioca per costruire il proprio gruzzolo di punti, non quando si gioca per non farne fare agli altri. Quindi prendete pure con beneficio di inventario queste mie impressioni, ma devo dire che questa espansione mi ha proprio convinto, soprattutto per il giochino del pascolo. In pratica è stato inserito un giochino nel gioco, senza nulla togliere alle dinamiche generali. Solo un modo per fare qualche punto in più, giocando un po' d'azzardo sulla pesca delle pecore. Ma la cosa bella è appunto che il giochino rimane in superficie, senza alterare in alcun modo il flusso del gioco, per cui può goderne anche chi gioca a Carcassonne in maniera aggressiva. Certo, siamo ancora alla pesca, quindi aumenta il fattore aleatorio, ma in questo gioco non sta affatto male una ulteriore pesca, magari per riprendersi dalla pesca di una tessera che non mi permette di aggiungere nulla ad alcuna mia costruzione o espansione.
Stessa cosa dicasi per i vigneti, che sono in pratica un piccolo moltiplicatore di punti, ma solo a monastero completato (una sorta di "locanda", anche se nel caso il monastero non si completi, i punti parziali si prendono lo stesso): tale moltiplicatore spingerà al piazzamento dei vigneti vicini ai monasteri, ma si porterà addietro lo scenario della tessera, che, come accennavo, talvolta presenta mura piuttosto insolite.
Molto carina anche la possibilità di utilizzare la collinetta, soprattutto se ci si sta preparando ad "attaccare" una città aperta già occupata (un po' come quando si piazza il meeple grande), oppure quando si hanno avversari particolarmente bellicosi, per cui conviene difendersi in via precauzionale. Questa modifica, in effetti, altera un po' gli equilibri del gioco, ma rimane comunque nel solco della "filosofia" del gioco stesso (un po' come quando, sempre in previsione di un attacco o in via precauzionale, si utilizzano due meeple per accerchiare l'avversario).
Per concludere, credo che chi ha abbandonato da tempo il monitoraggio sulle espansioni di Carcassonne, non si farà affascinare da questa nona (ma mi raccomando: gli amanti di Carcassonne non possono comunque essere privi delle espansioni più importanti, ossia "Locande e Cattedrali" e "Commercianti e Costruttori" !). Ma chi, come me, vede di buon occhio le espansioni dei giochi che ama, se ne sono degne, potrà trovare in questa nona espansione una piccola chicca da aggiungere alla collezione. Non l'espansione migliore (le ho già citate), ma nemmeno la peggiore.
Una piccola considerazione riguardo questo ritorno ad un'espansione vera dopo le 6 scatoline. Ora, io non conosco le 6 mini-espansioni (magari contengono anch'esse qualche chicca), ma non mi è piaciuta, in generale, l'idea di spezzettare, in quanto, al di la di offerte che si possono trovare, il prezzo proposto è veramente esagerato (stiamo parlando i 6 tessere!). Preferisco questa forma, dove magari ti trovi anche qualcosa che non ti sconfinfera molto, ma hai comunque fra le mani un po' di roba, una certa consistenza... voi che ne dite?.


Potete trovarla su Egyp.

- Le immagini sono tratte da BGG; tutti i diritti appartengono all'autore ed alla casa editrice. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --








6 commenti:

  1. Molto interessante l'articolo,
    però attenzione, le "cuspidi" delle città, come le chiami tu, sono rilevanti ai fini del gioco (non solo graficamente). Infatti, se ci fai caso, dividono il prato disegnato in due, e dunque, rappresentano a tutti gli effetti un nuovo tipo di tessera che, oltrea chiudere una città, crea/divide due campi.
    Molto interessanti! V.v

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusta osservazione. L'avevo notato anch'io, ma in fase di redazione dell'articolo, mi era passato di mente di sottolinearlo... fra l'altro il fatto che alcune siano asimmetriche, se le accosti, il campo rimane indiviso.

      Elimina
  2. Penso che mi basta il Carcassone base.

    RispondiElimina
  3. Concordo su tutta la recensione tranne che sul costo dell'espansione: per questa servono circa 12 € (contenendo 3 moduli) e le mini le ho trovate a 4€ l'una. In pratica il costo è praticamente identico, ma con le mini puoi scegliere di acquistare il modulo che più ti interessa senza dover per forza prendere ciò che non ti aggrada.

    RispondiElimina
  4. La big box 2014, che contiene anche pecore e colline, è quella con grafica rinnovata ?

    RispondiElimina
  5. Scoperto da poco...regalo di natale 2015 preso "big box"...e da allora non riusciamo più a mollarlo...e quindi mi ritrovo comodamente nel "girone" degli appassionati :)
    Grazie Bernapapà articolo utile perché chiarito alcuni dubbi su questa nona espansione sulla funzione/potere della collina...
    Grazie !

    RispondiElimina