martedì 30 dicembre 2014

[Boardgame World] - La Fever Games ed Epic Resort

scritto da Fabio (Pinco11)


Nei miei soliti giri per internet mi sono imbattuto in questi giorni negli annunci dell'uscita in italiano di un titolo di una neonata casa editrice, la Fever Games (qui il loro sito), per cui mi sono, come sempre, mosso per approfondire.
Il titolo in questione è la localizzazione (utile perchè le carte recavano parecchio testo) di una edizione originariamente prodotto negli States, da parte della poco nota Floodgate Games, finanziata attraverso kickstarter, grazie al quale ha raccolto la apprezzabile cifra di oltre 40.000 dollari, doppiando il risultato minimo richiesto per la stampa.
Introduco sin d'ora la cosa dicendo che Epic Resort è un gestionale che propone alcune interessanti idee, basato sull'uso di carte, nel quale da 2 a 4 giocatori si sfidano nel cercare di attrarre il maggior numero di visitatori nei rispettivi villaggi.
Sfrutto la disponibilità di Emanuele Pierangelo, della Fever Games, per approfondire con lui qualcosa sia sul gioco che sulla sua neonata casa editrice.

[Fabio] Prima di tutto un benvenuto a te ed uno spazio per presentare te stesso e la tua casa editrice. Dicci un pochetto come avete deciso di darvi alla editoria ludica e quanto sperate di arricchirvi grazie ad essa :)
[Emanuele] Ciao Fabio e grazie per il tuo interesse! Mi farà un certo effetto rileggermi sul tuo blog, dopo anni passati a leggere i tuoi articoli. Sono un appassionato di giochi da tavolo da diversi anni e da un po' di tempo avevo in mente l'idea di pubblicare giochi da tavolo. Poi l'estate scorsa, seguendo il KS di Epic Resort, c'è stata l'occasione di collaborare con la Floodgate Games e quindi quell'idea si è trasformata nella Fever Games. Molto del merito è anche di mia moglie Elena che mi ha supportato e spinto a provare e che collabora con me in tutte le attività (anche lei è una giocatrice, ma molto più accanita e competitiva di me...non sono poche le occasioni in cui mi ha letteralmente lanciato carte, dadi, puzzilli in faccia dopo una sconfitta...)Per il discorso arricchirsi è ancora mooolto molto presto, siamo agli inizi e siamo davvero entusiasti di questa nuova avventura e già ci gratifica tanto ricevere commenti positivi dai giocatori che hanno scelto di darci fiducia.




Perchè 'Fever games'? dicci come avete scelto il vostro nome ;)
La scelta del nome non ha radici molto lontane, ci piaceva molto come suonava Fever Games, ce lo siamo ripetuti tante di quelle volte convincendoci sempre più. In quel periodo, inoltre, la canzone Fever dei Black Keys era un po' ovunque e l'abbiamo preso come un segno :DL'idea iniziale era "The Roles Games", ma con pronuncia "all'italiana", così come si legge, una scelta legata a legende e vicissitudini universitarie. Però sapevamo che tutti avrebbero utilizzato la pronuncia inglese, facendo perdere il senso della cosa......e quindi FEVER! suona bene, no?

Bene, rotto il ghiaccio, è il momento di passare a dirmi come diavolo avete deciso, alla vostra prima esperienza, di scegliere proprio Epic Resort come primo passo: cosa vi ha attratto di questo progetto che, visto superficialmente, non aveva niente per farsi notare così tanto (oltretutto il suo autore, Ben Harkins, aveva alle spalle praticamente un solo progetto già finanziato ...). Cosa ve lo ha fatto notare nella massa, soprattutto visto che eravate alla vostra prima esperienza?
Sono un tipo sempre in cerca di giochi, di ogni tipo, di case famose o sconosciute, un onnivoro dei giochi da tavolo. Epic Resort lo avevo notato su KS, credo che graficamente sia un titolo che colpisca molto già a prima vista, leggendo la presentazione poi sono rimasto affascinato dall'ambientazione molto particolare: creare un villaggio turistico per eroi fantasy. Per quanto riguarda la Floodgate Games, in effetti è una casa ancora sconosciuta ai più ma avevo già avuto modo di provare Legacy - Gears of time e ne ero rimasto piacevolmente colpito. E a tutto ciò infine c'è da aggiungere la grande disponibilità di Ben Harkins, autore del gioco.


Parliamo di Epic Resort, che è prima di tutto un gioco di carte. Descrivici un poco le sue meccaniche: sappiamo che ognuno parte con una mano di carte collaboratore, divise in tre tipi di addetti, e poi? Facci un veloce sunto di come tutto si svolge ...

Epic Resort mescola diverse meccaniche creando un'esperienza di gioco divertente e particolare. Ogni giocatore parte con le stesse due attrazioni di base e la stessa mano di 13 lavoratori. L'obiettivo è accumulare il maggior numero di punti vittoria, che si ottengono acquisendo nuove attrazioni o dando riposo agli eroi. 
Ad ogni turno i giocatori iniziano pescando 5 lavoratori dal proprio mazzo e assegnandoli alle attrazioni, ognuna delle quale richiede un certo numero di manodopera. I lavoratori assegnati servono per evitare che i turisti ospitati abbandonino il Resort, infatti ogni giocatore guadagna oro e ospitalità in base al numero di turisti ospitati, secondo il modello: più turisti, più soldi, meno ospitalità, e viceversa.

Nella fase successiva i i giocatori a giro svolgono azioni finchè tutti decidono di passare. Le azioni possibili sono: comprare nuove attrazioni (pagando oro), richiamare turisti o eroi dall'area molo (spendendo ospitalità), addestrare e cioè sostituire un lavoratore base con uno specializzato disponibile (sono 14 tipologie diverse, ne vengono usate 6 o 7 in ogni partita). I lavoratori hanno ognuno un'abilità particolare che può essere utilizzata in questa fase, se non sono state assegnati alle attrazioni nella fase iniziale.
Quindi si passa a scoprire nuove carte molo, tra le quali possono nascondersi Attacchi dei Mostri. Quando ciò accade viene scoperta una carta Mostro che indica quale giocatore è il bersaglio dell'attacco. I giocatori a quel punto possono scegliere di difendere i turisti con gli eroi ospiti nel loro resort, oppure sacrificarli per non interrompere il relax dell'eroe.
A fine turno tutti gli eroi avanzano di uno spazio il loro indicatore salute e se erano già al massimo, vengono messi da parte dal giocatore che a fine partita totalizzerà i punti indicati sulla carte eroe. Tutte le carte in mano e assegnate alle attrazioni vengono messe negli scarti e ognuno pesca una nuova mano di 5 lavoratori per iniziare un nuovo turno.


Cosa pensi che rappresenti, in particolare, l'aspetto più innovativo del gioco, ovvero ciò che lo può far distinguere dagli altri gestionali e/o deck building game?
L'aspetto particolare sta nella gestione del mazzo che durante la partita non cresce nel numero di carte, infatti i lavoratori quando addestrati vengono sostituiti da carte con abilità migliori, andando ad aumentare l'efficienza del proprio mazzoAltro aspetto: nel gioco è presente una componente imprevedibile, dato dall'attacco dei mostri che possono uscire ogni turno con più o meno frequenza. Col passare delle partite ci si rende conto che è possibile mitigare questo effetto e imparare a gestirlo: infatti i mostri attaccano secondo determinati criteri (il più ricco, chi ha più eroi, più turisti,...) e quindi si può cercare di essere meno "appetibili" gestendo al meglio le proprie risorse. Inoltre si può impostare il proprio turno in base alle carte lavoratori disponibili (il Fannullone può essere mandato in pasto al mostro per evitare un attacco) e con un mazzo composto di poche carte, si può anche prevedere più o meno quali potrebbero essere le carte che verranno pescate per il prossimo turno. Tutto questo permette di gestire l'aspetto imprevedibile degli attacchi e programmare le proprie azioni.

A quale pubblico si rivolge il gioco? Livello di difficoltà?
Epic Resort si rivolge sia a giocatori abituali in cerca di un gestionale leggero ma con una buona profondità ed anche a giocatori alle prime armi in grado di trovare un gioco divertente e molto ben ambientato. Aggiungo che Epic Resort incarna molto bene quella che è la nostra idea di gioco che vogliamo portare sui tavoli dei giocatori: divertimento, ambientazione sentita, meccaniche e tematiche nuove.

Tirature della nostra edizione, disponibilità e prezzi?
Il gioco è disponibile da metà Dicembre al prezzo di 35€. Questa è stata una scelta su cui abbiamo puntato molto, vorremmo, nei limiti delle nostre possibilità, realizzare localizzazioni cercando di mantenere un prezzo finale non superiore a quello originale

Breve spazio pubblicitario: cosa vuoi dire ai  nostri lettori per farli diventare tuoi clienti :)  ?
Non sono un tipo molto bravo nel farsi pubblicità, preferisco che siano gli altri a parlare sulla base di ciò che facciamo e offriamo, ma ci provo. Il nostro intento è proseguire sulla scia di Epic Resort, con titoli che seguano quanto già detto sopra. Io sono in primis un giocatore e cerco quindi titoli divertenti, piacevoli, che quando proposti nel proprio gruppo di gioco possano far passare una bella serata / pomeriggio a tutti.
Il nostro riferimento principale sono i giocatori, vogliamo creare un rapporto diretto e onesto con loro e ci stiamo impegnando al massimo per questo, cercando di lavorare al meglio.

Bene, per fare dei bilanci probabilmente è presto, perchè se le scatole sono arrivate da poco probabilmente sarete ancora con magazzini o scantinati pieni di roba da dare via e forse è presto per pensare a cosa ci sarà dopo ...
Però ci state già pensando a cosa fare dopo, vero ? ... dai, non farti pregare e dicci qualcosa ;)
La Floodgate Games ha avuto qualche ritardo con Epic Resort e questo ci ha fatto slittare l'uscita di un paio di mesi, complicando leggermente la pianificazione per il 2015, Ma non ci siamo di certo fermati e al momento posso solo dire che seguiamo diversi titoli, e speriamo di poter annunciare a breve un nuovo gioco Fever (se avete suggerimenti fateci sapere ;D) Intanto ti confermo che ad Aprile saremo a PLAY con la presentazione di Epic Resort al grande pubblico....e chissà che ci sia qualche sorpresa... 

Ok, giunti alla fine di questa chiacchierata, ringrazio l'amico Emanuele per la sua disponibilità e, con i nostri migliori auguri, salutiamo lui e la Fever Games, sperando di ospitarli ancora su queste nostre colonne virtuali ;)

Tutti i diritti sui titoli e marchi citati appartengono all'autore ed alla casa editrice. Le immagini e regole (possono essere tratte dal sito della casa, Fever Games, o dal manuale) sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

Nessun commento:

Posta un commento