sabato 2 agosto 2014

Recensioni Minute - (Anteprima) Hexemonia

scritto da TeOoh!

No, non verrai
l'orologio nella strada ormai
corre troppo per noi


Se devo essere sincero, la prima canzone che mi è saltata alla mente era "Ob-la-di ob-la-da" dei Beatles, per fare il gioco di assonanze con "O-pli-ti o-pli-ta" che sono contenuti nel gioco. Ma poi ho pensato sarebbe stato un gioco di parole troppo triste, troppo nerd e poco esagonale.
Detto questo, vado subito a tuffarmi in questa anteprima di un gioco con uscita prevista a Lucca 2014! Vi parlo quindi di Hexemonia, per 2-4 giocatori di Fabio Attoli, edito da Pendragon Game Studio.

Quelli che vedrete nel filmato sono ovviamente non i materiali definitivi, ma la grafica è completa e di certo lo è anche il regolamento. Quindi direi che l'impressione primaria può già essere soddisfacente.
La minutissima è: nel tuo turno, peschi esagoni da una riserva scoperta, e li piazzi nella tua città pagandone i rispettivi costi (tramite opliti, cittadini, oro). A quel punto potrai decidere se attivare tutti quelli di produzione, oppure tutti quelli con abilità speciali, oppure ridistribuire le risorse su di essi, oppure attaccare un esagono avversario per annetterlo alla tua città. A fine partita farai punti grazie agli esagoni attivi, all'oro stoccato, ai bonus della tua città e a qualche divinità. Se sei quello con il totale maggiore, hai vinto.

Il gioco è abbastanza scorrevole da spiegare e da iniziare a giocare, specialmente in modalità base (ovvero senza il check delle rivolte, spiegato nel filmato). Diciamo che però è orientato ad un target più avanzato di giocatori. C'è pianificazione alle spalle di ciascun turno e la possibilità dell'interazione diretta (data dall'attacco e dalle rivolte) crea tensione tra i giocatori e un po' di conti da farsi in tasca per non trovarsi scoperti.
Non è però uno di quei cinghialoni che tanto amano gli hard gamer: la durata di un'oretta in 4, permette quindi di utilizzarlo come rilassante intermezzo o come partita + rivincita.

Le luci bianche nella notte
sembrano accese per me
è tutta mia la città


Al momento, mi trovo ad avere 5 partite all'attivo e non mi sembra di aver identificato alcuna strategia dominante. Se la città produce tanto, è probabile che sarai soggetto a rivolte, se attacca molto, non avrai molti esagoni attivi a fine partita, ecc. In generale, potrei dirvi che il meglio è cercare di fare un pochino di tutto, scegliendo con che cadenza attivare una delle quattro azioni possibili e attaccare, più che per rompere le scatole, per prendervi quell'esagonino che il karma non vi ha fatto pescare, ma che certamente meritavate.

Salto la parte materiali per i motivi espressi sopra (certo la manifattura degli esagonini tagliati dal sottoscritto è invidiabile...).

Concludo con il solito "se devo trovarci qualcosa": per quanto il gioco non abbia bisogno dell'ambientazione, possiamo dire che dopo il primo turno si inizia a parlare di cubetto-rosso, esagono verde, ecc. Giusto le divinità mantengono la propria identificazione a fine partita. Diciamo che non è la prima cosa che cerco in un gioco, ma in alcuni casi, meccaniche con un po' di ambientazione alle spalle, aiutano a scaricare il cervello e pensare un passetto più un là, specie in un gioco che può essere proposto anche a non-esperti.

Tutta mia la città
un deserto che conosco
tutta mia la città
questa notte un uomo piangerà


Se sperate quindi che questo uomo in lacrime sia il vostro avversario ad Hexemonia, eccovi il video che vi mostra un po' di più nel dettaglio il tutto!
Buona visione!

11 commenti:

  1. A prima vista sembra un bel gioco, ma non vorrei che la fortuna nella pesca degli esagoni influisse troppo nello svolgimento della partita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La risposta che ti dò è che la pesca influisce sicuramente nello svolgere la tua strategia, ma la possibilità di attaccare e prendere l'esagono che ti serve (di fatto annullando magari un turno avversario, o addirittura rubandogli risorse se fossero rimaste su di esso) fa una buona mitigazione. In generale ci sono solo un paio di esagoni che paiono "più forti" rispetto agli altri (mi viene in mente il faro), ma appunto, se ci devi investire anche un paio di turni per proteggerli con opliti ed esagoni di difesa, perchè i tuoi avversari sono bellicosi, allora io li lascio volentieri in pasto ai leoni.

      Elimina
  2. In realtà quello che a me lascia un pò perplesso è la paralisi da analisi, e la scomodità nel capire se un edificio (tuo o avversario) è arrivato, oppure no.

    By Jason

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il consiglio che dà il regolamento è che se un esagono è attivato, metti i cubetti proprio sopra ai tondini del costo, altrimenti li lasci a centro esagono.
      Paralisi non ne ho vista, perchè gli esagoni attivi ogni turno in ogni città sono davvero pochi e tu non hai molto da decidere in base a ciò che faranno o meno gli altri. Devi al massimo valutare se potresti subire attacchi e in quel caso scegliere se e come difenderti.

      Elimina
  3. chiamale anteprime minute che dici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaahah! già mi trovo a tenere a bada le varie sottorubriche vlog, unboxing e RPPM!!!

      Elimina
  4. Leggendo le regole, ti faccio una domanda: bash the leader/kingmaking? Perché con tutti quegli attacchi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Tutti quegli attacchi" è grossa come parola. Siccome devi scegliere se attaccare o produrre, alla fine ti trovi al massimo a muovere 1/2 attacchi a partita (in alcune, zero attacchi tra tutti). Il consumo di opliti è consistente sugli esagoni anche poco difesi (ok, zero su quelli lasciati sguarniti), ma se non scegli di produrre mai, è difficile tu abbia esagoni attivi. E i punti vittoria a fine partita arrivano poi da quelli.
      In sostanza non ho riscontrato nessuna delle due possibilità: con il fatto di spostare cubetti a manetta e la scarsità di azioni in una partita (si giocano circa 8/9 turni) devi concentrarti molto sul fare punti. Ad attaccare, rubi al massimo un esagono a turno al "king" (che ne può giocare due, attivare la produzione e riempirsi di nuovi cittadini).... come dicevo nel video, devi considerarlo più un modo per mitigare la fortuna e prenderti quell'esagono che ti serve piuttosto che un vero e proprio danneggiare l'avversario.

      Elimina
  5. ciao Teo, scusa ma il gioco e' uscito in italiano dove posso trovarlo?
    Ciao e grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Lucca era disponibile, per cui non dovresti avere difficoltà a reperirlo, almeno a breve (in questi giorni i vari negozi si stanno rifornendo di tutte le novità, per cui ogni giorno è in genere buono per trovare qualcosa di nuovo).

      Elimina