lunedì 30 giugno 2014

[Recensione] Robinson Crusoe

scritto da Agzaroth e Fabio


Questo weekend non sapevo davvero cosa fare. Libero da moglie e figlia, ho colto l'occasione e, in compagnia di Fabio, abbiamo deciso di fare un giretto in barca. Qui a La Spezia fa già un caldo boia, perciò ci pareva una buona idea un bel tuffo al largo. Usciti dal canale di Portovenere, ci siam detti “già che siamo arrivati fin qui, perché non spingerci un po' più in là?”. E così, dopo un breve traversata, il nostro giro è finito verso le coste della Somalia. Ora, voi non lo sapete, ma in Somalia ci sono spiagge bellissime, incontaminate, libere dal turismo di massa. Camminando appunto bel belli su una di queste, ci imbattemmo in due figuri che esaminavano una scatola. Con nostro grande stupore riconoscemmo immediatamente una scatola di Robinson Crusoe, edizione italiana Uplay. Ci spiegarono che era l'amaro frutto dell'ultima loro gita piratesca: speravano in macchine di lusso e donne, trovarono giochi da tavolo. Con facilità barattammo la scatola con uno specchietto per radersi e una cassa di munizioni per AK-47, che io porto sempre con me in barca: non si sa mai.
Ed è grazie a questo fortuito incontro che abbiamo potuto provare in anteprima il titolo più atteso dell'anno e che ora siamo qui a raccontarvelo.

domenica 29 giugno 2014

GSNP: 29 Vaneggiamenti

Rieccoci per una nuova puntata del Podcast. Stavolta siamo in tre, ossia Fabio, Stefano e Federico.

Si continua delle nostre divagazioni: stavolta avremmo avuto anche un tema intorno al quale dipanare la puntata, ma l'argomento l'aveva scelto Federico, che non è che fosse proprio al 100% delle sue facoltà ... ;)

All'inizio della puntata noterete come io stesso abbia fatto una fatica pazzesca a cercare di spiegare il concetto di Gioco emergente (non parliamo nè di evoluzione del gioco da tavolo, nè di titoli ambientati nel pronto soccorso ...) del quale voleva dialogare il Fede.

Nel corso della puntata noterete, con vostro sollievo, come rapidamente ci sposteremo da quel tema, per parlare decisamente di altro, il tutto con buona pace del nostre Federico (il quale, offline, mi scrive, per commentare questa puntata: in questa puntata io vaneggio e Stefano e Fabio cercano di fare i seri... inutilmente)

[Recensione] Daimyo

scritto da Agzaroth

Ho “conosciuto” Piero Cioni con MageStorm e Dakota. Il primo un eccezionale gioco di battaglie fantasy, permeato di idee innovative ed efficaci, strategico e tattico al tempo stesso, con un bassissimo fattore fortuna, funestato purtroppo dal fallimento della case editrice Nexus, con conseguente abbandono del supporto e delle previste espansioni (pare che l'autore sia al lavoro su una versione 2.0 che mi auguro veda presto la luce). Il secondo un gioco di piazzamento e maggioranze decisamente atipico, un falso collaborativo asimmetrico, fortemente gruppo-dipendente, difficilmente digeribile dal grande pubblico.
Un po' di tempo fa lessi questi due articoli di Aledrugo sulla Tana dei Goblin ( http://www.goblins.net/articoli/lultimo-scaffale-alto-sinistra-daimyo e http://www.goblins.net/articoli/piero-cioni-nemo-propheta-patria ) e, se è vero che non c'è due senza tre, comprai anche Daimyo.

sabato 28 giugno 2014

Recensioni Minute - Unboxing Stone Age

scritto da TeOoh!

Il gioco ha qualche anno sulle spalle, ma riesce sempre a far breccia nel cuore dei giocatori di nuova e vecchia data. Ha una buona meccanica di gestione risorse, mescolata ad un lancio di dadi che ne allontana la paralisi da analisi. Direi che Stone Age di Bernd Brunnhofer, per 2-4 giocatori merita di essere aperto per la prima volta insieme.

Recensioni Minute - King of Tokyo

scritto da TeOoh!

Ma io sarò un grande Re, nemici attenti a voi.
Non ho visto mai un Re così, spelacchiato come sei.


Niente, mi è partita la scimmia di usare le canzoni all'interno delle Recensioni (malefico Tiziano Ferro!). Non so quando mi passerà, ma per ora va così.
Certamente avrete visto film tipo "Godzilla", "Pacific Rim" e similia, o, in caso negativo, comunque sapete di cosa sto parlando: mega mostri che approdano inspiegabilmente in una città della nostra amata Terra e tentano di conquistarla. Il fatto che tentino di conquistarla radendola al suolo rimane comunque un grosso punto di domanda, visto che poi non avrebbero più nulla su cui regnare... ma torniamo ai boardgames.
Parliamo quindi di King of Tokyo, gioco per 2-6 giocatori di Richard Garfield, in Italia grazie a Uplay.it.

venerdì 27 giugno 2014

[nonsolograndi] Monster Bingo

scritto da
simarillon (Davide)

Monster Bingo (beh il nome qualcosa potrebbe già suggerirlo) è un gioco della Orchard Toys, casa inglese specializzata in giochi per bambini che tematizza e modernizza la meccanica della Tombola, certo non siamo ai livelli di Augustus, ma è il primo passo …



giovedì 26 giugno 2014

Glass Road: Primi impressioni

scritto da Bernapapà

Fra i titoli che allo scorso Essen mi avevano fatto avere l'acquolina in bocca, senza darmi la possibilità di soddisfare il desiderio, c'era anche questo titolo: Glass Road, edito in Italia dalla Cranio Creations. L'autore, il mitico Uwe Rosenberg,  è uscito contemporaneamente con Caverna, da alcuni ritenuto il perfezionamento massimo delle sue già grandi opere: stiamo comunque parlando di cinghiali molto setolosi... Con questo titolo, invece, l'autore si è riproposto di "avvicinare" un pubblico meno impegnato, condensando le usate meccaniche di trasformazione delle risorse in un'oretta di tempo (non a giocatore, ma in totale!). La curiosità era quindi massima, e l'ambientazione proposta (la produzione del vetro nella foresta bavarese vecchia di 700 anni), benché sia alquanto "pretestuosa" come in molti suoi giochi, aveva comunque richiamato la mia attenzione. Se non fosse per pochissime scritte su alcune carte, sarebbe anche indipendente dalla lingua: per il resto, parliamo di un gestione azioni per produzione e trasformazione di risorse, da 1 a 4 giocatori, con un meccanismo di interazione nemmeno così ininfluente come in altre sue opere. Vi racconto la prima impressione dopo un paio di partite.

mercoledì 25 giugno 2014

[Ieri sera ho giocato a...] Republic of Rome ...e altri fillerini

Scritto da Agzaroth

Approfittando della mia trasferta milanese, colgo l'occasione per passare a salutare i ragazzi della Tana di Goblin di Milano. Hanno la fortuna di aver trovato una sede eccezionale, condivisa con altre associazioni, con tre (almeno io tre ne ho viste) enormi sala attrezzate, bar e un'ampia selezione di giochi da tavolo a cui attingere liberamente.

All'inizio siamo solo io e Cherecche, per cui, tra una chiacchiera e l'altra, scegliamo un paio di giochi fattibili anche in due.

[Anteprima] Forge War

scritto da Agzaroth

“Le terre selvagge stanno diventando pericolose. Il Re ha chiamato a raccolta tutti gli uomini utili per fronteggiare le tenebre incombenti e tu, come leader di una gilda di guerrieri, dovrai procurare risorse, forgiare armi e massacrare mostri per guadagnare ricchezza e prestigio.”

Questo l'incipit di Forge War, un gioco attualmente su Kickstarter (sbrigatevi: mancano pochi giorni) che Rahdo ha definito nella sua anteprima “Easily the best game of the year”.
Ora, noi siamo andati a leggerlo il regolamento beta (perchè come tanti altri KS, ci sono un sacco di immagini, di bonus, di stretch goals, di add-on, ma il regolamento è sempre l'ultima cosa...) di questo capolavoro e siamo qui a raccontarvi le nostre impressioni.

martedì 24 giugno 2014

[Giochi da Zaino] Potato Man

Potato Man - Recensione di Nero79

Come ogni anno sono arrivate le nomination allo Spiel des Jahres (premio tedesco per i giochi più meritevoli del 2014). Oltre ai tre titoli sul podio per ogni categoria (Family, Esperti e Bambini) che si contenderanno l'ambito puzzillo stampato sulla scatola, i giudici hanno stilato anche una lista di giochi considerati meritevoli e per tanto "consigliati". Nella categoria del puzzillo rosso tra i consigliati troviamo anche questo Potato Man di cui probabilmente la maggior parte di voi ignoravano l'esistenza.
Visto che sono quello che di solito recensisce questo tipo di giochi e che, ancora una volta grazie al mio gruppo  ludico tedesco, posso vantare ben 5 partite giocate (di cui una vinta), eccomi a parlarvi di Potato Man, gioco di carte di Günther Burkhart e Wolfgang Lehmann per 2-5 giocatori pubblicato dalla tedesca Zoch Verlag.

[giochi da zaino] Cherry Picking

[giochi da zaino] - Cherry Picking - Recensione di Nero79

Anche oggi vi parlerò di un piccolo giochino di carte  visto che sono diventati un po' la mia specialità qui sul blog. Da oggi battezzo questa rubrica giochi da zaino così chi non è interessato a giochi di questo genere può saltare direttamente l'articolo. Ho rinominato anche il titolo di un po' di articoli precedenti che rientrano in questo ambito e aggiunto giochi da zaino alle Etichette di ogni articolo così chi vuole scavare un po' nel passato può ricercarli e, se appassionato, trovare magari qualche piccola perla che si era perso.

Il gioco di oggi si chiama Cherry Picking ed è il primo gioco pubblicato di Jeroen Geenen, un neo-designer olandese. Cherry Picking è un gioco di carte con meccaniche di set collection per 2-6 giocatori pubblicato dalla tedesca Zoch Verlag.

lunedì 23 giugno 2014

[Opinioni a confronto] Splendor

scritto da Fabio (Pinco11) e da


Lo avevo notato scartabellando su internet, come al solito alla ricerca (ma sono oramai malato di novità?) di qualcosa di sinora 'dimenticato' di cui parlare. Lo avevo preso assieme ad altri titoli (Glass Road, Pagoda, Limes, Asgard, Kohle e Kolonie), quasi per chiudere con un ulteriore titolo light da abbianare ad un paio di cinghialozzi dai quali mi ero lasciato trascinare.
E' attualmente il gioco che ho più prestato (e forse l'unico che mi sono sempre premurato di farmi restituire) e che mi è stato più richiesto (.. visto che tanto poi li dai via tutti, i giochi, ... sappi che quando ti stufi Splendor te lo prendo io ..) dagli amici in prenotazione.
E' il gioco che mi ipnotizza con il clic clac delle fiches sul tavolo.
Sto parlando di Splendor, di Marc Andrè, edito dalla (sinora) sconosciuta o quasi Space Cowboys, salito prepotentemente agli onori della cronaca grazie al suo inatteso ingresso nella terna dei candidati al prestigioco Spiel des Jahres tedesco. Do nel contempo atto ai ragazzi della Asterion di essere stati lungimiranti nel 'pescare' questa piccola perla in tempi non sospetti, proponendolo proprio di questi tempi in vendita sotto il loro marchio in Italia.

domenica 22 giugno 2014

[riscopriamoli] For Sale


Scritto da Federico Latini.

Oggi riscopriamo una perla del game design di Stefan Dorra, famoso autore che da più di dieci anni sforna giochi molto vari, dal gestionale al fillerino. Con For $ale i giocatori si ritrovano nei panni di speculatori edilizi intenti a comprare all'asta case di ogni genere (prima fase del gioco) con l'intento di rivenderle (nella seconda fase del gioco) traendone il massimo profitto in barba agli altri giocatori concorrenti.

Il gioco può accogliere fino a sei giocatori ma il mio consiglio e di giocarci in 4, non in tre ne in cinque, quattro sembra essere la giusta misura, nelle altre quantità il gioco mantiene il suo fattore divertimento alto ma si rischia l'analisi paralisi in meno di 4 e il caos in più di 4 giocatori.

sabato 21 giugno 2014

Recensioni Minute - GiftTRAP

scritto da TeOoh!

"Voglio farti un regalo
Qualcosa di dolce
Qualcosa di raro
Non un comune regalo"


è così che Tiziano Ferro inizia la sua canzone, ma probabilmente è solo perchè non ha mai giocato con il gruppo giusto ad un boardgame che ti farà realmente capire la difficoltà nel fare un regalo... e anche nel sceglierlo in mezzo a tanti altri possibili.

Vi regalo quindi la recensione regalosa di GiftTRAP, un gioco per 3-8 giocatori di Nick Kellet, chiuso in una scatola a forma di pacco regalo appunto; un gioco che dura dai 40 ai 60 minuti in base a quanti siete al tavolo... e a quanto discuterete dopo ogni manche!

venerdì 20 giugno 2014

[nonsolograndi] Tutti i tuoi Animali


scritto da
simarillon (Davide)

Tutti i tuoi Animali è un gioco della Haba, serie mini. Autore del gioco è Heinz Meister e le illustrazioni sono di Martina Leykamm. Il gioco può essere giocato da due giocatori in su, chiaramente più si aumentano i giocatori e più si allungano i tempi di attesa tra un turno e l’altro per ogni giocatore; il regolamento suggerisce come numero massimo di giocatori quattro e come minimo, naturalmente, due.
Il gioco è completamente indipendente dalla lingua non essendoci materiali con testo, l’edizione italiana contiene il manuale nell’italico idioma, ma per il resto è identica alla versione tedesca (quella in mio possesso nome tedesco Alle deine Tiere). Pronti quindi a far partire la caccia per scovare coloratissimi animali.


giovedì 19 giugno 2014

[Recensione] Praetor

scritto da polloviparo.

Devo essere sincero, quando fra i giochi in uscita per Essen 2014 e "dintorni" ho visto questo Praetor, la cosa mi ha lasciato piuttosto indifferente.
Si tratta di un titolo di Andrei Novac, autore belga di cui avevo già acquistato a suo tempo Wariors & Traders.
Quest'ultimo presentava delle buone idee, ma peccava un po' nello sviluppo e ad un certo punto è stato pubblicato un regolamento 2.0 (che a mio avviso, non è mai un buon segno...).
Il suo titolo forse più famoso è Exodus Proxima Centauri, rivale diretto di Eclipse, ma essendo già possessore del gioco di Touko Tahkokallio l'ho saltato a piedi pari (anche perchè non sono un grande amante delle ambientazioni spaziali).
Quando è stato pubblicato il regolamento tuttavia è scattata la scintilla.
A differenza di Warriors & Traders, quest'ultimo è molto "snello"; si tratta di 8 pagine scritte piuttosto chiaramente, sebbene poi giocando ci si rende conto che ci sia qualche "buco".
Il sistema di "dice placemenet" mi è sembrato molto originale e ben congeniato, così è partito l'acquisto!
Si tratta di un gioco per 2-5 giocatori da 75 minuti (ma questi solo sulla scatola!)


mercoledì 18 giugno 2014

[Anteprima] Historia

scritto da Agzaroth

Giochix lancia sulla sua piattaforma crowdfunding Giochistarter ( ecco il linkquesto gioco di civilizzazione a firma Marco Pranzo (Upon a Salty Ocean).
La storia delle civiltà dalla preistoria al futuro prossimo. Il vincitore sarà chi avrà maggiore impatto sulla storia dell'umanità.

martedì 17 giugno 2014

Unspeakable Words - Recensione

Scritto da Chrys.

Oggi farò un po' l'antipatico (non odiatemi) perchè vi parlo di un gioco del 2007 che è davvero difficile da trovarsi in giro (ma sotto vedremo che si può ovviare) che però mi faceva piacere condividere con voi perchè divertente e piacevole. ^__^

Si tratta di Unspeakable Words, un gioco di carte per 2-6 giocatori della americana Playroom Entertainment, che si presenta come un classico gioco di parole (come Scarabeo, Paroliere, Verba Manent, ecc.) ma declinato in salsa Lovecraftiana e leggermente ironica.

lunedì 16 giugno 2014

[Boardgames World] La Hc Distribuzione

scritto da Fabio (Pinco11)

Prima della scorsa fiera di Essen nelle mie varie navigazioni nel mare aperto degli editori meno conosciuti mi ero imbattuto nella polacca G3, autrice di ben 4 titoli, tra i quali Craftsmen ed Enclave: preso dal solito mix tra il desiderio di scoprire qualcosa di esotico e la frenesia, tipica da gamer, di essere il primo del gruppo a saperne di più, avevo approfondito la lettura dei manuali e mi ero lanciato nelle relative anteprime.
Passano i mesi ed alla Play di Modena, spostandomi tra uno stand e l'altro, vedo i ragazzi della Placentia Games in uno degli angoli del padiglione, ma, sorpresa sorpresa, loro non sono soli, ed ai tavoli che li circondano sono presenti copie in prova proprio dei titoli dell'editore polacco. Scorrendo tra i manifesti e le pile di giochi mi rendo conto che è nato un nuovo distributore e localizzatore nel italico idioma, ossia la HC Distribuzione. 
Da allora mi sono ripromesso di contattarli e di fare una bella chiacchierata con loro, per scoprire quali saranno i titoli e gli editori con i quali hanno già raggiunto accordi e per approfondire, ancora, il classico 'dietro le quinte' del mondo dei giochi da tavolo. Allo scopo sfrutto la disponibilità del simpatico Alex Pattori, gamer e responsabile commerciale della casa.

domenica 15 giugno 2014

GSNP 27: Chiacchierata tra Fabio e Pierluca

Nuova puntata per il nostro Podcast.
Stavolta siamo in formazione 'ridotta', ovvero solo in due, ma cerchiamo di compensare la mancanza degli altri, facendoci in quattro, con il risultato di sembrare schizofrenici ;)

Beh, le voci stavolta sono la mia (Fabio) e quella del buon Pierluca Zizzi e, come ha commentato il nostro Federico nella fase di editing, discutiamo di tutto e di più vagando come pazzi!

p.s. qualcuno potrebbe notare che la puntata reca il numero 27, anche se l'ultima era la 28: per errore sono state messe in scaletta invertite ... ;)

ok, ora, per ascoltare, non vi resta che cliccare sul 'leggi il resto dell'articolo' .. ;)

Builders, Machi Koro e Sail to India

scritto da Faustoxx

L'Estate si avvicina e aspettando le anticipazioni per il prossimo Spiel, sento l'esigenza di segnalare l'uscita di 3 titoli che hanno in comune le dimensioni ridotte (quindi utilissime per essere portate con voi in vacanza) ma di grande godibilità sia per i gamers incalliti come me, quanto per una platea di giocatori occasionali, quando si è in vacanza ed il vostro gruppo di gioco è sparpagliato a godersi il meritato riposo.

The Builders: Middle Ages

Uscito in edizione Francese e Inglese (Bombyx)questo gioco di Frederic Henry, uscirà ora a breve anche la versione italiana a marchio Asterion è un gioco di carte dove nelle vesti di capomastri dovremo costruire gli edifici principali di un villaggio medioevali per guadagnare onore e denaro. 

sabato 14 giugno 2014

Recensioni Minute - Kakerlaken Salad / Kakerlaken Suppe (Insalata / Zuppa di Scarafaggi)

scritto da TeOoh!

Avrete sicuramente notato il titolo astruso all'inverosimile, ma è proprio così che si è presentato a me per la prima volta questo gioco. La pronuncia comunque non è un vero problema: in tedesco si leggono tutte le lettere della parola, quindi se volete fare bella figura dando sfoggio di poliglottismo basta dire "Cacherlachen Salad" (la s detta a metà tra la s e la z).
Ok, l'introduzione come al solito mi porta la testa totalmente fuori dal target di ciò che dovrei dirvi, quindi torno a bomba dicendovi che L'insalata di Scarafaggi è un gioco per 2-6 giocatori, edito dalla Drei Magier Spiele. Un fillerino da 15 minuti che saprà farvi deridere come solo pochi altri titoli sanno fare.


venerdì 13 giugno 2014

[nonsolopiccoli] Goku Coconuts

scritto da Fabio (Pinco11)

Diverse sere fa invito a casa mia il Porazzi, che passava dalle mie parti per una manifestazione alla quale partecipava in zona e dopo cena ci si mette al tavolo a giocare: è tardi, c'è un poco di stanchezza, per cui si opta per dei fillerini. Non so come, alla fine sul panno verde capita, preso dallo scaffale di mio figlio di sei anni, Goku Coconuts, che avevo comprato per lui giusto giusto alla scorsa Modena ... ed è un successone ... ;)
Goku Coconuts è un titolo ideato dall'esordiente Walter Schneider e prodotto nel lontano oriente dalla KoreaBoardgames, nonché localizzato nel nostro paese dalla Uplay.it, per 2-4 giocatori, con tempo medio a partita di una ventina di minuti.
Si tratta di un gioco interamente di abilità manuale, destinato, come suggerisce il 5+ di età indicato dall'editore, ad un pubblico assai ampio, il quale punta, con ragione, tantissime carte sulla sua componentistica.

giovedì 12 giugno 2014

[Prime immagini] - Robinson Crusoe

scritto da Fabio (Pinco11)

E' il numero 13 nell'elenco dei giochi nella classifica di punteggio di BGG ed è uscito, secondo la scheda pubblicata dal sito in questione, nel 2012 (anche se le prime edizioni 'di massa' sono sicuramente del 2013).
E' un titolo fruibile da 1 a 4 giocatori (essendo un cooperativo è chiaro che è proponibile anche in solitario), con partitelle di circa un paio d'ore (inguaribili ottimisti ... ) o comunque con la promessa di riempirvi la serata.
L'autore ne è il genietto polacco Ignacy Trzewiczek: indovinate di che sto parlando? Beh, effettivamente l'immagine a lato, che ora inserisco a fianco al testo renderà il quesito un attimo scontato ... ;)

Anteprima: Hoyuk

scritto da Bernapapà

Qualche tempo fa il solito banner mi aveva traghettato su un progetto kickstarter (qui) per la pubblicazione di un gioco ambientato in epoca preistorica: Hoyuk. In realtà ho poi scoperto che la prima versione del gioco, uscita solo in formato print & play, è del 2006, ma solo quest'anno l'autore, Pierre Canuel, è riuscito a pubblicare una versione vera del gioco, appunto attraverso la piattaforma kickstarter, dove ha più che doppiato il badget richiesto. Quindi il gioco vedrà la luce, editato dalla MAGE Company, e la sua componentistica, sontuosa alla vista, mi ha spinto a provare a capire come funziona: è un gioco di piazzamento tessere, per 2-5 giocatori, indipendente dalla lingua, che sfrutta meccanismi di maggioranze per acquistare le tessere punteggio/azione. Insomma, niente di nuovo, ma i grafici hanno fatto davvero un bel lavoro, per cui non ho resistito ad imparare le regole: se vi va, provo a spiegarvi meglio come funziona.

mercoledì 11 giugno 2014

[Riscopriamoli] Le Havre

scritto da Agzaroth

Sono arrivato a Le Havre con colpevole ritardo. Un po' complice Rosenberg che non non è tra i miei autori preferiti, un po' il mio gruppo, rimasto scottato da Agricola, un po' l'edizione italiana irreperibile.
Adesso finalmente, grazie alla riedizione di Uplay, ho potuto dedicare a questo titolo l'attenzione che merita.

Il gioco è ambientato nel porto francese di Le Havre, tra merci che arrivano, che partono, navi da trasporto, da crociera, edifici in costruzione, magazzini illimitati  e soprattutto lavoratori famelici che, spinti da un istinto primordiale insanabile, vogliono solo magnare a più non posso.
L'ambientazione è posticcia e pretestuosa, ma chissene, mica siamo venuti a pescare. Noi gestiamo risorse.

martedì 10 giugno 2014

The Witches - Recensione

Scritto da Chrys.

Chi segue il blog da abbastanza tempo avrà capito che ho un debole per i romanzi di Terry Pratchett, autore inglese che deteneva il record di essere lo scrittore inglese più tradotto al mondo (scalzato poi dalla Rowlinkg con Harry Potter). Se non l'avete mai sentito, in effetti in italiano si trova quasi tutto ma da noi è poco famoso, sappiate che ha all'attivo decine di romanzi e innumerevoli riconoscimenti (tra cui Carnegie Medal, Cavaliere della Corona per meriti letterari, 4 lauree honoris causa e Ufficiale dell'Impero Britannico per meriti letterari). 

Tutti i suoi romanzi (di cui ne trovate qui un elenco) sono ambientati sul Mondo Disco... si tratta di un ambientazione fantasy vittoriana pervasa da una vena comica e surreale, pur mantenendo una fortissima coerenza sia narrativa che di ambientazione. E' difficile comunicare a parole la sua capacità di descrivere ed intrattenere: se non l'avete mai letto dategli una possibilità (io personalmente per iniziare suggerirei "A me le guardie!", "Tartarughe divine" oppure "Sorellanza stregonesca", ma va bene un po' tutto). ^__^

Oggi analizzeremo il secondo gioco di Martin Wallace ambientato in questo mondo fantastico... il suo primo titolo è stato Discworld: Ankh Morpork già recensito in questo blog, che si rivelò essere un ottimo gioco di maggioranze e controllo, con tanta strategia a dispetto di una meccanica principalmente card-driven.

lunedì 9 giugno 2014

Essen 2014 e dintorni - siamo già alla parte II

scritto da Fabio (Pinco11)

Pare che quest'anno il ritmo delle uscite annunciate stia procedendo davvero spedito e la cosa mi mette già nelle condizioni, a circa cinque mesi (!) dalla fiera più importante dell'anno, di passare allegramente al secondo articolo - carrellata nel quale mi dedico a parlare dei titoli in arrivo nel prossimo futuro.
Per altro devo dire che in mezzo c'è diversa robetta, con editori che stanno conquistando decisamente spazio nelle attenzioni dei fan, come Ludonaute, Spielworxx e compagnia bella.
In mezzo poteva mancare un Feld? No, non poteva ... ;)

domenica 8 giugno 2014

Globall

scritto da MagoCharlie


Questa è una recensione che avevo nel cassetto da anni, di cui mi ero completamente dimenticato…purtroppo.
L’autore che ho conosciuto in diverse edizioni di IDEAG, Philippe Lerquin, dall’altro anno non è più con noi e di lui mi rimane oltre che uno splendido ricordo, al momento della produzione e del lancio di GLOBALL nel 2010 gli avevo dato assistenza “informatica” per il sito e la comunicazione.
Philippe era una persona fantastica, geniale e coinvolgente; chi ha avuto l’occasione di incontrarlo sicuramente conserva un ricordo speciale.
Ho deciso di riaggiornarla in qualche punto e proporvela in vista degli imminenti mondiali di calcio, ed è un mio modo molto semplice di ricordarlo.

sabato 7 giugno 2014

Recensioni Minute - Maggio 2014

scritto da TeOoh!

E' stato un Maggio particolarmente caldo, non parlo semplicemente del tempo, ma anche dal punto di vista del recensore video. Ho iniziato in maniera consistente a registrare gli unboxing grazie a qualche acquisto mio e a gentili concessioni di amici che mi hanno permesso di aprire con loro le preziose scatole. Ho partecipato ad un blind playtest durante una giornata di playtest a Borgomanero. Ho anche giocato. Tutto quanto è dovuto passare in qualche modo attraverso la videocamera e poi sul pc per essere montato in maniera da essere poi pubblicato.
E se fa caldo, tutto va un po' più a rilento. Tranne la settimana, che fa comunque arrivare il sabato con un cuore di ghiaccio veramente invidiabile. Ma io non temo calure. E sono comunque puntuale!

venerdì 6 giugno 2014

[nonsolograndi] Zicke Zacke - Ricci e Bisticci

pubblicata da
Simarillon (Davide)

Zicke Zacke. Ricci e Bisticci  è un gioco della Zoch GmvH, pubblicato in Italia da StuporMundi (Giochi Uniti). Autore del gioco è Klaus Zoch e le illustrazioni sono di Doris Matthaus, la grafica italiana è a cura di Giuseppe Masone. Il gioco può essere giocato da due a quattro giocatori ed è completamente indipendente dalla lingua non essendoci materiali con testo, l’edizione italiana contiene il manuale nell’italico idioma (e ben tradotto!) con ottime illustrazioni per spiegare le differenti fasi di gioco. La storia del gioco è la seguente: nel bosco si svolgono le Olimpiadi dei giovani ricci e la gara prevede che ogni riccio corra intorno alla radura cercando di superare gli avversari e rubare la frutta che questi portano infilzata sui propri aculei, in una gara senza esclusione di colpi nella quale i ricci sbadati rimarranno a stomaco vuoto … come da istruzioni stesse del gioco!

giovedì 5 giugno 2014

In una galassia lontana ... (X Wing Il gioco di Miniature)

scritto da Simone M.

Non molto tempo fa e in una galassia non molto lontana, Fantasy Flight Games (si sempre lei) propose alla platea degli appassionati di skirmish, un titolo che, con molta probabilità, non avrebbe fatto altro che allungare, noiosamente, la chilometrica lista di giochi (da tavolo e non) legati al mondo di Star Wars. 
Una scatola anonima da acquistare come memorabilia, come gadget, da affiancare all’immancabile tazza, alle actionfigures, ai poster, al pigiama, alla pennetta usb, alla maglietta, alla spada laser fatta con il neon dell’insegna di una farmacia notturna ed anche allo spazzolino da denti con il manico a forma di Chewbecca.
Invece, nel 2012, il popolo ludico (come mi piace definirci), ha scoperto ed apprezzato uno dei titoli che è entrato, in maniera prepotente, fra i TOP100 della mitica classifica di BGG: parliamo di X-Wing, the Miniatures Game.

mercoledì 4 giugno 2014

[Recensione] - Istanbul

Istanbul - Recensione di Nero79

Una delle novità che mi aveva colpito a Norimberga e che ho scoperto con piacere grazie al solito gruppo di gamer tedeschi è questo nuovo gioco del famoso Rüdiger Dorn, già autore di parecchi German Games classici come "Genoa", "Goa", "Asante/Jambo", Waka Waka, Il Vecchio ecc ecc...
L'autore è Rudiger Dorn, l'editore Pegasus Spiele per la Germania e Asterion qui da noi.

Siamo nel quartiere del mercato della vecchia Istanbul e nei panni di avidi mercanti cercheremo di guidare al meglio i nostri aiutanti per riuscire ad ottenere per primi i cinque rubini che ci garantiranno la vittoria, magari affidandoci in parte alla fortuna che di solito non compare mai in questo tipo di giochi.

martedì 3 giugno 2014

[Ieri sera ho giocato a...] Antiquity, Ruhrschifffahrt 1769-1890, Kohle & Kolonie, Indonesia, 1960: The Making of the President, Genesis, Container, The Great Zimbabwe , The Wars of the Roses, Helios , Bruxelles 1893, Rockwell, Bios Megafauna, Coal Baron, Pax Porfiriana, Cartagena, Milestones.

scritto da polloviparo.

Ok... non proprio tutto ieri sera... ;)
Negli ultimi tempi non ho avuto molto tempo per dedicarmi alla scrittura, in compenso sono riuscito a ritagliarmi diversi spazi per giocare con gli amici.
Ho deciso quindi di fare un breve riassuntino delle mie ultime esperienze di gioco, una sorta di [ieri sera ho giocato a...] distribuito su un lasso di tempo più ampio.
Ho pensato di utilizzare il format già impiegato su Bgg in molte geeklist, dove gli utenti riassumono gli ultimi giochi fatti, allegando qualche immagine, il numero delle partite fatte e commenti sintetici, spesso esprimendo anche un voto con un valore numerico.
Sapete che il voto inteso come numero non è nella filosofia del nostro blog, però un giudizio personale sento di poterlo esprimere. :)
L'occasione mi è gradita per ringraziare tutti gli amici che hanno condiviso con me tutte queste belle partite. Un grazie speciale a Paolo, Gianni e Matteo che hanno messo a disposizione titoli molto rari e particolarmente ricercati, che senza di loro, probabilmente non avrei mai avuto la fortuna ed il piacere di provare!
Bene si va ad iniziare:


lunedì 2 giugno 2014

28 GSNP: i titoli dello Spiel Des Jares 2014

In questa puntata in maniera completamente caotica, Federico, Fabio, Stefano e infine anche un po Alan, parliamo dei nominati e degli esclusi dello Spiel 2014


buon ascolto
Fede

[Riscopriamoli] I Principi di Firenze

scritto da Agzaroth

Nel 2000, la premiata ditta Kramer-Ulrich-Ulrich esce con The Princes of Florence, 90 minuti, per 2-5 giocatori, destinato ad un pubblico di giocatori. Il gioco ha un ottimo successo e diffusione, tanto da vantare la traduzione in diverse lingue, tra cui l'italiano. Nonostante il tempo passato, ancora oggi li troviamo al n°48 di BGG (35 nella categoria “strategici”), piazzamento di tutto rispetto se consideriamo l'età e gli sconvolgimenti a cui abbiamo assistito negli ultimi anni.
Le meccaniche utilizzate sono fondamentalmente aste e piazzamento tessere.

domenica 1 giugno 2014

[giochi da zaino] Age of War

Anteprima/Recensione - Age of War di Nero79

Oggi un articolo un po' speciale visto che sarà al tempo stesso sia un'anteprima che una recensione.
Come è possibile?... Si chiederanno i lettori più curiosi. La storia è molto semplice... leggete e vedrete!
Un giorno sul sito della Fantasy Flight ho visto l'annuncio di una loro prossima uscita dal promettente titolo Age of War mi sono subito interessato alla cosa. Inizialmente pensavo a qualcosa legato al franchise di Rune Age ma quando ho visto le foto e letto che l'autore era un certo Reiner Knizia, il mio senso di ludogeek ha cominciato a pizzicare.