sabato 17 maggio 2014

Recensioni Minute - Augustus

scritto da TeOoh!

So che vorreste essere il top dei top, e so anche che invidiate tantissimo quelle geniali menti della comicità che riescono a creare battute fresche e divertenti sul momento.
Penso ad esempio a quando si gioca a tombola: il tizio con il sacchetto estrae il primo numero e... BAM! Arriva qualcuno che urla subito "AMBO!". Poi, al numero successivo, qualcuno tenta un timido "tombola", ma ormai l'assemblea ha già decretato che non fa ridere.

Avete quindi una nuova chance: invitate qualcuno a giocare ad Augustus! Un gioco per 2-6 giocatori, di Paolo Mori, della durata di una mezz'oretta circa.
Ora, nel momento in cui l'uomo con il sacchetto estrarrà il primo simbolo, sarete pronti a gridare "Ave Cesare!" suscitando ilarità e guadagnandovi il dominio supremo della ludoteca.
Probabilmente molti di voi avranno già letto post e recensioni che vi hanno inculcato l'idea che Augustus non è altro che una tombola. E, la mia introduzione ha giocato facile su questo errore. Ora, non è mia intenzione andare a cambiare le vostre opinioni, ma la mia opinione è che una tombola non è. Prendendo semplicemente a caso le proprie cartelle e aspettando il simbolo giusto, non potrete guadagnare "mosse" preziose e creare quelle piccole combo che vi daranno un vantaggio sugli avversari. La scelta poi di una tessera rispetto ad un'altra può fare la differenza tra il prendere punti bonus o rinunciarvi per tutta la partita.

Poi, oh, se a voi sembrerà comunque una tombola... almeno la grafica è più bella della tombola e non dovrete cercare i fagioli in casa perchè i pippolini sono già nella scatola.

Intanto la minutissima: ogni giocatore parte con 3 tessere davanti a sè, sulle quali sono riportati dei simboli con probabilità diversa di essere estratti. Ogni turno di gioco, un giocatore estrarrà da un sacchetto uno di questi simboli. Potrà quindi essere coperto il simbolo corrispondente su una delle proprie tessere con un legionario a disposizione. Tessere complete rimettono i legionari nella riserva, fanno punti e permettono di fare azioni bonus (tipo piazzare gratis legionari, prenderne di nuovi, ecc). Finita una tessera se ne prende una nuova. Quando un giocatore ne completa 7, il gioco finisce. Chi ha più punti, vince.

Se vogliamo parlare di materiali, i disegni sono ben disegnati e accattivanti come scelta dei materiali/colori, anche se, oggettivamente, sono poco funzionali al gioco in sè. Non c'è una ambientazione in Augustus, insomma, non vi sembrerà di diventare importanti senatori romani. Ecco.

Come vi dicevo sopra, un po' di ragionamento da fare c'è. Chiaramente non siamo ai livelli da paralisi da analisi, ma non me la sentirei di definirlo un semplice party game. Insomma, qualche scelta da fare durante la partita c'è e può fare la differenza, specie nelle partite 1vs1. La fortuna si sente, sia nella pesca dei simboli, ma di più nell'uscita delle tessere che dovrete prendere per rimpiazzare quelle complete, ma raramente la partita sarà vinta da quello che fa più fatica ad entrare nelle sedie coi braccioli. A mio parere, sono un giusto mix per affrontare il gioco con qualsiasi membro della famiglia e, dal mio punto di vista, come Gioco dell'Anno, aveva tutte le carte in regola per esserne insignito.

Se dovessi trovargli qualcosa? Beh, il paragrafo sopra può essere visto in entrambi i modi. Rileggete la parte sopra in maniera più come una critica negativa se lo guardate con gli occhi di chi cerca una sfida tesa tra i giocatori al tavolo.

La conclusione mia è che se vi approcciate con l'intento di provare a vivere il brivido dell'uscita della tombola, ma con un minimo di controllo in più, Augustus è un valido titolo. Io peraltro mi sto ammazzando di partite in 1vs1, scoprendo anche come prendere tessere solo per non farle prendere alla Nceschi malvagia! E, side note: è arrivata ad 87 punti in una partita annientandomi senza pietà!

Se volete procedere all'acquisto, questo è il link, ma prima di cliccare via dalla pagina... date uno sguardo anche al filmato che c'è sempre qualcosa in più che non vi ho ancora detto!
Buona visione!

4 commenti:

  1. "Come vi dicevo sopra, un po' di ragionamento da fare non c'è"
    lapsus? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lapsusissimo! Grazie Agz, correggo subito!

      Elimina
  2. Provato a Modena sapendo cosa fosse ma con qualche minima aspettativa...Finita una partita in 3 (3 gamer con gusti diversi) e stesso sapore in bocca: gioco sopravvalutato e noioso all'inverosimile,senza un minimo di mordente...Sicuramente fare una mossa rispetto ad un'altra puo' leggermente cambiare le sorti della partita, ma da quello a dire che si puo' studiare una seppur minima strategia penso sia esagerato.
    Simone

    RispondiElimina