venerdì 9 maggio 2014

[nonsolograndi] Squalo matto


scritto da 
Simarillon (Davide)

Squalo Matto o Skualo Attacca! … 

Mb o Hasbro, come avrete capito vi parlo di un gioco della Hasbro (oggi) con una bella storia alle spalle, ideato da uno dei tanti designer (in incognito) della Mb per 2- 4 giocatori. In mezzo al mare c’è uno squalo molto affamato, che nella sua ricerca di cibo nuota veloce nel vasto oceano fra le correnti marine alla caccia di succulenti pesciolini da inghiottire per saziare la sua folle voracità.



Il gioco ... ovvero eccovi le regole




Scopo del gioco è quello di riuscire a scappare dal terribile e veloce squalo e portare a termine un giro completo del tabellone nel minor tempo possibile oppure essere l’ultimo pesciolino ancora in mare a resistere alla voracità dello squalo.
Ogni giocatore sceglie un colore (o eventualmente due, nel caso si sia in due giocatori) che rappresentano i colori dei pesci che il  giocatore dovrà portare in salvo dalle squalo. I pesci vengono piazzati sulla linea di partenza e lo squalo viene anch’esso posizionato sulla propria linea di partenza, variabile a seconda del numero di giocatori.
Al via si aziona il motore dello squalo che inizia così la sua rincorsa verso i pesciolini.
Ogni giocatore, al proprio turno, lancia i due dadi e fa avanzare il proprio pesciolino (i propri pesciolini) solo se esce sui dadi il colore corrispondente a quello del pesce, il pesce farà un passo in avanti , o eventualmente due nel caso il colore sia presente su entrambi i dadi, altrimenti il giocatore dovrà restare al suo posto e sperare che lo squalo non lo raggiunga. Anche i giocatori che non hanno più il pesciolino da far muovere continueranno a tirare i dadi.



I materiali

Un tabellone quadrato che rappresenta l’oceano in cui nuotano squalo e pesciolini, 4 pesci in plastica nei colori bianco, giallo, rosso, verde; due dadi a 6 facce in modo che i quattro colori possano essere rappresentai tutti quanti per tre volte; uno squalo di grosse dimensioni, meccanizzato con due pile, che si muove su un braccio girevole di medie dimensioni per completare il giro sul proprio asse.
Nel complesso direi più che buona la componentistica del gioco, lo squalo fa sicuramente il suo effetto, carini i pesciolini, forse il tabellone (abituato ad Haba) poteva regalare qualcosa di più. I materiali alla fine sono comunque promossi, abbondantemente, anche se personalmente prediligo il legno alla plastica!



Considerazioni Personali / Impressioni
Il miglior gioco qualità prezzo in casa nostra è proprio Squalo Matto, dal momento che lo abbiamo trovato, con stupore nel solaio dei nonni, quindi assolutamente ‘gratis’. Squalo Matto, infatti, può essere considerato anche come gioco vintage nella sua edizione della MB con scatola rigorosamente rettangolare e regole sul coperchio della scatola che fa molto anni ’80 (ah che nostalgia!).
gioco, pur essendo datato, si fa giocare volentieri, e sicuramente le partite sono così rapide che se ne faranno tre o quattro di seguito, certo non presenta chissà quali spunti e quindi può venire facilmente a noia se non si coinvolgono adeguatamente i piccoli giocatori … puntando molto sulla nota ‘cattiveria’ degli squali, che così tanto ha regalato anche a film e cartoni animati.
Una nota di interesse è proprio nella concitazione che si associa facilmente al gioco, che rende vivace e giocabile un gioco che altrimenti avrei difficoltà a proporre a qualsiasi età. Il 5+ della scatola è sicuramente esagerato (tra l'altro nella vecchia edizione MB l'età era 4+ ... i bimbi di oggi imparano a giocare dopo?), la meccanica è talmente semplice che lo potrei classificare senza alcun problema come giocabile dai tre anni in un su; certo non sarà il gioco con la maggior longevità che acquisterete (nel caso) ma qualche attimo di divertimento ve lo regalerà.


Cosa si impara in questo gioco
Personalmente aggiungo questo paragrafo perché ritengo importante ricordare che 'È nel ricordo che le cose prendono il loro vero posto' come dice Jean Anouilh.
Ecco quindi in elenco le cose che Lorenzo ha imparato giocando a Squalo Matto  
  • Importanza di essere sempre pronti e concentrati sul gioco, può sembrare una banalità ma per un bimbo non è così facile mantenere l’attenzione focalizzata su quello che si sta facendo (e la velocità delle partite del gioco aiuta), si viene, infatti, facilmente distratti dagli stimoli esterni; 
  • Quanto l’incidenza dell’aleatorietà, con il tiro del dado, possa influenzare una partita, ci sono partite in cui quel ‘maledetto’ giallo non vuol proprio saperne di uscire sui dadi, ed è molto interessante notare come i bambini gestiscano la vittoria o la sconfitta, nella seconda partita, infatti, c’è sempre la tendenza a prendere il ‘pesciolino vincente’ della precedente manche; 
  • Possibilità di concedersi una rivincita, dopo una vittoria totale dello squalo, infatti, ci concediamo sempre una successiva partita per cercare di salvare almeno uno dei pesciolini.


Perché giocare con papà ma soprattutto con mamma
squalo affamato e minaccioso
Tutti i giochi è bello giocarli con mamma e papà ecco qui i motivi in più per giocarli insieme. 
Il più semplice dei tira e muovi, nessuna scusa per la mamma per non partecipare … e poi volete mettere che bello vedere papà (o mamma) pesciolinizzati nelle fauci di un terribile squalo


Se volete scappare dallo squalo andate al link di Egyp.





Tutti i diritti sul gioco appartengono all'Autore ed alla Casa editrice. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco.

Nessun commento:

Posta un commento