venerdì 18 aprile 2014

Trip to Modena Play '14

scritto da Maxell

Non sono un grande amante della folla e anzi mi trovo abbastanza a disagio in mezzo a troppe persone; l'ultimo grande evento (Lucca) me lo sono perso causa incidente auto ma, a detta di molti, forse era meglio saltarlo e puntare a Modena - più organizzato e vivibile.
Non sono inoltre amante del cosplay ne del fumetto in generale (con qualche eccezione) per cui ho raccolto le forze e non vedevo l'ora di andare a Modena.

Quasi tutti i miei amici avevano in programma il torneo di X-Wing che, per quanto possa adorarlo, non è una cosa in cui mi sono mai buttato e quindi ero più incline a fare qualche acquisto e qualche giratina spensierata; mi sono organizzato quindi con un altro ragazzo (Iacopo) che essendo proprietario di un negozio del genere a Firenze, ha approfittato per fare un giro, fare due chiacchiere e, fondamentalmente, passare una bella giornata insieme.


Partiamo, io, Iacopo e una sua amica, alla volta di Modena dove ci presentiamo alle 10 circa e, trovato facilmente parcheggio e affrontata una breve (10-15 minuti) coda, paghiamo il biglietto (caro a mio avviso - 13 euro) e ci facciamo strada.

Alle ore 10, tutto abbastanza tranquillo...
Ci troviamo dentro una sorta di centro commerciale che, a me, non dispiace; non c'è molta gente e ho subito il terrore che di gente ce ne sia tanta e che il posto sia semplicemente immenso.

Entriamo quindi nel padiglione "A" e gli occhi cominciano a brillare : uno stanzone (enorme) dove lungo il perimetro ci sono stand per lo più di editori; nei pressi di quest'ultimi ma più verso il centro della stanza, troviamo invece una infinità di tavoli dove provare i loro relativi giochi.

La signorina della Red Glove !
Vediamo anche qualche area torneo e riconosciamo qualche nome grosso ma, come a volerci godere il momento e assaporarlo, partiamo in senso orario e cerchiamo di far visita a tutti.

E' subito il turno della Red Glove dove una squisita signorina si presta come modella alla mia macchina fotografica e, mentre spiego a Iacopo quanto ho sentito parlar bene di Super Fantasy (gioco in stile Descent/HeroQuest) lei mi guarda e capisce che non siamo turisti; ci rammenta che c'è il 3 per 2 sui giochi ma purtroppo ci salutiamo e andiamo verso lo stand Uplay.it.
Stand uplay.it

Speravo di trovare l'espansione per King of Tokyo (Power Up!) ma non c'era ne l'espansione ne il set base; sapevo purtroppo che la penultima espansione di Smash Up ancora non era neanche in preordine in italiano ma almeno su King of Tokyo ci puntavo abbastanza - peccato.

Iacopo e il barile
Superiamo con agilità uno stand di un artigiano che propone rompicapo in legno dove, ovviamente, Iacopo rimane ammaliato e, telecomandato, si siede e prova a risolvere "il barile"; resosi ridicolo davanti anche a bambini, superiamo e attraversiamo con una certa rapidità gli stand dell'Asterion (anche sull'espansione di Pandemia avevo qualche speranza...) e arriviamo allo stand della Giochi Uniti in cui avevo riposto tutte le mie risorse (anche economiche).
Il sig. Burchianti della GU
Mi avvicino a Federico (della GU) e senza neanche salutarlo (ci conosciamo da un po) chiedo : "dov'è l'espansione di Caos nel Vecchio Mondo?" - mi riconosce, ride e, come mi aspettavo, mi rincuora dicendo che forse un giorno (dopo anni di attesa) uscirà ma io lo interrompo e, forte del fatto che so che non uscirà mai, passo al "facile" piano B e chiedo se ce l'hanno in inglese.
"No."
Un suo collega si infila nel discorso e mi dice "ti consiglio di comprarlo su Ebay".
Perfetto.
"Avete almeno l'espansione di Lords of Waterdeep?"
Lo sguardo mi dice di no.
Sono affranto, triste e sconsolato - guardo avanti e vedo lo stand della Ghenos : ora sono proprio distrutto.

Krosmaster
Alla Ghenos ovviamente si parla solo e solamente di Krosmaster (che proprio non riesco a farmi piacere - li stritolerei quei pupazzetti..); Iacopo scambia due chiacchere con lo staff e, quasi per caso, trovo un amico che era venuto per il torneo, appunto, di Krosmaster; scopro che anche un altro mio amico era li per la finale : li saluto entrambi, scambiamo due battute, e torniamo all'attacco di Modena con ritrovato entusiasmo.


Città dei Ladri
Mi squilla il telefono e ricordo che avevo preso appuntamento (precedentemente via Facebook) con una ragazza che gentilmente si era offerta di vendermi la sua copia de "La Città dei Ladri" con le varie correzioni apportate ai personaggi già fatte.



Mi incontro con Valeria, le pago il gioco e finalmente carico qualcosa in spalla; lo zaino è già pieno (tra merendine, bibite, felpa, macchina fotografica e ora anche il gioco) ma ce la possiam fare.


Finalmente mi riposo 3-4 minuti in attesa di Iacopo che si mette a visionare uno stand dove vendono pupazzetti di vari batteri.
Iacopo mi dice "te cosa prendi?" e io, riprendendo una battuta di un telefilm rispondo "con la fortuna che ho? L'epatite".
Non prendo niente, zaino in spalla - ripartiamo.

Facciamo adesso visita a qualche stand di qualche negozio specializzato e continuo, come un cane da tartufo, a cercare le mie due espansioni (Lords of Waterdeep e Caos nel vecchio Mondo) ma non trovo niente.

Stand della Giochix
Scambio due chiacchere con la Giochix che aveva portato l'ultima espansione di Race for the Galaxy (da me recensito qui...) e, forte della maglietta di Giochi sul Nostro Tavolo, scopro che l'han letta e mi fanno i complimenti - ritrovo il sorriso.
Purtroppo non ho letto grandi cose di "Artefatti Alieni" e quindi mi tengo (per ora) i soldi e punto un altro stand di Giochi Uniti li a fianco.

Un foglio A4 attaccato con lo scotch al tavolo legge "50% sconto" ma vedo che sul tavolo c'è Poket Cluedo e giochi del genere... Più avanti però i miei occhi di elfo intravedono altre cose più interessanti e prendo un'adventure pack per "Il Signore degli Anelli" a 7 euro : preso.
Faccio il giro del tavolo e, timidamente, cerco le mie espansioni : eccone una.

Espansione di LoW !
La fiuto, la vedo, la punto, la prendo : Lords of Waterdeeep : Scoundrels of Skullport.
Preso!

Sono il bambino più felice di Waterdeep, saltello qua e la e non sento più la fame.
No, aspetta - ho fame.
Ci fermiamo a fare la fila per dei panini (20 min di coda per lo scontrino...non ci siamo) e da raminghi quali non siamo, ci sediamo in terra a consumare avidamente il nostro crudo e fontina.

Neanche 10 minuti dopo, siam nuovamente in piedi, pronti a dar battaglia al padiglione B.

Il padiglione B si presenta simile al A ma un po più "povero"; ci sono numerosi stand ben più piccoli e meno trafficati dove navighiamo a velocità di curvatura.

Stratagemma di Firenze
Troviamo vari stand di negozi locali (anche di Firenze - Stratagemma) e vari artigiani che propongono giochi "di una volta" fatti in legno - sempre deliziosi all'occhio :)
Su tutti svettano soprattutto tre cose : ci sono decine di tavoli con giochi storici (un mondo che conosco veramente poco..), uno stand dedicato al Lego (che bello!) e vari stand di giochi autoprodotti.

Tutto molto carino ma mi attira relativamente poco; mi ricordo che invece, a proposito di miniature (qui ben presenti) non mi sarebbe dispiaciuto prendere qualche miniatura di D&D mancante (ora che ho ricominciato a giocare...) e, quasi per magia, ecco che l'ultimo stand è proprio lui - con i suoi scatoloni di plastica colmi di miniature.

Padiglione A
Contento e adesso un po stanco, usciamo dal padiglione B con qualche aquisto in più e qualche euro in meno e decidiamo di far visita a Simone che, insieme a me, condivide questa recensione in cui vi parlerà del torneo di X-Wing nella seconda metà dell'articolo :)

Li incontro anche un altro ragazzo che non era venuto per il torneo e decidiamo di tornare insieme al padiglione A per fare un ultimo giro e una partita a qualcosa.

Fabio alle prese con un gioco dalle 100 meccaniche
Girelliamo ancora un pochetto scartabellando titoli e commentando qua e la ma non troviamo tavoli disponibili... intanto che aspetto faccio un saluto al capo (Fabio!) che, vista la mia super maglietta di Giochi sul Nostro Tavolo, mi batte 5 e con un sorriso di ri-immerge nel suo complicatissimo gioco.

Troviamo finalmente un tavolo libero e ci sediamo - la scatola aperta recita "Dungeonquest"; qui, povero Nicola (il ragazzo che era con me) gioco in casa - di questo gioco ho tre copie, sei spacciato.

Non avevo mai giocato alla versione nuova e, anche grazie a un altro ragazzo che si è aggregato a noi da li a poco (ciao Carlo!) cominciamo la partita.

Dungeonquest - nuova edizione
Risulta evidente dopo qualche turno che io dal drago ci arriverò sui miei piedi e mentre Nicola è preso dallo sconforto, Carlo sta imprecando perchè tipo Mr Bean, non gliene va bene una; la partita di Carlo infine trova la sua fine quando, prima di un tiro di dadi dico "se fai doppio 1 muori".

Doppio 1.
"Ciao ragazzi"
Ce lo ricorderemo così - il buon Carlo.

Terminiamo la partita (vinco mani basse) e ci separiamo - Nicola torna dai suoi amici e io torno da Iacopo che invece si era infilato in una partita ad un altro gioco di cui non ho memoria.

La mia recensione termina qui - posso solo aggiungere che è la fiera fatta su misura per persone che, come me, non amano la bolgia di Lucca e vogliono un'esperienza full immersion nel mondo dei giochi da tavolo - veramente una giornata positiva, confermo la mia presenza per il prossimo anno già da ora!

Ora vi lascio con un po di foto varie. Buona visione!

Concordia

Stand dell'artigiano! :)

Giochi "di una volta"

Area "bambino friendly"

Giochi classici

Tutti pazzi per Krosmaster - quasi tutti.

Tons of Lego

Pandemia

Stand uplay.it

Virus e batteri

Wargame

Zombicide
Un tuffo nel passato 
Stand Cranio

7 Wonders

Pupazzi in trappola?





Space Marine

Crokinole

Miniature - splendide - di Blood Bowl

Torneo di Kromaster



Nessun commento:

Posta un commento