venerdì 25 aprile 2014

[Recensione] Basari - das Kartenspiel

Basari - Das Kartenspiel - Recensione di Nero79
Oggi vi parlo di un altro gioco di carte dei miei (quelli così così insomma). Si tratta di Basari - das Kartenspiel una riduzione a gioco di carte di un vecchio gioco di Reinhard Staupert (che si chiamava Basari e basta).
Il gioco è pubblicato dalla Nürnberger Spielkarten Verlag, editore quasi anonimo ma diventato famoso (e sicuramente un po' più ricco) grazie al piazzamento del suo gioco Qwixx tra i finalisti dello Spiel des Jahres dello scorso anno.





Da appassionato dei giochetti di carte mordi e fuggi mi sono subito procurato una copia ed eccovi la recensione a fronte di una decina di partite con giocatori di vario genere (dal gamer sfegatato al verginello dei giochi).

Nella scatola
Devo dire che a primo impatto, Basari non gratifica molto l'occhio del potenziale acquirente. Le illustrazioni di Stefan Theurer (che aveva curato anche la grafica del gioco originale) sono proprio spartane tanto che sembra di giocare a un prototipo. ma questa è solo una mia opinione personale... questione di gusti suppongo.
Nella scatola troviamo il regolamento in tedesco, 88 gemme in plastica in 4 colori e un mazzo di 60 carte.
Tutto è spiegato tramite l'utilizzo di comode icone come nei migliori German game per cui il gioco sarà perfettamente godibile da chiunque senza bisogno di particolari competenze linguistiche.

Il gioco è per 3-5 giocatori e ci metterà nei panni di abili mercanti che cercheranno di garantirsi i migliori affari per guadagnare il maggior prestigio (punti vittoria) e vincere la partita.
Anche il tema del gioco come potete immaginare è appena abbozzato e i disegni non aiutano certo l'immedesimazione... ma dopotutto stiamo parlando di un giochino di carte quindi non facciamo troppo i difficili.

Il gioco
Ogni giocatore riceve tre gemme per colore che lascia nella propria riserva (visibile a tutti i giocatori) e un set di tre carte A, B e C (uguali per tutti). Per il gioco a 5 giocatori il set di carte a propria disposizione aumenterà a quattro in quanto si utilizzerà anche la carta D. Ad ognuna di queste carte è legata una specifica azione, che spiegherò in seguito.
Oltre alle carte azione abbiamo anche una carta riepilogativa dei punti vittoria che ci dice che a fine manche ogni giocatore otterrà punti vittoria extra se ha la maggioranza di gemme di uno o più colori e 12 punti vittoria se ha 15 o più servitori. Il resto del mazzo è formato da carte che contengono 3 diverse offerte.
In alto un'offerta di servitori,  in mezzo abbiamo un'offerta in punti vittoria e in basso abbiamo un'offerta in gemme (x gemme di vario colore). Il gioco funziona così: ogni giocatore prende una carta offerta e la mette davanti a se visibile a tutti i giocatori, quindi tutti i giocatori segretamente scelgono una delle loro carte azione (A, B o C... eventualmente D se si gioca in cinque). Quando tutti hanno scelto, si rivelano le azioni. Indicativamente se un giocatore è l'unico ad aver scelto quella azione, la potrà svolgere tranquillamente, se più di due persone hanno scelto la stessa azione nessuno di loro potrà svolgere quella azione mentre se esattamente due giocatori hanno scelto la stessa azione, i due dovranno contrattare usando le gemme come merce di scambio in una serie di offerte crescenti finché uno dei due prenderà le gemme offerte dall'altro mentre il vincitore dell'asta avrà il diritto di svolgere l'azione contesa.

Le azioni possibili sono le seguenti:

Azione A - Ottenere Servitori
(prendere una carta dal mazzo e aggiungerla alla propria colonna di carte lasciando in vista solo il numero di servitori in proprio possesso).

Azione B - Ottenere Punti Vittoria
(il giocatore ottiene i punti vittoria indicati dalla carta che ha davanti a se. Questi punti vanno segnati per tutti su un foglio a parte)

Azione C - Ottenere Gemme
(il giocatore ottiene le gemme indicate dalla carta che ha davanti a se.)

Azione D - Scambiare/Prendere Gemme
(questa azione è presente solo nel gioco a 5 giocatori ed è un'azione che ha sempre effetto indipendentemente dal numero di giocatori che l'hanno scelta. Se si è gli unici ad avere scelto l'azione D si potrà rimettere nella riserva comune una propria gemma e prenderne due a scelta. Se anche altri giocatori hanno scelto questa azione, tutti potranno prendere gratis una sola gemma dalla riserva comune).

A livello di design l'azione D stride davvero molto e si capisce che è soltanto un'aggiunta dell'ultim'ora per giustificare il gioco a 5 giocatori (un gioco che funziona solo in 3 o in 4 ha meno mercato di un gioco per 3-5 giocatori).

Essenzialmente i giocatori ad ogni turno avranno sempre nuovi servitori e dovranno scegliere se vogliono servitori extra (senza sapere quanti), punti vittoria immediati o gemme (come indicato dalla carta pescata da ognuno).
Quando almeno un giocatore arriva ad avere almeno 15 servitori la giornata finisce. Chi ha almeno 15 lavoratori prende 12 punti, ognuno somma quindi ai propri punti vittoria, punti vittoria extra se ha la maggioranza di uno o più colori di gemme. Dopo il conteggio inizierà poi una seconda giornata e infine una terza. Alla fine della terza giornata si sommeranno tutti i punti vittoria ottenuti e chi ne avrà raccolti di più sarà il vincitore.

Impressioni
Faccio fatica a giudicare questo gioco perché è tutto davvero molto ridotto all'osso (il che mi pare sia proprio una caratteristica ricercata dall'editore di Qwixx) dalla grafica, alle regole, alle strategie...
Grazie al mio gruppo tedesco ho scoperto che le stesse meccaniche di questo gioco, l'autore le ha riproposte oltre che in Basari anche in un gioco della Ravensburger, Edel, Stein & Reich con qualche carta con effetti speciali in più ma non molto altro...
Che dire, ad una decina di euro potete portarvi a casa un gioco che farà felici tutti quelli che amano contrattare sempre ad ogni loro acquisto. Difficilmente questo gioco arriverà allo Spiel des Jahres ma sono sicuro che una sua nicchia di estimatori ce l'avrà di sicuro. Nei miei gruppi di gioco è stato apprezzato da pochi e presto dimenticato da tutti gli altri.

-- Le immagini sono tratte dal sito dell'editore. Tutti i diritti sul gioco appartengono all'Autore ed alla Casa editrice (NSV). Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. -- 

3 commenti:

  1. Il gioco da tavolo di Basari è uno dei più divertenti titoli per 3/4 giocatori mai prodotto, soprattutto nella sua vecchia edizione della FX Schmidt con tabellone, pedine e dadi. Credo che questo card game sia altrettanto carino, anche se inferiore al board game per la mancanza dei componenti citati, elemento fondante della scelta simultanea dei giocatori. Buon articolo per un bel gioco molto consigliato.

    RispondiElimina
  2. il fatto che abbia riciclato la dinamica di gioco direi che parla da sé
    ottima recensione comunque, onesta ed equilibrata

    RispondiElimina
  3. Concordo: applausi per l'onestà e l'equilibrio.

    RispondiElimina