sabato 15 febbraio 2014

Recensioni Minute - Coloretto

scritto da TeOoh!

Ci sono giochi che risentono del passare degli anni: meccaniche superate, strategie vittoriose mostrate al grande pubblico, materiali scarsi... E poi ci sono giochi che sono talmente semplici, da aver necessità solo di un piccolo lifting grafico!

E' il caso di Coloretto: un gioco per 2-5 giocatori di Michael Schacht, in Italia grazie a Red Glove. Coloretto ha compiuto l'anno scorso la bellezza di 10 anni di vita, ma ancora ritorna sul mio tavolo spesso e volentieri con il piglio di un giovincello!


Il gioco vi prenderà sicuramente alla sprovvista: la grafica dell'edizione decennale è davvero carina e simpatica. In più, quando vi immergerete nel regolamento, scoprirete che sono proprio due regolette. Il passo per bollarlo come filler sarà quello che starete per fare.
E invece no! Perchè i malefici camaleontini si riveleranno ben più di un semplice filler. Le implicazioni che stanno dietro alle semplici scelte da fare, non sono banali e, a volte, una sola scelta nel tempismo errata può costare la vittoria.
Chiaramente non siamo di fronte ad un cinghialo setoloso, vista la durata di circa 25 minuti, ma la soddisfazione non è affatto male.

Veniamo quindi alla minutissima: durante il proprio turno un giocatore può decidere se prendere TUTTE le carte presenti in una fila sul tavolo (ci sono file pari al numero di giocatori e al massimo una fila può contenere 3 carte), oppure girare la prima carta del mazzo e aggiungerla ad una fila a piacere.
Più camaleonti di uno stesso colore, più punti varranno, ma attenzione: solo 3 colori tra quelli collezionati faranno punteggio positivo, tutti gli altri faranno punteggio negativo.

La parte dopo il "ma attenzione" è ciò che rende il gioco interessante! Perchè? E a cosa serve allora il filmato messo qua sotto se devo svelarvi già tutto? :D

Ed ora il "se proprio ci devo trovare qualcosa". Beh, sicuramente qualche botta di fortuna può aiutare qualche temerario. Il fatto che il mazzo di carte sia coperto, ovviamente porta il gioco su un push-your-luck, e chi ha più luck... potrebbe girarsi 3 carte consecutive del suo colore e accaparrarsele senza problema. Ma in quel caso non è colpa del gioco, ma delle dimensioni del bacino del vostro avversario.

Con questo chiudo, vi rimando a Egyp nel caso vogliate provare l'acquisto (costa poco ed è minima la dimensione, male non fa) e vi auguro una buona visione!


2 commenti:

  1. Bellissimo gioco, semplice e divertente come tutti i giochi di Michael Schacht.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. decisamente! DI Schacht io adoro pure Richelieu! Sempre due regolette, ma molto interessante!

      Elimina