mercoledì 31 luglio 2013

Recensione - Kniffel das Kartenspiel

Recensione - Kniffel das Kartenspiel di Nero79

Oggi vi parlo di un gioco che ha stupito un po' tutti nel mio gruppo di gioco qui in Germania diventando una hit dell'estate come quei tormentoni da Festivalbar (o manifestazione equivalente moderna).
Dopo l'ennesima partita a Brügge in cui chi ha perso rifletteva su quanta strategia fosse pianificabile in quel gioco (tra parentesi a me piace un sacco, comunque...), Joachim tira fuori questo astrattissimo gioco tra le risate di tutti visto che si trattava del "gioco di carte dello yahtzee" (in tedesco conosciuto come Kniffel).

Scopro su boardgamegeek che Kniffel das Kartenspiel, gioco per 2-4 giocatori pubblicato in Germania dalla Schmidtspiele è in realtà una reimplementazione di Perpetual-motion Machine, un gioco del 2010 dell'americano Ted Alspach.

martedì 30 luglio 2013

Essen 2013 e dintorni V - Le espansioni

scritto da Fabio (Pinco11)

Come ben sapete sono oramai letteralmente allergico alle espansioni, ritenendole al 90% un inutile e costoso orpello che sfrutta il buon ricordo che i gamers serbano dei loro giochi preferiti, assorbendo una fetta delle loro disponibilità economiche che avrebbero potuto essere più utilmente destinate all'acquisto di titoli nuovi.
Evidentemente però, se prendo in considerazione la quantità di espansioni delle quali sento parlare, il mercato la pensa diversamente, per cui ho pensato di riassumere un po' di notizie di questo tipo all'interno di un unico articolo.
Ecco a voi una carrellata dei principali add on dei quali si sente parlare in vista della prossima Essen.

 Tokaido Crossroads

Bauza torna sulla scena del delitto con il titolo tanto minimalista dello scorso anno, destinato ad un pubblico familiare. Il titolo lascia percepire che finalmente vi dovrebbero essere vie alternative da percorrere, oltre a quella lineare che il gioco base propone.

lunedì 29 luglio 2013

Anteprima - Via Appia

scritto da Fabio (Pinco11) e Nero 79

Non so quanti di voi , frequentando il Luna Park da piccoli (o meno piccoli), si ritrovavano regolarmente di fronte alle macchinette spingimonete, ovvero quelle dove si inserisce dentro un gettone e quello cade su di un piano, destinato ad essere sospinto da ruspe verso di voi, assieme a decine di altre monete ed a gettoni bonus speciali, utili a guadagnare i premi in palio (i soliti peluche, a occhio e croce).
Avrete capito che io ero tra quelli ed è proprio la sensazione di allora che mi è tornata in mente guardando il regolamento e le prime immagini di Via Appia, ultimo titolo proposto sul mercato pre estivo dalla Queen Games, ideato da Michael Feldkotter.
A livello di ambientazione siamo nella Roma antica e siamo chiamati ad adoperarci per la costruzione della omonima strada consolare di collegamento tra Roma e Brindisi, il tutto in un giochino leggero leggero, davvero adatto a tutti, caratterizzato anche dalla presenza di una sorta di spingimonete (qui in realtà spingidischetti di legno) artigianale, intorno alla quale, di fatto, gira il gioco (che è indipendente dalla lingua ed adatto per utenti dagli otto anni in su).

domenica 28 luglio 2013

[nonsolograndi] Un Mondo di Bandiere

scritto da Bernapapà


Le Editrice Giochi è uscita quest'anno con questo nuovo party game: Un mondo di Bandiere, inserito nella linea Trivia che racchiude i giochi a carattere nozionistico; si vuole qui coinvolgere da 3 giocatori in su (ma si può giocare anche in gruppi), nella sfida di riconoscimento delle bandiere degli stati sparsi per il globo terrestre. Ovviamente in pochi saranno in grado di riconoscere la bandiera del Laos piuttosto che quella dell'isola Nauru: ed infatti è previsto un meccanismo a tentativi, partendo dall'identificazione dell continente, per poi andare ad individuare sulla mappa lo stato corrispondente alla bandiera proposta, raggiungendolo tramite avvicinamenti successivi... insomma, una specie di gioco ad indovinello con sfondo le bandiere del mondo. Se volete saperne qualcosa di più....

sabato 27 luglio 2013

Giochi sul nostro podcast (puntata 9): l'interazione tra i giocatori

Podcast realizzato da Fabio, Alan, Federico e Nero 79. Articolo scritto da Fabio (Pinco11).

Il tema di oggi è quello legato alla interazione nei giochi da tavolo, ovvero dialoghiamo su come le meccaniche di gioco stimolano la competizione, passando da quella diretta, con eliminazione fisica dell'avversario o di suoi pezzi, a quella indiretta, nella quale l'altrui presenza si nota principalmente per il fatto che occupano potenziali azioni o risorse.

Dai classici, come Risiko e Monopoli, nei quali era prevista appunto la fisica eliminazione dei competitors (con la relativa noia di chi doveva attendere ore, se non salutare direttamente il gruppo per andarsene a casa), si è passati alla tradizione dei german nei quali si tende a preservare la partecipazione, riducendo anche le possibilità di aggressione degli altri e puntando sulla costruzione di un proprio motore produttivo.

Da qui partiamo per le nostre divagazioni, alle quali ancora vi lascio ;)

venerdì 26 luglio 2013

Battlestar Galactica: l'espansione Pegasus

scritto da Agzaroth


Prima espansione per il bestseller Battlestar Galactica, disponibile in italiano grazie a Giochi Uniti e in inglese con Fantasy Flight Games
La scatola porta avanti la storyline di BSG aggiungendo un sacco di materiale  e nuove meccaniche. Vale la pena di comprarla già solo per l'immagine di Caprica 6 in copertina...

Il viaggio disperato dei sopravvissuti umani attraverso le stelle continua. Ora il Galactica non è più la sola nave da battaglia a guidare questo gregge smarrito: un'altra Battlestar, la Pegasus, è sopravvissuda all'ecatombe e, assieme al proprio equipaggio, aiuterà la flotta nella ricerca di un nuovo pianeta.
Entrano quindi in gioco tutti i personaggi della 2^ serie, dall'Ammiraglio Cain, a Dualla, a Kat, alla adorabile Ellen Tigh
Inoltre troviamo i leader cylon (tra cui Caprica 6, ve l'ho già detto che già solo lei vale l'espansione?), che pescano il proprio obiettivo per la partita da un apposito mazzo e sono sempre guidati da scopi ambigui. Compaiono la plancia della Pegasus, con 4 nuove locazioni e quella del pianeta New Caprica (6 locazioni e un mazzo Crisi dedicato), dove si conclude la partita.

giovedì 25 luglio 2013

Pirati: Diario di un Eroe - Recensione

Scritto da Chrys.

Oggi abbiamo una recensione un po' particolare, perché parliamo di una forma di gioco un po' particolare e cioè di LibroGame (o Libri Gioco)... su questo argomento ho timore che potremmo avere un problema "generazionale"... infatti se avete più di 30 anni molto probabilmente siete cresciuti a pane e librogame, mentre se siete più giovani potreste averne una conoscenza più scarsa o nulla. 

Questo perchè questa forma di gioco/letteratura ha avuto un fortissimo successo tra gli anni '80 e l'inizio degli anni '90 andando poi a sparire (cosa che mi dispiace molto), probabilmente soppiantata da videogiochi sempre più evoluti e da altre forme ludiche interattive.

Grazie ad un editore francese di fumetti (Makaka) e allo spirito di iniziativa della Cranio Creations, che ha tradotto e portato quest'opera in Italia, questo genere ha appena visto arrivare sugli scaffali nostrani una nuova opera che si stacca però dalla tradizione trattandosi di un Libro Game a fumetti. Durante gli anni d'oro del genere un primo esperimento del genere lo abbiamo visto grazie alla Disney che cavalcando la moda pubblicò su diversi numeri di Topolino delle "Storie a Bivi" (ve le ricordate?) ma come vedremo in questo caso siamo su tutto un altro livello!

mercoledì 24 luglio 2013

[boardgames world] la Red Glove

scritto da Fabio (Pinco11)

Proseguendo nella nostra serie di articoli dedicati alle case editrici di casa nostra, arriviamo oggi alla Red Glove, realtà già presente sul mercato dal 2006 ed evolutasi nel corso del tempo, divenendo dal 2009 anche distributore di diversi marchi.
Questa realtà produttiva ha sede a Carrara, città dei marmi, e trova in Federico Dumas il suo animatore: nel corso del tempo l'editore dal guanto rosso si è andato gradualmente costruendo un catalogo sempre più completo, sia con prodotti propri che con distribuzioni acquisite, divenendo marchio piuttosto conosciuto.
Diverse sono ad oggi le linee proposte, a partire da quella per bambini, coperta grazie ad alcuni titoli di sviluppo proprio, come Loch Ness e Lumacorsa, nonchè alla distribuzione di case come la Orchard, passando per i solitari della Smart Games come Camelot Jr o Antivirus, per i titoli per famiglia, come il recenti Fotosafari e Mamma mia, per arrivare alla linea 'per esperti', alla quale appartengono titoli prodotti autonomamente come  Ristorante Italia e Jerusalem, così come quelli sviluppati insieme ad Ares, che propone titoli come Wings of Glory, Sails of Glory, Aztlan e diversi altri.
Vari sono quindi i motivi di dialogo con il buon Federico, che andiamo di seguito a disturbare con il solito nostro set di 'domande mirate', per scoprire insieme cosa ci riserva l'editore marmifero.

martedì 23 luglio 2013

Thematik - Recensione

Scritta da Chrys.

Come potete notare il nostro Mago Charlie tra un articolo e l'altro della serie Vetust Games non sta certo con le mani in mano, e dopo aver sfornato nel 2012 (un party game purtroppo che per via della dipendenza dalla lingua è relegato al solo mercato tedesco, dove però ha ottenuto ottime vendite) ed essere uscito pochi mesi fa sugli scaffali internazionali con Il Sonno Magico dei Giganti Fracassoni (fatto a 4 mani con Walter Oberth) eccoci di nuovo con un suo gioco tra le mani.

Iniziamo quindi a parlare di Thematik (per 2-8 giocatori), edito da Cocktail Games su licenza Post Scriptum e distribuito da Oliphante per l'Italia.

lunedì 22 luglio 2013

Essen e dintorni IV - La White Goblin

scritto da Fabio (Pinco11)

Procediamo spediti con le nostre ricche carrellate di titoli: oggi parliamo, occupando tutto l'articolo con essa, della White Goblin Games, editore che ci ha nel recente abituato a sue presenze ad Essen ricche di parecchie uscite, delle quali rende commendevolmente noti i dettagli (vedi manuali) diverso tempo prima della fiera.
Lo scorso anno avevano avuto qualche problema con i fornitori (vedi New Amsterdam), ma gli autori proposti sembrano decisamente di buon livello: andiamo a scoprire cosa di propongono :)

Parto dalla nota coppia Henrik e Ase Berg (si, quella di Rattus ed Oregon) per parlare di Packet Row, titolo per 2-5 giocatori con un tempo stimato a partita di tre quarti d'ora, illustrato dal a sua volta più che noto Menzel.

domenica 21 luglio 2013

ILSA 22 + ILSA 20 - Giochi di civilizzazione

Scritto da Chrys

Da oggi potete scaricare e leggere il nuovo numero di ILSA, il 22, nel quale trovate la conclusione della panoramica sui giochi di Civilizzazione, che era cominciata nel numero 20 (se ve lo siete persi potete scaricarlo da qui).

Mentre ILSA n° 20 era dedicato ai giochi di civilizzazione puri e duri, di quelli per stomaci allenati (Fabio li chiamerebbe giochi cinghiale... i nostri lettori più fedeli sanno di cosa parlo), ILSA n° 22 è dedicato ai giochi di civilizzazione più leggeri.

Se volete dare un piccolo contributo allo sbattone non indifferente (anche dal punto di vista organizzativo e dell'impaginazione) che si fanno questi ragazzi, potete anchescegliere, invece del download gratuito, di acquistare l'e-book su Amazon, dove trovate alla modica cifra di 0,99 euro il numero 20 (link ad amazon) e in un unico file il numero 21+22 sempre a 0,99 euro (link al doppio numero).

A seguire trovate l'elenco dei giochi trattati nel numero 22 che appare decisamente corposo e pieno di articoli e confronti interessanti:

sabato 20 luglio 2013

[giochi da zaino] Recensione - Parade

Nuova scatola per un piccolo gioiellino...
[Riscopriamoli] Parade di Nero79

Approfitto di nuovo di una riedizione da parte della Z-Man Games, per parlarvi di un "vecchio" titolo (del 2007) che mi sta molto a cuore... il gioco di carte che davvero mi sarebbe piaciuto inventare e che più di tutti merita di essere portato sempre appresso per ogni evenienza.

Il gioco è Parade di Naoki Homma, designer giapponese che ha coltivato la sua passione per il game design durante una lunga degenza in ospedale.

Alla faccia dei teorici del gamedesign e degli editori che vedono nel pesca e gioca l'antitesi del boardgame in senso moderno, questo è proprio un gioco di carte del tipo pesca e gioca (o meglio gioca e pesca). L'ambientazione è posticcia e appiccicata sopra come un adesivo storto tuttavia farò lo sforzo di raccontarvela... dimenticatela al più presto.

giovedì 18 luglio 2013

[Riparliamone]: Kemet

scritto da Fabio (Pinco11)

Su Kemet (edizione originale Matagot ed italiana a cura di Asterion) ha già scritto un lungo ed approfondito articolo di recensione l'amico Polloviparo ma, considerando che ultimamente mi è capitato di giocarlo con diversi gruppi di persone, ho pensato di poter dare ai lettori qualche ulteriore informazione sul titolo ideato dalla coppia Bariot - Montiage.
Eccomi qui allora a parlare di un titolo che rientra nella macrocategoria dei Risiko - like, visto che propone ai giocatori, chiamati a guidare gli eserciti di diverse fazioni in lotta tra loro sullo sfondo di un antico Egitto ricco di creature mitologiche e di magia, il compito di smazzularsi allegramente tra loro.
Le meccaniche base del gioco, che punta molte delle sue carte sulla componentistica, sono semplici e si spiegano rapidamente, anche se emergono difficoltà, soprattutto alla primissima partita, per i neofiti, a causa della presenza di numerose tessere 'potere', circa una cinquantina, delle quali si devono andare ad imparare gli effetti.
Sono presenti inoltre dinamiche di gestione azioni e di acquisto di poteri e bonus.

mercoledì 17 luglio 2013

Giochi sul nostro podcast (puntata 8) - lo Spiel Des Jahres

Podcast realizzato da Fabio, Alan, Federico e Nero 79. Articolo scritto da Fabio (Pinco11).

Puntata di 'attualità' per il nostro podcast, in quanto ci occupiamo, dialogandone amabilmente, dello Spiel des Jahres, ossia il più noto tra i premi che annualmente sono attribuiti ai migliori boardgames usciti durante la stagione ludica.

Già abbiamo avuto modo, negli articoli dedicati al concorso, di manifestare una certa insoddisfazione per i titoli che hanno ottenuto quest'anno il riconoscimento (nelle categorie base ed esperti), ma  nel nostro dialogo libero ci siamo sforzati di andare oltre, ossia di capire anche i criteri che hanno ispirato la giuria nel compiere le sue valutazioni.

Le conclusioni? Beh, vi lasciamo all'ascolto, anticipando solo che, ragionevolmente, vi sono diversi presupposti tra noi che parliamo e gli organizzatori del premio ;)

martedì 16 luglio 2013

Perchè Kickstarter ha tanto successo?

Scritto da Chrys.

In questo piccolo articoletto parto con una bellissima vignetta d Jhon Kovalich (prolifico illustratore di giochi dall'impronta comica e autore della pluripremiata striscia Dork Tower) per fare due riflessioni ("my 2 cents" come dicon gli anglosassoni) sul successo sempre più grande che sta avendo Kickstarter. 

Ma prima di tutto eccovi la vignetta (se siete in homepage dovete cliccare su "continua a leggere" per vederla tutta).

lunedì 15 luglio 2013

Essen 2013 e dintorni (III)

scritto da Fabio (Pinco11)

Nuovo giro ... nuovo regalo, così gridavano ai Luna Park di una volta: da noi manca il regalo, ma il giro gratis tra le novità ve lo facciamo fare lo stesso ... ;)
Partiamo questa volta da un editore lusitano che propone un titolo di quelli potenzialmente tostini, per procedere poi con continui cambi di destinazione e genere.

Mesaboardgames

L'editore portoghese animato da Gil d'Orey propone quest'anno, oltre ad una riedizione di Caravelas, gioco di esplorazione che dovrebbe contenere nuove regole, più immediate, per il movimento delle navi, anche un altro titolo sempre ad ambientazione "marittima", ossia Panamax. Il titolo del gioco, ideato, oltre che Gil, anche dalla coppia Sentieiro e Soledade, si ispira allo standard dimensionale delle navi idonee al passaggio nello stretto di Panama ed esso, dichiaratamente indirizzato ai gamers, si propone come fruibile in un'oretta e mezzo da 2-4 giocatori.

domenica 14 luglio 2013

Zombie Dice 2 - Recensione

Scritta da Chrys.

Alcune settimane fa vi ho parlato di Zombie Dice, un simpatico e leggero gioco di dadi della Steve Jackson Games. Il gioco di cui parliamo oggi invece, anche se il titolo potrebbefarlo sembrare un seguito, è una sua micro-espansione che aggiunge tre dadi diversi per tre nuove tipologie di vittima, per rendere ancora più varia la partita.

Nella confezione troviamo semplicemente un foglio di istruzioni e i tre dadi, quindi non mi dilungo oltre su questa parte. I tre dadi vanno aggiunti al pool dei tredici base avendo però cura di rimuovere prima due vittime gialle ed una verde.

I nuovi dadi a differenza di quelli base non sono normali persone, più o meno facili da divorare, ma tre personaggi specifici... abbiamo infatti la pupa, il giocatore di football e nientemeno che Babbo Natale.:

sabato 13 luglio 2013

Anteprima: Leelawadee

scritto da Bernapapà


Nel florido giardino dei kickstarter, nella versione teutonica spiel-offensive.de, è spuntato questo ennesimo fiore (ed è proprio il caso di dirlo!): si chiama Leelawadee ed è proprio il nome di un fiore thailandese  Da esso, e dalla rappresentazione plastica che ne viene prodotta da una nota artista thailandese, ha preso ispirazione l'autore olandese Corné van Moorsel, autore di giochi per famiglie come Tweeeet e O Zoo le Mio, che in questo caso ha ideato un nuovo gioco per famiglie, basato sul posizionamento dei fiori e sull'attrattiva che essi esercitano sulla ambite farfalle. Un gioco, da 2 a 4, dalle regole semplicissime, ma che presenta una discreta profondità: direi proprio un "gioco da ombrellone", dato il formato del materiale necessario, la semplicità di gioco e la brevità delle partite (siamo sui 20 minuti). Ho provato la versione printable (prodotta dall'instancabile Pinco) e se volete saperne di più, seguitemi...

venerdì 12 luglio 2013

[Riscopriamoli] - Battlestar Galactica

scritto da Agzaroth

Battlestar Galactica, titolo della Fantasy Flight Games, edito in un primo momento da Editrice Giochi e poi ripreso da Giochi Uniti, traspone in gioco l'omonima spettacolare saga fantascientifica.
Il gioco porta la firma di Corey Konieczka, non esattamente l'ultimo arrivato. É un cooperativo con traditore (o meglio, con traditori) in cui gli umani devono compiere la loro missione salvifica prima che i cylon (i suddetti traditori) riescano a sabotarla.
Un ottimo sfruttamento per la licenza tratta dalla omonima serie di fantascienza, la quale, dopo la prima edizione degli anni '70, è stata rivitalizzata tra il 2004 ed il 2009, con i personaggi che ritroverete nel gioco, anche in foto.

giovedì 11 luglio 2013

Lords of Waterdeep: Scoundrels of Skullport - Anteprima

scritto da polloviparo.

Appena annunciata questa espansione per Lords of Waterdeep, avevo scritto qualcosa qui
Ancora non erano disponibili le immagini ed i dettagli, che sarebbe quasi più corretto chiamare indiscrezioni, si contavano sulle dita di una mano.
Ora il titolo è stato presentato in occasione della Origins e sappiamo qualcosina di più!
Agli autori Peter Lee e Rodney Thompson si aggiunge Chris Dupuis, mentre non sono ancora stati aggiunti al database di Bgg i nomi dei grafici che hanno preso parte al progetto.
Devo ammettere che ultimamente sto giocando molto a Lord of Waterdeep, specie in due giocatori.
Mia moglie, contrariamente ad ogni mia aspettativa, lo adora e questo mi da la possibilità di giocarci con una certa frequenza.
Il gioco è sicuramente molto ricco e sufficientemente vario da non far sentire l'esigenza di un espansione, ma vediamo se questa può comunque risultare interessante o meno.

mercoledì 10 luglio 2013

Giochi sul nostro Podcast - Puntata 07: Bug

scritto da Fabio (Pinco11). Podcast realizzato da Fabio e Federico.

Allora, vi tolgo subito il dubbio legato a quale sia il tema della puntata, dicendo che non ci occupiamo dei giochi a tema insetti, bensì dei piccoli e fastidiosi problemini che possono affliggere i giochi da tavolo, a partire dai difetti di traduzione, per arrivare ai veri e propri giochi 'sbilanciati', ovvero nei quali è sufficiente adottare una strategia specifica per vincere sempre, passando per tutta una serie di piccoli o grandi inconvenienti che possono caratterizzare i nostri acquisti.

A volte la cosa è frutto di un playtesting affrettato, perchè le scadenze produttive incalzano, altre dell'imponderabile, per cui a decine di persone sfugge quello che invece uno nuovo, dieci minuti dopo l'acquisto, va a notare.

martedì 9 luglio 2013

[nonsolograndi] Geistertreppe (La scala dei Fantasmi) - Recensione

Scritta da Chrys.

Oggi vi parlo di un gioco col quale ci siamo divertiti tantissimo... sebbene sia rivolto ad un pubblico di bambini rappresenta infatti un divertente filler. 

Sto parlando di Geistertreppe (La Scala dei Fantasmi) un giochillo molto semplice per 2-4 giocatori (fino a 6 con l'espansione) in cui si compete per far arrivare la propria pedina in cima alla scala della torre infestata. 

Ho provato questo gioco assieme a tre miei amici (tutti intorno ai 30 anni) durante una manifestazione... così, tanto per fare una partitina in attesa che si liberasse un altro gioco, e abbiamo finito per giocarci 4 partite in rapida successione, tra grasse risate. ^__^

Alla fine non ho resistito al comperarlo alcuni mesi dopo, e quindi eccomi qui!...

lunedì 8 luglio 2013

Lo spiel des jahres 2013 va a ...

scritto da Fabio (Pinco11)

... Hanabi. Direi che ho detto tutto, ma due paroline le aggiungo.
Dico che l'autore Antoine Bauza, in questo modo raddoppia, dopo aver vinto il premio (categoria esperti) con 7 Wonders, titolo che per altro era uscito nello stesso anno di Hanabi, che è stato però edito in Germania (Abacus) solo lo scorso anno, rientrando così solo ora tra i nominabili nel premio del gioco dell'anno tedesco.

Aggiungo che cliccando qui trovate la recensione di questo giochillo cooperativo a base esclusivamente di carte e mi avvicino a chiudere dicendo che, evidentemente, per la giuria non c'era altro di interessante in giro uscito nell'ultimo anno che fosse proponibile un pò a tutti.

Essen 2013 e dintorni (II)

scritto da Fabio (Pinco11)

Proseguiamo di corsa nella nostra serie di articoli di anticipazioni della stagione ludica autunno - inverno 2013, occupandoci oggi di svariati gestionali, con qualche succosa escursione in altri settori.
Il primo titolo che cito è proprio un cinghialozzo di quelli belli cicciosetti e si tratta di Madeira, Pearl of Atlantic, titolo ideato dalla coppia Sentieiro - Soledade e destinato ad essere prodotto dalla What's Your Game. 
Il gioco era stato in predicato di uscire già ad Essen 2012, ma era stato alla fine rinviato a quest'anno: da 2 a 4 giocatori e 120 minuti a partita sono dati di massima sul prodotto, mentre quanto ai componenti, oltre ad un classico tabellone e le solite manate di trippoli / ometto, ci sono anche parecchi dadi!

domenica 7 luglio 2013

Asterion Gaming Days

scritto da Fabio (Pinco11)

Dal 13 al 15 settembre la Asterion Press organizza una manifestazione che dovrebbe ingolosire gli appassionati giocatori, ovvero una tre giorni ludica presso l'Admiral Park Hotel di Zola Predosa (BO).

Di che si tratta? Beh, come intuirete è una convention aperta al pubblico, ossia un evento pensato per consentire agli intervenuti, prima di tutto, di giocare ;)

L'inizio è fissato per il venerdì sera, alle ore 21.00, con svolgimento per tutta la durata di sabato e per la domenica, sino alle 18.00 circa: ovviamente i titoli imbanditi saranno quelli dell'editore che organizza, con numerosi tavoli pronti per giocare e con diversi tornei organizzati dalla Boardgames League.

sabato 6 luglio 2013

[Giochi Etnici] Bao

scritto da Bernapapà

Nella recente manifestazione FirenzeGioca, mi sono imbattuto in una coppia di simpatici "non più giovani" che avevano davanti a se una struttura di legno, suddivisa in ciotole, con dentro un sacco di biglie... Preso dalla curiosità mi sono avvicinato, e mi hanno proposto di giocare a Bao, una sorta di "dama" africana (del Malawi, per la precisione) che appartiene alla famiglia dei mancala (ossia giochi della semina): è praticamente un gioco astratto, per soli due giocatori, che è molto diffuso nell'Africa orientale, e (vedere qui per credere) gode  di associazioni di appassionati sparsi per il globo (K.I.B.A.)  con tanto di tornei internazionali e partite in rete. Il gioco veniva presentato dalla Changamano ONLUS, che si dedica alla promozione della crescita sociale ed economica delle famiglie più povere della Tanzania (qui il sito se qualcuno fosse interessato a approfondire).

venerdì 5 luglio 2013

[Riscopriamoli] Stone Age

scritto da Guiarne75

Seppur uscito da meno di 5 anni possiamo tranquillamente classificare Stone Age tra i classici, questo perchè abbiamo fatto tante di quelle partite che sembra uscito da una vita, invece si tratta di un titolo del 2008.

Autore: Michael Tummelhofer

Illustratore:Michael Menzel (conosciuto per titoli come i pilastri della terra ecc.)

Produttore marca:Rio Grande Games / Hans im Glück / Filosofia Editions / Giochi Uniti (2008)
Lingua: molte, tra cui l’italiano ma nessun testo di gioco

Giocatori: 2 – 4

Durata: 120 minuti

Si tratta di un gestionale ... lo definirei semileggero,  di gestione risorse con piazzamento lavoratori, con in più l'uso dei dadi che ricordano un po giochi tipo Kingsburg, Jamaica, ecc.

giovedì 4 luglio 2013

Carrellata di novità ludiche (IV)

Scritte da Chrys.

Ed eccoci di nuovo ad una carrellata delle novità più interessanti tra quelle che vi ho presentato sul canale Facebook nei mesi scorsi.

So che ve lo dico ogni volta, ma non so mai se chi legge questi articoli è un lettore nuovo o uno delle migliaia di lettori regolari, quindi abbiate pazienza e non odiatemi: questi sono solo alcuni dei post che potete trovare su Facebook dove pubblichiamo anche unboxing, regolamenti, news su localizzazioni e uscite e molti altri articoli brevi che non si prestano ad essere riproposti successivamente sul blog, come quelli sotto, nè ad essere pbblicati direttamente qui (per brevità o altro).

Quindi se volete essere sempre aggiornati dateci il vostro like su facebook (che a noi ci rende anche felici... ^__^). Ed ora fine sproloquio e via con le news.

mercoledì 3 luglio 2013

Anteprima - Trains & Stations

Anteprima - Trains & Stations di Nero79

Il 2013 sembra l'anno della rivincita dei dadi. Anche oggi parliamo di un gioco dadoso che punta ad unire dinamiche di push your luck alle atmosfere gestionali degli eurogame. Ci riuscirà?

C'è da dire che già in passato capisaldi del German Game come Coloni di Catan e Stone Age si sono affidati all'alea dato dai dadi per gestire la componente di acquisizione risorse (dividendo per questo moltissimo gli estimatori dai detrattori). Stefan Feld ci ha mostrato poi modi ancora più intriganti di utilizzare i dadi in un gestionale con ad esempio in die Burgen von Burgund e recentemente con Bora Bora e Brügge. Oggi però parliamo di un gioco made in USA pubblicato da Wizkids che punta su Eric M. Lang (autore della scuderia Fantasy Flight) per avvicinare il pubblico americano al genere euro non prima di essersi assicurata di includerci un numero sufficiente di dadi a 6 facce personalizzati per il gioco (ben cinquanta!).

martedì 2 luglio 2013

Giochi sul nostro Podcast - Puntata 6

Podcast realizzato da Fabio, Alan, Federico e Nero 79. Articolo scritto da Fabio (Pinco11).

Rieccoci con il nostro appuntamento, più o meno settimanale, con il podcast, ovvero con le quattro chiacchiere a tema con le quali cercheremo di intrattenervi per poco meno di mezz'oretta.
Il tema di oggi è i giochi di carte e nel corso del nostro dialogo ci occuperemo appunto di una serie di titoli appartenenti a questa categoria, partendo nella nostra disquisizione dal parlare del tradizionale mazzo di carte da gioco (40/52 carte), per trattare poi di Magic, di living card game e poi di tanti altri giochi.

Ancora con noi gli amici Alan e Nero79, che stanno entrando a far parte stabilmente del gruppo, ci proponiamo a breve di dar vita, accanto alla 'serie regolare' anche ad alcune puntate speciali, a tema. Siete liberi, naturalmente, come sempre, di darci suggerimenti pure per queste ulteriori divagazioni!!

lunedì 1 luglio 2013

[Boardgame world] La Raven

scritto da Fabio (Pinco11)

Proseguiamo nella nostra rassegna legata alle realtà editoriali di casa nostra per parlare con i ragazzi della Raven Distribution, attiva da oltre un decennio, come recita la sezione chi siamo del loro sito, nel settore dei giochi da tavolo, di carte e gdr.
Nel catalogo dell'editore compaiono diversi titoli internazionali piuttosto conosciuti, che sono stati localizzati e/o distribuiti, nonchè alcune piccole editrici italiane che hanno scelto come partner gli uomini del falco (come, per esempio, la Albepavo o la Il Barone Games).
Scorrendo il catalogo Raven troviamo al suo centro la serie Munchkin, presente in tutte le sue declinazioni ed espansioni, ma anche Zombi!!, The Resistance, Summoner Wars e riscontriamo come vi siano in preparazione un paio di succose localizzazioni, sulle quali chiederemo lumi a Roberto Petrillo, il quale ci farà compagnia nella classica chiacchierata di presentazione dell'attività della casa.