sabato 30 marzo 2013

[Nonsolograndi] Pecore al pascolo

scritto da Bernapapà


Oggi vi parlo di un gioco a target decisamente famigliare, quasi fanciullesco, Pecore al pascolo, titolo di Philippe des Pallières, uscito nel lontano 2002 per la Asmodee, ma editato nella versione italiana (benché non ci siano elementi in lingua) dalla Red Glove nel 2011. Trattasi di un semplicissimo gioco di piazzamento tessere con qualche elemento di bluff, ambientato nel mondo agreste: ogni giocatore, da 2 a 4, impersona un pastore di un colore, e deve riuscire, piazzando le tessere, a racchiudere in un recinto il maggior numero di pecore del proprio colore: ma attenzione, perché se nel bosco vicino al pascolo c'è un lupo, le nostre pecore sono perdute, a meno che non intervenga il cacciatore. Insomma, ambientazione leggera, adatto proprio a tutti, ma con qualche pecca realizzativa che ne diminuisce l'appeal. Se vi va di conoscere qualcosa di più, non vi resta che continuare a leggere.

venerdì 29 marzo 2013

Walk The Plank - anteprima

scritto da Iziosbiribizio

Aaaarrr, corpo di mille balene! A forza di grog, rum, e qualsiasi altra sostanza poco raccomandabile, il rendimento di alcuni pirati è calato. Troppo! Il capitano ha dunque deciso che, data la crisi, tagli nel budget, problemi con la clientela... è ora di sfoltire il personale.
Il processo è molto semplice, una bella passeggiata sull'asse, e via! Tutto finito. In questo caso la buonuscita non ci sarà, al massimo un buon tuffo!
Walk the plank, dove plank è la famosa asse delle navi pirata, quella sulla quale camminavano i condannati (molto poco usata nella realtà, meglio passarli a fil di spada!) per intenderci, è un gioco per 3-5 pirati dagli 8
anni in su ideato dal duo Steely - Tinney e pubblicato dalla Mayday Games.

giovedì 28 marzo 2013

Seasons: Enchanted Kingdom - Approfondimento

Scritto da Lucy.

La prima espansione di Seasons, Enchanted Kingdom, continua a far parlare di sé da quando autore e casa editrice, la Libellud, hanno iniziato a sbottonarsi un po' sulle novità che andrà ad introdurre.

Oltre alle interessanti informazioni condivise da Polloviparo nella sua anteprima, da brava estimatrice del titolo base ho pensato di aggiungere un po' di carne al fuoco, condividendo quando ho potuto evincere il mesetto scorso dall'intervista a Régis Bonnessée, pubblicata in rete con un video di TricTrac Tv di cui si accennava in alcuni commenti (intervista che era interamente in francese... il fatto di averlo masticato a scuola per anni ha finalmente avuto un senso ^_^).

mercoledì 27 marzo 2013

Anteprima - Wunderland

scritto da Fabio (Pinco11)

Il Miniatur Wunderland è un enorme plastico ferroviario che si trova in Germania, ad Amburgo, nella Speicherstadt e raffigura, in scala 1/87, diverse ambientazioni, a partire dalla Germania, per arrivare in Svizzera, Austria ed addirittura America.
Ad esso è dedicato il titolo del quale ci occupiamo oggi, ossia Wunderland, edito da Pegasus ed ideato da Dirk Hillebrecht (sinora autore solo di Mille Grazie di Zoch), gioco destinato apertamente ad un pubblico familiare (8+ di età), per partite da 2 a 4 giocatori contenute sotto l'ora di durata. A occhio e croce direi che i componenti dovrebbero essere indipendenti dalla lingua ed il manuale è disponibile anche in italiano.
Il titolo è stato presentato a Norimberga e dovrebbe essere giusto giusto in fase di uscita: ve ne parlo dopo averne esaminato le regole in profondità.

martedì 26 marzo 2013

Augustus - Anteprima delirante

scritto da polloviparo.


Questa volta partiamo dalla descrizione che potete trovare nel regolamento del gioco (disponibile qui in italiano):

Dopo l’assassinio di Giulio Cesare il 16 Marzo del 44 a.C., suo figlio adottivo Gaio Ottaviano decide di tornare a Roma. Ben presto inizia a mostrare ambizioni politiche. Nel 31 a.C. è già leader incontrastato. Nel 28 a.C. il Senato gli assegna il titolo di Princeps Senatus, cioè primo.
All’età di 36 anni, Augusto diventa il primo Imperatore Romano e divide l’Impero in Province.
Voi siete i “legati Augusti”, i rappresentanti di Augusto, il cui compito è quello di gestire le istituzioni esistenti nelle province dell’Impero.
La vostra ambizione è però di ottenere il titolo di Console, eletto ogni anno dal Senato. Per ottenere ciò dovrete assicurarvi il supporto dei Senatori più influenti e prendere il controllo delle membro del Senato ad aver diritto di parola durante le discussioni. Il 27 a.C. viene nominato Augustus, che significa “colui le cui parole hanno la forza di predizioni”.
Province per accumulare più ricchezza possibile. Solo il più potente fra di voi otterrà questo titolo.

lunedì 25 marzo 2013

Anteprima - Trains

scritto da Fabio (Pinco11)

Il titolo di cui ci occupiamo oggi è stato oggetto di una certa attenzione ad Essen, in quanto, prodotto (con testo sulle carte in giapponese ed inglese) dalle giapponesi Okazu e Japon Brand, era  disponibile solo in un numero limitato di copie e andò venduto (a prezzi consistenti, se non ricordo male) in un lampo.
Da lì, come la legge del mercato detta (tanta domanda e poca offerta = aumento del prezzo e dell'interesse), il gioco è diventato oggetto di culto, custodito gelosamente e decantato (a breve capiremo se giustamente o solo per darsi delle artie) dai suoi pochi possessori non orientali.
Ora per Trains, ideato da Hisashy Hayasci, è prevista però una nuova edizione, rinnovata e corretta, ad opera della Alderac Entertainment Group (AEG), che già si era cimentata nel passaggio dal Giappone all'occidente di Love Letters.
Tutti potremo ora cimentarci in questo titolo incentrato sul deck building e sulla costruzione di una rete ferroviaria (dipendente dalla lingua per via del testo sulle carte): vedremo se il mito dietro al gioco reggerà alla sua aumentata disponibilità ... ;)

domenica 24 marzo 2013

Alien Frontiers - Upgrade Pack

Scritto da Chrys.

Quasi due anni fa vi abbiamo parlato di Alien Frontiers gestionale di fantascenza con meccaniche basate sul lancio di dadi (astronavi) e sulla loro collocazione/gestione strategica sulla plancia . Il gioco ha ottenuto un notevolissimo successo, al punto che la prima edizione e la seconda sono andate rapidamente esaurite e la stessa sorte sta toccando anche alla terza. Detto questo dirotto chi non conoscesse il gioco alla recensione dettagliata dell'epoca e procedo...  ^__^

Quella di cui vi parlo oggi è una delle 3 espansioni uscite ad Essen 2012 (delle altre 2 parleremo poi in un articolo apposito essendo decisamente più complesse). L'Alien Frontiers Upgrade Pack è un espansione prettamente estetica ma decisamente molto interessante per chi come me ama i bei componenti. 

sabato 23 marzo 2013

[nonosolograndi] La torre degli incantesimi (recensione)

scritto da Fabio (Pinco11)

Tempo fa scrissi una recensione su di un titolo per bambini (età 5-99) edito dalla Clementoni ed ideato dall'amico Francesco Berardi (conosciuto ad Essen un paio d'anni fa), ossia Caccia al fantasma: quell'articolo, soprattutto sotto le ultime festività natalizie, è risultato uno dei più letti, per cui con piacere provvedo ora, in anteprima, a recensire il suo seguito ideale, proposto dalla stessa casa editrice ed autore, ossia La Torre degli Incantesimi.
Lo considero un sequel (o meglio una sorta di ideale prequel), in quanto il gioco propone ancora come componente di gioco un castello 3D in cartone spesso da assemblare ponendolo al centro del tabellone, ma per il resto le meccaniche di gioco sono del tutto diverse, con i partecipanti che qui incarnano altrettanti maghi e streghe (da 2 a 4 giocatori, età 5+, tempo a partita da venti minuti in su) impegnati in una allegra caccia ai componenti della loro pozione da bollire nel classico calderone magico!
Le meccaniche di gioco sono quelle del 'tira il dado e muovi', con l'aggiunta di un pizzico di abilità richiesto nel rilascio delle palline nella torre: sono sollecitate quindi le capacità di contare e quelle manuali.

venerdì 22 marzo 2013

Anteprima - Speculation

scritto da Fabio (Pinco11)

Qualcuno potrebbe osservare: com'è che scrivi un'anteprima su di un gioco che è uscito nel 1992.. di tempo per prenderti una copia lo hai avuto!
Al che risponderei che Speculation (per 3-6 giocatori, indipendente dalla lingua, tempo a partita tre quarti d'ora, dagli otto anni in su) è una delle primissime ideazioni di Dirk Henn, autore noto ai più per essere l'autore della serie Alhambra (ma anche di Metro, Wallenstein e Shogun), e che fu prodotta dalla sua db-Spiele, per cui non è che sia un titolo sinora ampiamente disponibile per l'acquisto.
Oggi però la Queen Games (ovvero lo stesso editore che ha commercializzato la gran parte dei titolo dell'uomo - Alhambra) ha deciso di ripescarlo dal cassetto dei ricordi, proponendone una nuova versione, ovviamente passandolo attraverso un restyling grafico e, nel contempo, proponendolo sulla piattaforma kickstarter, giusto per andare sul sicuro sul discorso costi-benefici. 
Si tratta, in sintesi, di un gioco dalle regole molto facili, ma molto 'tedesco' nella propria indole, per cui consente diverse simpatiche riflessioni e risulta adatto a coinvolgere neofiti e giocatori incalliti.

giovedì 21 marzo 2013

Anteprima: Dungeon Roll

scritto da Iziosbiribizio


Quali sono le regole base di un'avventura?
Prima di tutto, una missione: sconfiggere un drago, salvare una donzella, trovare un tesoro... poi, bisogna mettere insieme il party di avventurieri che avranno il coraggio (o la stupidità) di avventurarsi in posti pericolosi.
Come in ogni buon fantasy che si rispetti, gli eroi grandi e piccini si trovano tutti alla taverna del villaggio, a scolarsi pinte di birra, e qui parte l'avventura di Dungeon Roll.
Il gioco, per 1-4 avventurieri, è un altro dei figli di Kickstarter (qui la relativa pagina), che ormai sforna giochi a tutto andare. Michael Mindes, il creatore (editrice la Tasty Minstrel Games), garantisce un tempo di gioco minimo, tra i 15 e i 30 minuti. Siete pronti per entrare nelle profondità di dungeon misteriosi?

mercoledì 20 marzo 2013

I classici: Il Mistero dell'Abbazia

scritto da Bernapapà


Era il lontano 1996, quando vedeva la luce questo gioco di indagine e deduzione: Il Mistero dell'Abbazia, di Bruno Faidutti (ideatore prolifico ricordato soprattutto per il celeberrimo Citadels, senza dimenticare le collaborazioni per Warrior Knights ed il recente Isla Dorada) e di Serge Laget, edito dalla Days of Wonder, che ha visto anche nel 2012 la ennesima ristampa in lingua italiana (il gioco è fortemente localizzato), segno che il gioco è si un classico, ma molto apprezzato e quindi molto rivenduto. L'ambientazione, molto sentita, ci porta all'interno di una non meglio localizzata abbazia dei Templari, dove vengono ospitati frati di differenti  ordini sul cammino per Gerusalemme. Il luogo di pace e di accoglienza è stato però trasformato in un luogo di mistero e di sospetto a causa dell'assassinio di frate Aristide: da 3 a 6 giocatori, dagli 8 anni in su, avranno il compito di scoprire il colpevole (o almeno individuarne il maggior numero di caratteristiche) fra i 24 ospiti del convento, in 60-90 minuti di gioco, suddiviso in tempi ripresi dalle ore di preghiera che ancora oggi scandiscono il tempo nei conventi.

martedì 19 marzo 2013

Seasons: Enchanted Kingdom - Anteprima

scritto da polloviparo.

Come molti di voi già sapranno è in arrivo, sembra per giugno, la prima espansione di Seasons.
Che il gioco avrebbe avuto delle espansioni era cosa nota e così è finalmente giunto il momento di scoprire cosa conterrà la prima.
Per chi non conoscesse il gioco qui trovate la mia delirante recensione.
Nulla di nuovo ovviamente sul fronte dell'autore ossia Régis Bonnessée, così come per il grafico (e per fortuna oserei dire) Naïade.
Dalla scheda di Bgg si apprende che il gioco rimane un 2-4 e quindi niente 5 giocatore come magari qualcuno auspicava.
Ci tengo a precisare che non facevo parte di quest'ultimi in quanto già ritengo proibitivo il tempo necessario per una partita a quattro giocatori, quindi figuriamoci in cinque.
Diciamo pure che per me Seasons è perfetto in 2, punto e a capo.


lunedì 18 marzo 2013

Anteprima: Golden Horn

scritto da Fabio (Pinco11)

Il titolo del gioco (edito da Piatnik, con data di distribuzione non ancora nota) del quale vengo a parlarvi oggi ricorda, se letto assieme al suo 'sottotitolo', in qualche modo quelli dei film di Lina Wertmuller, risultando alla fine Golden Horn: von Venedig nach Constantinopel
L'autore ne è il noto Leo Colovini, il quale si esprime qui (gioco per 2-4 persone dagli 8 anni in su, tre quarti d'ora a partita, indipendente dalla lingua) in una variante su di un tema a lui molto gradito, ossia quello del movimento su percorsi modulari.
I partecipanti si calano qui nei panni di altrettanti commercianti, pronti a sfruttare le migliori occasioni per rendere più rapidi e proficui i propri viaggi tra Venezia e Costantinopoli, il tutto con varie dinamiche, tra le quali quella di collezione set ed una simpatica meccanica di movimento (che è il fulcro del gioco).
A livello di difficoltà il gioco si propone come facile da spiegare e sollecita il ragionamento astratto.

domenica 17 marzo 2013

Anteprima - Zombicide 2

scritto da Fabio (Pinco11)

Di recente il modo di dire a volte ritornano (tratto dal romanzo omonimo di S. King?) sembra aver mutato natura, divenendo più propriamente quasi sempre ritornano. Con questo voglio alludere sia al fatto che gli Zombie continuano ad imperversare nel mondo dei boardgames, sia a a quello che di fronte ad un buon successo di pubblico non ci si tira mai indietro nel proporre un bel seguito e/o delle belle espansioni.
Sapete che io sono allergico agli add on, ma so che non tutti i lettori condividono questa mia impostazione, per cui, quando ho letto dell'uscita, sempre tramite kickstarter, del nuovo progetto per la produzione di Zombicide: Season 2 (dello stesso team creativo: Guiton - Raoult e Lulien), ho pensato di approfondire la cosa.

sabato 16 marzo 2013

[boardgames world] La Albepavo

scritto da Fabio (Pinco11)

Il mondo dei giochi da tavolo non è, nonostante il fatto che chi vi opera si proponga l'obiettivo di far divertire la gente, un mondo facile, perchè la concorrenza è ampia ed agguerrita, per cui non è così scontato per una casa neonata insistere l'anno successivo nella propria avventura. 
E' per questo che possiamo dire che Albepavo, piccolo ma attivo editore, giunto alla sua terza stagione, sembra aver trovato la strada giusta, considerando che la qualità e quantità delle sue produzioni sta gradualmente aumentando.
Dopo il suo Munera: Familia Gladiatoria, titolo che ci poneva nel mondo dei lanisti (ossia degli impresari dei gladiatori), prima dell'esplosione televisiva dei vari Spartacus, è arrivato infatti l'anno scorso Sake & Samurai, accompagnato da una espansione per il loro titolo di esordio, mentre quest'anno sono due i titoli standalone proposti, ovvero da una parte Winter Tales e dall'altra Beer and Vikings, entrambi distribuiti qui da noi da Raven.

venerdì 15 marzo 2013

Anteprima - Guts of Glory

scritto da Iziosbiribizio


Avete mai sentito parlare di Furious Pete? E' una persona con una storia davvero difficile, rischiò di morire per anoressia nel 2002. Prese coraggio, e ribaltò questa situazione diventando un professional eater, ovvero quei signori che mangiano tantissimo in un tempo limitato.
Guts of glory, gioco di carte (disponibile per ora anche in versione print and play) ideato da Zach Gage, non si allontana molto da questo argomento (ovviamente con molto più divertimento e meno tristezza)! In un mondo post apocalittico, l'ultimo divertimento rimasto è mangiare cose schifosissime, battendo gli altri 3 concorrenti riuscendo a sopravvivere ad un pasto di appena 15 minuti.
Ogni turno i giocatori dovranno mangiare qualcosa, masticarlo ed infine inghottirlo. Questo darà punti gloria, per aver avuto il coraggio di mangiare una vera schifezza. Ma se non ci fosse più spazio in bocca? Beh allora bisogna sputare... e cosa c'è di più glorioso se non mangiare qualcosa che è stato sputato da altri...? Bleh.
Nonostante questa 'attraente' ambientazione, il progetto kickstarter del gioco ha raccolto 40.000 dollari ed è stato finanziato!

giovedì 14 marzo 2013

Ludica Milano : 15 - 17 marzo 2013


Veloce avviso per i nostri lettori legato alla apertura, nei prossimi tre giorni della manifestazione Ludica Milano, che quest'anno si terrà alla Fieramilano di Rho.

Maggiori dettagli su tutti gli eventi proposti li trovate direttamente sul sito di Ludica, al quale rinvio, allegando di seguito una immagine chiarificatrice della nuova locazione: qui l'immagine non è cliccabile per avere maggiori info, ma se andate sul sito della fiera troverete ulteriori dettagli ed indicazioni!

Buon divertimento! 

Hyperborea (Hyperea) - Anteprima

scritto da polloviparo.


Oggi diamo una prima occhiata a Hyperborea del duo Andrea Chiarvesio e Pierluca Zizzi (il titolo definitivo del gioco dovrebbe essere però, come abbiamo appreso,  Hyperea).
Lo facciamo attraverso il video di presentazione del prototipo mostrato da Luca (con giacca e cravatta gialla nell'immagine qui a fianco) della Asterion Press (realizzato in collaborazione con Yemaia) in occasione della Toy Fair di quest’anno a Norimberga. Project Manager del gioco è qui Andrea 'Liga' Ligabue, per cui il parco di soggetti interessati è di quelli ricchi!
Per chi non ne avesse mai sentito parlare, Hyperea è o meglio era (poi scopriremo perchè) un gioco di civilizzazione con tema fantasy, il cui prototipo era stato mostrato in occasione di Play 2012.
Non avendo avuto modo di provare il gioco in quell'occasione, mi sono dovuto "accontentare" di reperire le poche informazioni disponibili dalla rete.

mercoledì 13 marzo 2013

[I classici] Tikal

scritto da Bernapapà

Ecco un gioco che, in un certo qual modo, è stato precursore dei tempi, immettendo novità nel panorama ludico dei GdT: era il lontano 1999 e lo Spiel de Jahres veniva vinto da Tikal, edito dalla Ravensburger, gioco ambientato nel più grande e importante degli insediamenti Maya (Tikal, appunto), dove da 2 a 4 capi di esplorazioni, dai 10 anni in su, si contenderanno le fortune degli antichi tesori da collezionare, o la supremazia nella scoperta dei templi aztechi da portare alla luce, in un territorio che si svelerà mano a mano che procede la partita. Ambientazione coinvolgente, alta interazione e nessun testo nel gioco. Se vi può interessare un gioco classico, ma che ha ancora molto da dire ancora oggi, seguitemi.

martedì 12 marzo 2013

Norimberga 2013 per bambini .. e non solo (II)

scritto da Carlo Rossi

[Prosegue e si conclude la carrellata sui titoli per bambini proposti alla recente fiera di Norimberga, a cura dell'amico Carlo. Avrete notato che le novità sono davvero tante, ma la cosa è collegata anche al maggiore impatto che questa categoria di titoli riesce ad avere a Norimberga, mentre ad Essen finiscono un poco sommersi sotto la mole dei titoli per il resto della famiglia.]

Huch

Feuer un Flamme
Gioco ultra-semplice in cui si devono impilare oggetti (in questo caso alimenti vari) sopra a un ripiano che simboleggia un barbecue.

Al proprio turno si pesca una tessera che indica quale pezzo bisogna aggiungere; per farlo occorre usare una grossa pinza e, se sul ripiano non c’è più spazio utile allora si dovrà impilare sopra ai pezzi già disposti prima; ovviamente senza far cadere nulla. Se ci si riesce allora il turno passa al giocatore successivo; altrimenti si perde una “vita”.

lunedì 11 marzo 2013

Recensione CO2

scritto da Faustoxx


Qualche volta bisogna ricredersi e per me oggi è venuto il giorno di cospargermi di cenere il capo in segno di pentimento.
Non avevo preso in considerazione CO2 il gioco che Vital Lacerda ha presentato allo scorso Spiel, perchè ero rimasto traumatizzato da Vinhos
Vihnos è un bel gioco con una bella ambientazione ma, con tutte le microgestioni che contiene, mi ha provocato una crisi di rigetto preferendogli di gran lunga giochi ugualmente profondi ma decisamente più maneggevoli.
Per questo motivo ho colpevolmente lasciato passare il preordine di CO2, edito da Giochix, per 1-5 giocatori, tempo medio a partita un paio d'ore, poi ho avuto occasione di provarlo ed è scoccato il colpo di fulmine.

domenica 10 marzo 2013

SPECIE DOMINANTI - Edizione italiana e nuova veste grafica

Scritto da Chrys.

Nel 2010 è uscito Dominant Species un gioco della GMT Games per 2-6 giocatori che ha avuto un grande successo tra gli appassionati per la sua profondità strategica e del quale vi abbiamo già parlato in passato. 

Trattandosi di un gioco della durata media di 3 ore (!!) non era certo un gioco per tutti, soprattutto se aggiungiamo una veste grafica che rasentava quella di un prototipo. ^__^

Già diversi mesi fa avevamo annunciato su Facebook che la Asterion Press aveva preso i diritti per una edizione tutta italiana, ma la notizia più succosa era forse quella di una contestuale rivisitazione grafica completa del gioco (inutile dire che a livello di meccaniche non è stato cambiato nulla, quindi se volete maggiori informazioni sul gioco vi rimando alla nostra vecchia recensione).

sabato 9 marzo 2013

Sails of Glory

scritto da Fabio (Pinco11)

Giusto in questi giorni scrivevo, nell'ultimo articolo di novità, della imminente uscita su kickstarter del progetto dedicato a Sails of Glory, reiplementazione del noto Wings of Glory in ambiente, stavolta, marittimo, con team creativo composto dal solito Andrea Angiolino, affiancato stavolta da Andrea Mainini.
La Ares Games sembra aver ben compreso come kickstarter si stia rivelando il terreno più fertile per la produzione di titoli a base di miniature, come i successoni ottenuti da CoolMiniOrNot hanno insegnato, per cui si è lanciata proponendo su questa piattaforma, in anteprima al pubblico americano (purtroppo, lo anticipo, la spedizione in Europa è molto costosa, perchè la produzione avverrà con base negli States) il loro gioco di combattimento tra navi ambientato all'epoca delle guerre napoleoniche.

venerdì 8 marzo 2013

[I Classici] Carcassonne

scritto da Fabio (Pinco11)

Scorrendo nell'elenco, sempre più lungo, dei titoli dei quali abbiamo parlato sul blog, noto che di Carcassonne, ideato da Klaus-Jurgen Wrede (autore, in seguito, principalmente dei numerosi seguiti ed espansioni del suo capolavoro) ed edito da Hans im Gluck nel 'lontano' 2000, non abbiamo mai proposto, presi dalla nostra frenesia di parlare sempre delle novità, una vera e propria recensione.

Colmo quindi oggi questa lacuna, iniziando a dire, per chi non ne avesse mai sentito parlare (immagino una minoranza esigua, per i visitatori quotidiani del nostro blog), che si tratta di uno dei (perdonatemi il bisticcio di parole) classicissimi tra i giochi da tavolo moderni. E' infatti da circa una ventina d'anni al massimo che si è sviluppato un motore di ideazione e produzione che porta ora all'uscita, ogni anno, di centinaia di nuovi giochi (il fenomeno riguarda in nostro paese solo marginalmente ed è per questo che il neofita che stia leggendo questo articolo per caso si può sentire del tutto legittimato ad aver ignorato la cosa fino ad ora) e Carcassonne, nelle migliaia di giochi usciti negli ultimi dieci anni rientra nel lotto dei 10-20 titoli di catalogo, continuamente ristampati e dotati di una edizione italiana (da parte di Venice ConnectionGiochi Uniti).

giovedì 7 marzo 2013

Bora Bora - Recensione


scritto da polloviparo.

Bora Bora, grande assente all’ultima fiera di Essen, si è fatto attendere, ma ora possiamo affermare che la  lunga attesa è stata premiata.
Chi di voi non ha mai provato ad abbozzare qualche gioco proprio? Chi non ha mai fatto qualche scarabocchio su di un foglietto con penna o matita, accennando a qualche meccanica.?
Beh io l’ho fatto e anche più di una volta. Era da diverso tempo che i miei sforzi si concentravano sul riuscire ad utilizzare i dadi con un sistema di worker placament, in cui il valore del dado decretasse l’ampiezza dell’azione e il valore limitasse in qualche modo le possibili giocate degli altri.
Vi ricorda qualcosa? A me sinceramente sì… ;) Capirete la mia grande sorpresa quando ho letto di Bora Bora; se i miei tentativi erano rimasti semplici bozzetti su fogli di carta sparsi, Feld si era cimentato in qualcosa di analogo!
Per la grande fiducia che ripongo nell’autore e anche curioso di vedere come aveva risolto diverse problematiche in cui mi ero imbattuto, ho acquistato Bora Bora a scatola chiusa senza nemmeno leggere il regolamento.
Non essendo la prima volta che Feld metteva alla prova se stesso con un uso alternativo dei dadi, si vedano ad esempio Macao e Castle of Burgundy, non avevo dubbi sulla reale possibilità di acquistare un buon titolo.
Cosa dire la mia fiducia è stata ben riposta, Bora Bora si è rivelato un titolo forse addirittura migliore delle mie aspettative.


mercoledì 6 marzo 2013

Norimberga e dintorni (II)

scritto da Fabio (Pinco11)

La fiera è risultata anche quest'anno ricchissima di titoli presentati, con diverse centinaia di novità proposte: teniamo però conto del fatto che non tutte vanno sommate ai numeri di Essen, in quanto una buona fetta è stata solo annunciata, con reale disponibilità che arriverà magari proprio per la prossima Essen ed un'altra che rappresenta solo il momento in cui il gioco, magari già 'contato' alla Spiel, è divenuto disponibile in quantità.
Comunque la sensazione è quella che alcune fasce di titoli, ossia quelli per i più piccoli e per famiglie (più sul party game), tendano ad essere proposti in questa rassegna (dedicata in modo più ampio al 'gioco' - toy), piuttosto che nell'affollata sede di ottobre. I titoli che maggiormente interessano ai nostri lettori, quindi (noto una predilezione per gestionali e/o comunque roba per gamers) sembrano seguire un diverso percorso, con campagne kickstarter che fioriranno nei prossimi mesi.
Vabbè, bando alle ciance e via alla rassegna di titoli!!

martedì 5 marzo 2013

[giochi da zaino] Memento

Memento - Recensione di Nero79

Girovagando nel centro commerciale in cui vado di solito qui in Germania, mi dirigo nel solito negozio di giocattoli tedesco e, tra il nuovo Bora Bora di Feld e le immancabili e innumerevoli scatole di Dominion vedo un gioco di carte che ha qualcosa di familiare... Memento... come il film... ma chi l'ha fatto? Mmmm Mori, Memento Mori (mo me lo segno... anzi no va... mo me lo compro). Così dopo un'occhiata veloce alle regole lo propongo al gruppo.

lunedì 4 marzo 2013

Recensione - Al Rashid

scritto da Fabio (Pinco11)

Esordio ambizioso quello della Yemaia, neoeditore di casa nostra, con il suo Al Rashid (ideato dalla coppia Zizzi - De Michele), titolo gestionale (per 2-5 giocatori, tempo medio da un'ora abbondante, molto, in su, contiene testo in lingua inglese, così come lo è il manuale) ambientato all'epoca del califfo Harun Al Rashid, abasside nell'VIII secolo dopo Cristo.
I giocatori, calatisi nei panni di altrettanti leader di influenti famiglie, entrano in competizione tra loro per la conquista del maggior prestigio possibile, il tutto coltivando i complessi rapporti con le gilde dominanti, con la politica ed il palazzo del califfo, nonchè, soprattutto, il commercio, sulle pericolose vie di comunicazione dell'epoca.
Il titolo si propone come prodotto solido, con meccaniche di gestione azioni, collezione set e maggioranze e forte interazione tra i giocatori: le regole, che inizialmente possono apparire complesse, in realtà si spiegano facilmente, per cui può essere adatto anche a non gamers (i quali ultimi però sono il suo target ideale), purchè un minimo scafati.

domenica 3 marzo 2013

Anticipazioni: Firefly

Scritto da Fabio (Pinco11)

Firefly è il titolo di una serie tv uscita intorno al 2002 negli States, dove, purtroppo, è andata incontro ad una prematura cancellazione (dopo 14 episodi) per via della dura legge degli ascolti. L'ambientazione era quella di una sorta di 'frontiera' nello spazio, assimilabile a quella del vecchio west, con protagonista il raccogliticcio equipaggio della Serenity, dedito a diverse occupazioni, tra le quali il contrabbando, le rapine e via dicendo.
Il fatto che poi ne fosse autore un certo Joss Whedon (quello di svariate altre serie, come Buffy), contribuì negli anni seguenti a far raccogliere intorno al progetto della serie una comunità di fan, i quali cercarono incessantemente di spingere qualche produttore a riprendere la serie: il risultato fu quello di ottenere la realizzazione di un film, ovvero Serenity, il quale perlomeno diede diverse risposte alle domande aperte nel corso della serie tv. Anche il film ha però avuto una sorte simile alla serie che lo ha originato, con incassi al cinema appena sufficienti per coprire le spese, ma con un follow up di vendite dei DVD che sono proseguite a lungo in seguito: ora i fan stanno battagliando per avere un sequel.

sabato 2 marzo 2013

[Boardgames World] La VentoNuovo Games

scritto da Fabio (Pinco11)


All'interno della categoria dei boardgamers vi sono diverse sotto - nicchie, popolate da appassionati di varie forme del gioco da tavolo ed una delle più storiche di esse è rappresentata sicuramente dal gruppo degli wargamers. 
E' a loro che si rivolge la italiana VentoNuovo Games, editrice che ha sfornato giusto pochi mesi fa il suo primo titolo, ovvero Blocks in the East, dedicato al fronte russo della seconda guerra mondiale ed ideato da Emanuele Santandrea. Il gioco si svolge su di una mappa ad esagoni in materiale laminato e le pedine sono costituite da blocchi in legno sui quali sono applicati i classici simboli identificativi delle unità combattenti (ed i loro valori) come in tradizione dei più classici giochi di guerra.

Diversi sono i livelli di competizione/difficoltà previsti dal gioco, che è adatto per due giocatori o comunque per due schieramenti, proponendo però regole addizionali per il solitario, nonchè regole per il gioco base, per una versione avanzata e regole aggiuntive opzionali. Sin d'ora rinvio alla pagina web della casa per maggiori info.

venerdì 1 marzo 2013

Norimberga 2013: per bambini ... e non solo (I)

scritto da Carlo Rossi

[Carlo A. Rossi si è trasformato già ad Essen nel nostro inviato per il settore kinder, ossia per i giochi dedicati al pubblico dei più piccoli. Poichè essi, che non leggono il nostro blog, almeno nella fascia dei cinque anni, non giocano da soli, ma spesso insieme ai genitori, ecco e voi una utile selezione del meglio della fiera. Aggiungo che il buon Carlo è un esperto, anche perchè è autore di diversi titoli appartenenti a questa categoria: quest'anno erano proposti Im Grossen Zauberwald (Huch), Family Farm (Piatnik) ed Ab in die Tonne (Abacus). Bene, vi lascio alla sua sapiente guida in questa carrellata in due puntate ;)]

Sulla scia di quanto già fatto per Essen 2012, ecco una carrellata dei giochi per bambini (5+) che sono stati annunciati a Norimberga 2013. Purtroppo, a differenza di quanto avvenuto a Essen, in tantissimi casi non ho potuto fare una partita intera ai giochi (Norimberga non è una fiera mercato come Essen, ma è destinata principalmente agli operatori del settore); il più delle volte dovevo accontentarmi di giocare 1 o 2 turni e in taluni casi di descrizioni sommarie, soprattutto quando mi ritrovavo i componenti del gioco… incollati al tavolo! Ne consegue che potrò dare solo le mie impressioni, e talvolta potrebbero esserci delle imprecisioni nelle descrizioni.