martedì 25 settembre 2012

7 Wonders: Cities - Anteprima

Scritto da Chrys.

Di questa espansione per il pluripremiato 7 Wonders avevamo solo velocemente accennato in una delle tante anteprime pre-Essen che in questo mese Fabio sta sfornando a ritmi serratissimi.

Questa espansione che prende il nome di 7 Wonders Cities con mio stupore è già arrivato sugli scaffali (avrei scommesso uscisse per Essen) e me ne sono subito procurata una copia in visione da una mia amica ed eccomi a farvene una grassa anteprima.

Penso che 7 Wonders lo conosciate tutti, ma nel caso non ne sappiate nulla perchè nuove leve del nostro hobby potete trovare tutte le informazioni nei vari articoli da noi pubblicati nell'ultimo anno e mezzo.

Sulla carta questa espansione promette di portare numerose novità soprattutto a livello di gameplay e di interattività tra i giocatori... vediamo assieme come.


NELLA SCATOLA
Il formato è quello di 7 Wonders Leaders e troviamo al suo interno un mazzo di carte, un foglio di token, un nuovo blocco punti e due nuove plance di gioco che quindi ci danno due nuove meraviglie con cui giocare, e cioè Petra e Bisanzio.


COSA CAMBIA?
Ovviamente le due nuove città comportano già una variante potenziale: in particolare Bisanzio sviluppando la meraviglia fornisce dei token colomba. Questi token, ottenibili anche con alcune delle nuove carte, rappresentano il pacifismo e permettono di saltare la fase di combattimento... ma cosa ancora più interessante mettono in confronto diretto i propri due vicini (come se non si fosse in gioco) il che in termini di gioco costringe a tener conto anche della forza militare di chi non ci è adiacente!

Il mazzo di carte contiene una nuova tipologia, le carte nere, che forniscono effetti speciali di vario genere (colombe, milizia più forte, ecc.) diversi dei quali influiscono anche sui vicini (ad esempio far perdere monete ai vicini, o guadagnare monete dandone però alcune anche ai vicini). 

Ci sono 9 carte nere per ogni epoca e per farle rientrare in gioco se ne aggiungono ad ogni mazzo era tante quanti i giocatori partecipanti (questo fa si che si parta ogni era con 8 carta e che vi siano quindi 3 turni extra di gioco).

Alcune carte hanno un nuovo simbolo (la mascherina da spia) che permette di clonare carte verdi avversarie.



Oltre alle carte nere abbiamo anche 6 nuovi leader e 3 nuove gilde che interagiscono con le nuove dinamiche di gioco.

Troviamo anche dei token debito legati al fatto che diverse carte fanno perdere denaro: se non si ha denaro a sufficienza si è costretti a prendere tanti token debito quanti i soldi mancanti, e questi a fine partita valgono -1 punto l'uno.

GIOCO A SQUADRE
C'è ora anche la possibilità di giocare a squadre (fino ad un massimo di 8 giocatori divisi in 4 squadre da 2): entrambi i compagni di squadra avranno una meraviglia ed un proprio mazzo di carte, ed anche denaro e risorse saranno distinte. In compenso potranno mostrarsi le carte e studiarsi una strategia comune e non si combatteranno tra loro ma solo con i vicini avversari. 

In realtà mi sembra che per approfittare di questa opzione l'espansione non serva a nulla (perlomeno se si volesse giocare in 3 squadre da 2) ma è comunque un valore aggiunta pprezzabile che sperimenterò appena possibile.

Il gioco lo trovate già in vendita su Egyp e nei principali negozi specializzati (online e non) nella versione inglese, mentre in italiano uscirà a breve tradotto come sempre dalla Asterion.


-- Le immagini sono tratte dal manuale del gioco o dal sito della casa produttrice (Repos Production) alla quale  appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. -



3 commenti:

  1. Ho già testato in 8 partite l'espansione Cities. Funziona a meraviglia e credo rappresenti il punto d'arrivo del percorso di evoluzione di 7 Wonders. Le carte nere rappresentano delle vere e proprie mine vaganti all'interno della partita, in grado di disinnescare piani e strategie, non sai quali sono in gioco e devi essere pronto ad ogni evenienza, o sperare. L'abilità diplomatica è infida e velenosissima, costringendoti ad allungare gli occhi su altri giocatori dei quali non saresti strettamente tenuto ad occuparti. Insomma, da non perdere per tutti quelli che amano questo gioco. Ciao
    Guido

    RispondiElimina
  2. Grazie delle tue impressioni, che confermano l'idea che mi ero fatto al primo impatto. ^__^
    Hai notato allungamenti sensibili nella durata del gioco (in 8 con le carte nere)?

    RispondiElimina
  3. Ciao Christian, no, la durata delle partite non è allungata assolutamente (o comunque, se lo è, in modo del tutto irrisorio, occorrono solo 2-3 partite per conoscere le carte). E' solo il setup che è un pochino più...articolato. Ma ne vale le pena!!!! :-))))
    Guido

    RispondiElimina