mercoledì 4 gennaio 2012

Eclipse - Tutorial Video e Recensione

Scritta da Chrys

Negli ultimi mesi c'è stata un'accesa carica di aspettative per Eclipse, gioco di esplorazione e conquista spaziale per 2-6 giocatori. Il gioco ha origini nordiche in quanto sia il game designer (Touko Tahkokallio) che gli illustratori sono finlandesi.

L'avevo visto con Fabio durante la presentazione ad Essen ma non avevo avuto modo di provarlo allora, quindi sono stato molto felice che una mia amica lo abbia ricevuto per natale e mi abbia finalmente permesso di provarlo.
L'edizione internazionale contiene un manuale in inglese, francese e italiano (urrah!), e nasce invece dalla sinergia tra Rebel Publishing, Asmodée e Asterion. Il gioco è comunque completamente indipendente dalla lingua e nella scatola sono semplicemente presenti i manuali nelle 3 lingue.

NELLA SCATOLA
La scatola è di grande formato, circa una volta e mezza la dimensione di un Ticket to Ride, ed è letteralmente stracolma di materiali: 6 grandi plance per i giocatori (con due facce, umani da un lato e 6 diverse razze di alieni dall'altro), una grossa plancia comune per gli sviluppi tecnologici e i componenti delle astronavi, dozzine di esagoni con settori spaziali, più qualche secchiata di cubetti di legno e token di cartone.
I materiali sono di buona qualità, con un design funzionale e chiaro... le grandi plance sono di cartoncino sottile, ma più che adatte allo scopo, ed estremamanete belle. Le astronavi in plastica nei tre formati sono le stesse di Eminent Domain.

COME SI GIOCA
Non mi dilungo oltre a spiegarvi le regole e le meccaniche e vi lascio direttamente al tutorial video completamente in italiano realizzato da Alkyla per il suo canale su YouTube chiamato Tocca a Te, di cui vi abbiamo già mostrato in passato altri filmati.
Come suo solito il filmato è allo stato dell'arte, chiaro e preciso, e posso dirvi per esperienza diretta che è uno strumento fantastico per imparare a giocare: ho provato personalmente ieri il gioco per la prima volta e una volta visto il video sono bastati 5-10 minuti di chiarimenti per entrare nel gioco con le idee ben chiare.




COSA NE PENSO
Per quelli di voi che amano le statistiche il gioco ha scalato rapidamente le classifiche di Boardgame Geek piazzandosi in 2 mesi nientemeno che al 20° posto nella classifica globale (scavalcando molti mostri sacri) e addirittura all'8° posto di quelli strategici (dove lo troviamo tra Brass e Dominion); con oltre 1000 voti ha ancora una media dell'8,6.

Il gioco ricade nella stessa categoria tematica di Twilight Struggle e Ad Astra, andandosi a posizionare in una fascia intermedia tra i due per difficoltà e lunghezza, e con un approccio molto alla tedesca, seppur sia presente l'uso del dado nei conflitti.

La plancia modulare esplorabile è ben congegnata, con diversi  tipi di settori a seconda che siano interni, medi o esterni, che vengono scoperti man mano. Sono presenti incontri con anche gli antichi (una razza aliena neutrale che controlla alcuni settori).

Si tratta di un gioco con un regolamento elegante che permette un amplissimo numero di strategie, contemplando anche nelle regole i trattati politici di non belligeranza, lo sviluppo, la gestione risorse e quella economica, la produzione di astronavi, la gestione delle tecnologie delle singole classi di astronavi, e molto altro.

La durata del gioco è comunque impegnativa, pur non arrivando ai livelli di Twilight Imperium: parliamo di circa 40-45 minuti a giocatore ma tenete conto anche un ora a giocatore almeno le prime partite. Devo comunque dire che mi ha lasciato una noevole voglia di rigiocarlo, nonostante le quasi 4 ore di gioco (eravamo in 4, per due dei quali era la prima partita).

Da lato estetico, a primo acchito ricordo che vedendolo ad Essen pensai fosse un pò "sciatto" con questi vari cubetti e le plance esagonali, ma a posteriori mi rendo conto che la grafica è chiara e alla fine comunque d'effetto, come vedete dalle foto della partita da me scattate.

Certamente non è un gioco per tutti e, sebbene la complessità sia più nella strategia da fare e non tanto nell'eccessiva complessità delle regole, mira a giocatori con già una certa esperienza e appassionati; non è un buon gioco per introdurre dei neofiti, anche in virtù della lunga durata e dell'ampio numero di scelte che può spiazzare.

Riguardo alla rigiocabilità siamo ai massimi livelli grazie alla pesca casuale dei settori di spazio, alla possibilità di usare 7 razze diverse (contando anche gli umani), a un "albero" degli sviluppi tecnologici che per motivi di tempo/risorse ci permette al massimo di incorporare un terzo dei potenziali sviluppi, e alla possibilità di personalizzare le varie classi di navi (motori, cannoni, scudi, generatori, computer e vari altri upgrade oltre alle tecnologie aliene).

QUANTO COSTA
Il prezzo è naturalmente importante, ma in questo caso è giustificato dall'abbondanza e qualità dei materiali... stiamo parlando di circa 69 euro di costo al pubblico, ma onlne si può trovare a qualcosina in meno; potete anche trovarlo da Egyp in superofferta a circa 54 euro.

-- Le immagini sono tratte da BGG o dal sito della casa alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco e saranno rimosse su semplice richiesta --

11 commenti:

  1. anche su egyp è a 65,50€ :)

    RispondiElimina
  2. Grazie della segnalazione... ho aggiornato l'articolo ^__^

    RispondiElimina
  3. su mondogdr.it è 63,90€

    RispondiElimina
  4. Stupendo gioco, mi ha affascinato subito, pro rispetto ad altri titoli della sua famiglia 4X il tempo di gioco all'incirca 30/40 minuti a giocatore.

    Contro:
    Astronavi potevano essere molto più carine anzichè usare lo stesso tipo di quelle di galactic Emperor, vedi quelle di TW3 sono più belle.
    Nelle tecnologie i missili sembrano, specialmente se esce una solo tessera in una partita, essere troppo forti rispetto a tutte le altre di attacco/difesa. Non consumano energia e con un buon setup colpiscono al 2/4+ le astronavi avversarie.

    Le razze sono 7 e sembrano ben bilanciate, anche se 2 risultano secondo me avere una marcia in più rispetto alle altre (Planta e Discendenti di Draco). Infatti verso la fine della partita saranno quelle che riceveranno più "attenzioni" da parte di tutti i giocatori, per prendergli i punti vittoria conquistati nelle prime fasi di gioco.

    Comunque ogni partita è diversa dall'uscita delle tecnologie che andranno ad incidere sulle scelte dei giocatori, esplorazione della galassia che porterà ad espandedrsi e a creare nuove strategie in base agli esagoni conquistati,guerre fra i vari giocatori e contro gli antichi per la conquista/possesso degli esagoni migliori.

    Detto tutto ciò è il mio gioco preferito dell'anno ;)

    Gioco

    RispondiElimina
  5. Stavo attendendo questa recensione da quando il gioco e' uscito a Lucca. Avevo stressato in passato Fabio su cosa pensasse del gioco visto che seguo il suo blog tutti i giorni. Ora sono Felice ^^

    Gioco bellissimo che ho seguito dai primi accenni su boardgamegeek, monitorando il suo forum e tutte le notizie che gli autori centellinavano sulle regole/modifiche via via che il gioco prendeva forma. Oltre ad avere delle meccaniche originali e ben testate, secondo me il gioco si presta a grandi possibilita' future, infatti se proprio vogliamo muovergli una pecca, la parte diplomatica c'e' ma e' praticamente ininfluente (il cippettino +1 o il -2 per aver infranto l'alleanza e' un po poco) ma in rete si trovano gia' decine di espansioni e idee molto carine. E' anche vero che da qualche parte il famoso 4x doveva essere un po' ridotto altrimenti non potrebbe mai durare 30-40m a giocatore.A tal proposito ho notato che una volta che tutti i giocatori conoscono le regole e danno una mano a preparare e riporre il gioco, i tempi si riducono notevolmente anche sotto le 3 ore (con il gioco riposto nella scatola non mi pare poco visto quanti pezzi sono!! ^^; )

    Ho avuto la possibilita' di fare diverse partite sia in 3 che in 4 giocatori. Dalla mia esperienza ho notato che se giocato in 3 con razze differenti da quelle terrestri alcune sono veramente sbilanciate (in rete i planta consigliano di non usarli se non in minimo 4 giocatori), ma io credo che proprio il gioco perda un po' solo con il numero 3 in quanto per una questione che chi tende ad invadere o staccarsi dal gioco rintanandosi all'esterno faciliti un po' chi si fa un po' i fatti sua e mentre i due cercano di darsele perche' uno fa + punti espandendosi e l'altro cerca di frenarlo impadronendosi dei suoi territori, il terzo fa quello che gli pare e poi si mangia i poveri bischeri che se le sono date per la gloria. Difficilmente il tutto sara' organizzato con i 3 che se le danno un po' per uno quindi ci sara' quello che attendendo e giocando di rimessa sulle battaglie altrui ci guadagnera' sicuramente. Parlo cosi' perche' una volta che conosci il gioco, fa un po' rabbia perdere cercando di frenare il primo giocatore e fai vincere chi se' fatto i fatti suoi e che ti prende alle spalle...il tutto dovuto alle meccaniche di differenziazione delle razze (alcune si espandono + facilmente, oltre ai planta anche un altro paio di razze si espandono + facilmente per vari motivi)
    Il succo del discorso e' che il gioco secondo me funziona bene in 2 o da 4 giocatori in su (fino a 6 ovviamente) in quanto ogni giocatore deve avere almeno 2 fronti diretti diversi su coi confrontarsi, altrimenti si rischia di avere terreno (spazio ^^) fertile per far punti senza tanti intralci da parte degli altri giocatori.

    Per concludere tengo a sottolineare il fatto che quando un gioco che dura 3-4 ore un volta concluso, che tu abbia vinto o abbia perso, tutti i tuoi amici ti dicano: beh la prossima volta voglio provare con quella razza...dai sai come e' bello in 5 o 6 giocatori?? quando lo rigiochiamo?? cavolo pero' che navi micidiali avevi fatto...dai pero' hai avuto C..o in quella battaglia, pero' poi ti ho vinto di la...ecc ecc
    beh credo che gli autori abbiano fatto proprio centro ( e io che ho stressato i miei amici su sto gioco prima ancora che uscisse ahahahah)

    saluti
    Stefano

    ps il gioco l'ho comprato a lucca per 65Euro compresa l'espansione Superonva che come avevo detto a Fabio via email non mi aspettavo regalassero. il costo e' molto alto ma ci sono giochi che pagi in proporzione di + e non hanno tutti questi materiali, peccato solo che sia fatto in Cina anche se il materiale e' solido e di buona fattura (e' una mia imposizione cercare di non comprare roba cinese...ma oramai e' impossibile)

    RispondiElimina
  6. @Stefano: son contento di averti reso felice ^__^ ...detto questo grazie per il lungo commento, senza dubbio molto interessante (ad oggi ho avuto esperienze dirette solo del gioco a 2 e di quello a 4 quindi le tue considerazioni sulle partite a tre sono utilissime).

    PS: come hai trovato l'espansione supernova?

    RispondiElimina
  7. @Stefano : 2 critiche, se si gioca in 3 e uno si isola e gli altri 2 si corcano, non e` colpa della meccanica del gioco, e` colpa dei giocatori se il terzo riesce ad aproffitarne. Pensa che nei report stranieri, chi si isola perde sempre.

    I rapporti diplomatici sono importanti piu` che mai in questo gioco, il fatto che ricevi 1PV e` abbastanza importante (la media dei PV per azione e 1,3 circa), ma soprattutto stai "distribuendo" un tuo cubo popolazione per avere dei vantaggi nelle risorse che necessiti.

    Per mia esperienza personale questo gioco mi da sempre la sensazione di non aver mai fatto abbastanza punti per vincere. Poi alla fine della partita invece risulto sempre avere un buon punteggio. Questo perche` fino all'ultimo dado tirato non sai mai se avrai vinto o perso, e questo mi piace :)

    Il mio parere persone e` abbastanza semplice, come tutti gli strategici e` troppo giovane per vedere le "sbilanciature", anche i missili che paiono visibilmente sbilanciati, hanno un costo tecnologico importante e anche se riescono a vincere le battaglie non tolgono i cubetti popolazione negli esagoni e 10 PV o piu` si fanno solo di esagoni mentre 2/3 battaglie con i vicini ci danno in media 6PV + e 3PV+ al nostro avversario.
    Considerando, medie, statistiche, tattiche e strategie che questo gioco da a disposizione ci sarebbe molto da discutere, e anche questo mi piace :)

    RispondiElimina
  8. Ciao ludica, forse non mi sono spiegato(nonostante il post lunghissimo, e' che sono solito dilungarmi un po'troppo anche per spiegare le cose piu semplici...non ho il dono della sintesi ^^)

    L'appunto mosso nei confronti della parte diplomatica e' dato dal fatto che in rete molti la pensano cosi e che gia' esistono idee molto carine al riguardo. Diciamo che la parte diplomatica e' molto semplicistica, che poi sia funzionale al gioco, questo non lo metto in dubbio.
    E' anche vero che spesso si vince per pochi punti di differenza e il cippetino +1 o -2 puo' fare la differenza.Ma e' anche vero che tenersi il cippetino e non dichiarare guerra al "collega" spaziale ha delle ripercussioni strategiche notevoli a fine partita...

    Riguardo alle partite in 3 devo dirti che proprio chi si e' isolato ha sempre vinto, considera che se hai la fazione dei Draco e te ne vai in giro ampliandoti verso l'esterno e allontanandoti da tutti, costringi gli altri a doverti attaccare...il problema e' che qualcuno lo deve pur fare, se l'altro non "da una mano" e attende, ti prende alle spalle.
    Il fatto e' che forse non solo i planta sono un po avvantaggiati in 3 forse lo sono anche i Draco, ma eliminando anche questa razza, si perde il senso/bello del gioco (che senso ha, avere 7 razze se in 3 o due ne elimino 2 perche' sbilanciate?)

    Tengo a precisare che comunque questo gioco e' ricco di varie sfumature, e non sto muovendo critiche ma impressioni, come ho scritto nel post precedente questo gioco anche se perdi risulta godibilissimo perche' e' fatto di tanti fattori che lo rendono divertente e come hai detto te fino all'ultimo non sai se hai veramente vinto ho perso per pochi punti, questo rende il gioco avvincente e serratissimo fino alla fine.

    Riguardo ai missili, costeranno tanto e non attaccheranno la popolazione, ma con il neutro bombs che costa appena 2 risolvi il problema e asfalti tutti che e' una bellezza =D ed e' qui che vedi tutte le potenzialita di sto gioco...ne ha decine.

    Rimane il fatto che in 3 per me si sbilancia un po' in base alle razze in gioco =P

    Ciau che devo lavorare!!!
    Stefano

    RispondiElimina
  9. Scusate, nel mio lungo monologo precedente, mi sono scordato di rispondere alla domanda di Chrys riguardo l'espansione supernova che forse non tutti hanno avuto la fortuna di avere come me insieme al gioco.

    Beh si tratta in pratica di due settori speciali con delle regole particolari e un upgrade molto carino da aggiungere ai segnalini scoperta simile ai missili ma con 3 dadi gialli.
    I due settori sono da aggiungere a settori esterni di LV III, sono molto remunerativi in termine di risorse ma presentano una variabile che consiste per ogni esagono Supernova, tira due dadi all'inizio della fase di Ripristino. Aggiungere i loro valori e il numero di tecnologie in gioco dove il proprietario ha il minor numero esadecimale Technologies. Se l'esagono non ha un disco Influenza, nessun bonus Technology è aggiunto. Se il risultato è uguale o inferiore al numero di round, la supernova esplode. Tutte le navi e le strutture vengono rimossi dal esagono e, i cubetti di popolazione tornano nel cimitero, disco Influenza torna nella propria traccia Influenza e l'esagono è capovolta. Si può passare su un esagono Supernova esploso con la tecnologia Wormhole Generator, secondo le normali regole.

    Ehm...ho praticamente ricopiato le regole del gioco, ma in sostanza non l'ho provata perche' non mi e' sembrata molto interessante come espansione oltre che aggiungere ulteriore (s)fortuna al gioco fa ben poco. Il cippettino aggiuntivo, invece mi e' sembrato molto carino e quello lo usiamo sempre, anche se non e' mai uscito!!! cavolo...eheheheheh

    Per concludere la ritengo un espansione abbastanza inutile oltretutto ho visto i prezzi in rete e mi sembrano alquanto assurdi, un conto e' averla gratis ma pagarla mi sembra non ne valga la pena, c'e' di meglio in rete!!!

    Saluti Stefano

    ps anche oggi un bel monologo ^^; scusate

    RispondiElimina
  10. @Stefano: Grazie mille delle dritte sull'espansione!! (e non devi scusarti per la lunghezza dei commenti... anzi grazie per la precisione e i dettagli).

    RispondiElimina
  11. Dopo qualche partita, posso dire che a mio parere la cosa che più sbilancia il gioco sono le ricompense a fine battaglia e i segnalini scoperta.

    I primi danno la possibilità di fare facilmente 8-10 punti vittoria. Chi prima combatte ha più chances di pescare i segnalini con i punteggi più alti, e quindi chi si riduce a combattere negli ultimi turni risulta penalizzato.
    Ok, funziona nell'ottica di evitare che i giocatori esplorino verso l'esterno, stimolando le interazioni belligeranti tra giocatori....però, a parte il fatto che non sia una gran trovata, mi sembra un po' esagerato che alla fine si arrivino a fare gli stessi punti che si possono avere occupando i settori della galassia, che valgono una miseria.

    Anche i segnalini scoperta hanno effetti davvero devastanti sull'equilibrio delle forze in gioco. Anche qui il tutto è fatto per forzare l'esplorazione, ok, ma per farvi un esempio nell'ultima partita difendevo tutti i settori chiave della mia zona grazie ad un singolo super-potenziamento piazzato sulle mie starbase. Potenziamento acquisito con un segnalino scoperta.

    Capisco quindi che tutte queste scelte siano fatte nell'ottica di ravvivare il gameplay, soprattutto considerando i soli 9 turni di durata massima, ma forse si è finiti per dare al caso un eccessivo peso nelle dinamiche di gioco, forzando il più delle volte i giocatori non tanto a pianificare una propria strategia, ma piuttosto a cercare costantemente di porre rimedio ad una pescata fortunosa di un altro giocatore.

    Un'ultima cosa, le miniature delle navi fanno veramente pena. Commento inutile e superficiale ma che sento di fare. Non stiamo parlando di una grande casa di produzione, lo capisco, ma personalmente si poteva fare di più...


    Si tratta comunque di un ottimo gioco. Non lasciatevi fuorviare del fatto che abbia elencato solo cose negative, i pregi infatti sono molti di più!

    RispondiElimina