sabato 26 novembre 2011

Urban Sprawl - prime impressioni

Scritto da pollo e oviparo ;)

Sono finalmente riuscito a provare il nuovo titoli di Chad Jensen della GMT Games (per 2-4 giocatori, tempo medio a partita 180 minuti, dipendente dalla lingua, ovvero le carte presentano abbondante testo in lingua inglese), ossia Urban Sprawl ed eccomi qui a condividere con voi le mie impressioni a caldo.
Come sempre, quando si parla di impressioni a caldo significa che si basano su di un’unica partita e quindi prendetele con le pinze.
Avendo trovato Dominant Species uno dei migliori giochi degli ultimi tempi le mie aspettative erano veramente alte e devo dire che… Aarrgh.. cosa sta succedendo…. Aaarrgghh.. mi sto sdoppiando… aaaaaaahhhh…. :


oviparo: “Ciao a tutti!”

pollo: “e tu chi saresti?”

oviparo: “è semplice sono il tuo alterego cattivo!”

pollo: “e che diamine vuoi? Devo parlare di Urban Sprawl…”

oviparo: “appunto, voglio assicurarmi che tu lo faccia correttamente!”

pollo: “scusate amici lettori, torniamo a noi. Urban sprawl è un bel gioco, con qualche ma e qualche se, ma fondamentalmente un bel gioco.”
oviparo: “Qualche ma e qualche se dici?!? Diciamo che è un brutto gioco con qualche nota positiva!”

pollo: “no dai non si piò dire che è un brutto, gioco, certo a mia avviso inferiore a Dominant species e forse le aspettative hanno contribuito ad avvertirne gli aspetti negativi però brutto no!.”

oviparo: “vai avanti, vai avanti….”

pollo: “come saprete Urban Sprawl è un gioco in cui bisogna costruire una città. Ci sono diverse cariche politiche da rivestire che danno dei benefit. Gli edifici sono di diversi tipi ossia commerciali, residenziali, industriali, ecc… Per edificare si deve pagare il costo degli edifici, variabile a seconda del lotto in cui vengono edificati e bisogna osservare delle regole di adiacenza, bisogna inoltre essere  in possesso delle licenze edilizie necessarie e utilizzare il giusto contratto.
Alla costruzione degli edifici seguono generalmente dei punti e dei vantaggi che vanno dall’incrementare il proprio punteggio o il proprio patrimonio al danneggiare gli altri.
Il tutto intermezzato da “eventi e imprevisti” che danno un po’ di sale al gioco! Potete comunque leggere il regolamento completo a questo indirizzo.


oviparo: “sale al gioco dici?!? Ma sono totalmente casuali… magari costruisci un edificio commerciale, spendi un sacco di soldi e PAM! Esce subito dopo una carta che te lo rade al suolo con buona pace del tuo investimento… hai fatto bene a parlare di eventi e imprevisti, così i lettori capiscono che parli di una specie di monopoli… oops hai fatto sei col dado vai in prigione senza passare dal via!”

pollo: “ma cosa stai dicendo?!? Monopoli… ma non scherzare… Gli eventi ci sono è vero a volte sono anche effettivamente molto distruttivi, ma è sufficiente conoscere le carte e cercare di prendere le dovute contromisure”

oviparo: “conoscere le carte… certo fosse facile… a parte che ce ne sono TANTE… ma anche se le consoci come la mettiamo con l’oridine in cui escono? Se cerchi di prevenire gli effetti nefasti delle carte non fai più nulla… te ne stai fermo a guardare. Fermo rimanendo che magari non esce l’evento sfortunato, ma ci pensa il giocatore alla tua sinistra a spostare un gettoncino e ad azzerrare il tuo cospicuo investimento”.

pollo: “ehmbè, dove sta il problema, è un gioco con forte interazione diretta. Puoi modificare gli edifici sulla plancia e danneggiare gli altri!”

oviparo: “la cosa mi sta bene quando uno può difendersi o prendere delle contromisure, qui sei letteralmente in balia degli eventi e degli altri giocatori, se vuoi ti insegno qualcosa sul kingmaking.”

pollo: “non ho bisogno di lezioni grazie… guarda che il kingmaking è sempre presente in giochi molto competitivi.

oviparo: “sì, ma qui è veramente troppo.”

pollo: “no guarda ti sbagli se conosci le carte puoi difenderti dagli eventi e prendere delle contromisure contro gli altri giocatori, non sei in balia del caso…”

oviparo: “per me è totalmente caotico, ma vai pure avanti.”

pollo: “scusate per questa intromissione, ma non so come sbarazzarmene… qualcuno sa come si scaccia un alterego cattivo? Comunque dicevo il gioco ha una forte interazione diretta e si basa su dinamiche di AP, ossia Action Point.

oviparo: “bravo, bravo, parla degli AP, che non è l’acronimo di Action Point, ma di Analysis Paralaysis… 6 punti da spendere, 8 se sei l’union boss, basta un bel giocatore pensante al tavolo e mi auguro che tu abbia una settimana enigmistica a portata di mano per ingannare l’attesa.”

pollo: “tutti i giochi con AP soffrono di analysis paralysis”.

oviparo: “non sono d’accordo e comunque possono essere strutturati in modo che i turni siano più brevi. Qui fai le tue azioni e poi aspetti venti minuti che torni il tuo turno, senza fare niente… o meglio vedendo i tuoi edifici che vengono distrutti perché c’è stato un terremoto o quel birichino del giocatore alla tua destra che ha in mano il contractor, voleva edificare proprio lì… alla faccia del downtime! Fra un turno e l’altro potevo farmi una partita a 7 wonders! E poi dai tre ore per un gioco del genere sono davvero tante.”

pollo: “a me personalmente la durata non ha pesato, però sui tempi morti fra un turno e l’altro obiettivamente devo darti ragione, però considera che era la prima partita, bisogna leggere tutte le carte, secondo me si può velocizzare”.

oviparo: “perché non parli ai tuoi amici lettori della grafica?”

pollo: “ma è un gioco GMT…”

oviparo: “e con questo?”

pollo: “la gente non si aspetta grandi cose da un gioco GMT…”

oviparo: “e che cavolo di ragionamento è? Se compro un gioco della Days of wonder deve essere fichissimo o se no vado sul forum a lamentarmi e la GMT può pubblicare una plancia con una griglia, dei colori pessimi e delle carte senza neanche illustrazioni? Secondo me c’è qualcosa che non quadra”.

pollo: “chi compra GMT compra qualità di gioco e non di grafica…”

oviparo: “qualità di gioco?!? I tuoi edifici sono in balia degli eventi, il caos genera sovrano, se uno si becca più cariche pubbliche comincia a fare il bello ed il cattivo tempo e tu non riesci a contrastarlo… vogliamo parlare del Sindaco? Oppure vogliamo parlare del giocatore che possiede la tesserina MEDIA?”


pollo: “Vabbè ti danno dei vantaggi però se non vuoi subire, devi cercare di fare in modo di essere tu ad investire le cariche politiche, insomma non puoi lamentarti se gli altri giocatori giocano meglio di te!”

oviparo: “tu di quello che vuoi, ma a me non convince…”

pollo: “nessuno dve convincerti, però guarda che sono sicuro che è un gioco che richiede più di una partita per essere giocato correttamente. Quando impari a conoscere le carte, gli effetti delle cariche politiche, quali edifici è meglio costruire di conseguenza per il perseguimento del tuo obiettivo, vedrai che le cose cambiano. Secondo me è un altro master piece di Chad, un grande gioco dalle svariate strategie, con alta interazione fra i giocatori e dannatamente divertente.”

oviparo: “secondo me è un gioco eccessivamente lungo, ingovernabile, in cui non è possibile una strategia a lungo termine, ma solo sfruttare al meglio il proprio turno, troppo influenzato dal caso con un downtime eccessivo, una forte componente di kingmaking ed una grafica penosa…”

pollo: “scusa oviparo, ma ti faccio una domanda, come trovavi Dominant species?”


oviparo “quello sì che era un gran gioco, oddio la grafica era scarsa comunque, ma il gioco di tutt’altro livello. Le carte, anche se dannatamente forti sono visibili all’inizio e disponibili per tutti e non solo per il giocatore di turno. Le azioni si alternano riducendo i tempi morti. Veramente un altro gioco…”

pollo: “date retta a me il gioco merita, lo potete trovare su Egyp a  59,90 euro, non lasciatevelo scappare…”

oviparo: “ma, io fossi in voi mi risparmierei i soldi, se non l’avete compratevi Dominant species che è meglio!”

Aaarrrghh… arrgghhh. cosa sta succedendo?!?....

Scusate dove sono ?!? cos’è successo… non ricordo nulla… ricordo solo che volevo parlarvi di Urban sprawl che ho giocato di recente, ma ora non ho tempo, scusate… magari la prossima volta… ;)

-- Le immagini sono tratte da Bgg (postate da Carlos Ferreira, Bart de Groot Bob Archer, Chadwik), Tutti i diritti appartengono alla case editrice ed agli Autori. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco e saranno rimosse su semplice richiesta. -- 

9 commenti:

  1. Complimenti per la bella e divertente "recensione", mi sa che darò ragione al tuo alterego e lo lascerò negli scaffali online dei negozi ahahah.

    Queste recensioni anche se in stile "comico" servono più di molte recensioni a volte fatte con l'impeto dell'entusiamo, almeno si spiegano alcuni pregi e difetti che a volte il lettore non capisce perfettamente (forse sono duro come le pine verdi). Solo dopo l'acquisto si rende conto che il gioco che ha comprato non era quello che aveva letto o si immaginava da una recensione.

    RispondiElimina
  2. Grazie per i graditi complimenti.

    Il mio obiettivo con questa recensione "caricatura" era proprio quello di mettere in risalto sia gli aspetti positivi che negativi del gioco e sono contento di aver centrato l'obiettivo.

    Il gioco mi ha infatti letteralmente diviso a metà. Da una parte sento che mi è piaciuto, dall'altra vedo molti e innegabili difetti.

    Come ho scritto secondo me necessita di più partite per essere padroneggiato, ma alla prima lascia veramente una sensazione di essere estremamente caotico.

    Nello scrivere pregi e difetti, lascio quindi al lettore la scelta se ascoltare il recensore positivo o l'alterego negativo. ;)

    RispondiElimina
  3. L'alterego cattivo mi ha convinto a non approfondire oltre le info su questo gioco :)

    RispondiElimina
  4. L'alterego sembra essere più convincnte... praticamente sta 2-0... ;)

    RispondiElimina
  5. se continua così il tuo alterego ti chiederà di modificare il nick :)

    RispondiElimina
  6. complimenti per la rece, molto interessante l'ampio spazio che avete dato ai difetti... rende più obiettivo l'articolo.
    ne aspetto ancora :)

    RispondiElimina
  7. Bella recensione ma è un curioso modo di parlare male di un gioco! :D
    So che dici di essere diviso tra un parere positivo e uno negativo, ma la mia senzazione, come anche quella di altri che hanno qui commentato, è che il tuo alterego cattivo sia molto più convincente. ;)

    Un nota sulla grafica. Io ho giocato a Dominant species, mentre Urban Sprawl non lo conosco, e non sono d'accordo con l'alterego positivo sul fatto che, quando uno compra un gioco GMT, compra qualità di gioco e della grafica se ne frega. Per 60 euro voglio anche una grafica non bella, strafiga! Dominant Species ha una grafica ignobile per quello che costa.

    RispondiElimina
  8. A me Dominant Species è piaciuto solo a patto di interrompere la partita a metà.
    La parte finale è carica di valutazioni pesantissime da fare che possono essere sconvolte da una marea di piccoli eventi. In 2 parole: troppo lavoro mentale (e paralisi da analisi) per poi non essere neanche sicuri che serva a qualcosa.

    Con questo titolo invece io prendo per buona la parte analitica di Polloviparo che vede i difetti che un giocatore qualsiasi potrebbe non notare subito. Il fatto che poi tu ti costringa a sdoppiarti per eccesso di umiltà fa onore al tuo essere moderato ma ti avrei preferito meno pavido :P

    Linx

    RispondiElimina
  9. Io ho trovato pessimo Dominant Species per cui cosa devo pensare di questo titolo? :D
    Già mi sembrava pieno di tutti i difetti che dici DS.....figuriamoci che devo pensare di US

    RispondiElimina