mercoledì 28 settembre 2016

[Recensione] Battalia: The Creation

scritto da F/\B!O P.

Come già scrivevo per Gang Up!, a volte succede che una campagna parta male, venga cancellata e poi rilanciata dopo poco con enorme successo. Qui poi parliamo di DUE settimane! 01/06/15 lancio, 08/06/15 cancellazione, 23/06/15 rilancio: obiettivo 50.000€, raccolti quasi 105k. L'inesperienza può avere un prezzo molto alto: come si può lanciare un campagna SENZA la pagina BGG del gioco e con perhaps your next board game nel titolo?!?
Ad ogni modo il gioco è esattamente lo stesso ed è un gran gioco, per me uno dei migliori del 2015 (presente nella nostra top50 dello scorso anno). Ideato da Alexandar e Ledha Guerovi, edito dalla bulgara Fantasmagoria Games, è un titolo per 2-4 giocatori esperti della durata di 45 minuti a testa, completamente indipendente dalla lingua eccettuato il regolamento. Le meccaniche principali sono costruzione mazzo, piazzamento tessere, movimento su tabellone modulare e controllo aree. Divertente, teso, strategico, aperto fino alla fine, impreziosito da miniature e materiali splendidi: attualmente su Kickstarter trovate l'espansione Battalia: the Stormgates che chiude tra circa una settimana.
Mettetevi comodi, perché la gita è lunga e ci sono tante cose da vedere.

Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

martedì 27 settembre 2016

[Recensione] Histrio

Scritta da Chrys.

Ho acquistato questo gioco già qualche mese fa... l'ho fatto perché era di Cathala (Five Tribes, 7 Wonders Duel, Cyclades, Cleopatra, Jamaica, Mr Jack, Shadows over Camelot, per citarne una manciata), per la componentistica davvero particolare e poi perché... cof, cof.... non so resistere ai bei disegni con gli animalini antropomorfi. ^__^"

Quale che sia il motivo dell'acquisto eccomi a parlarvi di Histrio (2-5 giocatori, 40 min) edito dalla Bombyx di Bruno Cathala e Christian Martinez, che per mia fortuna è anche un bel gioco.

Ed eccoci quindi proiettati in un reame fantastico in cui volpi, tartaruge, orsi, coniglietti e ogni tipo di animale cammina a quattro zampe, si veste e... va a teatro. Preparatevi quindi a creare una bella compagnia teatrale viaggiando da una città all'altra nel disperato tentativo di compiacere un re che definirlo volubile è un eufemismo. Ma male che vada, avremo anche altre missioni segrete assegnateci dalla sua corte da portare a termine. ;)

lunedì 26 settembre 2016

[Essen 2016 e dintorni] Cranio, Pfffffffister, 13 Indizi e non solo


scritto da Fabio (Pinco11)

Ci si avvicina rapidamente alla fiera e finalmente arrivano online anche quei manuali che aspettavi da tempo e ti metti a leggerli uno per uno, quasi a sfogliare la metaforica margherita, per capire chi sarà a tenerti compagnia nelle serate autunnali.
La copertina oggi è made in Italy e non lo è per mero spirito nazionalista, bensì per meriti acquisiti sul campo, perché il titolo al quale è dedicata è Lorenzo il Magnifico, della coppia Virginio Gigli e Flaminia Brasini (già due delle costole degli Acchitocca), coadiuvati per l'occasione da Simone Luciani.
2-4 giocatori, 60-120 minuti, età 12+ e soprattutto, tra le voci tecniche ecco comparire un bel gestione azioni, piazzamento lavoratori e costruzione motore produttivo con un manuale che ci fa pensare a lui come al degno successore, sul piano logico dei successi degli ultimi anni degli autori coinvolti, compresi Marco Polo e Grand Austria Hotel, dei quali Lorenzo conserva l'inconfondibile flavour.
Ok, fatte le premesse, passiamo ad occuparci per primo proprio dell'editore del teschio, parlando delle sue uscite, in coda alle quali riprenderemo il discorso sul nostro bel cinghialino ... :)

domenica 25 settembre 2016

GSNPodcast - Speciale Essen (parte prima)

scritto da Fabio (Pinco11)
audio con Fabio - TeOoh! - Chrys

Ciao a tutti!!!
Lo so, lo so, che è una vita che non ci sentivamo e che il progetto podcast sembrava essere stato abbandonato, ma la realtà è che il tempo è tiranno e riuscire anche solo a tenere il ritmo di uscite con i nostri articoli non è facile, per cui i primi ad essere sacrificati sono spesso i progetti multimediali, che il loro tempo lo portano via eccome.

Tra i buoni propositi di questa stagione, però, abbiamo messo anche quello di cercare di ridare una certa periodicità alle nostre chiacchierate, che poi chiamiamo immeritatamente podcast, per cui abbiamo pensato: "quale occasione migliore per iniziare se non uscire prima di Essen, parlando di una pioggerella di giochi?"

Eccoci qui, allora, con una sorta di versione audio delle carrellate di news che di solito leggete il lunedì e con ai microfoni il trio (inedito) Fabio - Matteo - Christian.

[Recensione] Sugi

scritto da Bernapapà

Oggi vi voglio parlare di questo nuovo gioco, un filler per famiglie: Sugi, dell'esordiente Victor Samitier, edito dalla GDM Games e dalla Doppio Gioco (editore italiano esordiente, che inizia con questo titolo la propria attività), per 2-6 giocatori, mezz'oretta di durata, che vuole portarci nel mondo dei samurai che dovranno fare la strada per arrivare al tempio, scansando i vari ostacoli, fra cui un dispettoso fantasma.
La meccanica del gioco prevede che i samurai non appartengano ad alcun giocatore, ma che, tramite opportune carte "obiettivo", ognuno abbia i suoi samurai prediletti, ma segreti, da fare arrivare al tempio prima degli altri, e per farlo si utilizzeranno carte  che consentiranno lo spostamento dei samurai, ma anche azioni diverse per ostacolare le mosse degli avversari.
Un gioco che richiede un poco di intuizione, per capire quali sono i samurai prediletti dagli avversari, cercando di celare il più possibile le proprie preferenze, ma stando sempre attenti che quando i samurai saranno arrivati al tempio, si tireranno le somme, scoprendo il miglior stratega del gioco. Un buon filler destinato ad un pubblico vasto.

sabato 24 settembre 2016

Recensioni Minute - Premio gioco dell'anno 2016

scritto da TeOoh!

Arrivo anche quest'anno a fare la mia previsione sul vincitore del titolo "Gioco dell'anno" prendendo questo premio anche un po' come scusa per parlare dei vari giochi finalisti.
L'anno scorso ero riuscito ad aggiungere tra i giochi "nuovi per me" Vienna, mentre, per questa edizione, mi trovo ad aver già provato (alcuni più volte) i vari in lizza. In fondo, essa non è che la riprova che tra le mie mani passano perlopiù giochi di target "family", che trovo sempre facile mettere in tavola e che trovo comunque più piacevoli, in media, principalmente per la durata.
Invito, prima di passare ai commenti forsennati su "perché non è stato inserito questo" e "questo è un gioco super semplice" e "il premio mi fa dubitare della sanità mentale tua e dei giurati" di leggere prima le linee guida di esso. È con tali linee guida che farò la mia previsione.

Recensioni Minute - Sponsio

scritto da TeOoh!


Sembra essere un periodo in cui attiro i giochi di trick taking come una super calamita. Me ne sono passati già diversi tra le mani nell'ultimo mese. Questo non fa eccezione, se non fosse che in qualche modo "ribalta" il modo con cui ci si approccia ad ogni round.


Ma andiamo con ordine: Sponsio è un gioco di József Dorsonczky per 3-4 giocatori, edito dalla Mind Fitness Games
Si è creata una piacevole collaborazione con Jòzsef, ogni tanto capita di sentirci tramite mail e posso anche in qualche modo spoilerare che è già in fase di completamento anche un ulteriore titolo a sua firma. Ma su quello, vedremo se supererà la soglia per trasformarsi in un articolo.

venerdì 23 settembre 2016

[nonsolograndi] Archelino

scritto da
Simarillon (Davide)

Oramai sono iniziate le scuole in tutta Italia (credo) quindi siamo pronti per parlare della linea logica Red Glove dei prodotti HUCH! & friends. Dopo Mango Tango (qui il link) e Marble Monster (qui il link) è il turno di Archelino, solitario multi-giocatore a cui si può iniziare a giocare a partire dai quattro anni e con partite di durata determinata da quanta logica sarete in grado di mettere e da quanto difficile saranno i giochi: si parte, comunque, dai dieci minuti suggeriti sulla scatola. Il gioco è indipendente dalla lingua, ma grazie a Red Glove troviamo anche il manuale in italiano, oltre alla ‘quarta di copertina’ sempre in italiano. Il gioco, illustrato da Oliver Freudenreich (come molti dei giochi della casa tedesca) nasce da un’idea di Inon Kohn… vediamo se vi possono interessare questo tipo di sfide (per voi e/o per i piccoli di casa). Carichiamo nuovamente l’arca di Noè in nonsolograndi dopo averci già provato con Balance della Sevi (qui)
  

giovedì 22 settembre 2016

[Recensione] Steampunk Rally

scritto da Sergio

Ed eccoci a parlare ancora della Roxley Games giovane casa canadese che ha al suo attivo pochi titoli che, anche se in Italia sono passati pressoché inosservati, hanno comunque una nota di originalità e di novità che li ha resi celebri all'estero.
Abbiamo già parlato a suo tempo di Super Motherload (vedi qui la recensione) un deckbuilding notevole e molto originale per le meccaniche presentate che purtroppo non ha avuto un gran seguito da noi soprattutto per il prezzo decisamente elevato.
Oggi ci occupiamo di questo strano gioco di corse con vetture assurde, decisamente improbabili e di ambientazione steampunk.
Steampunk Rally sembra nascere dall'idea di adattare ad un ambiente steam fine 800-inizi 900 le mitiche Wacky Races di Hanna e Barbera (forse qualcuno si ricorderà i cartoni animati).
L'idea di gioco è quella di creare un'auto (ma chiamarla auto è un azzardo) con cui riuscire a percorrere un tracciato arrivando sani e salvi prima degli altri. Creato da Orin Bishop ed edito nel 2015, da due a 8 giocatori da 14 anni in su e per una durata media di un'ora, utilizza una meccanica che è un mix di pesca carte (tramite un draft) e gestione/piazzamento risorse dove le risorse sono i dadi. Il tutto va ottimizzato al meglio per percorrere il tracciato più velocemente degli avversari.

[Recensione] Ta-Pum!

scritto da Agzaroth

Il filler del momento, almeno lo era quando ho scritto questa recensione. Partendo da Les Poilus, passando per The Grizzled e arrivando infine al nostro Ta-Pum!, versione consigliata data la presenza di testo. Così, viste le recensioni positive lette, amando il tema, i collaborativi e i filler non banali, questo è stato un acquisto a colpo sicuro. La delusione, di conseguenza, ancora maggiore.

MATERIALI
Ottimi. Scatolina compatta, tessere spesse, carte robuste. Non si può chiedere di più a un gioco con questo prezzo e queste caratteristiche.
Nota Importante: c'è stato qualche errore di traduzione in alcune carte, alcuni anche gravi. Trovate le correzioni qui -> link.

REGOLAMENTO
Chiaro, con diversi esempi e spiegazione estesa di alcune carte.

mercoledì 21 settembre 2016

[Giochi da ombrellone] Schrödinger's Cats

scritto da F/\B!O P.

Sfrutto gli ultimissimi giorni d'estate per usufruire ancora dell'etichetta Giochi da ombrellone, poi passeremo semplicemente a Giochi da zaino ^_^
Vi presento un gioco di carte pseudo-scientifico di incertezza strategica per 2-6 giocatori di età 8+. È veloce (durata massima dichiarata 30 minuti, durata reale misurata 10-12), divertente e pieno di bluff, deduzione e gatti! Dipende lievemente dalla lingua per la presenza di testo sulle carte personaggio, ovviabile con un foglio di consultazione.
Nonostante un tempismo potenzialmente disastroso (la campagna su Kickstarter è partita lo stesso giorno di Exploding Kittens), quelli della 9th Level Games hanno raccolto oltre cinque volte la cifra obiettivo di 9.000$. Ne sono autori Heather Wilson, Heather O'Neill e Chris O'Neill.
Con il potere dell'hyperlink vi lascio il collegamento alla pagina del paradosso del gatto di Schrödinger che fa da sfondo a questo gioco, così – anche a chi questo difficile nome pieno di puntini risultasse sconosciuto – sarà possibile calarsi nell'atmosfera giusta.

Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

I gatti sono molto curiosi, i gatti fisici lo sono il doppio! Il loro desiderio di scoprire i segreti dell'universo stravolge la loro etica già traballante influenzata dall'erba gatta. Quando Erwin Schrödinger non c'è, i gatti fisici ballano... nel suo laboratorio... con i loro colleghi.

martedì 20 settembre 2016

[nonsolograndi] Raccontami una Storia

scritto da Chrys

Oggi un gioco tutto italiano ovvero Raccontami una Storia (3-8 giocatori, 15-30 minuti), ideato da Gabriele Mari e realizzato da Pendragon Game Studio... il titolo è da pochi mesi sbarcato negli scaffali di tutto il mondo grazie all'edizione internazionale di Asmodee (col titolo Storyline).

Si tratta di un gioco narrativo in cui si va a creare una storia (come per il classico "C'era una Volta" o altri simili) che permette di narrare collettivamente, ma competitivamente, un numero infinito di storie giocando carte (personaggio, luogo, azione, oggetto, caratteristica) sempre diverse. 

Il gioco si presta ovviamente a molte tematizzazioni ed infatti alla scatola base Fiabe se ne affiancherà a ottobre anche una seconda Halloween (Scary Tales in inglese) illustrata addirittura da Riccardo Crosa (*__*) che permetterà storie completamente diverse 

Ovviamente, anche se ho utilizzato molte immagini dell'edizione inglese il titolo in vendita da noi è completamente in italiano.

lunedì 19 settembre 2016

[Essen 2016 e dintorni] Piccola pioggia di titoli ...

scritto da Fabio (Pinco11)

Ci avviciniamo alla fatidica data nella quale finalmente metteremo mano sulla valanga di titoli proposti quest'anno.
Mentre scrivo, però, il flusso di novità annunciate sembra essersi rallentato, per cui ho occasione per riprendere un poco di terreno parlandovi in un unico post di almeno una ventina di titoli.
La copertina di oggi va a Terraforming Mars, titolo che è salito piuttosto alto nelle classifiche di hype del prefiera e che, trattandosi di un gestionale, non poteva sfuggire alle mie indagini :)

In parallelo gradualmente sto componendo, comunque, la mia lista dei desideri e, curiosamente, noto come essa sia gremita, ma leggermente meno affollata rispetto ad altri anni. È prestissimo per dirlo, perché il peso specifico di un'annata si inizia a misurare solo dopo tre o quattro mesi della fiera, ma la sensazione che mi si sta formando, è quella di una stagione che promette bene, con tanti titoli di buon/ottimo livello, ma ancora senza immancabili destinati a soppiantare quasi sicuramente i miei personali top di sempre. Vedremo ... :)